06/10/08

32

STOP AL RAZZISMO


Perché respingermi?

Migliaia di chilometri fatti a piedi nudi, a stomaco vuoto,
Giorni e notti passati nel deserto con la gola asciutta,
Ore e ore di estate nascosto nel container senza ossigeno,
Perché respingermi?

Giornate intere passate nelle fonderie e campi agricoli,
Giornate intere passate a badare, e tra i piatti sporchi,
Mesi trascorsi sulle strade con il negozio sulle spalle,
Perché respingermi?

Chiedevo solo per un pezzo di pane, acqua potabile e coperta,
Chiedevo solo di essere lontano dalle guerre civili, dall'odio,
Chiedevo solo per un'altra giornata di sopravvivenza umana,
Perché respingermi?

Cercavo solo il Presente che non riesco più a trovare,
Cercavo solo una ragione per continuare a vivere,
Perché rovinare una speranza e impedire un respiro?
Perché respingermi?


Blessing Sunday Osuchukwu

32 commenti:

  1. Brava Ste'
    è bellissima,
    grazie, non la conoscevo.

    RispondiElimina
  2. Giovà è del mio caro lettore,che trovi tra i miei preferiti.

    RispondiElimina
  3. Veramente bella e rende molto l'idea di quello che devonon sopportare questa gente più sfortunata di noi.

    RispondiElimina
  4. Un Sorriso antirazzista :) dawoR***

    RispondiElimina
  5. doverosamente e calcisticamente prima ci siamo dedicati a sirio....ora salutimo anche oggi la nostra stella(post bellisssimo)

    RispondiElimina
  6. Du,appena letta la poesia,l'ho voluta mia.

    RispondiElimina
  7. Dawor,benvenuto e grazie.
    Un sorriso a te!

    RispondiElimina
  8. Asterix,le signore non hanno la precedenza?
    Post molto sentito e i versi emzionano per questa tragica verità che è il razzismo!

    RispondiElimina
  9. in tre anni subito una sola volta una situazione del genere.. non glielo auguro a nessuno soprattuto per chi è straniero.. è una sensazione brutta e molto umiliante...

    buon inizio di settimana cari amici^^.. bacini

    RispondiElimina
  10. Complimenti stella,questa poesia è il saggio di un uomo che non chiede altro che di essere riconosciuto come tale.

    Grazie per la tua sensibilità!

    RispondiElimina
  11. Cara vane ti capiamo tutti e siamo con te,siamo in tanti a volerti bene.

    RispondiElimina
  12. Blessing con la sua poesia ha toccato tutti i nostri cuori, eravamo già sensibili a questo grave fenomeno,quale il razzismo,ma le sue parole pacate hanno chiarito meglio certe crude e tristi realtà,almeno ce le ha ricordate,sirio.
    "Non respingermi",si chiede poco,molto poco...

    RispondiElimina
  13. le signore hanno sempre la precedenza ....ti chiediamo scusa poi ora che sappiamo di che fede calcistica e' sirio....sarai sempre la prima .....

    RispondiElimina
  14. Asterix,allora è meglio che io taccia la squadra per la quale tifo...

    RispondiElimina
  15. Razzismo è anche quando le suocere fanno differenze tra i generi!

    RispondiElimina
  16. Peppe,stiamo parlando di cose serie.Quello non è razzismo,al massimo favoritismo.

    RispondiElimina
  17. Più che razzismo è paura dell'altro, del diverso, di quello che non riconosciamo: basterebbe insegnare a considerarci tutti uguali, diversamente civili sì ma essenzialmente tutti uguali ( anche quelli di fede calcistica discordante :-) )
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  18. inchino e tolgo il cappello a tanta FORZA... in questo momento mi sto vergognando di esistere e di essere indifferente per mancanza di informazione ... a queste realtà che sono tanto lontane da me.

    RispondiElimina
  19. Ciao luce,effettivamente si ha paura dello "sconosciuto" perchè i media informano solo quando esplodono fatti eclatanti.
    Tantissimi stranieri si comportano a dovere.
    Ti confesso che in un ciclo scolastico erano molto più educati e ubbidienti i bambini di provenienza estera di quelli italiani.

    Quindi,abbasso il razzismo!

    RispondiElimina
  20. Jasna,il tuo commento è giunto graditissimo.
    Che vergogna,vero ?
    Leggere la poesia di Blessing mi ha fatto piacere e male allo stesso tempo e gli ho chiesto di postarla per fare informazione come dici tu.

