23/05/09

37

LO STUPIDARIO della croce rossa

Questo è uno dei libri che ho comprato, con l'intento di far sorridere anche voi.


Una sanità tutta da ridere? «Lo stupidario della Croce Rossa del Pronto Soccorso e dei reparti vari» ( Aliberti editore )
Non è un giudizio sull'efficienza del nostro «SSN», ma una raccolta di battute e gaffes, alcune davvero esilaranti, raccolte in cento pagine dal giornalista Camillo Delellis in un libro per aiutare a sdrammatizzare ansie, a ridere sui nostri falsi allarmi, a guardarci allo specchio con le nostre quotidiane paure.
Il volume, trascritto e catalogato in più di dieci anni di appassionato lavoro, comincia con i casi più strani e divertenti, le gaffe e le battute più madornali legate al quotidiano lavoro delle ambulanze e degli operatori della Croce Rossa, per proseguire con lo «Stupidario del Pronto Soccorso», luogo in cui la concitazione, l’emergenza, l’alternarsi dei codici bianco-verde- giallo-rosso possono dare vita a equivoci, fraintendimenti, errori e qui pro quo in qualche caso da vera antologia dell’umorismo. E poi una rassegna delle principali «stupidaggini» proferite nelle corsie d’ospedale e negli ambulatori medici. Di seguito alcune «chicche».

REFERTI
- Nel cadere urtava violentemente piede e ginocchio sinistro riportando trauma cranico.

- Trauma distorsivo per scivolone su cartone bagnato

- Il ferito dichiara di essersi scontrato con una pompa di benzina proveniente dall’altra direzione.

CHIAMATE D'EMERGENZA
- Centrale 118 a ambulanza
: «Il paziente è cardiopatico?». Ambulanza a centrale: «Negativo, paziente operaio».

DIALOGHI SURREALI PAZIENTE - MEDICO

- Ho le doglie, sento molto male, non può essere che la forza di gravidanza.

- Mi dia una pomata per un'escursione alla mano.

- Ho guidato per 40 anni, poi mi sono addormentato al volante e ho avuto un incidente.

- Mentre tentavo di uccidere una mosca mi sono scontrato con un palo del telefono.

- Mi sono fermato a fare un bisogno, quando ho visto la mia auto passare davanti a me e finire nel fosso. Forse non avevo frenato.

- Come si sente oggi?. Guardi nell'amplesso sto meglio

- Dottore, devo fare l'antitettonica?

- Vorrei una pomata per le emorroidi piccanti

- Soffro di tunnel del carpaccio

- Ho un dolore, devono essere le palle peripatetiche

- Vorrei un dentificio antitarlo

- Dottore, divento allergico quando ci sono i polli nell'aria!

- È miopia o presbiterio?

E per concludere

Un volontario dellaCroce Rossa racconta questo fatto, di cui dice di essere stato testimone sul luogo di un incidente stradale:

Un uomo e una donna si sono appena scontrati in un incidente automobilistico. Le due auto sono distrutte, anche se nessuno dei due è ferito.

Escono dalle macchine sfasciate e la donna dice all'uomo:

"Tu sei un uomo...io sono una donna. E ora guarda le nostre macchine: sono completamente distrutte eppure noi siamo illesi. Questo è un segno: il destino ha voluto che ci incontrassimo e che diventassimo amici e che vivessimo insieme in pace per il resto dei nostri giorni".

E lui:"Sono d'accordo: deve essere un segno del cielo!"

La donna prosegue:"E guarda questo altro miracolo...La mia macchina è demolita, ma la bottiglia di vino che avevo dentro non si è rotta. Di certo il destino voleva che noi bevessimo questo vino per celebrare il nostro fortunato incontro". La donna gli passa la bottiglia, lui la apre, se ne beve praticamente metà e la passa a lei...Ma la donna richiude la bottiglia senza berne neppure una goccia.

L'uomo le chiede:"Tu non bevi??"

E lei risponde:"No...io adesso aspetto che arrivi la polizia stradale".

Sono riuscita nel mio intento?



