17/12/08

65

NON C'E' POSTO PER LORO . . .

" Diede alla luce il suo figlio primogenito,lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia,perchè non c'era posto per loro nell'albergo". (lc 2,7)

Gesù nasce povero.Avvolto in fasce viene deposto sul legno di una mangiatoia (terminerà la sua vita terrena sul legno di una croce,verrà avvolto in un lenzuolo e posato in un sepolcro).

Ci apprestiamo a festeggiare il Natale e vorrei condividere con voi una frase dell'evangelista Luca che mi ha sempre colpito: "...perchè non c'era posto per loro..."

Quante volte sentiamo dire che "non c'è posto per...".

Duemila anni fa una giovane donna incinta e prossima al parto compie un lungo e faticoso viaggio. Arriva stanchissima nella città di Davide,ma non trova posto nelle locande del luogo.

In una grotta partorisce e con infinito amore avvolge in fasce il suo bambino.

Quante donne compiono oggi un lungo viaggio in mare su barconi insicuri per arrivare nella nostra Europa,nella speranza di...bere un sorso di libertà,di trovare un lavoro onesto,una casa decorosa.
Alcune di loro partoriscono sulle barche o appena toccata terra,ma molti uomini e donne vengono rimpatriati perchè "non c'è posto per loro".

Quanti padri di famiglia si sentono ripetere che non c'è posto per loro,quindi licenziamenti o cassa integrazione.

Quanti giovani,con una preparazione invidiabile,dopo anni di promesse e precariato,vengono invitati il venerdì sera a non ripresentarsi il lunedì successivo perchè non c'è posto per loro.
E questo è un dramma che ci tocca da vicino,è tragica attualità nel nostro quartiere.

Giovani laureati vivranno "l'incubo del Natale" e non un "Natale da sogno",come promette tanta stucchevole pubblicità.

Chiediamo al Padre che ci aiuti a leggere e,soprattutto,a capire la lieta notizia che il Figlio ci ha donato,che ci aiuti ad essere più generosi,a non chiuderci in noi stessi,ad amare il nostro prossimo non solo a parole.

da una scritto di Ezio

65 commenti:

  1. Benvenuta Stella, nella mia vita di blogger. Ci incontreremo vedrai e sarà festa!!!
    Buon Natale
    Ang

    RispondiElimina
  2. Stella, si prospettano tempi buissimi...peggio ma molto peggio di quello che si crede..
    Ci saranno dei disordini sociali per il mangiare, che scarseggerà e sarà molto più caro....e se hai visto i siti che ti ho mandato forse queste notizie le saprai già...
    Sai che non direi storie, cosa vuoi che mi interessa...la gente si sveglierà un mattino e vedrà un casino che gli porterà una realtà futura molto diversa da come se l'era immaginato..
    Un bacione...

    RispondiElimina
  3. Non vorrei che tutto questo portasse una "bella" guerra. Le premesse ci sono tutte.
    Chi si rinfresca i piedi la vuole o la vorrebbe, non di certo i poveracci che già cercano di fuggire da tale evento dove è già in corso.
    P.S. Se sei mia ospite il 25, farò a meno di comprare la "Stella" di Natale.

    RispondiElimina
  4. Angela carissima,che bella sorpresa!

    Sì, ci incontreremo,ho voglia di incontrare una donna come te!Buon Natale insieme!

    RispondiElimina
  5. Cara Stella hai ragione, la situazione è davvero brutta. Quando penso a molti miei amici con un contratto a tempo o, peggio, a progetto mi spiace per loro, perché avendo gestito questo tipo di lavoratori, li vedevo lavorare come matti, anche 13 ore al giorno per avere uno stipendio base a fine mese. E senza sapere se il mese successivo avrebbero ancora lavorato. Quando penso ai barconi di disperati che sono disposti a indebitarsi fino al collo nel loro paese, vendendo anche quel poco che hanno e rischiando la vita per cercare un futuro migliore da noi, tremo al pensiero che dovranno tornare nel loro paese e patire più povertà e miseria di prima.
    Ma a pensare queste cose, rischiamo di deprimerci senza poter cambiare le cose... so che vista la situazione è difficile, ma proviamo a pensare al futuro con ottimismo e speranza

    RispondiElimina
  6. Caro davide,seppure ignorante in materia,temevo ciò che tu tristemente prospetti.

