21/07/10

35

MEDICINA 2010 - AIUTO !


Sembra impossibile che nel 2010 ci siano "malesseri" di cui non se ne capisce la provenienza.
E' il caso di una ragazza che ho incontrato ieri, in un negozio di abbigliamento.
Giovane trentenne, di bell'aspetto, gestisce il negozio da sola.
E' bastato che io le dicessi "come le stanno bene questi pantaloncini bianchi" che lei ha cominciato a parlarmi dei suoi problemi di salute.

Attualmente, continua a dimagrire perchè non assimila ciò che mangia...e in tre mesi ha perso dieci chili e non ha una cura da seguire.

Due anni fa le si era gonfiata una gamba, a tal punto da diventare blu.
Al pronto soccorso le hanno fatto due iniezioni antitrombo e l'hanno rimandata a casa.
Non le hanno saputo dire il motivo di tale gonfiore, per cui si è rivolta a diversi specialisti a pagamento, ma senza alcun risultato convincente.

Dopo un po' di tempo le si è gonfiato enormemente un braccio, con dolori tali da non lasciarla dormire.
Ritorna dai medici, fa tante analisi e ancora oggi non sa esattamente che cosa scateni questi fenomeni di gonfiore notevole.

E ancora :

La ragazza, notando un nodulo al seno, si fida di un ginecologo che le consiglia l'ago aspirato.
Ne consulta altri successivamente e viene rimproverata per essersi sottoposta a questo intervento che le provoca parecchi fastidi.

Io ascoltavo allibita,impotente, quasi non ci credevo.
Le ho saputo solo suggerire di rendere pubblica questa sua situazione ai media, perchè non è possibile non conoscere la malattia che ha, e poterla curare!

Qualcuno di voi ha mai avuto questi sintomi?

Qualche consiglio?

35 commenti:

  1. mi spiace, ma non posso essere utile! per questa ragazza, la vita è molto difficile, spero che la ricerca trovi qualche rimedio.
    buona serata, dolce come la mia marmellata di susine appena fatta!!!

    RispondiElimina
  2. Per mia fortuna non ho mai avuto nessuno dei sintomi che accusa questa povera ragazza...io al posto suo continuerei a girare per trovare qualche medico "bravo" e competente che sappia almeno dirle che malattia ha...mi sembra di aver sentito che ci sono dei centri che si occupano proprio di malattie rare.

    RispondiElimina
  3. Purtroppo cara Stella, la medicina ha scoperto molti farmaci che hanno allungato la vita, la mortalità infantile è quasi inesistente, tante cose sono cambiate... chiedo scusa di quello che dirò! vedi il mio parere è che oggi quasi tutti vivono le malattie che una volta erano sconosciute e causavano il decesso da giovane, la davano delle motivazioni che erano incurabili, oggi tanti mali ci sono prima erano sconosciuti e arrivava prima il decesso.
    Spero di essere stato chiaro e che tu mi abbia capito cosa intendo dire.
    Buona serata cara amica,
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Cara Stella, meno male che ci sei tu, le persone trovano in te un conforto e inoltre publicizzi questi problemi, Capisco molto bene questa ragazza. Io sono in una situazione simile da oltre un anno. Non ho avuto gonfiori alla gamba ma ho seri problemi di circolazione e dei problemi digestivi davvero terribili. Ho fatto non so quanti esami davvero pesanti, ho visto specialisti in diversi posti e m'hanno detto di tutto, dall'avere una banale gastrite ad avere la tiroidite e problemi di malattie autoimmuni. Ma se devo dirti la verità, è proprio così, ci sono situazioni patologiche che i medici non riescono a riconoscere. Io non gliene faccio necessariamente una colpa, studio biomedicina e so che la ricerca e la medicina fanno il possibile ma sempre con dei limiti. Ho trovato medici tremendi, veramente tremendi e altri molto umani che erano molto a disagio trovandosi impotenti. Mi dispiace davvero per quella ragazza e ti ringrazio per la tua sensibilità.

