17/06/09

32

IL FIGLIO PIU' SAGGIO


IL FIGLIO PIÙ SAGGIO

Molto tempo fa c'era un uomo che aveva tre figli ai quali voleva molto bene. Non era nato ricco, ma con la sua saggezza e il duro lavoro era riuscito a risparmiare un bel po' di soldi e a comperare un fertile podere.
Divenuto vecchio, cominciò a pensare a come dividere tra i suoi figli ciò che possedeva. Un giorno decise di fare una prova per capire quale dei tre figli fosse il più saggio.
Li chiamò al capezzale e diede a ciascuno cinque soldi e chiese loro di comperare qualcosa che riempisse la sua stanza che era vuota e spoglia. Ciascuno dei figli prese il denaro e uscì per esaudire i desideri del padre.
Il figlio più grande pensò che era un lavoro facile. Andò al mercato e comperò la prima cosa che gli capitò sotto gli occhi: un fascio di paglia.
Il secondo figlio pensò per qualche minuto, poi girò per tutte le bancarelle del mercato e alla fine comperò delle bellissime piume.
Il figlio più piccolo rifletté a lungo sul problema e si chiedeva: «Che cosa c'è che costa solo cinque soldi e che può riempire una stanza?». Solo dopo aver pensato per un bel po' di tempo trovò quel che faceva al suo caso e il suo volto gli si illuminò.
Andò in un piccolo negozio e comperò con i suoi cinque soldi una candela e dei fiammiferi. Tornando a casa era felice e si domandava cosa avessero comperato i suoi due fratelli.
Il giorno seguente, i tre figli si presentarono al padre. Ognuno portò il suo regalo. Il più grande sparse la paglia sul pavimento, ma era così poca che fu appena sufficiente per coprire un angolo. Il secondo mostrò le sue piume, ma riempirono appena due angoli. Il padre era molto deluso dei suoi due figli maggiori.
Allora si rivolse al più piccolo: « E tu che cosa hai comprato? ».
Il ragazzo accese la candela con un fiammifero e la luce di quell'unica fiamma si diffuse per la stanza e la riempì.
Tutti sorrisero.
Il vecchio padre fu felice del regalo del figlio più piccolo. Gli diede tutti i suoi averi, perché aveva capito che quel ragazzo era abbastanza intelligente per farne buon uso ed avere cura dei suoi fratelli.

32 commenti:

  1. occuparsi dei genitori anziani...non è facile e non è facile dare loro le cose giuste per una serena vecchiaia, ci sono figli più sensibili altri un pò meno.

    RispondiElimina
  2. molto bella e di grande insegnamento,grazie stella, buona serata.

    RispondiElimina
  3. Tu porti sempre un sorriso.Notte e sogni festosi.

    RispondiElimina
  4. Carinissima...Stella...
    Un bacione a te..

    RispondiElimina
  5. Bella storia!
    Cerchiamo di essere sempre luce per chi ci vive accanto, la vita sarà più bella per tutti.
    Grazie Stella!

    RispondiElimina
  6. Una fiaba dal grande insegnamento: pensare generosamente e non egoisticamente.

    Il figliolo più piccolo non è stato solo saggio, ma anche generoso. Soltanto il decentrarsi da se stessi e mettersi nella prospettiva dell'altro fa intuire e corrispondere ai desideri di questo.

    E'ciò che ha fatto il più piccolo dei tre fratelli.

    Il padre lo ha premiato perché ha compreso la sua affidabilità. Colui che è saggio e generoso è infatti una persona affidabile.

    Baciotto, stellina.

    RispondiElimina
  7. Figli...genitori....
    genitori....
    figli....
    Dovrebbe essere molto più semplice...
    ma non lo è mai...
    Buona giornataaaaaaaa!
    Un bacio!

    RispondiElimina
  8. Bellissima ... grazie stella per averla condivisa con tutti noi...
    Chiara

    RispondiElimina
  9. Veramente bella ed istruttiva.....Un tempo lontano qualcuno insegnava utilizzando metafore....non ebbe molti risultati...purtoppo....ma quei pochi che impararono sono quelli che oggi utilizzano lo stesso metodo per insegnare...forse è il metodo migliore perchè i veri valori rimangano impressi..
    Debora

    RispondiElimina
  10. Come ogni racconto che ci proponi, anche questo ci insegna moltissimo; è sempre una gioia per me venire a leggerti.Concordo su quanto ha espresso Debora, prima di me; noi appateniamo alla generazione che ha appreso certi valori attraverso metafore, storie di eroi, fiabe ... oramai si è perso quel sistema di insegnamento, ma per me rimane sempre il più valido.
    Un forte abbraccio

    RispondiElimina
  11. Signora in rosso, esatto!
    Ne so qualcosa.

    RispondiElimina
  12. Feli grazie, tu non sei da meno.
    Radiosa giornata!

    RispondiElimina
  13. Bellissima Stella questa fiaba...insegna tanto...Sei eccezzionale e tanto cara.Un bacione.Serena giornata.

    RispondiElimina
  14. Annarita, l'essere generosi è uno dei valori che rincorre gli altri...

    RispondiElimina
  15. Chiara, per me è un piacere!

    RispondiElimina
  16. Paola io continuo su quella strada.
    Bacioni, cara amica di sempre.

    RispondiElimina
  17. Grazie per averla apprezzata fru.
    Lieta giornata.

    RispondiElimina
  18. E così i figli maggiori tesero un' imboscata al minore e lo fecero fuori.
    Nella realtà questo potrebbe essere plausibile!

    Nei racconti per fortuna quasi mai e ci si inchina alla saggezza.

    Un saluto Stella!!!

    RispondiElimina
  19. la luce riempie la stanza, è...la vita. dare luce, essere luce per gli altri, sempre, almeno...ci provo!!! buona giornata!

    RispondiElimina
  20. Gli ultimi saranno i primi... e non solo in cielo....

    a quando vedo anche in questo bellissimo racconto, il più giovane ha saputo spendere bene il danaro e il tempo...

    Bacioni e bentrovata

    RispondiElimina
  21. Guernica, se nella realtà il finale fosse come nelle fiabe...che bellezza sarebbe!
    Bacio

    RispondiElimina
  22. Raggio, l'importante è mettercela tutta.
    Bacio

    RispondiElimina
  23. Rosy, bentornata!
    Ormai vai anche in aereo...!

    RispondiElimina
  24. Mi ha colpito la lungimiranza del figlio più piccolo:
    In mancanza di luce, anche la fiammella di una candela si espande,rischiara ed è anche un riferimento per chi brancola nel buio...metafora molto istruttiva!

    Grazie stellina, un abbraccione.

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...