    RispondiElimina
  7. Il Massimo purtroppo le premesse ci sono tutte...

    Per il resto mi hai commossa.

    Sarò con voi!

    RispondiElimina
  8. Anch'io la penso come Tarkan, sarà che ho un bambino di soli dieci anni e per il suo futuro vorrei solo gioie...poi su se ci guardiamo attorno ci sono situazioni molto peggiori della nostra.....
    A me va di pensarla così perchè altrimenti altro che depressione!!!
    Buona serata Stella.

    RispondiElimina
  9. Tarkan la realtà è brutta e far finta di niente anche.

    Preghiamo e abbiamo fede!

    RispondiElimina
  10. No gturs,lascia perdere la depressione che è una brutta bestia...

    RispondiElimina
  11. In effetti questa frase è quella più temuta al tempo odierno .... "non c'è posto per lei". Sperem bene ...
    Buona serata :-)

    RispondiElimina
  12. Mi ha fatto molto riflettere: l'attualità di questo pezzo del Vangelo è una verità molto drammatica. Se la luce della fede, l'amore per il prossimo e la preghiera non si faranno più saldi in ognuno di noi, il futuro non potrà essere buono.
    Il sorriso del Bambino ci tocchi i cuori!!! Auguri Stella e...grazie.

    RispondiElimina
  13. Grazie a te,raggio.

    Sei molto carina...

    RispondiElimina
  14. Ma è un bellissimo post!
    Nulla da aggiungere, ciao cara :)

    RispondiElimina
  15. Sono passati duemila anni e purtroppo non è cambiato nulla da allora...neanche la nascita di un bambino "speciale" riesce a far aprire certe porte.
    La prima a doversi aprire dovrebbe essere quella del nostro cuore...!!

    Condivido stella,è un belissimo Augurio quello che ci fai!

    RispondiElimina
  16. Facciamocelo vicendevolmente,sirio.

    RispondiElimina
  17. io non so cosa dirti Stella se non che mi sento triste...

    RispondiElimina
  18. passo per un saluto stella, un bacione
    passa quando vuoi

    RispondiElimina
  19. Vivo tra drogati, prostitute, spacciatori, giovani agli arresti domiciliari e stranieri di ogni sorta.
    Nessuno li cerca, nessuno li vuole.
    Le assistenti sociali fanno pochissimo e si arrabbiano pure se vai sempre a segnalare qualcosa.

    Tempo fa, riuscii a convincere un parroco che qualcuno era disposto a farsi aiutare e non potevamo lasciarci scappare questa occasione.
    Recuperai un gruppetto di bambini e ragazzi.
    Iniziai alcune attività quali: teatro,corsi di chitarra e giochi vari (con l'aiuto di mio marito e mio figlio).
    I bambini ripresero a frequentare la scuola ( li aiutavamo a fare i compiti)e i ragazzi, la sera invece di andare a farsi lo spinello o ad ubriacarsi, preferivano venire con noi.
    Poi un giorno si riunirono i "FEDELI" della parrocchia e minacciosi, ci buttarono fuori.
    A loro dire, si stava profanando un posto sacro.Quello che facevamo noi, non era fare comunione.
    Ho fatto il giro di tutte le parrocchie, ma tutte hanno risposto "non c'è posto per voi".
    Vivo tra drogati.......Nessuno li cerca, nessuno li vuole.
    Sono molto triste stella, non posso più aiutarli.

    NON POSSO PIU' AIUTARLI!

    P.S. Scusami ma sono molto triste

    Un abbraccio
    Rosa

    RispondiElimina
  20. Non sempre le parole concordano con i fatti... rimangono solo belle parole.

    Baci

    RispondiElimina
  21. Rosa non devi scusarti.

    Ti sei confessata e hai fatto del bene a te stessa e a noi.

    Ora sono ancora più triste.Le parrocchie...dovrebbero essere luoghi di accoglienza e neanche lì c'è posto...è una vergogna quello che hanno dichiarato i " fedeli " perchè Voi non solo fate comunità ma fate lo stesso cammino che fece Don Bosco e fu fatto Santo per questo. Purtroppo le nostre Parrocchie sono diventate "terra di missione " i preti alla " Don Abbondio " abbondano e i tanti cristiani da parata che gravitano attorno a loro non mettono in pratica il Vangelo, tornasse Gesù li prenderebbe a frustate tanto sono ipocriti, la cristianità è in piena crisi , ma l'eredità di Gesù non è compromessa fino a quando fra tanti ci sono CRISTIANI VERI come Voi.