    Non ho altre parole per continuare...

    Grazie,nipotina!

    RispondiElimina
  21. Stella, ringrazio te e tutti i tuoi amici per le belle parole. Dovete solo sapere che grazie alle persone come voi, la situazione tende a non peggiorare, e c'è la speranza che le cose cambieranno per il meglio...
    Saluti a tutti!

    RispondiElimina
  22. Grazie blessing. Sono convinta che bisogna sempre sperare ed avere fiducia. Noi siamo qui e ti aspettiamo sempre!!!

    RispondiElimina
  23. Bellissima Stella. Grazie per avermela fatta conoscere.
    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  24. Marco carissimo,un abbraccio.

    RispondiElimina
  25. bravissima Stella,un grande applauso per Te!
    e anche un bacione!
    angela
    p.s.
    non demordiamo!...
    tra i tanti sentimenti inculcati da mio padre,c'è stato l'amore per loro(i neri) contro i quali ne abbiamo fatto di cotte e di crude!mi riferisco agli Etiopi e in generale per tutti i non italiani.
    ho sempre sognato di ritornare nella mia Terra(l'Etiopia),ivi morirci ed essere sepolta sotto un baobab!
    ciao

    RispondiElimina
  26. Angela grazie a te.
    Mi commuovi sempre tanto...
    Non ho parole...,ma la tua volontà è sacra.

    RispondiElimina
  27. A chiedere, si può sempre chiedere... è una cosa lecita!

    Ma funziona solo se poi c'è qualcuno disposto a dare.
    E non basta il "dare qualcosa", tanto per acquietare la coscienza.
    Ma dare quello che tu chiedi e quello che chiedono tanti altri insieme a te...

    E se questi non si trovano... ecco perché vieni respinto!

    Ed alla fine tu fa "Confusione" perché ritieni che quanto chiedi sia un tuo diritto avere e lo pretendi.
    E gli altri fanno "Confusione" perché quello che tu consideri un tuo diritto diventa un loro dovere.

    Ed il "Dovere" si sa, sta scomodo a tanti... e direi anche a te, che nella tua supplica non lo nomini mai!

    Lucio Musto

    RispondiElimina
  28. @ Anonimo
    Sì, anche un mendicante qualsiasi sa benissimo che non tutti sono disposti a rispondere positivamente alla sua richiesta, altrimenti avremmo avuto tutte le strade piene di medicanti.
    Beh, devo dire che se ci fosse oggi una legge internazionale che obbliga ognuno di tornare in paese suo e magari un'altra legge che obbliga ogni paese di utilizzare solo le proprie risorse nazionali, credo proprio che l'Italia lo soffrirebbe più dei paesi africani: in Italia tornerebbero circa 50 milioni di persone che certamente non andranno a lavorare nelle fonderie e non ci saranno né il petrolio, né il gas...solo per menzionare pocche cose.
    Seconda cosa: Ormai tutti sono d'accordo in questo paese (dall'estrema sinistra all'estrema destra)che senza gli immigrati l'economia ed il sistema socio-previdenziale di questo paese crollerebbero perché molti aziende chiuderebbro per mancanza di operai e non ci sarabbero più i soldi per pagare le pensioni, non a caso lo stato richiede la manodopera straniera ogni anno. Quindi, se mi permetti di togliere la modestia, tanto di mendicare non lo è alla fine! Il vero problema è che ci sono uomini, spesso senza coscienza, che credono che gli altri uomini sono solo delle "braccia" e basta.
    Terza: Credo che una persona normale senza doveri non dovrebbe esistere. Credo anche che non esiste nessun paese del mondo senza le sue regole e le sue leggi, e guai a chi non ce l'ha. Ma quello che tutte le persone di buona volontà chiedono è che una persona non viene maltrattata, segregata o addirittura uccisa solo perchè ha il naso più lungo o la pelle più scura o più chiara!
    Tanti saluti!

    RispondiElimina
  29. Cara Stella io non sottovaluto questa piaga sociale, ma considera anche che la mia esternazione è pura sofferenza e ti posso garantire senza fare retorica che anche il favoritismo sfocia nel razzismo.

    RispondiElimina
  30. Peppe, se avverti il razzismo, mi dispiace veramente. Qui sei ben accolto.
    TVB

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...