08/02/11

51

LIBERARSI DAI PREGIUDIZI


Una famiglia di cinque persone si stava godendo una giornata sulla spiaggia. I bambini facevano il bagno nell'oceano e costruivano castelli di sabbia, quando comparve in lontananza una vecchina. I capelli grigi le volavano con il vento e gli abiti erano sporchi e stracciati. Mormorava qualcosa fra sé e sé e intanto raccoglieva oggetti nella sabbia e li metteva in un sacco.

I genitori chiamarono i bambini vicino a sé e raccomandarono loro di stare lontani dalla vecchietta.

Quando passò accanto a loro, curvandosi di tanto in tanto per raccogliere roba, ella sorrise alla famiglia. Ma essi non ricambiarono il suo saluto.

Molte settimane dopo vennero a sapere che la vecchina da sempre si era assunta il compito di raccogliere pezzetti di vetro sulla spiaggia, per evitare ai bambini di ferirsi i piedi.

51 commenti:

  1. Buongiorno Stella, l'abitudine di giudicare persone e fatti dalle apparenze non è il massimo ma io penso che in genere non si debba giudicare affatto! Pregiudizi ne abbiamo tanti... riconoscerli potrebbe essere un buon inizio per provare a superarli.
    Un bacio

    RispondiElimina
  2. Purtroppo i pregiudizi esistono, credo che ci vorrà molto tempo prima che tutti ci liberiamo di queste brutte abitudini.
    Buona giornata cara Stella.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. non e' facile
    esistono e son ben radicati
    anche se penso che andrebbero combattuti
    Ciao e buona giornata
    Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  4. ne parlavamo proprio ieri mio marito ed io!
    che poi quelli che giudicano si credono pure ingiudicabili e perfetti!

    ^_^ Giugiu

    RispondiElimina
  5. Ciao Stella, penso che il pregiudizio sia radicato nella paura e nella diffidenza, anch'essa proveniente dalla paura e dalla debolezza d'animo.

    RispondiElimina
  6. Non si dovrebbe mai giudicare in base all'esteriorità , ma non è così semplice: siamo un po' tutti "abituati"a pensare che l'abito bello o l'aspetto ben curato, sia sinonimo di "buono"; non ci si dovrebbe mai dimenticare, invece, che non è l'abito a fare il monaco... ma, soprattutto penso che un sorriso, in qualsiasi circostanza, costa tanto poco!

    RispondiElimina
  7. certo Stellina, scoprire che la vecchina raccoglieva i vetri produce rimorso, ma a volte devi ammettere che è difficile capire dove sono i pericoli e dove c'è il bene, è vero che i pregiudizi a prescindere sono antipatici, ma con i bambini la prudenza, o chiamala pure diffidenza, è di casa per genitori e nonni....in un mondo così. Ti abbraccio con tanta simpatia

    RispondiElimina
  8. Scusa Stellina: buona giornata :-*

    RispondiElimina
  9. Le apparenze soffocano l'essenza.
    E' vero, purtroppo, che agli adulti spetta il compito di educare i piccoli ma anche quello di rpeservare.
    E io temo che ci sia molta paura in tutti e che questo condizioni gli sguardi.
    Sarà una frase fatta, ma io credo davvero che fosse più facile essere bimbi (e genitori) 50 anni fa.
    A catechismo io insegnavo le "opere di misericordia corporali" ma permettevo ai ragazzi di obiettarmi che è pericoloso "alloggiare i pellegrini" facendoli riflettere che "potrebbe essere pericoloso", cioè invitandoli a non chiudersi nei pregiudizi.
    Certo, però, che dicevo loro "Aprite la porta di casa solo se non siete soli"...

    RispondiElimina
  10. Rita, ma così si vive molto male...leggo diffidenza sul viso di anziani che vorrei potere aiutare, portando la spesa...o aprendo il portone di casa...questa società si sta abbrutendo...
    Vediamo il male dappertutto!!!

    In ogni caso un sorriso si può ricambiare.

