25/05/10

32

UN OMAGGIO GRADITISSIMO

Ancora una volta, mi è stata dedicata una dolce e delicata poesia.

Dopo Paola e Lilly, l'affezionato lettore Amicusplato mi ha piacevolmente sorpresa con i suoi versi.

Grazie caro amico per la tua emozionante poesia che va ad aggiungersi ai miei ricordi più belli.



C’è una foto che amo riguardare
quando mi prende un po’ di nostalgia;
la foto di una classe elementare,
anni cinquanta, non so dir qual sia.
La mia classe, schierata sull’attenti,
trenta ragazzi. “Fermi, sorridete!”
Li riconosco, tutti ben presenti,
anche se il volto cambia, lo sapete.
Dal gruppo di ragazze circondata,
con sullo sfondo carte e planisfero,
bella, capelli in piega, appen truccata,
nonostante la foto in bianco e nero,
c’è la Maestra. La Maestra Wanda
che mi ha dato l’amore per la scuola;
non si stancava mai d’ogni domanda,
mi affascinava con la sua parola.
Gli anni sono passati, e ho conosciuto
altri insegnanti e professori vari;
ma nel profondo al cuore ho sempre avuto
la mia Maestra delle Elementari.
Cambiano i tempi: è tempo internettiano;
e così navigando in blogosfera
ho dovuto tirare il freno a mano
quando ho visto in un blog, scritto: “Sincera”.
Vi sorride una faccia assai attraente,
volto di donna luminosa e bella;
sono planato allor subitamente
nel biondissimo sito di una “Stella”.
Ho sfogliato le pagine in sequenza,
e ho visto, Stella, che eri un’insegnante,
una Maestra, ed ora sei in “quiescenza”,
parola per davvero orripilante.
Insegnante in “pensione” è più elegante;
rimane il vuoto delle Elementari.
Ma le person che scrivono son tante,
sei rimasta nel cuor dei tuoi scolari.
Cambiano i tempi, non i sentimenti,
mi hai fatto ripensare al tempo mio;
la mia Maestra e quegli insegnamenti
che ormai sono una parte del mio io.
Nel tuo profil ti dici torinese.
Se di Gozzano avessi la maestria
canterei le tue lodi e le tue imprese
con dolce e un po’ nostalgica armonia.
Come il Carducci invece son toscano,
ma il nobile “Piemonte” ho ben presente;
la mia Maestra, un dì molto lontano,
me la fece imparare tutta a mente;
or la dedico a te, Stella splendente!

Ora io a voi, riconoscente della calda atmosfera d'amicizia che
si è creata tra noi.


Fiori nel deserto

Ma quanto vi voglio bene!

A ciascuno di voi rivolgo i versi di Hesse, da" Narciso e Boccadoro":

Lascia che te lo dica oggi quanto ti voglio bene,

quanto tu sei stato sempre per me , come hai arricchito la mia vita. [...]

Tu non puoi misurare ciò che significhi.

Significa la sorgente in un deserto, l’albero fiorito in un terreno selvaggio.

A te solo debbo che il mio cuore non sia inaridito,

che sia rimasto in me un punto accessibile alla grazia.

32 commenti:

  1. Sorpresa veramente meritata,faccio anche i complimenti all'autore dei versi;mi hai fatto ricordare la mia maestra delle scuole elementari.Ti auguro una serena giornata,saluti a presto

    Ps Ho fatto un post oggi proprio sulla scuola mi farebbe piacere una tua opinione

    RispondiElimina
  2. ciao Stella bei versetti
    sei la migliore
    ciao
    Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  3. Una bellissima poesia quella dedicatati, tu la meriti davvero! Altrettanto belli i versi di Hesse., grazie per averceli fatti conoscere.

    Un abbraccio
    Cri

    RispondiElimina
  4. grazie dei versi che dedichi a noi che ti leggiamo. è vero, tra noi c'è un filo d'amore che ci lega, ma un complimentone a chi ti ha dedicato quei meravigliosi versi! sono dettati dal cuore, si sente, per una persona speciale come sei tu e come traspare dai tuoi post. un caloroso abbraccio!

    RispondiElimina
  5. Ciao Stella.. non sempre lascio tracce del mio passaggio ma lo faccio spesso e me ne vado sorridendo.
    Il che, in questo periodo, è davvero un fatto positivo.
    In cambio lascio il mio affettuoso abbraccio per te.

    RispondiElimina
  6. Caro Cavaliere sono rimasta molto impressionata nel leggere quei versi che ricordano buona parte della mia vita professionale.

