16/09/11

28

E voi passereste la notte in un tubo?



E' un'idea originale quanto accomodante questa che si sta diffondendo e che prende sempre più consensi da parte dei turisti per particolarità ed efficienza! Tutto nasce dai Das Park Hotel austriaci, alberghi… davvero particolari! Parliamo di gigantesche tubature usate un tempo come scarichi ora tramutati in veri e propri  alloggi dal design incantevole. Dipinti, ripuliti ed ecco che vicino al Danubio vi accoglie questa splendida quanto eco-chic struttura camping, sempre più famosa, nel comune di Ottensheim.


L’idea che ha riscosso grande successo è stata di Andreas Strauss, nel 2004. Ma come si dorme in un tubo?Si entra digitando un numero su di una tastiera elettronica, codice che vi verrà fornito dal sito internet al momento della prenotazione. Il letto è per 2 e lo stile minimal, comprensivo di sacco a pelo, ma per le toilettes dovrete adattarvi fuori. La struttura davvero sui generis ed “eco” in ogni sua zona, è aperta quindi da Maggio ad Ottobre.

E dall’Austria la moda si diffonde al Centro America, più precisamente in Messico, dove chi ama il genere potrà davvero sbizzarrirsi nei Tubo Hotel. La struttura si trova a Tepoztlan,a soli 45 minuti da Città del Messico e qui vi attendono grossi tubi di cemento dal design davvero innovativo, spesso sovrapposti tra loro, a formare camere con grandi oblò dotati anche di camere matrimoniali termicamente isolate. Anche qui però le toilettes si trovano in tubi esterni.La struttura è davvero eco-chic e con soli 500 pesos potrete cavarvela per trascorrere una notte diversa. Dormire in un tubo certo resterà un’esperienza indimenticabile, si trattasse anche solo di una notte!

http://notizie.libero.it/

E voi dormireste in un tubo?

28 commenti:

  1. Dormire in un tubo? Col...tuboooo!
    Io amo le comodità cara Gianna, anche se - devo ammettere - non ho problemi ad addormentarmi, dovunque mi trovi.
    Ciao, un bacione!

    RispondiElimina
  2. Perchè no? si può provare....
    ciao!

    RispondiElimina
  3. A vederli sembrano carini!Sicuramente se sono stati collaudati,saranno comodi!Baci,Rosetta

    RispondiElimina
  4. Cara Gianna, i barboni dormono in un cartone, quindi chi dorme in un tubo credo se la passi meglio, io pero' appena aperto il blog, credevo fosse per i rincari che stanno per arrivare.
    Speriamo in tempi migliori.
    Ti mando un tubo di baci.
    gaetano

    RispondiElimina
  5. L'apparenza non è niente male...prova a testare tu e poi ci rendi partecipi
    Notte Gianna!

    RispondiElimina
  6. Ma nemmeno io lo farei cara Gianna, l'ultima volta che sono entrata in un tubo è stato per fare la risonanza magnetica ed ho sofferto come una pazza chiusa lì dentro ( che tragico ricordo!) Figuriamoci passarci la notte!Un abbraccio. Magu.

    RispondiElimina
  7. Per salire sul letto si deve passare dalla parte dei piedi...lateralmente, c'è una "leggera pendenza"...
    ...ah ah ah !!!

    A parte gli scherzi,
    francamente spenderei quei soldi più volentieri per delle giuste cause...
    ...e tu?

    Un bacio!

    Maddy

    RispondiElimina
  8. Io noooooooooo, soffro di claustrofobia...neanche se mi pagassero dormirei lì dentro.

    Già le prime notti non dormo in albergo, perchè cambio letto, figuriamoci.

    C'è,però, chi ama provare emozioni... diverse ed ha tutto il mio rispetto.

    RispondiElimina
  9. Ciao Gianna,certo se uno soffre di claustrofobia...Buona giornata

    RispondiElimina
  10. Perché no?! Provare è sempre interessante e misura le paure,in questo caso quella della claustrofobia

    RispondiElimina
  11. ciao... però l'idea è simpatica...non so...bisognerebbe provare...ciao..luigina

    RispondiElimina
  12. Anche io ho una certa claustrofobia, certo sembrano migliori di quegli alberghi giapponesi con stanze ancora più strette, però credo rimarrei sveglia tutta la notte, forse alla fine dormirei all'aperto!
    Baci
    Evelin

    RispondiElimina
  13. Per chi ha dormito in tenda dormire in un tubo non dovrebbe creare problemi...io proverei, l'importante è avere un po' di privacy. Un abbraccio Gilda

    RispondiElimina
  14. Non credo... per il semplice motivo che soffro di claustrofobia.
    L'aspetto è molto romantico, ma devono essere abbastanza scomodi.
    Felice fine settimana

    RispondiElimina
  15. Abituato come sono alle mie piccole usuali comodità? Mai! :)))

    RispondiElimina
  16. Io no sicuramente, soffrirei di clautrofobia, credo di non sopportare neanche la TAC.....
    Buona giornata gianna!

    RispondiElimina
  17. Io non dormirei mai in un tubo!!Preferisco o un romantico B&B, oppure campeggiare in una tenda...pero' se qualcuno di voi ci vuole andare, fatemi sapere com'e' andata...
    Buon fine settimana Gianna!.
    Cri.

    RispondiElimina
  18. Un po'come gli alberghi-capsula giapponesi...fanno tanto "forno crematorio". MANCO MORTA...meglio un sacco a pelo e il prato sotto le stelle.

    RispondiElimina
  19. Oppure, come suggerisce Simo...vai avanti tu che a me vien da ridere...ah...ah...ah!

    RispondiElimina
  20. Io ci dormirei ahahah.. purché ben ventilato :)

    Ciao Gianna

    Nou

    RispondiElimina
  21. un tubo?? Ah no..non direi..ciao carissima un abbraccione

    RispondiElimina
  22. Siamo tutti in coda, per entrare...

    RispondiElimina
  23. grazie della segnalazione ma anche no, io in un tubo no soffro di claustofobia piuttosto dormo sotto un albero all'aperto

    RispondiElimina
  24. Hanno l'aria di essere confortevoli.
    Perchè no?
    Baciiii e una dolce serata zia!

    RispondiElimina
  25. Senza alcun problema, sono un campeggiatore nato e quindi già trovare tutto installato è un lusso. E poi, chissà che bei sogni a tutto tondo si potrebbero fare. Ciao Gianna, scusa il ritardo, ma ho problemi di PC.

    RispondiElimina
  26. Elio, ultimamente anch'io ho problemi di connessione.

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...