114

GIANNA : 4 ANNI DI BLOG



Non mi sembra vero, ma sono trascorsi proprio quattro anni da quel fatidico giorno...

La mia voglia di comunicare era ancora forte, dopo essere andata in pensione...

e mi consigliarono di aprire un blog, io non sapevo neanche cosa fosse e come funzionasse...

e non avevo mai usato la tastiera...scrivevo rigorosamente con la penna, matita o gessetti fino al 31 marzo 2008. 


 Chiedendo informazioni e spiegazioni a destra e a sinistra ho cominciato ad imparare l'appassionante percorso da blogger...

 E poi la grande scoperta: mi si apriva un  mondo tutto nuovo da scoprire...

Questi anni sono volati  via piacevolmente insieme a voi, persone meravigliose. 

Aprendo il blog 4 anni fa, non avrei mai pensato di aprire una nuova grande famiglia che mi rifiuto di chiamare virtuale, perchè voi ci siete, esistete, vivete... 

Grazie amici e lettori, vi sono grata per la vostra stima e condivisione.

Ora seguono due video, realizzati dalla brava e sempre disponibile 

 Ele :

il primo  è per coloro che mi seguono da poco, il secondo è per tutti; illustrano pagine di alcuni miei post.


2008- 2010



2010-2012


62

PAOLA : 4 ANNI DI BLOG


Un amico lontano
è a volte più vicino
di qualcuno a portata di mano.
È vero o no
che la montagna ispira più reverenza
e appare più chiara al viandante della valle
che non all'abitante delle sue pendici?
Gibran 


E tu mi sei vicina ora come allora, carissima amica


Oggi hai raggiunto un grande traguardo:

 4 anni di blog


Ricevi questo dono in segno d'amicizia vera.


44

UNA BELLA RISATA


  Due amiche dopo aver convinto i mariti, riescono ad uscire a cena da sole per svagarsi un po'.

Fra una chiacchiera e l'altra e dopo due bottiglie di buon vino, lo champagne, i limoncelli e qualche amaro, si fa tardi e decidono di tornare a casa.

Completamente ubriache escono dal ristorante e, mentre camminano nella notte, sentono l'impellente bisogno di fare la pipì.

Una dice: - Entriamo in quel cimitero, lì non ci vedrà nessuno.

Così la prima si sfila le mutandine, fa una plin plin epocale e usa gli slip per asciugarsi, poi li butta.

L'altra che porta biancheria firmata alla quale tiene molto, si sfila le mutandine, le mette in tasca e stacca un nastro da una corona di fiori per asciugarsi.

 La mattina dopo il marito della prima telefona all'altro dicendo:

 - Sono un uomo distrutto! Mia moglie è tornata alle 5 di mattina, ubriaca fradicia e senza mutande, l'ho cacciata di casa.

L'altro risponde:

 - Non dirlo a me, la mia è tornata ubriaca, senza mutande e con una coccarda rossa infilata nel c... con su scritto: NON TI DIMENTICHEREMO MAI!
 Marco , Fulvio , Rosario, Alessio e tutti gli amici della palestra.......


48

SENSIBILITA' ZERO

 

TRAUMA  INSUPERABILE

anni 50

 Un  giorno  il signor Claudio, nome di fantasia, riceve un telegramma- allora la diffusione del telefono era limitata- che lo avverte di recarsi in ospedale nella città vicina dov'è ricoverata sua moglie.

Egli pensa alle dimissioni e va felice con le sue due bambine di tre e sei anni, per portare a casa la moglie e mamma che aveva subìto un intervento chirurgico.

Varcata la soglia della struttura ospedaliera, viene loro incontro una suora che,  incurante della presenza delle piccole e senza mezzi termini, informa Claudio che la signora è morta.

Quell'istante terribile e sconvolgente  le bambine, ora donne, non l'hanno mai dimenticato...

Il trauma infantile  le ha segnate psicologicamente e le accompagna tutta la vita...
  
70

AMORE CHIAMA AMORE



C'era una volta un vecchio saggio seduto ai bordi di un'oasi all'entrata di una città del Medio Oriente.

Un giovane si avvicinò e gli domandò:

"Non sono mai venuto da queste parti. Come sono gli abitanti di questa città?"

L'uomo rispose a sua volta con una domanda:

"Come erano gli abitanti della città da cui venivi?"

"Egoisti e cattivi. Per questo sono stato contento di partire di là".

