25/07/10

42

L'AMORE E L'AMICIZIA



Fotografia © Il ricordo perduto

Ho letto con molto interesse questo bellissimo racconto poetico di DR.
Ve lo propongo, perchè merita di essere letto.
Gli interrogativi(che ho evidenziato) dei personaggi sono anche i miei.

Voi cosa ne pensate?

Io mi esprimerò man mano che risponderò ai vostri commenti.




"La spiaggia era il nostro regno, il luogo dove cementavamo l’amicizia e la spingevamo un po’ più in là, verso la strada che conduce all’amore.
Lei amava parlare di questa distinzione:

si chiedeva se il rapporto tra un uomo e una donna potesse basarsi solo sull’amicizia o se inevitabilmente dovesse scivolare lungo la china dell’amore.

Non avevamo risposte: ci limitavamo a percorrerla quella discesa, a rotolarci piano, giorno dopo giorno di quell’estate dorata e intensa.
Un’altra domanda avremmo dovuto però formulare:

una volta che una bella amicizia si è trasformata in amore, può, finito l’amore, ritornare amicizia?

Restavamo sotto l’ombrellone a leggere e a risolvere cruciverba, a raccontarci, a ridere: l’amicizia appunto, ma già l’amore penetrava dagli interstizi, lo si poteva arguire da certi sguardi, da un certo sfiorarsi apparentemente casuale dei corpi, dalla dolcezza che mettevamo nel rito di spalmare la crema sulla sua schiena.
E facevamo lunghe passeggiate sulla battigia, ci confessavamo segreti che non avevamo detto a nessuno: l’amicizia era già superata, il labile confine era distrutto da certi suoi sorrisi che mi ammaliavano, da certi miei sguardi che la attraevano. L’invasione era in atto, sarebbe bastato poco a completarla: un bacio come un lancio di paracadutisti, come una colonna di carri armati in rapida avanzata.

Accadde una sera nella pineta resa fresca da una mareggiata: un brivido la scosse e la tirai a me per riscaldarla. Le nostre bocche erano vicine, le labbra si unirono come calamite di polo opposto. Il tempo sembrò fermarsi: la luna ferma nel cielo rendeva immobile ogni cosa, solo il rumore cattivo del mare si sentiva lontano, monotono, uniforme nel suo sciabordare.
Restammo a lungo abbracciati, ormai la città era caduta, l’assedio terminato.

E l’amore fu, amore intenso e vivace che nasceva dalla precedente frequentazione come amici e poggiava su quelle basi, si innalzava su quelle fondamenta che ritenevamo essere granito, basalto, marmo indeformabile e indistruttibile. Ahimè, erano pinnacoli di sabbia, come quelli dei castelli che i ragazzini costruivano in spiaggia. Sabbia friabile, instabile, pronta a lasciarsi erodere dal vento, a farsi trascinare via dalle onde. Il tempo passò, l’autunno e l’inverno subentrarono all’estate e tutto crollò.
E lì la domanda che non ci eravamo posti emerse in tutta la sua drammaticità:

l’amicizia sopravvive all’amore?

Io dissi di sì, ma l’amore forse era ancora in me.
Lei disse di no, e dentro certamente le prevaleva il rancore, la rabbia dolorosa che le donne deluse sono in grado di innalzare a punizione.
Giungemmo a un compromesso: non dimenticare tutto ciò che di bello c’era stato nella nostra amicizia.
E quello alla fine sopravvisse: il ricordo di istanti felici".


42 commenti:

  1. Nel mio blog un link non viene evidenziato.
    In questo post per esempio, se cliccate su DR vi apre la pagina corrispondente.

    BUONA LETTURA !

    RispondiElimina
  2. Questo racconto sottolinea come un'amicizia tra un uomo e una donna possa sfociare in amore: un amore intenso, appassionato, totale e poi....sempre la solita storia: l'uomo accetta anche di rimanere amico, ma la donna non ci riesce. Non capisco bene però:
    lui dice"L'amicizia sopravvive all'amore, ma l'amore forse era ancora in me" lei invece dice "No" e il rancore era in lei.... chi dei due ha più amore in sé alla fine della storia?se lei nutre rancore vuol dire che è lui a volere la fine di quel loro rapporto e, se in lui c'era ancora amore allora perché ha voluto finire?il racconto è comunque molto bello, poetico e scritto in modo perfetto: faccio i miei complimenti a DR.
    E per rispondere alla tua domanda, non so se dopo l'amore l'amicizia può sopravvivere: penso di no! e tu?