    RispondiElimina
  11. Certo Stella, sono d'accordo, ho dimenticato di scriverlo, un sorriso si "deve" ricambiare, ma come non comprendere gli anziani diffidenti, quando ogni giorno si sente che vengono derubati della pensione e pure malmenati? bambini scomparsi, case svaligiate, persone uccise per pochi euro? Soffro anch'io per questa brutta società e forse si potrebbe cominciare con un sorriso...la strada è lunga..Buona giornata Stellina

    RispondiElimina
  12. Rita e quando un nonnino guarda amorevolmente un bimbo...già ci agitiamo e lui invece prova solo tenerezza e non ha senza secondi fini?

    E' tutto da rifare, sono d'accordissimo con te.
    Questo post intende far riflettere...

    RispondiElimina
  13. GM, mai giudicare...lo dico sempre...i pregiudizi purtroppo ci sono, ma potremmo scrollarceli di dosso...volendo.

    RispondiElimina
  14. Tomaso volere è potere, infatti.

    RispondiElimina
  15. Michele certamente, essi sono da comprendere meglio per evitare che, emergendo incontrollati, possano diventare fuorvianti ai fini nostri comportamenti.

    RispondiElimina
  16. Un altro insegnamento importante.
    Grazie Gianna,
    Felice giornata,
    Ele

    RispondiElimina
  17. Hai ragione l'apparenza alle volte ...anzi quasi sempre inganna ...purtroppo è così!!!!!!
    ciao Stella!!!
    scusami se sono indiscreta ma da alcuni giorni quando apro il tuo blog si dice di Adamus che non sta molto bene spero niente di grave!!!!!
    ciao
    baciotti* miciotti da
    nannarè*

    RispondiElimina
  18. Bisognerebbe fidarsi un pò più del prossimo. E' vero, se ne sentono molte che ci farebbero dire (i media esagerano)del tipo: ma che me ne frega di quello là basta che sto bene io...oppure meglio non averci a ke fare nulla con quelli li, sono pericolosi...ecc ecc..Il mondo ha preso una brutta piega, l'egoismo domina e la solidarietà viene sempre meno. Tutti ci potremmo trovare in situazioni butte nella nostra vita!!!

    Un abbraccio
    Tonino

    RispondiElimina
  19. Nou...e restiamo nella solitudine...

    RispondiElimina
  20. Paola, cerchiamo di sorridere sempre,anche se qualche volta a denti stretti...buona giornata a te!

    RispondiElimina
  21. quanto male fanno i pregiudizi! molto di più quando si trasmettono ai bambini o ai figli... ne so qualcosa, purtroppo!!! buon pomeriggio! ;)

    RispondiElimina
  22. Le apparenze a volte ci fanno indietreggiare quando invece spesso vale di appronfondire ciò o chi abbiamo davanti.
    Brutta bestia il pregiudizio
    CIAOO STELLA

    RispondiElimina
  23. questa storia ha una bella morale,cara Gianna^;^ mai fidarsi delle apparenze e giudicare,a priori..a volte,il giudizio affrettato ed il pregiudizio,ci fa perdere di vista,valori ed aspetti importanti,della vita di una persona...bacioni cara :-* :-*

    p.s la gravidanza della nuora,procede a gonfie vele??a che mese è?se non ricordo male,dovrebbe entrare nel 4°
    anch'io diventero' prozia per la 12° volta!!:))

    RispondiElimina
  24. Cara Stella, come disse Einstein, è davvero più facile spezzare un atomo che un pregiudizio!
    Ti abbraccio
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  25. Kais, erano tempi più tranquilli e sicuri per tutti...

    RispondiElimina
  26. ...dopodichè scavarono un buco nella sabbia e vi si nascosero. O forse no. Chi vive di pregiudizi raramente si pente o si scusa. Certo è facile vedere il pregiudizio altrui ma ne abbiamo tutti. Già sarebbe una buona cosa ricordarsene, ricordarsi che si corre costantemente questo pericolo.