    Ammetto di essermi allontanata dalla Chiesa...prego e cerco di fare del bene.

    Un abbraccio grande,Rosa!

    RispondiElimina
  22. Kylie le belle parole sono tante,infatti, i fatti pochi...

    Ripeto spesso : tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare!

    Ciao e buona giornata.

    RispondiElimina
  23. Buone Feste anche a te.Quello che scrivi purtroppo è vero c'è solo d'augurarsi che venendo Natale si diventi un pò più buoni e che si pensi, come fai tu, un pò al prossimo sopratutto se questo soffre.

    RispondiElimina
  24. @enio grazie, non è sufficiente essere più buoni solo a Natale...Buone feste a te!

    RispondiElimina
  25. Cara Stella, il tuo post è vero, sincero, pieno di tanto amore che mi hanno fatto scendere le lacrime.

    Sono mamma, ho tanta paura del futuro, non per me, ma per i miei bambini, ogni giorno mi dico c'è Dio, lui è con noi, solo così riesco a tranquillizarmi.

    Il non c'è posto, io lo conosco bene, perchè nel mondo a quanto pare si trova spazio solo per il potere.

    Sperò di svegliarmi un giorno e poter veder che tutto questo era solo un sogno, in vece si vive la realtà, dove i poveri aiutano i poveri, ma questo è anche bello, io da povera ogni hanno regalo per i poveri tutti i vestiti dei miei bambini, ben curati e non da buttare, perchè penso che alla fine il bene, l'amore vincerà sul male.

    Un grande saluto a te che sicuramente sei una donna speciale.

    RispondiElimina
  26. Cinzia anche tu hai commosso me.

    Finchè ci scendono le lacrime "viviamo" ancora...

    Allora dobbiamo lottare e sperare,sì sperare in un mondo migliore,in un mondo dove tutti possano avere gli stessi diritti umani.

    Che il Natale apra gli occhi a chi di dovere...

    Un abbraccio infinito.

    RispondiElimina
  27. Non solo per chi viene dal mare non c'è posto, ma non trovano neanche un po' di umanità ad accoglierli.
    Visti come un problema da risolvere nel minor tempo possibile e con il costo più basso possibile.

    RispondiElimina
  28. Ciao Stella.complimenti x il blog. Se vuoi puoi inserire le tue recensioni su www.cinefilmnews.com il portale italiano sul cinema con votazioni recensioni video e molto altro ancora. Possono collaborare tutti. Buon lavoro

    RispondiElimina
  29. "Amare il nostro prossimo non solo a parole" e dar Vita al cambiamento partendo da noi stessi e senza aspettare che ci piova dall'alto, o meglio dai governanti di questa povera terra...

    Ti abbraccio Stellina ritrovata!

    RispondiElimina
  30. Rta vedi che non siamo cambiate entrambe!

    Bacione

    RispondiElimina
  31. L'insegnamento più prezioso del natale...

    RispondiElimina
  32. Ciao Stella...qant'è bello è umano questo pot...leggevo e piangevo...i miei sensi di colpa...si,sensi di colpa...quanti errori che commettiamo tutti...non ci rendiamo conto di ciò che facciamo o come lo facciamo...non rendendoci conto di ferire chi ci è accanto...ti confesso che di errori ne ho fatti tanti...ed'è brutto quando ti senti sola...io con i miei sbagli sono cresciuta tanto...certo,ho pagato a mie spese...ma ho imparato tane cose...la prima è avere sempre fiducia in sè stessi e amare il prossimo...oggi sono quella che sono...semplicemente piena d'amoreda donare agl'altri...aiutarli...coccolarli...are unamano là dove cè sconforto...viviamo in un mondo dove l'amore si confonde con odio...cerchiamo l'aiuto del Santo Padre quando ci fà comodo...no,non è così che và la Vita purtroppo...anch'iocome te,con ramarico ti dico che è un pò che non vado in chiesa...ma prego ogni sera..ogni mattino...al mio Dio di avermi ridato l'opportunità di rivedere un nuovo sole...Ti abbraccio forte tanti bacioni.

    RispondiElimina
  33. Cara fru grazie per il tuo commento sofferto,ma vero. Ora fai del bene e questo è importante.

    La bontà dà sempre buoni frutti,l'odio porta alla violenza.