37 commenti:

  1. Stella, non so che succede ma faccio fatica ad entrare nel tuo blog da ieri...

    RispondiElimina
  2. ah, anch' io avevo comprato uno stupidario :"dottore ho un sofficino al cuore"! Che risate, niente è più comico dello strafalcione involontario!
    Sono appena tornata da un' infruttuosa ricerca tra i miei amati tomi: non l' ho trovato, avrei condiviso con te un paio di strafalcioni!
    Tutto nasce da "Io speriamo che me la cavo", splendido e inimitabile.
    Comunque, devo ringraziarti una volta di più, non solo per la lettura esilarante, ma anche perché andando a cercare il mio stupidario, ho fatto un' immersione di emozioni, sfiorando le copertimìne dei miei amici, di vite vissute senza uscir di casa..
    Tra romanzi storici, horror, biografie, poesie..che nostalgia!
    Consiglio vivamente "AMABILI RESTI" di Alice Sebold. Non lo posso catalogare, é un primo romanzo splendido, di scorrevole e amabile scrittura, di delicatezza infinita per raccontare un evento tragico e doloroso: letto questo sei profusa di speranza e commozione.
    Lo consiglio con tutto il cuore, anche questo é entrato nel mio intimo e mi ha fatto bagaglio.
    un bacio grande

    RispondiElimina
  3. Ciao Stella,
    quale modo migliore per iniziare la giornata che farsi una bella risata????
    Beh io me la sono appena fatta leggendo il tuo post quindi GRAZIEEEEEE !!!!


    un cambio ti lascio un abbraccio dal cuore ;-)

    RispondiElimina
  4. Sono corsa...e sono senza fiato...:-))


    Eccome! se ci sei riuscita...come del resto, in tutto quello che fai!
    E sti premi dove sono???

    RispondiElimina
  5. Ci sono momenti che leggendo post simili dimentichi tutti i problemi, ridi a crepapelle senza accorgerti ti passa la giornata con il sorriso.
    Grazie Stella sei fantastica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  6. Ah Ah Ah....non male quella del "tunnel al carpaccio"....
    Bacione grande grande

    RispondiElimina
  7. Un bacio Stella
    ..........
    ti abbraccio
    Ornella

    RispondiElimina
  8. ohhhhhhhh
    ke bello tornare e farsi 4 serene risate.
    Son contenta di essere di nuovo fra voi
    un bacione
    Lella

    RispondiElimina
  9. Peppe da quanto tempo manchi...bentornato!

    RispondiElimina
  10. Angelo, ti ho risposto da te.

    RispondiElimina
  11. Diana ti faccio i miei complimenti per come hai saputo "costruirti", sei stata encomiabile.
    Sai che dell'emozionante libro che hai letto film uscirà il film nel 2009?
    Ti voglio tantissimo bene.
    Abbraccio forte forte.

    RispondiElimina
  12. Pasticcino, te lo ricambio tutto.

    RispondiElimina
  13. davvero Stella? allora lo andrò a vedere! Mi emoziona saperti sullo stesso mare...com'è bello navigare in acque turchine e splendenti!

    RispondiElimina
  14. C'è forse qualcosa che fai per cui poi puoi dire di non essere riuscita nell'intento??
    Mia cara..ci sei riuscita..sorridere è bellissimo ed insieme a te mi piace tanto ^_^

    anzi...

    ^___________________________^

    RispondiElimina
  15. Rosy, ora dobbiamo procedere con calma, abbiamo corso tutta la vita...

    RispondiElimina
  16. Tomaso ci vogliono anche "quei momenti"...

    RispondiElimina
  17. Davide, pensi a mangiare...?

    RispondiElimina
  18. Ornella cara tantissimi baci...
    A presto.

    RispondiElimina
  19. Lella, bentornata tra noi, sono felice.
    Un abbraccio, a presto!

    RispondiElimina
  20. Andremo a vederlo insieme, Diana.
    Solitamente i film deludono rispetto ai libri,se si sono letti.

    RispondiElimina
  21. Ciao Stella, per favore puoi passare da me e leggere questo?

    http://31canzoni.blogspot.com/2009/05/animass-malati-sindrome-di-sjongren.html

    grazie, silvano.

    RispondiElimina
  22. serve ridere... benvengano questi libri.... ogni tanto si può distrarsi...
    buon weekend

    RispondiElimina
  23. mi sono proprio divertita, ora ho....un patè d'animo....
    devo confessarti che ho un quadernino dove annoto le battute esilaranti dei bambini. questi ultimi anni non sono stati particolarmente fertili, ma altri.... "maestra è stato un ictus (lapsus) oppure è stato un lapis.... ed altre...
    ciao con un bel sorriso

    RispondiElimina
  24. Che forti sti bambini...
    A presto raggio.

    RispondiElimina
  25. Ciao Mary, buon sabato sera a te!
    Divertiti!

    RispondiElimina
  26. Ciao Stella due risate mi ci volevano.....grazie

    RispondiElimina
  27. Carina la storia dell'incidente stradale... Altro che amici...
    Un abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina
  28. Carina la storia dell'incidente stradale... Altro che amici...
    Un abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina
  29. Ciao Francesca, hai un figlio adorabile!

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...