    RispondiElimina
  27. l'apparenza inganna.......ed è vero, mai giudicare!!!!!!
    Troppo facile emettere giudizi e sentenze sugli altri.......ma siamo sicuri quando lo facciamo di conoscere realmente i fatti????......o ci lasciamo influenzare dal sentito dire o dall'apparenza???

    RispondiElimina
  28. Ele, buona serata con un abbraccio.

    RispondiElimina
  29. Nannarè non sei indiscreta.
    Il nostro amico Adamus, non stava bene e oggi è stato operato al setto nasale.
    Io sono la portavoce...

    RispondiElimina
  30. Il primo giorno sullo scuolabus di Forrest Gumph interpretato da Tom Hanks disse alla donna al volante: Mia madre dice che non devo salire in nessun automezzo guidato da chi non conosco! Poi si presentarono e non erano piu' sconosciuti.
    Cara Stella il mondo in cui viviamo e' pieno di Lupi con la pelle d'Agnello, ma non per questo non dobbiamo negare un sorriso od un saluto o un aiuto a chi ne ha di bisogno, molti anni fa' un tizio stava nel suo terreno a lavorare ed a circa 150 metri una donna su una vespa cadde sull'asfalto a causa di una buca che non aveva visto, un passante intento a soccorrere la donna, grido' all'uomo di venire a prestare un aiuto, all'invito l'uomo disse che se ne fregava perche' dopo era costretto a fare una serie di cose che non voleva fare, tipo andare a dare testimonianza dell'accaduto.
    Il soccorritore nel pulire il viso insanguinato della donna si accorse che era la sorella dell'uomo intento a coltivare e glie lo comunico', il che l'uomo correndo verso sua sorella imprecava verso il Cielo.
    Purtroppo e' un fatto vero cara Stella ed io da questo episodio presto sempre aiuto a chiunque anche a costo di rimetterci come spesso capita, perche' noi non sappiamo cosa ci riserva il destino.
    Ciao dolce Stella, lascio nel tuo blog un augurio di buona guarigione ad Adamus.
    gaetano

    RispondiElimina
  31. Tonino esatto, chiunque di noi potrebbe aver bisogno...
    E l'egoismo impera.

    RispondiElimina
  32. Che bella storia! davvero non bisognerebbe mai giudicare dalle apparenze...
    Buona serata

    RispondiElimina
  33. auguri di pronta guarigione a Tommaso. mi fa piacere che tutto sia andato per il meglio!
    a te un forte abbraccio... a domani! :((

    RispondiElimina
  34. Ciao STELLLINA!!!

    Che piacere leggere sempre i tuoi POST ed i commenti.

    Anche questo post insegna...ma purtroppo dei pregiudizi ce ne sono fin troppi!

    Buonisssssssssima settimana! Kisses. Ni

    RispondiElimina
  35. Eli, grazie a Dio, tutto bene!
    Elena è entrata nel quinto mese e domani sera sapremo se nascerà un pupetto o una pupetta.
    Augurissimi a te e ai genitori.

    RispondiElimina
  36. Esattamente Sabry, ma non è bello...

    RispondiElimina
  37. Un altro intenso, vibrante apologo, come solo tu sai regalare.

    RispondiElimina
  38. I pregiudizi sono duri a morire.

    Un abbraccione

    RispondiElimina
  39. E poi dicono che l'abito non fa' il monaco... Ciao Stella buona settimana, Angelo.

    RispondiElimina
  40. Andreina, è un problema serio...

    RispondiElimina
  41. Fa riflettere molto il tuo aneddoto Gaetano, grazie!

    RispondiElimina
  42. Nì qualcosa si potrebbe migliorare, però...

    RispondiElimina
  43. Adriano sei carinissimo, grazie!

    RispondiElimina
  44. Kylie, ancora auguri per il tuo percorso da blogger.

    RispondiElimina
  45. Angelo, buona settimana a te!

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...