    RispondiElimina
  5. Stella, hai fatto molto bene a fare questa divulgazione di notizie, chissà mai che qualcuno si faccia vivo per indirizzarla da qualche specialista.
    baciotti

    RispondiElimina
  6. Sei sempre vicina ai problemi di chi ti circonda e questo è lodevole! Non sappiamo aiutarti per questo caso, ma Stella, posso chiedere ad alcuni medici che conosco per vedere se qualcuno può darmi una traccia, un consiglio!
    Un abbraccio
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  7. Mia nipote ha scoperto di essere affetta da endometriosi perché ha cominciato a fare tutti i controlli, compresi quelli ginecologici, in quanto le si gonfiava talmente tanto la gamba destra fino alla caviglia da non riuscire a camminare...Forse nel caso della ragazza la causa è un'altra ma bisogna che si affida ad un centro veramente specializzato che vada a fondo della questione...
    Baci sorellina!

    RispondiElimina
  8. Mah! Non saprei proprio che consigliare. E' una situazione abbastanza delicata, che necessita di approfondimenti
    ciao Stella, ci si legge tra un pò

    RispondiElimina
  9. Suysan ha girato parecchio e ha speso una barca di soldi, senza nessun esito.

    RispondiElimina
  10. Tomaso è vero, c'è stato progresso scientifico, ma ci sono ancora malattie rare...

    RispondiElimina
  11. Farfly, mi dispiace davvero e mentre ti leggevo, sentivo le stesse parole pronunciate dalla bella ragazza dagli occhi azzurri ed espressivi...hai compreso perfettamente il problema e ti ringrazio della tua testimonianza.
    Baci

    RispondiElimina
  12. Marina si è affidata pure a ginecologi...

    RispondiElimina
  13. Buone e serene vacanze, Angelo.

    RispondiElimina
  14. Capisco molto bene la disperazione di quella ragazza. Qualche anno fa, d'inverno, mio figlio è rimasto ricoverato in un ospedale pediatrico di Palermo per un mese e mezzo. Aveva dolori articolari che gli impedivano perfino di camminare. Veniva portato da un reparto all'altro in sedia a rotelle per effettuare esami di tutti i tipi, anche molto dolorosi. Tutti negativi. Io ero sempre più angosciata. Alla fine è stato dimesso senza una diagnosi. I medici, prima pensavano che fosse un effetto collaterale di un antibiotico che aveva preso contro la sinusite, poi cominciarono ad insinuare che fosse un disturbo psicosomatico indotto da qualche problema a scuola. Gli prescrissero delle dolorosissime, quanto inutili punture di vitamina B12. In primavera i dolori passarono spontaneamente. L'anno dopo si ripresentarono, terribili.
    Stavolta lo portai da un bravo reumatologo della mia città il quale per scrupolo fece ripetere le analisi, ma aveva capito immediatamente la natura del problema. Si trattava di una particolare caratteristica congenita dei legamenti di mio figlio, che il medico definì "lassi". Bastava uno sfozo qualsiasi per scatenare quei dolori. A parte qualche antinfiammatorio, nessuna cura farmacologica, bastava fargli praticare il nuoto per rinforzare i legamenti. Adesso mio figlio sta benissimo ed è un ragazzone forte e agile.
    Auguro di tutto cuore alla ragazza di cui ci hai raccontato di trovare un bravo medico che riesca ad individuare la malattia e a trovare la cura giusta che metta fine ai suoi disturbi e alla sua angoscia.
    Un abbraccio,
    Rosa

    RispondiElimina
  15. Grazie Rosa, sei stata d'aiuto.
    Pensa che un medico le disse:chi ti ha mandata da me? intascando poi 180 euro, pazzesco...

