08/06/09

62

PAURA


Cari lettori mi ricollego al post sull'audacia, proponendovi il tema della paura.

A volte non osiamo e non agiamo, per paura.
Cos'è la paura?
La paura è una delle emozioni che ci trasciniamo fin dalla nascita.
Chi afferma di non avere paura è semplicemente un incosciente, perché corre moltissimi rischi. Non bisogna però lasciare che essa superi certi limiti e che diventi invasiva,dobbiamo contrastarla individuando i modi per fronteggiarla. Se noi pensiamo di poter avere un controllo su certe situazioni, la paura diminuisce lasciando spazio alla razionalità che interviene per trovare i modi di soluzione.
Invece in certe situazioni la paura finisce per essere terrore, soprattutto quando pensiamo di non avere vie d'uscita. È importante dunque che si impari fin da piccoli a valutare i modi per fronteggiarla, che sono tanti e diversi. Quando un bambino è molto piccolo si affida alle sue figure di riferimento . Poi man mano che cresce deve imparare a contare su se stesso.
C'è poi il timore di essere rifiutati. Quante volte capita di non agire, di rimandare per il timore di essere rifiutato di essere giudicato male, di fare una figuraccia. E quante volte ripensandoci ti mordi le mani: "Ah se avessi fatto quello che sentivo di dover fare!" "Perchè non gli ho detto quello che pensavo?" "Perchè non ho fatto quella domanda? "Perché non mi sono proposto?".

Allora, per evitare pentimenti tardivi, ogni volta che proviamo paura chiediamoci: "Qual è il messaggio positivo che mi trasmette l’emozione che provo?". Certamente sarà legato a un evento importante, certamente ci sono in gioco i fattori elencati prima: identità, reputazione, accettazione. Il messaggio positivo è "Devi mettercela tutta, impiega tutte le energie che hai per raggiungere il risultato". Mentalmente raccogli la tensione e trasformala in energia utile all’obiettivo. Usala per concentrarti, usala per dar forza alle tue idee, usala per esprimerle con vigore, usala per visualizzare te stesso che esegui egregiamente il tuo compito.

E’ così che possiamo togliere l’etichetta "paura" da ciò che proviamo e sostituirla con "incoraggiamento", "forza d’animo", "vigore" tutte qualità produttive e che ci sono utili (e non d’intralcio come lo è la paura) per quello che vogliamo ottenere e quello che vogliamo diventare.

62 commenti:

  1. ciaoooooooooooooooo Stella!

    buon inizio settimana

    ^______________^

    basta avere paura.... con l'estate e le mie vacanze alle porte, l'unico timore che ho di incontrare mal tempo proprio nella mia settimana di ferie..... ma sto già incrociando le dita e toccando ferro
    ;-)

    RispondiElimina
  2. E' la paura che fa essere pudenti...
    Ciao Stella, buona giornata
    Maria Rosa

    RispondiElimina
  3. Stella, io non ho mai paura...!!!! aaaaaaaaaahhhhhhhhhh che paura...per un attimo ho visto le schermo del pc che mi inghiottiva....ah ah ah..
    Ok, ho paura dei film di terrore e quelli tipo l'esorcista...miiiiiiiii che strizza...Comunque alcune paure nella vita servono, ti fanno vedere i probabili pericoli. Concordo che non bisogna esagerare...
    Un bacione grande grande

    RispondiElimina
  4. Invece, io, in questo periodo, lungo, troppo lungo, ho molta paura. Paura di tante cose, e di molte il terrore..Non so come uscirne, non è facile, sto cercando qualche appiglio, ma spesso non regge...spero di trovarne uno saldo, che mi dia la spinta per ricominciare...
    Debora

    RispondiElimina
  5. vivo con persone positive, che mi danno forza...non ho paura!!!
    per l'ignoto, per il futuro, mio e delle persone a cui voglio bene..., confido nell'amore di Dio, siamo nelle se mani...
    buona settimana, costruttiva e ricca di gioia e soddisfazioni... ines

    RispondiElimina
  6. a debora: nei miei momenti bui, in cui facevo fatica a contare su me stessa, il mio unico appiglio è stato contare sugli altri. l'amicizia. partendo dall'amore degli amici sono riuscita ad arrivare pian piano a me. un abbraccio :)

    RispondiElimina
  7. Stella!
    Mi ero precipitata per dissetarmi, pensavo che tu raccontassi di una tua paura, che mi parlassi di te aprendomi il tuo cuore...e va bene lo stesso, grazie per il tuo contributo per come superare le paure...
    Baci.

