12/05/08

31

GIOCARE A DAMA



LO SPORT DEL CERVELLO
La Federazione Italiana Dama (fondata nel 1924) :
- è un'associazione che promuove e sviluppa il gioco della dama.
- è diramata in numerose province e regioni con propri rappresentanti e circoli damistici.
- organizza ogni anno i " Giochi Giovanili "aperti ai ragazzi della scuola dell'obbligo e numerose gare e campionati Provinciali, Regionali, Nazionali e Internazionali
- dispone di una propria rivista che si chiama " Damasport ".
Questo Sport del Cervello ha attirato la mia attenzione e in un ciclo scolastico , d'accordo con i genitori degli alunni , l'ho introdotto nella mia attività didattica, dalla seconda alla quinta elementare, aiutata da maestri esperti.
Il corso aveva lo scopo immediato di portare in superficie le latenti capacita' logiche dei bambini e di svilupparne la costante applicazione mentale.
Aveva, inoltre, lo scopo sociale di confrontarsi,concentrarsi , rispettare l'avversario : il damista è tenace, controllato,ordinato, equilibrato e leale.
Alcuni alunni hanno partecipato con entusiasmo a gare e tornei, onorando il nome della scuola, di Torino e del Piemonte.
La prima manifestazione pubblica dei nostri piccoli damisti avvenne a Jesolo nel 1993 , frequentavano la seconda elementare . La loro esperienza ai " Giochi Giovanili " fu grande, perchè si confrontarono con coetanei di tutte le regioni italiane ; seguirono altri confronti negli anni successivi a Fano , Pesaro e Quartu Sant' Elena. L'insegnante li ha sempre seguiti, tranne che in Sardegna...per paura dell'aereo !!!
E' stata un'esperienza educativa e indimenticabile !

31 commenti:

  1. Una bella iniziativa anche se io amo di più gli scacchi.

    Ciao!
    Daniele

    RispondiElimina
  2. io purtroppo per giochi del genere non sono assolutamete portato... ho giochicchiato a dama ma con risultati piuttosto scarsi.
    Buon inizio di settimana
    adb
    P.S. bello l'articolo.

    RispondiElimina
  3. Gli scacchi sono i cugini prossimi della dama, e lo sono ancora di più da quando è stata fondata la Federazione Mondiale FMJD della dama internazionale che si pratica
    in 58 paesi di tutto il mondo.
    Si gioca su una scacchiera da 100 caselle con 20 pedine per parte.
    Come gli scacchi, anche la dama è stata ricosciuta dal C.O.N.I. di Roma e ha fatto domanda al CIO di entrare a fare parte delle Olimpadi con il diritto di vestire la maglia azzurra.Mio figlio, campione italiano 2000, ha rappresentato l'Italia a Bruxelles e a Chartre.Un caro saluto

    RispondiElimina
  4. Ciao Stella
    io non amo la dama mi annoia un pochino ma penso che sia uno di quei sport positivi da coltivare nei bambini per evitare che si rammolliscano i neuroni a forza di tv!
    E tranquilla ora che siamo in contatto lo rimarremo, ciao :-)

    RispondiElimina
  5. Ciao adb ,queto gioco è utile soprattutto per i bimbi timidi e per quelli frenetici che prestano poca attenzione e riflettono poco!
    Un caro saluto

    RispondiElimina
  6. ma quanto mio piace la dama!!

    altro che giochini elettronici...

    poi sono cresciuto giocando a dama e pinella con mio padre, davanti al camino...ehehe, mangiando mandarini :)

    RispondiElimina
  7. Bravissima istar , hai capito al volo!
    Un caro abbraccio

    RispondiElimina
  8. Io giocavo spesso con mia sorella nelle lunghe giornate d'inverno... noiosissime...

    RispondiElimina
  9. mat e jasna che giocano a dama,che bella sorpresa! Ecco spiegato perchè siete...mat e jasna.
    Un caro abbraccio

    RispondiElimina
  10. credo che stimolare i bambini con il gioco della dama sia stata una bellissima iniziativa....è giusto ogni tanto accantonare i giochi supertecnologici

    RispondiElimina
  11. suysan hai fatto centro!
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  12. Ciao..bè la dama e gli scacchi sono due dei miei passatempi preferiti..mi diverto a sconfiggere l'avversario..ihihihihi...