    RispondiElimina
  3. Quando un grande amore finisce è molto improbabile che possa sopravvivere l'amicizia, soprattutto quando serpeggia il rancore!!!!
    Un bacio

    RispondiElimina
  4. Ciao Stellina...bellissimo racconto e sai io credo che si possa rimanere amici anche dopo essere stati innamorati ma purtroppo gli uomini nn possono accetterla ma anche qualche donna xchè l'amore di sicuro siede ancora dentro.Te lo dico che si puo restare amici xchè il mio capo tutt'ora e amico di sua moglie nnostante nn sianno più insieme da tantissimi anni e 1 altra storia sempre mia che nn si possa rimanere amici xchè il mio ex ci ha provato ma nn ci e riuscito xchè troppo geloso e nn accetta che io possa avere 1 altra storia.Mi 6 mancata 1 casino cn le tue belle storiele e barzelette...buona serata

    RispondiElimina
  5. Paola,l'amore, inizialmente passionale, col tempo si era affievolito e penso che entrambi ne fossero coscienti...
    Decisione comune,quindi,di rompere il loro rapporto amoroso.
    Io almeno interpreto questo.
    Lui chiede amicizia, ma lei non se la sente, perchè comunque in una donna "digerire" una delusione è più faticoso.

    Io penso che dopo una bella parentesi amorosa, non potrà più esserci amicizia disinteressata...

    RispondiElimina
  6. Novelina, sei tornata, come sono felice...
    Mi sei mancata anche tu.
    Grazie delle tue testimonianze.
    Si vede che tra il tuo capo e la moglie l'amore era morto da tempo ed entrambi hanno altri partner a cui rivolgere i loro sentimenti e la loro attenzione.

    RispondiElimina
  7. Cara mia:
    Ho letto il tuo post e mi sembra molto interesante, ma credo che l'amore e l'amicizia non possono coessistere. Se l'amore intra per la porta, rompe la amicizia della coppia, ed al contro.
    Una cosa o l'altra.
    Baci bella e come sempre, scusa i miei errori.

    RispondiElimina
  8. Gianna ti sei espressa chiaramente, o amore o amicizia.
    Grazie della visita.
    Buona serata.

    RispondiElimina
  9. Stellina, ho letto con ammirazione questo racconto, e mi viene in mente l'amicizia con ragazze eccezionali che ho conosciuto, e non sono andato oltre l'amicizia, ne tanto meno ci siamo frequentati piu'. Molte volte ne restavo ammirato e innamorato, ma non avevo il coraggio di rompere quell'incantesimo, a volte sono passato diciamo per allocco, ma ho sempre avuto rispetto dell'altra.
    Per me l'amicizia puo' scivolare verso l'amore e puo' essere anche duraturo, se i due sanno tenere viva quella fiamma iniziale.
    Quando si rompe un amore si diventa nemici, perche' sopragiunge un odio o gelosia che corrode e quindi allontana.
    Mi ritengo fortunato ad essere stato fidanzato solo con mia moglie.
    Ti auguro un buon inizio settimana.
    gaetano.
    P.S. Sai che l'ingegnere di Alonzo fa di cognome Stella?

    RispondiElimina
  10. Ringrazio tutti quanti...

    L'amore che ho raccontato in effetti è legato alle domande che Stella ha evidenziato. Per incastrarle ho costruito la trama, attingendo molto a ricordi cinematografici (Harry ti presento Sally)e reminiscenze letterarie e solo in minima parte alle mie esperienze (solo l'ambientazione di un amore che invece non si sviluppò ma che rimase e rimane come una bella amicizia).

    Qui invece l'uomo e la donna si innamorano e la grande amicizia si trasforma inevitabilmente in amore, anche se vi sono resistenze dovute al fatto che i due - ma soprattutto lui - sono consci che rompendo il vetro dell'amicizia, difficilmente lo si può ricomporre. L'amore con il tempo si perde, si scioglie come neve, non c'è colpa: svanisce. Lui forse potrebbe ancora rianimarlo, ma si scontra con il rancore di lei, con il dolore per un amore finito. A questo punto si accontenterebbe anche del ritorno all'amicizia, cosa che lei non è in grado di sostenere. E la conclusione è amara: l'amicizia diventata amore non ritorna più amicizia. Ma è davvero così?