"Così sono gli abitanti di questa città!", gli rispose il vecchio saggio.

Poco dopo, un altro giovane si avvicinò all'uomo e gli pose la stessa domanda:

"Sono appena arrivato in questo paese. Come sono gli abitanti di questa città?"

L'uomo rispose di nuovo con la stessa domanda:

"Com'erano gli abitanti della città da cui vieni?".

"Erano buoni, generosi, ospitali, onesti. Avevo tanti amici e ho fatto molta fatica a lasciarli!".

"Anche gli abitanti di questa città sono così!", rispose il vecchio saggio.

Un mercante che aveva portato i suoi cammelli all'abbeveraggio aveva udito le conversazioni e quando il secondo giovane si allontanò si rivolse al vecchio in tono di rimprovero:

"Come puoi dare due risposte completamente differenti alla stessa domanda posta da due persone?

"Figlio mio", rispose il saggio, "ciascuno porta nel suo cuore ciò che è.

Chi non ha trovato niente di buono in passato, non troverà niente di buono neanche qui.

Al contrario, colui che aveva degli amici leali nell'altra città,troverà anche qui degli amici leali e fedeli. Perché, vedi, ogni essere umano è portato a vedere negli altri quello che è nel suo cuore.

Bruno Ferrero

La bontà attira bontà, la cattiveria attira cattiveria ...


GESTI  D' AMORE



Vi sentite meglio, dopo aver visto questa successione di gesti d'amore coinvolgenti ?
43

TACERE



Tacere di sé è UMILTÀ

   tacere i difetti altrui è CARITÀ

   tacere parole inutili è PENITENZA

   tacere a tempo e a luogo è PRUDENZA
:
   tacere nel dolore è EROISMO.


Saper parlare è un vanto di molti

   Saper tacere è una SAGGEZZA di pochi

   saper ascoltare

   una GENEROSITÀ di pochissimi

S. Giovanni della Croce
34

MOLTO CARINA



Una donna torna dagli Stati Uniti in aereo e accanto a lei è seduto un prete.

“Padre - dice lei - posso chiederle un grande piacere?”

“Certo figliola, se posso ...”

“Vede, padre, ho comprato un rasoio-depilatore per donne fantastico, ma molto caro e temo di dover pagare una tassa piuttosto alta alla dogana visto che è nuovo e non è mai stato usato. Non potrebbe per cortesia nasconderlo sotto la sua Tonaca?”

“Certo che posso, figliola, l'unico problema è che, essendo un prete, non posso dire bugie.”

“Va bene - pensa la donna - in un qualche modo se la saprà cavare.”

E gli consegna il rasoio. In aeroporto il doganiere chiede al prete se ha qualcosa da dichiarare, al che il prete risponde :

“Dalla testa fino al giro vita, nulla.”

Un tantino sorpreso dalla risposta il doganiere replica:

“Mi scusi, ma .... dal giro vita in giù?”

“Lì, - risponde il prete - ho un "attrezzo per signore" che però non è mai stato usato!!!”

Il doganiere scoppia a ridere e fa :

 "Eddai, avanti il prossimo!"


91

PRIMAVERA

Benvenuta, stagione tanto desiderata!

Grazie per queste meraviglie che ci regali ...



















Mondopps
58

19 marzo 2012

Tanti auguri ai Giuseppe e alle Giuseppina

Tanti auguri a tutti i papà del mondo

"Beato il papà che chiama alla vita e sa donare la vita per i figli.

Beato il papà per il quale i figli contano più degli hobby e della partita.

Beato il papà che cresce insieme ai figli e li aiuta                

a diventare se stessi.

Beato il papà che sa pregare con i figli

 e confrontare la vita con il Vangelo.

Beato il papà convinto che un sorriso

vale più di un rimprovero, uno

scherzo più di una critica, un

abbraccio più di una predica.

Beato il papà che non teme di essere

tenero e affettuoso.

Beato il papà che sa capire e perdonare

 gli sbagli dei figli e riconoscere i propri.

Beato il papà che non sommerge i figli

di cose, ma li educa alla sobrietà e alla condivisione.

Beato il papà che non si ritiene perfetto e sa ironizzare sui propri limiti.

Beato il papà che cammina con i figli verso orizzonti aperti all’uomo, al mondo, all’eternità."