    RispondiElimina
  8. la paura è un messaggio di attenzione
    qualcosa che ci impone di riflettere
    da non sottovalutare
    ma non deve farci da padrona
    fa parte dei sentimenti
    e come tale fa preso in considerazione
    con le giuste maniere

    :) buona gionata carissima

    RispondiElimina
  9. per me la paura é soffrire, perdere la libertà... cerco di prepararmi, e poi posso affrontare tutto. le situazioni in cui mi muovo male, sono quelle in cui tutto accade senza preavviso, il temporale a ciel sereno: quando tutto precipita, mi agito, ma appena mi sforzo di visualizzare il quadro , agisco. temo di perdere i miei figli o di mancare loro, ma questa è una paura che nasce con la loro nascita stessa. non ho più grandi paure, ci sono situazioni che mi tolgono serenità, detesto le persone che si dicono sincere e ti vomitano addosso la loro infelicità a suon di frecciatine malvagie.
    sono serena in fondo, dai.. che mi manca? un sorriso in più da coraggio a chi ha perso un pò di speranza, e io cerco sempre di donarne uno.. come fai tu!

    RispondiElimina
  10. Tante paure nascono dalle nostre insicurezze: più lavoriamo su di noi , più prendiamo coscienza delle nostre possibilità, più superiamo le paure.
    Spesso però ci sono paure che diventano vere e proprie fobie che tendono a limitare la nostra vita.
    Ma io penso che la paura più grande che abbiamo tutti è quella della morte perché da essa nessuno si può sottrarre... Ma adesso pensiamo a vivere, e a vivere intensamente perché di vita ne abbiamo solo una. Paura più, paura meno la vita è bella ugualmente!!!
    Ciao, Stella!!!

    RispondiElimina
  11. WoW!!

    You're right....

    Somehow we all have some sort of fear. But, in the journey of life, it becomes more exciting when you face your fears and adjust your mind, body and spirit to be a "conqueror"... If we FAIL to face our fears certainly we'll not be able even to cross a street, to take a taxi, or to drive our own car, or to take a trip in an airplane. And the worst fear of all: TO FALL IN LOVE with some special person...

    Any ways, great post Stella...

    Big hug....

    RispondiElimina
  12. Voglio ricordarvi il pensiero di SENECA in una lettera a Lucilio:

    "Sono più le cose che ci spaventano di quelle che ci
    minacciano effettivamente, Lucilio mio, e spesso soffriamo più per le nostre paure che per la realtà. Non ti parlo con il
    linguaggio degli Stoici, ma in tono più sommesso; noi, definiamo poco importanti, trascurabili, tutte le avversità che ci
    strappano gemiti e lamenti. Tralasciamo queste parole magnanime, ma, buon dio, vere; ti raccomando solo di non essere
    infelice anzitempo: le disgrazie che hai temuto imminenti, forse non arriveranno mai, o almeno non sono ancora arrivate"...

    RispondiElimina
  13. Traduzione del commento di O. t. Manary:

    Successo notevole!!

    Lei ha ragione....

    In qualche modo noi tutti abbiamo del genere di paura. Ma, nel viaggio della vita, diviene più eccitante quando Lei affronta le Sue paure ed aggiusta la Sua mente, corpo e spirito per essere un "conquistatore"... Se noi non Riusciamo a certamente affrontare le nostre paure noi non saremo anche capaci attraversare una strada, prendere un tassì o guidare la nostra propria macchina, o fare un viaggio in un aeroplano. E la paura peggiore di tutti: Innamorarsi di della persona speciale...

    Alcuni modi, il grande posto Stella...