    P.s. pensa che domenica l'avis mi premia.....
    Grazie per aver messo il simbolo...anche tu donatrice? :-)

    RispondiElimina
  13. Cara orchy,mi piacciono i tuoi passatempi con strategie da usare,e non è poco!So cosa provi ad essere premiata dall'avis!Il sangue io non posso donarlo,purtroppo,per questione di pressione,ma il mio collaboratore si'.Se vai nel mio post SOLIDARIETA'Forse ti emozionerai!!

    RispondiElimina
  14. Che giocate a dama e che soddisfazione riuscire a vincere contro il papà e la mamma che mi avevano insegnato. Conservo ancora la scatola che mi avevano regalato un anno a Natale, col piano di gioco che conteneva tutte le pedine e anche gli scacchi. Lo ritengo ancora un'ottima ginnastica mentale. Brava Stella!

    RispondiElimina
  15. Luigina cara,cos'è che non abbiamo in comune?Dimmelo tu, perchè a questo punto non ho più parole!...

    RispondiElimina
  16. Cara orchy,errata corrige:vai da jasna al post:Due piccole soddisfazioni.Scusami

    RispondiElimina
  17. ciao Stelli' e ... amici tutti!
    Anch'io da piccola giocavo spesso a dama (a pinella, come mat, da più grandicella!) e mi divertivo!
    Mai a scacchi invece:-(
    A proposito del gioco nelle attività didattiche, nel mio istituito comprensivo, già da due anni i ragazzini della primaria partecipano a tornei di scacchi! Sono d'accordo sull'utilità nello sviluppo delle capacità logiche, di riflessione, concentrazione ecc...
    un abbraccione a tutti!
    g.

    RispondiElimina
  18. Dama, un gioco adatto a tutti perchè basato su strategie semplici rispetto agli scacchi, più cervellotici. Confesso che sono un giocatore provetto a dama... se qualcuno vuole sfidarmi... se poi perdete e volete vendicarvi, facciamo una partita a scacchi :-)

    RispondiElimina
  19. Bene,giovanna! Condivisione assoluta|!Ciao e ottima giornata!

    RispondiElimina
  20. Caro cesco, anche con la dama internazionale non c'è da scherzare!Una partita può durare anche sei ore...Hai capito bene.Ai mondiali emergono russi e olandesi,anche perchè il gioco della dama è materia di studio nei loro Paesi.Su internet c'è un sito,se vuoi saperne di più .
    Un caro abbraccio

    RispondiElimina
  21. Non ho molta dimestichezza con la dama che sicuramente è un gioco propedeutico.
    Ogni tanto provo,contro il computer...beh sorvoliamo,il rapporto è tre a uno in suo favore!!
    Ciao a tutti,damisti e non!

    RispondiElimina
  22. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  23. Tenta ancora Sirio .Chissà che prima o poi...fai piangere il computer!
    Ciao

    RispondiElimina
  24. giocavo a dama da bambina, poi non l'ho più fatto. Sarà forse il caso di riprovarci...
    Ottimo il progetto di portarla nelle scuole, Se penso che i bambini di oggi sono tutti presi dall'elettronica rabbrividisco. Va bene che il progresso avanza, ma qui mi sembra di esagerare...
    un caro saluto

    RispondiElimina
  25. Carissima annagi,sei fantasica!recepito in pieno il messaggio.
    Permettimi un bacio

    RispondiElimina
  26. Buongiorno Stella... mi piace tantissimo giocare a dama... ma perdo sempre!!! ma che importa, l'importante è divertirsi...
    un bacione
    Claudia

    RispondiElimina
  27. Infatti,l'importante è partecipare.Brava!Ricambio il bacione.

    RispondiElimina
  28. bellissima iniziativa ...

    ciao, buna serata!!!

    RispondiElimina
  29. Ciao che idea geniale hai avuto, io giocavo da piccola con mio papà.... adesso ogni tanto Andrea mi chiede di giocare ....non sapevo che anche tu eri una mamma. Bacioni

    RispondiElimina
  30. Cara Nella, grazie !
    Un bacione.

    RispondiElimina
  31. Cara Rosy,
    fai benissimo a giocare a dama con tuo figlio. Vedrai che con il tuo amore e le tue attenzioni Andrea riuscirà a colloquiare con te anche da adolescente!!!
    Ho un figlio di trentadue anni.
    Ti abbraccio caramente.

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...