    Anch'io ricordo la mia maestra che prese l'iniziativa di farmi saltare la quinta elementare per farmi accedere prima alle medie, bontà sua!

    Da te sono passata.
    Buona serata, a presto!

    RispondiElimina
  7. Michele, ma parli sul serio?
    Ciao, buona serata.

    RispondiElimina
  8. Cara Cristina, sono lieta quando apprezzate i miei post.
    Un abbraccio grande.

    RispondiElimina
  9. Cara Raggio, quando vengo gratificata così, mi fa piacere condividerlo subito, fa parte del mio essere.
    Complimenti vivi all'amico Amicusplato, è stato fantastico.
    Un forte abbraccio!

    RispondiElimina
  10. Kais, quindi va meglio? Continua a sorridere e vedrai che i benefici si faranno sentire.
    Baci.

    RispondiElimina
  11. Stella,devo dire con estrema convinzione ed affetto,che questa poesia è un trionfo di rime,che sgorgano dal cuore,come gli zampilli di un'acqua di sorgente,che regala le sue acque al fiume,insieme al chiacchiericcio delle onde lievi e dolci...insomma,l'animo di questo artista, è pregno di rari sentimenti,di innata fantasia ed amore per la poesia....oh..sono stata contagiata dalle sue rime..Stellaaaaaaa^;^un omaggio indimenticabile cara Stella,come i versi del Grande Herman Hesse,che ci regali tu!!grazie ad entrambi.Complimenti al tuo grande amico poeta,con la "P" maiuscola..permettimi.. :))

    RispondiElimina
  12. molto bella,la poesia Stella,complimenti all'autore
    lu

    RispondiElimina
  13. Strepitosa la poesia e lasciati dire che ogni volta mi commuovo e ormai tu questo lo sai...mi sarebbe piaciuto avere 1 insegnante cosi brava...buona serata Stellina...smack

    RispondiElimina
  14. Complimenti all'autore di questa poesia, ha saputo elogiare la professione nobile degli insegnanti che un tempo si apprezzavano di piu'.
    Cara Stella con il tuo Blog sai suscitare l'interesse di molte persone.
    Un gentil saluto da gaetano.

    RispondiElimina
  15. ciao... penso che Michele abbia ragione..sei la migliore..aperta..leale e sincera..ciao..buona serata..Luigina

    RispondiElimina
  16. Una bella dedica te la meritavi, carissima Stella. E io ho fatto del mio meglio ;-)

    Mi fa un grande piacere che sia stata così vivamente apprezzata :-)

    Grazie per il tuo affetto, che ci hai voluto esprimere con i bellissimi versi di Hermann Hesse :-)

    RispondiElimina
  17. Facendo seguito al commento che ho lasciato nella tua vetrina anch'io dico a te"...lascia che te lo dica oggi quanto ti voglio bene..." con mille baci.

    RispondiElimina
  18. ciao,Stellina^;^ felice giornata!!credo che tu non abbia ancora smaltito la bella emozione,per un cosi' prezioso omaggio..pensa..non l'ho fatto neanch'io...tanti baci!!!:-*

    RispondiElimina
  19. Bellos versos .
    Pasaba a saludarte amiga Stella.

    RispondiElimina
  20. Eli, il tuo commento è poesia...
    Ti ringraziamo con tanto affetto.

    RispondiElimina
  21. Gaetano mi fa piacere quello che affermi...un abbraccio.

    RispondiElimina
  22. Lui, troppo generosa, m'imbarazzi...

    RispondiElimina
  23. Amicus, non mi dimenticherò di te...e ti rinnovo i miei apprezzamenti.

    RispondiElimina
  24. Paoletta, amica mia carissima, ti stropiccio di coccole...

    RispondiElimina
  25. Eli...è vero...
    Abbraccio infinito.

    RispondiElimina
  26. Pizarro grazie della visita.
    A presto!

    RispondiElimina
  27. Che emozione mi hai dato nel rileggere così all'improvviso il grande Hesse, uno dei miti della mia giovinezza. Grazie Stella.

    RispondiElimina
  28. Giuseppe, ti capisco, eccome!
    Grazie della visita.
    A presto.

    RispondiElimina
  29. ma che bello questo post! Mi ha fatto venite l'ispirazione di scrivere qualcosa di simile...! Ahhhhh quanti ricordi, la scuola, le maestre, i compagni di classe, le gite...! Vedò in un prossimo futuro! Un abbraccio. Giuliana.

    RispondiElimina
  30. Forza Giuliana, che aspetti?

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...