    RispondiElimina
  14. Bellissima con i capelli corti.
    Un bacio da Avian

    RispondiElimina
  15. Manary, you are right, dear amico.Avere fear of the fire, of the water or of the dangers yes.
    For the rest we should not worry us.
    I was afraid of the airplane, luckily I have controled and I/you/they have gone to Rome.
    Thanks of the beautiful comment.
    An embrace

    RispondiElimina
  16. Non bisogna più avere paura ...
    Ciao

    RispondiElimina
  17. Rosy grazie, ed ora chi ti ferma più?
    Sei
    stata fantastica...divertiti!

    Salutami la France!

    RispondiElimina
  18. Ciao Barbara, benvenuta!
    Ami le stesse mie canzoni...
    Che bello!
    Bisogna vincere la paura!

    RispondiElimina
  19. Pupottina, quando siamo in vacanza...vogliamo il caldo eh!

    Buon lunedì!

    RispondiElimina
  20. Maria Rosa... possibilmente solo per i pericoli: calamità naturali.

    RispondiElimina
  21. ho paura del vuoto perchè soffro di vertigini, per il resto sono molto aggressiva

    RispondiElimina
  22. Davide anch'io...
    incendi, alluvioni, terremoto, morte di chi conosco...mi9 fermo.
    La paura dell'aereo l'ho vinta.

    RispondiElimina
  23. Cara Debora, la paura fa parte dell'essere umano ed è un bene, perchè ci fa essere prudenti.
    L'importante è che non prenda il sopravvento e degeneri in altre problematiche.
    Vedrai , si tratta di un periodo passeggero...
    Se ti posso essere di aiuto in qualche modo, io sono qua!!

    RispondiElimina
  24. Ines grazie, faccio tesoro del tuo messaggio che reputo saggio.
    Ho fatto la rima per farti sorridere.
    Auguro anche a te una settimana ricca di soddisfazioni e gioie.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  25. Ciao Laumig, grazie per i suggerimenti a Debora.
    Spesso mi capita di sentire di persone che non stanno bene ma si rifiutano di essere aiutate, pretendendo di uscirne fuori solo con le proprie forze, cosa non possibile.

    RispondiElimina
  26. Cara Marina, se leggi le mie risposte ai commenti, conoscerai ke mie paure, da cui nessuno è indenne.
    L'importante è che le paure non si trasformino in panico.
    Grazie per essere corsa...

    Bacioni.

    RispondiElimina
  27. Benvenuta Irish Coffee.
    Al tuo commento non c'è nulla da aggiungere.
    Condivido in pieno.

    Buona serata

    RispondiElimina
  28. Cara Diana, penso che tante mamme abbiano le tue stesse paure e preoccupazioni per i figli.
    Talvolta l'insicurezza ce la portiamo dall'infanzia quando sono mancati i punti di riferimento.
    Sorridiamo alla vita, e la vita sorriderà a noi.

    Bacione grande.

    RispondiElimina
  29. Cara Marina, la tua è filosofia alla stato puro, e in positivo.
    Come procedono gli studi?

    La tua presenza mi da calore e luce.

    Un abbraccio grande.

    RispondiElimina
  30. Ciao Stella...
    questo è un post per me, decisamente...
    non sto qui ad elencare tutte le paure ed i terrori che hanno ostacolato di molto il mio cammino...e con le quali faccio i conti da parecchio....
    ma ti dico solo....che sono diventata timorosa,ansiosa ed altro...da adulta...da piccola ero scatenata...anche perchè mio padre è un impavido e mi ha sempre spinta a combattere ogni panico...
    Poi...all'improvviso...è scattata qualcosa...che mi ha reso difficile anche il semplice andare avanti....
    Questo tuo è un "Santo" post....
    ma non è per nulla facile scrolarsi di dosso un limite così radicato e profondo....
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  31. La vita di ogni persona è fatta di paure, da quella che possa succedere qualcosa ad una persona amata a quella di non essere pronti a dover affrontare un momento difficile,ogni giorno anche le piccole cose quotidiane possono far paura.... l'importante è non farsi travolgere!!!