    Un saluto a tutti

    Daniele

    RispondiElimina
  11. Che bel racconto Stella! Complimenti a te per aver proposto questo argomento e a DR per il suo scritto. Mi piace sempre tanto leggere il tuo blog e le cose che proponi fra argomenti seri e più rilassanti. E qui è proprio un bivio... Per esperienza personale non sono mai riuscita ad avere solo un'amicizia con un uomo. Il mio più grande amico è diventato anche l'amore della mia vita, altri amici invece m'hanno chiesto di più e l'amicizia si è spezzata perchè non sai più in che modo ti puoi fidare di quella persona! Però non so... in fondo si fa anche lo sbaglio di confondere l'amore con la passione e si pensa che finita la passione è finito l'amore ma magari non era neanche amore. Mi rendo conto, sono pensieri contorti...Ma in generale, credo che l'amore nasca sempre dall'amicizia e se l'amore muore è difficile che l'amicizia risorga dalle sue ceneri.

    RispondiElimina
  12. L'amicizia tra un uomo e una donna per me non è possibile perchè da una parte o dall'altra nasce sempre l'attrazione ed il sentimento.
    Non ha senso che dopo una storia d'amore nasca un'amicizia altrimenti perchè l'amore sarebbe finito? L'amicizia si basa sulla fiducia e quando finisce un amore finisce anche la fiducia.

    Ciao Gabriella

    RispondiElimina
  13. Per esperienza personale affermo che l'amicizia può diventare amore. Quella che inizialmente era un'affinità di interessi, di modi di vedere, di pensare...poi cambia, diventa qualcosa di più profondo e si trasforma, per cui una "retromarcia" non è più possibile.

    Grazie per aver proposto questo tema stellina, i miei complimenti a DR !

    Buona serata, un bacione.

    RispondiElimina
  14. Per esperienza posso dire che l'amicizia tra un auomo ed una donna non esiste: c'è sempre uno dei due che ha interessi diversi... Nel caso dei due "amici" del racconto è chiaro che la storia ha preso una piega diversa perché tutti e due si sono sentiti attratti l'uno dall'altro ma, secondo me, solo di attrazione si trattava, non c'era un sentimento profondo che li univa. La passione li ha travolti ma poi non si è trasformata in amore e la storia è finita... Come possono i due ritornare ad avere un rapporto di amicizia che in realtà non hanno mai avuto? Impossibile!
    Bella storia sorellina, un bacione!

    RispondiElimina
  15. Un amore che finisce, nn si trasforma in amicizia, almeno per me è così. Ammiro chi riesce a farlo.

    un abbraccio
    Cri

    RispondiElimina
  16. Faccio una precisazione, forse il termine "retromarcia" non chiarisce abbastanza ciò che penso: um amore che ha avuto origini da un'amicizia, se finisce non puo ritornare amicizia;
    Sarebbe un aggiustamento, in quanto viene a mancare la fiducia... e se manca questa non è vera amicizia come non è vero amore!

    RispondiElimina
  17. E' una domanda difficile a cui rispondere...
    Credo nell'amicizia tra uomo e donna...ma non so se dall'amore si possa tornare indietro all'amicizia..
    Solo,forse, se entrambi sono stati d'accordo a rompere la storia e quindi quella stima e quell'affetto ci sono ancora....
    notte Stella

    RispondiElimina
  18. ciao stella..hai inserito una storia molto interessante... solo che è difficile dare una risposta... per la verità non saprei..d'istinto mi viene da dire che si può essere amici anche dopo una storia d'amore...ma ...forse nella realtà è difficile.... non so...
    ciao...luigina

    RispondiElimina
  19. Ciao cara, rieccomi qui...mi son persa molte tue belle pagine. Ora son da circa sei ore in perlustrazione per passare da tutti. Quando mi sarò di nuovo "stabilizzata" andrò a scavare all'indietro nel tuo blog.

    Al volo: no, non credo all'amicizia tra uomo e donna. E, no, quando una storia d'amore finisce...finisce. Anche se ci si lascia senza rancori e "serenamente" non credo che si possa passare all'amicizia. Sono proprio due universi con implicazioni differenti.
    Ciao!!!