    RispondiElimina
  16. E' davvero un grande dispiacere venire a conoscenza di questa storia,purtroppo di storie simili a quella che ha coinvolto questa ragazza ce ne sono tantissime,purtroppo la medicina ha ancora tanto su cui lavorare.Complimenti per il tuo supporto Stella,sei una grande splendida persona.Un affettuoso abbraccio,dolce notte cara amica. :)

    RispondiElimina
  17. purtroppo non sono di aiuto..mi spiace...ma parlare e scrivere di questo cose è senz'altro lodevole.ciaoooo bacioneee Stella

    RispondiElimina
  18. Stellina, il problema di questa sfortunata ragazza e' serio, il guaio e' che va a finire che lei fara' da cavia per se e per i prossimi che si ammaleranno dello stesso male, i medici poi ci =marciano sopra= e alla fine puo' darsi che un dottorino onesto puo' trovargli un rimedio senza guadagnarci nulla.
    Almeno lo spero, so solo che mio fratello ha una figlia con diversi problemi a causa del DNA incompleto, e va sempre a Siena dove sta' sempre trovando una soluzione, spero che li ci sia qualche rimedio anche per la tua amica.
    Un bacione cara Stella di guida.
    gaetano

    RispondiElimina
  19. Ciao Stella.
    Che brutta storia per quella ragazza.
    Dev'essere terribile avere un male che non si sa da cosa dipenda e come risolverla...
    Ha fatto test allergologici?
    Ma non sono medico per cui immagino che le stia provando tutte.
    Speriamo che trovi presto la soluzione.
    Baci a te.
    Nunzia

    RispondiElimina
  20. Santo cielo! come è possibile tutto ciò: povera figlia! lo dico sempre che siamo nelle mani dell'ultimo padrone. Speriamo trovi una soluzione che la possa aiutare. Un caro saluto ate Gianna

    RispondiElimina
  21. ciao,Stella!!che storia assurda..mi spiace molto per questa ragazza..mi auguro che trovi la persona giusta,che capisca l'origine dei suoi disturbi..bacioni:-*

    RispondiElimina
  22. Shiri, mi sono stupita della confessione...si vede che la ragazza aveva bisogno di sfogarsi con qualcuno e mi ha dato fiducia.
    Mi fa piacere se posso dare un aiutino agli altri.

    RispondiElimina
  23. Gaetano mi sa che hai ragione anche questa volta.

    RispondiElimina
  24. Nunzia è proprio la domanda che le ho fatto...
    analisi e test a iosa!

    RispondiElimina
  25. Elisabetta non possiamo fidarci neanche dei medici...almeno di alcuni!

    RispondiElimina
  26. ciao Stella,ho letto questo post solo adesso.
    Non so a quali ospedali si è rivolta ,ma deve provare quelli a carattere scientifico,che hanno presso le loro sedi reparti ed laboratori di ricerca...come può essere un policlinico o un'istituto come il San Raffaele.
    Che tipo di esami ha fatto?
    Genetici,autoimmuni,allergologici?
    Il suo medico di famiglia cosa le ha detto?Da chi dovrebbe andare?
    So che è complicato,ma credo che la sua ricerca debba essere più mirata...
    Ha fatto esami per capire se affetta da qualche disturbo legato all'alimentazione?Tipo celiachia?
    So che non ti ho dato abbastanza informazioni e me ne dispiace,ma dovrebbe rivolgersi ad un grande polo...speriamo bene!
    Lu

    RispondiElimina
  27. Della serie: vorrei ma non posso...
    Mi dispiace molto per la ragazza alla quale non posso dare nessun aiuto (che rabbia il senso di impotenza, in certi casi!). Non conosco sintomi simili.

    Non divulghiamo però solo il negativo ci sono tanti medici che aiutano e fanno bene la loro professione. Ci sono tante strutture ospedaliere efficienti e che ci aiutano nel bisogno, non evidenziamo solo quei casi di malasanità o si rischia di cadere nel disfattismo che non aiuta in caso di malattia.

    RispondiElimina
  28. Chissà forse qualche medico leggendo le tue parole riuscirà a darle le informazioni necessarie per una soluzione! Auguri alla ragazza e che il blog sia utile!

    RispondiElimina
  29. Lu grazie delle tue parole.
    So che è andata da parecchi specialisti, possibile che non l'abbiano saputo indirizzare?
    Per me è incredibile tutto ciò...

    RispondiElimina
  30. Loretta sono d'accordo con te.
    Tempo fa ho pubblicizzato la professionalità di un bravissimo ginecologo che mi ha evitato un tumore all'endometrio, perciò: dare a Cesare quel che è di Cesare!

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...