    RispondiElimina
  32. Cara Paola, anch'io avverto vertigini pur non avendo paura del vuoto.
    Mi impressiono un po' quando mi trovo in mezzo alla folla,come in uno stadio o una piazza gremiti.
    Non sono aggressiva, ma affronto le cose "di petto".

    RispondiElimina
  33. Cara Dark, ognuno di noi nasce in un certo modo, poi gli avvenimenti della vita provocano dei cambiamenti a volte indesiderati.
    Alcune cose riusciamo a modificarle, con altre si impara a convivere, per una legge di sopravvivenza che ci fa superare la paura.

    Un bacione.

    RispondiElimina
  34. Cara Suysan,condivido il tuo commento quando affermi che bisognerebbe non lasciarsi travolgere dalle paure, ma non sempre è facile,soprattutto al giorno d'oggi.

    RispondiElimina
  35. Stella mia adorata! ma con che solerzia ti batti per i bambini! la tua risposta immediata é una certezza per me, é sapere che sei fantastica che non ti tiri mai indietro , sempre in prima fila a voce alta! ti stimo, davvero tanto, grazie!
    un bisou maman

    RispondiElimina
  36. @ laumig: Ti ringrazio per il tuo aiuto...in questi giorni mi rendo conto che l'amicizia ha molte sfaccettature...con gli amici in carne ed ossa, non ho avuto fortuna, tutti amici e nel momento del bisogno....sbam, porta in faccia e tanti saluti. La mia "migliore" amica, è una persona speciale, ma oggi non credo sia in grado di aiutarmi, ha un modo tutto suo di vedere le cose, e oggi non mi va...oggi mi gira proprio male, e non avrei voglia di immergermi in una discussione...Invece ho scoperto che l'amicizia ha il volto nascosto del web..Dietro i nick, gli avatar, si nascondono delle persone..vere..alcune hanno un fascino irresistibile, persone profonde, magnetiche, con cui si entra subito all'istante in sintonia...altre sono persone di una simpatia senza confine...Non so come definirmi...c'è chi dice che sia una ragazza estroversa, c'è chi dice che sia timida...Io so che sono io. Io adoro ascoltare gli altri, adoro aiutarli, adoro infondere in loro certezze, dare sostegno, essere un faro sicuro per gli altri. Ma trovo difficile, difficilissimo parlare di me, aprirmi raccontarmi....E' vero, ho un disagio, oggi..in questo periodo...Forse non è nulla di grave, sicuramente è un momento e passera...Ma forse scrivere per me è il modo migliore per esprimermi, e per comunicare..di me..La verità è che il lavoro che faccio non mi piace, mi sta stretto, è in pieno e totale conflitto con me stessa, col mio carattere. Io sono libera, non devo avere costrizioni, non devo avere imposizioni, non le accetto, è più forte di me...e ora ho un lavoro dipendente..ho un titolare a cui non piaccio, e che mi ha dato una sorta di ultimatum, innescando il fantasma del licenziamento.Questo è il mio principale e forse unico disagio. Fare un lavoro che non mi piace, ma cercare di farlo comunque bene perchè io sono così. E oltretutto che non mi piace, avere la spada di damocle del licenziamento sulla testa...in un periodo di crisi dove lavoro non ce n'è e campare con un solo stipendio è impresa irraggiungibile....Questa ansia mi provoca tremori alle gambe, quindi uno stato fisico non ottimale che mi prende anche la psiche e mi tormenta...Non voglio angosciare mio marito, e confesso, mi dispiace angosciare anche voi...Vi ringrazio per avermi ascoltata, e per essermi vicini...come dicevo...dietro i nick, cietro gli avatar, ci sono persone meravigliose..
    GRAZIE!!
    Debora

    RispondiElimina
  37. ovviamente nello stato comatoso in cui sono, mi son dimenticata, ma il commento era anche per te, dolce stella!!!
    Debora

    RispondiElimina
  38. Debora, stai tranquilla. Io ti ascolto volentieri...e non mi angosci affatto.
    Il tremore alle gambe è dovuta all'ansia di perdere il lavoro, secondo me. Sono del tuo parere circa la vera amicizia sul web.
    Ti abbraccio forte e sono con te!