    RispondiElimina
  34. Stella vieni a fare il giochino nel mio blog
    Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  35. Vero...grazie Stella...sei dolce...serena giornata.

    RispondiElimina
  36. .....non c'è posto per loro...gli anni passano e la storia si ripete....
    il vero senso del natale è proprio questa considerazione
    grazie Stella

    RispondiElimina
  37. ciao zietta, non ho avuto opportunità di venirti a trovare xkè abbiamo fatto le ultime verifiche . sn andate tutte bene e sono felice nell'augurarti un buon natale e buone feste. ciauz e tanti auguri

    RispondiElimina
  38. Suysan,abbiamo solo da prendere atto che la storia si ripete...

    Un abbraccio infinito.

    RispondiElimina
  39. Caro Carlo,a me fa piacere che le verifiche siano andate bene.
    Hai prelevato il mio premio?

    Riposati e divertiti,durante le vacanze.

    Ti auguro un buon Natale!
    Tanti baci,zietta.

    RispondiElimina
  40. Giungerà il giorno in cui non ci sarà posto per coloro che hanno rifiutato un posticino di dignità ad un altro in difficoltà... e allora quante cose verranno comprese, ma sarà tardi per rimediare...

    RispondiElimina
  41. Cara Silvia,il giorno della giustizia arriva per tutti,per fortuna...

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  42. Belle parole,solamente e sfortunatamente solo belle parole...
    RIFESSIONE
    un grande saluto

    RispondiElimina
  43. Grazie stella, sei confortante!
    Non puoi immaginare quanto bene mi hanno fatto le tue parole.
    Stai pur certa che non mi arrendo, perchè ci credo veramente, e a chi vuole gli ho aperto la mia casa.
    Per concludere.
    Credo che, a prescindere se si è cristiani o meno, basta avere un briciolo di umanità per capire che bisogna aiutare chi ha avuto meno fortuna di noi.

    Grazie di cuore
    Rosa

    RispondiElimina
  44. Basta un briciolo di umanità Rosa condivido, e non costa pure niente tra l'altro!!

    Continua la tua missione ,io faccio quello che posso...

    RispondiElimina
  45. Asterix nel nostro piccolo,facciamo la nostra parte!

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  46. Grazie per la toccante sensibilità di questo post... E' vero, questa è la realtà di molte persone... E anche se la gente per lo più chiude gli occhi fingendo che niente di tutto questo succeda, non per questo le cose smettono di accadere...
    Io sono atea, però credo che sarebbe bello poter chiedere ad ogni presona di provare a migliorarsi un po' per imparare a venire un po' più incontro agli altri... Anche solo un piccolo passo... ma facendo un passo per volta... Riusciremo veramente ad avvicinarci...

    RispondiElimina
  47. Mi associo al tuo appello,cara veggie.

    Grazie amore!

    RispondiElimina
  48. Passavo per un saluto, In questo mondo sembra non esserci più spazio per l'umanità e l'altruismo..

    RispondiElimina
  49. Grazie pierpra,ricambio con gioia!

    RispondiElimina
  50. Amare il prossimo come te stesso è una massima difficilissima da mettere in pratica, forse una tra le più difficili. Implica umiltà, altruismo, la capacità di mettere avanti l'altro rispetto a se stessi. E quando l'altro da amare è un nostro "nemico" ecco che qua sta la vera prova. Difficilissima, ma una volta superata, credo sia di una bellezza inimmaginabile.
    Io dico che se ognuno di noi penserebbe : "Non fare agli altri ciò che non vuoi sia fatto a te sarebbe un passo avanti :(
    Dio ci ha donato suo figlio, non dimentichiamolo.
    Stellina un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  51. Serena notte...ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
  52. La penso diversamente da te, ma il tuo post é intriso di sensibilitá, attenzione e lungimiranza. fferriamoci alle nostre scialuppe, anche se l'orchestra suona ancora, la nave affonda.

    RispondiElimina
  53. Ste' che cosa importa al ricco o al potente mo al politico di turno l' immagine di un qualcosa che non deve e mai provare su stesso?
    Vale

    RispondiElimina
  54. Nella non mi resta che abbracciarti.

    RispondiElimina
  55. Vagamundo grazie per la tua gentilezza.
    Che la nave sta affondando lo so,ma si sa già chi si salverà...

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  56. Pierre triste, ma vero ciò che affermi..

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...