27/04/08

12

MARE NOSTRUM


La prima volta che vidi il mare non avevo ancora diciotto anni.

Prima di allora (parlo del 1966…) non avevo mai messo i piedi nell’acqua
perché “ai bambini come ai ragazzi fa bene l’aria di montagna” soleva
dire mio padre.

Fu un’esperienza indimenticabile,perché… quel giorno di primavera a
Savona c’era mare mosso e vi dirò che mi fece paura vedere onde
alte come me infrangersi a riva,sotto la fortezza del Priamar!

Feci allora una considerazione,questa: il fuoco bene o male,prima o
poi l’uomo riesce a domarlo e a spegnerlo…ma se si scatena l’acqua
è una forza immensa,nessuno riesce a fermarla!!

La natura al momento subisce la nostra sconsiderata violenza,poi però
si ribella e cerca di riacquistare il suo “naturale” equilibrio che noi abbiamo
compromesso, con le conseguenze che abbiamo sotto gli occhi!

Buona domenica!
Sirio

12 commenti:

  1. Quanta strada ho percorso, quasi sempre in salita con ostacoli che sembravano insormontabbili. Gioie, dolori,lutti ecc...eppure ancora qui, con la mente che è un vulcano di riflessioni che non sempre spiegano tutto.
    Siamo pieni di contradizioni che non smpre riusciamo a capire.
    L'uomo in generale è di una complessità unica, la maggioranza vive alla giornata senza porsi tante domande e questo determina l'incomprensione, il dualismo, gli scontri, mentre penso che tutti viviamo gli stessi problemi, ma non ci confrontiamo mai con sincerità.
    La sensibilità varia da individuo ad individuo, ma tutti vogliamo il bene di tutti, ma allora perchè tanti litigi, perchè le guerre, gli omicidi, le violenze eccc..
    Questo piccolo globo che è nell'universo, potrebbe essere un paradiso se questi micro arganismi che sono gli uomini non sarebbero cosi pazzi da non fare prevalere il bene che è in loro, SI! il bene esiste in tutti gli uomini.
    Salvo
    Ti criticheranno sempre,
    parleranno male di te
    e sarà difficile incontrare qualcuno
    al quale tu possa andare bene così come sei.

    Quindi:
    vivi come ti dice il cuore
    fai tutto ciò che senti di buono
    una vita è un'opera di teatro senza prove generali.
    Vivi intensamente
    ogni momento della tua vita
    prima che cali il sipario
    e l'opera finisca
    senza applausi.

    Ciao e buona giornata
    Salvo

    RispondiElimina
  2. MARE

    Oh mare!
    eri bello,
    colpa dell'uomo
    se ti stai perdendo.
    Mare d'acqua
    mare di ombrelloni
    mare di gente
    cerco una zattera di quiete
    invidio il gabbiano
    che libero conosce il cielo
    e plana dolcemente
    sull'onda amica
    che lo culla.

    RispondiElimina
  3. Per Stella : grazie perchè sei fin troppo gentile. sempre felice di commuovere nel bene qualcuno.
    Stella ho riso da matti leggendo la storia del Capitano!!!!! Infondo è stata salvata una marea di gente.....ahahaahhahahahah
    Molto forte leggere le parole sul mare.....Penso sia normale aver paura la prima volta che lo si vede. Io sto su un isola e comunque il mare è a due passi da me...è vero può avere una forza brutale mosso dal vento diventa una potenza della natura... ma quando è sereno e ci si specchia in lui si impara piano ad amarlo, capirlo e rispettarlo...infondo anche quando le sue onde ettono paura è sempre uno spettacolo...fa parte di me.
    con cuore
    Elsa

    RispondiElimina
  4. Cara Elza,
    mi fa piacere averti regalato un momento di buonumore.
    Oltre a riflettere sui sentimentì,
    una bella risata fa bene allo spirito e alla nostra salute.
    Condivido le tue considerazioni sul mare. Io lo amo moltissimo, soprattutto quando è calmo e ...
    in primavera.
    Grazie per la tua dimostrazione d'affetto.Buona domenica con un abbraccio

    RispondiElimina
  5. In Sardegna ho visto onde alte sei metri arrivare come furie verso la spiaggia di Badesi. Una forza talmente grande che perfino noi, con le nostre tavole da surf caricate sulla macchina pronte per salpare, siamo rimasti sulla spiaggia a guardare il terribile e affascinante spettacolo allibiti, senza trovare il coraggio di affrontare i flutti; e sì che le onde sono il nostro pane quotidiano. Ciao e buona giornata.

    RispondiElimina
  6. Ciao Stella a me piace il mare ho sritto una poesia se ti va leggila. Grazie a presto da Tony Pannone

    RispondiElimina
  7. Pensavo che in Sardegna il mare fosse sempre calmo,chissà perchè!Sei metri sono all'altezza di due piani di una casa,sicuramente uno spettacolo,a modo suo...!
    Grazie per la visita Cesco e buon proseguimento di giornata!

    RispondiElimina
  8. Il mare... pensa oggi ci sono stata è ho pronti due versi... ma siccome mi hanno rimproverato per la velocità di cambiare post, dovrai aspettare per leggerli!
    Il mare comunque io lo preferisco di questo tempo che ancora non è super affollato, è un incanto guardarlo mentre si passeggia...
    Buona serata :-)

    RispondiElimina
  9. oh, Stella!
    mi sa che qui comincio a respirare aria di casa mia!:-)
    Elsa, Cesco....
    Ma di certo sei tu Stella, che ...accogli!
    Il mare: eh, come lo amo anch'io!
    Io ci sto un po' distante, il mio è un paese dell'interno della Sardegna, ma da piccola era sacrosanta ogni estate la vacanza al mare con i genitori. Perché ...era salute!
    E da grande, mi piace star lì a guardarlo, senza far nulla, a pensare... mi trasmette una quiete, mi ci perdo.... Non mi spaventa, neppure se mosso, perché mi affascina.
    -Naturalmente il tutto vissuto ...sulla spiaggia:-)
    un abbraccione Ste'!

    RispondiElimina
  10. Sto conoscendo,infatti, persone meravigliose,cara Giovanna !

    RispondiElimina
  11. Vivo su un'isola, ed effettivamente quando il mare è mosso, anke se mi incanto a guardarlo incute timore ...

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...