Tanti auguri a tutti i papà in cielo



Caro papà,

poche volte ci siamo scambiato manifestazioni d' affetto,
 perciò...



E festeggiamo con le zeppole di San Giuseppe

27

GRANDI VERITA'




A me capita di non aspettarmi nulla...
e quando mi capita qualcosa di bello
faccio salti di gioia.


Il mio medico di famiglia è 
professionale
  scrupoloso
 umano
 e amico.

Non potrei desiderare di meglio.



Verissimo!



Su questa verità sono un po' dubbiosa.

Capita che una grande volontà non sempre  permette di superare grandi difficoltà.


36

NON CI SONO PAROLE ...



Una preghiera per i bambini belgi volati in cielo.

Abbraccio le famiglie delle piccole vittime...


56

QUATTRO RISATE



La nuova vicina di casa bussa alla mia porta.

Le apro e  rimango senza fiato!

Decisamente sorpreso per la sua straordinaria bellezza.

Quasi balbettando le dico:

  "Cosa posso fare per te?"

Lei mi risponde:

"Senti, sono appena arrivata in città, ho voglia di divertirmi,
 ubriacarmi e scopare tutta la notte..
tu sei occupato stasera?"

"Certo che NO!" 

"Allora, per favore, mi tieni il cane fino a domani? 


Due amiche al telefono:

"Finalmente, dopo tre anni che stiamo insieme, Massimo mi ha parlato di matrimonio!"

"Davvero? E che cosa ti ha detto?"

"Che sua moglie si chiama Angela e hanno quattro figli"



      Dopo più di mezzo secolo di vita matrimoniale, lui muore.

    Qualche anno dopo, anche lei sale in cielo...

    Lì ritrova suo marito e corre verso di lui gridando :

   "Amoreeeeee, che bello ritrovarti !!!!!!"

    Lui secco:

    "Non rompere Monica,

    il prete era stato chiaro: "finché morte non vi separi !!! "

 
     
     Un signore di 80 anni va a fare il suo controllo annuale dal
     dottore, che gli chiede come si sente.

    "Non sono mai stato meglio in vita mia"
 risponde il vecchio.

    "Ho appena sposato una ragazza di diciotto anni. 
E' già incinta e tra poco sarò padre.
 Cosa ne pensa?"

    Il dottore pensa un momento e dice:

    "Le voglio raccontare una storia.
Ho conosciuto un tale che era un  cacciatore accanito.
 Non aveva mai mancato una stagione di  caccia.
    Ma un giorno uscì di casa precipitosamente e prese l'ombrello al posto del fucile.

    Quando fu nel bosco, improvvisamente un orso si precipitò verso di lui.

    Prese l'ombrello, lo strinse con forza e lo puntò verso l'orso.

    E sapete  cosa successe?"

    "No."

Rispose il vecchio.

  Il dottore continuò: "L'orso cadde morto davanti a lui!"

 "E' impossibile!"

gridò il vecchio.

 "Qualcun altro deve aver sparato al posto suo!"

 "E' esattamente quello che sto cercando di spiegarle!"

    rispose il medico.



28

Sono molto graditi soprattutto i commenti degli uomini


1) Perchè alcuni uomini uccidono la propria donna?

Per...

-per  fragilità, non reggono l'idea di vivere senza di lei

-per gelosia, o mia o di nessun altro

-per possessività, è di mia proprietà

-per vendetta

-per salvaguardia dell'onore, delitto d'onore

-per una nuova vita sentimentale, vivere con l'amante

2) Quindi uccidono non certo per amore e allora perchè si chiamano delitti passionali?



74

DISIDROSI

Da qualche tempo le mie dita delle mani hanno dei puntini che provocano parecchio prurito.
Mi sono state consigliate varie cremine senza alcun risultato e addirittura il cortisone che... ha peggiorato la situazione.

Non è la prima volta che ho questo disturbo alle dita, ma solo ora so che si chiama disidrosi e sembra che sia dovuto principalmente allo stress.

Ieri ho agito di testa mia, mi è venuto in mente il post di Trillina sull'aloe vera e mi sono  recata in farmacia per comprare questo prodotto naturale sotto forma di gel





Appena applicato, ho subito avvertito un certo sollievo e freschezza alle dita.

 Continuerò ad usarlo, perchè è un prodotto naturale, idratante e lenitivo.

Grazie Trillina !

Voi avete mai sofferto di disidrosi?
Il bene in noidiGiannaDesign byIole