    RispondiElimina
  39. Diana, sono così, infatti!
    Ho voglia di dare, dare...
    Baci
    maman

    RispondiElimina
  40. "Non è possibile uccidere la paura,infatti la paura racchiude in sè una energia e nessuna energia può essere distrutta....Occorre comprendere la paura.Cos'è la paura? Come sorge?Da dove nasce?Qual è il suo messaggio? Scruta nella tua paura,senza esprimere alcun giudizio,solo così la puoi comprendere."
    Osho

    RispondiElimina
  41. mai aver paura!
    Sempre pronti ad affrontare tt con energia ed audacia,rimboccarsi le manike ed andare avanti.
    Te lo dice una ke ha vissuto tanti momenti difficili ,dove la paura era la sola mia compagna.
    Ma grazie alla forza d'animo adesso sono fiera di aver vinto la paura di nn farcela.
    Ti ho lasciato un saluto nel guest book.......
    bacio
    Lella

    RispondiElimina
  42. Grazie lella, per la tua testimonianza e...per la firma!
    Ancora buona luna di miele!

    RispondiElimina
  43. Upupa, la paura irrazionale è frutto di un disagio che va curato...

    RispondiElimina
  44. solitamente penso positivo e la paura riesco a gestirla, tranne qualche volta, quando mio figlio è lontano da me...ho dei brutti pensieri e mi prende la paura.....o ansia...
    un caro saluto, roberta.

    RispondiElimina
  45. La paura, bella compagnia. Il problema è quando diventa fobia, questo si. Ciao Stella!

    RispondiElimina
  46. Roberta è ansia, ne so qualcosa...

    RispondiElimina
  47. Angelabe non deve sfociare in fobia o peggio, in attacchi di panico, pertanto la paura va tenuta sotto controllo!

    RispondiElimina
  48. Penso che la paura sia una buona compagna di viaggio...se si mette in seconda fila!
    Dico questo perchè credo che aver paura è umano, deriva dal'istinto di conservazione che ci fa essere prudenti.
    Non bisogna tuttavia che essa prenda il sopravvento su di noi,perchè sarebbe un grosso impedimento alla vita, e questo non è assolutamente auspicabile!

    Fa eccezione la morte, quella arriva per tutti e quindi è logico temerla.
    "restate vigili,perchè non sapete nè il tempo nè l'ora..." parole dette non da Uno qualsiasi...

    RispondiElimina
  49. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  50. Bellissimo post cara Stella...la paura è l'incertezza del propio sè...avere paura è segno d'insicurezza...non ti nascondo che di paure ne ho avute tante anch'io,ma con molta grinta,forza e sopratutto fiducia in me stessa ho superato le mie paure.Si,per combattere le paure,bisogna avere fiducia in se stessi.Un abbraccio forte.

    RispondiElimina
  51. credo come te che paura possa essere l'occasione per provare per tentare...spesso però è l'occasione per rinunciare...non siamo più dei grandi combattenti...un bacione

    RispondiElimina
  52. Cara Stella,
    gli studi procedono anche se mi sento un pò stanca ma la passione che ci metto mi aiuta molto!
    Grazie tanto cara!
    Ti porto nel cuore!

    RispondiElimina
  53. Sulle mie paure ci si potrebbe scrivere un libro.
    Ne cito una sola, che è la paura di volare.

    Un abbraccio e buona giornata!

    RispondiElimina
  54. Fru, sei stata molto brava a farcela, hai fatto un bel lavoro...

    RispondiElimina
  55. Lo, hai fatto un'amara constatazione!

    RispondiElimina
  56. Marina, un ultimo sforzo dai, e poi...in vacanza!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  57. Kylie la paura di volare è di tanti...
    Io l'ho superata grazie a mio figlio che mi ha offerto un viaggio e, pur temando per la paura, ho accettato e
    ora posso dire:ce l'ho fatta.
    Se un principe azzurro...ti regalasse un volo...chissà.
    Poi mi dirai!

    RispondiElimina
  58. post bello e interessante
    ciao Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  59. Ciao Michele, buona giornata!

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...