02/04/12

54

IL FIORE DELLA PASSIONE

 
Leggenda

Nei giorni lontani, quando il mondo era tutto nuovo, la primavera fece balzare dalle tenebre verso la luce tutte le piante della Terra, e tutte fiorirono come per incanto.

Solo una pianta non udì il richiamo della primavera, e quando finalmente riuscì a rompere la dura zolla la primavera era già lontana...

- Fa' che anch'io fiorisca, o Signore! - Pregò la piantina.

- Tu pure fiorirai - rispose il Signore.

- Quando? - chiese con ansia la piccola pianta senza nome.

- Un giorno... - e l'occhio di Dio si velò di tristezza.

Era ormai passato molto tempo, la primavera anche quell'anno era venuta e al suo tocco le piante del Golgota avevano aperto i loro fiori.

Tutte le piante, fuorché la piantina senza nome.

Il vento portò l'eco di urla sguaiate, di gemiti, di pianti:

 un uomo avanzava fra la folla urlante, curvo sotto la croce, aveva il volto sfigurato dal dolore e dal sangue...

- Vorrei piangere anch'io come piangono gli uomini - pensò la piantina con un fremito...

Gesù in quel momento le passava accanto, e una lacrima mista a sangue cadde sulla piantina pietosa.

Subito sbocciò un fiore bizzarro, che portava nella corolla gli strumenti della passione: una corona, un martello, dei chiodi...

 era la passiflora, il fiore della passione.

54 commenti:

  1. Grazie per questo commovente racconto, cara Gianna.

    RispondiElimina
  2. E' sempre bello rileggere la storia legata a questo fiore particolare.
    Ciao Gianna buona giornata
    enrico

    RispondiElimina
  3. E' una bellissima leggenda, così come bello è il fiore della passiflora.
    Buon inizio di settimana, Gianna cara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie altrettanto Krilù. Bacio

      Elimina
  4. Ciao Sandra!

    Che bello aprire il pc e trovare un post così bello!

    Se passi da "me"...qualcuno vuole dirti qualcosa! ;o)

    Un abbraccio. NI

    RispondiElimina
  5. Ciao Gianna fiore stupendo che veramente si vede
    martello e chiodi
    buona settimana Santa

    RispondiElimina
  6. Cara Gianna, sai sempre entrarmi nel cuore. Buona e serena settimana di Pasqua! Un abbraccio amica mia.Natasha

    RispondiElimina
  7. Un fiore stupendo, che fa anche molto bene (la tintura madre)... E' bellissima la leggenda e la foto. Buona giornata cara Gianna.
    Ale

    RispondiElimina
  8. buon lunedì Gianna!
    Non sapevo che c'era una leggenda dietrto questo fiore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanch'io Lu, l'ho scoperta per caso.

      Buon martedì.

      Elimina
  9. Cara Gianna...non sapevo questa storia sulla passiflora. Mia mamma dice che quando era piccola lei i fiori li mangiava...dice che sono buoni, ma io onestamente non ho mai provato!
    Grazie
    bacio

    RispondiElimina
  10. Come sempre i tuoi post non sono mai banali!Buona settimana Santa.

    RispondiElimina
  11. Non conoscevo questa bellissima leggenda legata a questo altrettanto bellissimo fiore.
    Grazie Gianna un abbraccio
    pinuccia

    RispondiElimina
  12. Un post stupendo che rappresenta la passione e l'attesa.
    Buona giornata cara Gianna.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona giornata a te, caro Tomaso.

      Elimina
  13. Le leggende hanno sempre un loro fascino e tu, cara amica, sai trasmetterlo con dolcezza
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Faccio del mio meglio, Elisena.
      Bacio

      Elimina
  14. Ciao Gianna
    sia la foto sia la leggenda sono davvero belle!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora auguri per il tuo compliblog!

      Elimina
  15. Bello il fiore, bella la leggenda. Ho la fortuna di godere di questa pianta: la mia vicina ne ha una.

    RispondiElimina
  16. cara Gianna..guardandolo bene,questo fiore,davvero,porta in se' gli strumenti della passione di Gesu'...è bellissimo!!grazie della bella storia e buona settimana Santa,carissima:)

    RispondiElimina
  17. racconto commovente che porta a riflettere sugli eventi di questa settimana...
    santa settimana, in comunione di spirito!!!

    RispondiElimina
  18. Suggestiva questa leggenda,non la conoscevo...come sempre il tuo blog ha dei post interessanti... a presto!Cri.

    RispondiElimina
  19. Cara Gianna, ho riletto molto volentieri questa la leggenda... fa riflettere ed è molto commovente.
    Bellissima la foto
    Un bacio

    RispondiElimina
  20. Molto bella questa leggenda,mi sono commosso,grazie,buona serata cara Gianna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei sensibile come me, caro amico.

      Elimina
  21. Bellissimo questo racconto Gianna, sei riuscita a lasciare il segno..
    Buona serata, un bacione

    RispondiElimina
  22. Un semplice fiore per aiutarci a ricordare,ma soprattutto a vivere con spirito cristiano questa settimana di penitenza . Un caldo abbraccio Gilda

    RispondiElimina
  23. Ebbene il buon Dio crea le cose adatte ad ogni stagione, eventi e ricorrenze e la leggenda che ci hai fatto conoscere ci spiega bene l'origine del fiore che porta in se' tutti i simboli.
    Ti auguro una settimana santa ricca di cose belle.
    gaetano

    RispondiElimina
  24. bella e dolce questa leggenda.
    ciao

    RispondiElimina
  25. Che bella storia.

    Un abbraccio forte cara e buon martedì!

    RispondiElimina
  26. È una leggenda bellissima e la passiflora è un fiore che mi affascina e che mi riporta a vecchi ricordi. La vidi per la prima volta in Via Appia Antica, con i miei genitori e mio padre mi raccontò i particolari....nostalgia....

    RispondiElimina
  27. Un fiore stupendamente bello, che da sempre adoro!

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...