    RispondiElimina
  20. Gaetano, allora ti imponevi di non andare oltre l'amicizia, ma l'innamoramento c'era...
    Il rispetto verso una donna ci deve essere sempre e comunque.
    Buon inizio settimana, caro ragazzo!

    RispondiElimina
  21. DR grazie del tuo racconto e del tuo intervento.
    Ci hai espresso il tuo pensiero che non è lontano dal mio.
    Il compromesso finale tra i due, di ricordare gli attimi felici insieme, non mi convince troppo, ognuno poi li ricorderà a suo piacimento.

    RispondiElimina
  22. Farfly hai detto bene, a volte è più passione che amore...quindi la fiamma non dura a lungo...

    RispondiElimina
  23. Buon giorno cara Stella,
    Che inizio di settemana! Questo racconto lo ho gustato intensamente, nella vita ognuno di noi ha conosciuto una gioia immensa, un amore intenso, oppure una amarezza, queste sono cose che li porti nel cuore per sempre... Ritornando al tuo racconto ci sono amori che dopo lunga e intensa amicizia si trasformano in amore, solo la parola dice tutto! l'amore è quella cosa meravigliosa, che solo chi lo ha provato capisce veramente il significato, penso che sia impossibile passare da un vero amore che poi finisce, in amicizia, un cuore infranto non guarisce facilmente se era veramente amore!!! io posso dire che per esperienza che esiste il colpo di fulmine che uno sguardo un incrocio di sguardi può succedere che sboccia un fiore che non sbiadirà mai, non conta il tempo perché il tempo si è fermato diventa quella cosa meravigliosa che finirà solo alla morte, questo lo dico per esperienza...
    Buon inizio della settimana cara amica, un abbraccio infinito,
    Tomaso

    RispondiElimina
  24. Gabriella, non necessariamente da un'amicizia può nascere un amore.

    Sono d'accordissimo,invece, sulla fiducia reciproca!Indispensabile per qualsiasi tipo di rapporto...

    RispondiElimina
  25. Ahia...cara Stella,mi sa che qui casca l'asino..eh sì,mah,sai,io sono certa che l'amicizia tra un uomo ed una donna possa realmente esserci ,ma...quando ci si ama,ed il rapporto si interrompe,non può tornare l'amicizia di un tempo.
    Un buonissimo inizio di settimana,un bacione pazzesco!! :)

    RispondiElimina
  26. Sirio hai fatto bene a chiarire, perchè non mi era chiaro il primo commento.
    La fiducia innanzitutto, come ho detto in precedenza...

    RispondiElimina
  27. per me i due sentimenti possono convivere solo se rimangono intatti, senza essere "consumati"... buona settimana!

    RispondiElimina
  28. Marina, anche il sole e il mare hanno contribuito...

    RispondiElimina
  29. Lui, ogni situazione è a sé.

    RispondiElimina
  30. Sandra, bentornata!

    Se nessuno dei due è attratto dall'uno o dall'altra,l'amicizia tra uomo e donna può esistere e in certi casi è ancora più bella.

    RispondiElimina
  31. Bravo il mio caro Tomaso, poetico!

    RispondiElimina
  32. Shiri concordo.
    Buon inizio di settimana a te con un abbraccio infinito.

    RispondiElimina
  33. Amicizia tra uomo e donna secondo me può esserci. Un esempio anche se un po' diverso, potrebbero essere l'amicizia tra una sorella e un fratello. È vero che si tratta di due persone strette da un legame diverso che quello tra due perfetti sconosciuti. Difficile rispondere con certezza a queste domanda...

    Io non ho avuto esperienze personali però credo come tutti gli altri che l'amicizia non non possa sopravvivere dopo un amore, una relazione. Solo nei film mi è capitato di vedere una cosa del genere... Questo dice tutto.
    Certo, se in qualche angolo della Terra (se di angolo si può dire...) esiste qualcosa del genere. Fortunati lui e lei.

    Grazie Stella per il bellissimo post che hai condiviso e complimenti a DR che lo ha scritto.
    Buon inizio settimana! :)

    Izzy

    RispondiElimina
  34. hai ragione, con la mia determinazione ho salvato tante amicizie e... anche me!!!

    RispondiElimina
  35. Grazie a te Izzy per il tuo commento che non si discosta tanto dagli altri.

    RispondiElimina
  36. stella! ottimo post! ma ora vai nel nostro blog x una sorpresa!

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...