16/12/10

32

FATE FESTA ...






A cura di Angela Magnoni

Fate festa, dite, per il mio Natale ma intanto pensate solo a mangiare e a bere.



Fate festa perché io sono venuto a salvarvi, ma intanto non avete intenzione di essere salvati.

Fate festa perché vi ho riaperto le porte del paradiso, ma di entrare in paradiso non avete né fretta né voglia.

Fate festa perché alla mia nascita gli angeli annunciarono la pace



ma fino ad oggi avete solo pensato a fare guerre.

Nel mio nome gridate pace pace ma quando non fate guerra, voi la fate fare agli altri.

Fate festa perché io sono venuto a riconciliare il cielo con la terra, ma voi avete abolito il cielo e non pensate che alla terra.

Fate festa nelle vostre case perché dite che è la festa della famiglia, ma intanto avete quasi distrutto la famiglia.

Fate festa perché Dio tra voi è nato uomo, ma intanto tra voi non nasce Dio e sempre più di rado nasce l'uomo.

Fate festa attorno al presepio dove io giaccio sul fieno ma le vostre case traboccano di ogni bene.

Dite che questi sono i giorni della fratellanza e dell'amore ma non permettete che oltrepassi la vostra soglia un uomo di colore.

Molti corrono alle stazioni invernali mentre io sto sullo stradone esposto a tutti i mali.


Non voglio disturbare le vostre feste e la vostra coscienza, vi invito solo a riconoscere che questa è la festa vostra non la mia.

32 commenti:

  1. Lindo, linso Stella amei!!!!
    Parabéns pelo presente, é lindo!!!
    Beijos da Elza

    RispondiElimina
  2. Ciao Stella!
    Un bacio e pensiamo al Natale dell'anima, quello che ci pervade di amore affetto e bontà per se stessi e verso gli altri.
    Nunzia

    RispondiElimina
  3. Eh, magari ricordarselo ...tra un'abbuffata e l'altra...non è male, vero Stella?

    RispondiElimina
  4. buon pomeriggio,Gianna^;^ questa era la predica che il parroco della nostra chiesa,fece domenica scorsa..parole accorate,vere,attualissime!!magari,si aprissero bene le orecchie e soprattutto il cuore,per sentirle e cogliere il vero senso del Natale..bacioni carissima e grazie per la sensibile ed accurata scelta che fai,ogni giorno,nel proporci i tuoi bellissimi post :-*

    RispondiElimina
  5. giustissima osservazione!
    Di religioso ormai resta ben poco purtroppo e quel che è peggio si spreca una marea di cibo alla faccia di chi muore di freddo e fame.
    Non sono per le abbuffate e non lo sarò mai;di queste feste amo solo l'atmosfera familiare,tranquilla, lontano dal solito stress quotidiano.
    kiss
    Lella

    RispondiElimina
  6. Giustissimo! Mi piacerebbe che anche mio figlio conoscesse l'atmosfera del Natale che vivevamo io e i miei fratelli quando eravamo piccoli e le decorazioni spuntavano l'8 dicembre e non il 3 novembre, quando a mezzanotte si andava a messa anche se faceva freddo e ci addormentavamo sulla spalla della nonna, quando mio nonno con gli occhi lucidi portava il bambinello con le sue manone sotto l'albero, quando eravamo felici per un bambolotto e la mattina andavamo nel lettone a farlo vedere a mamma e papà, quando niente era dovuto e scontato ma tutto da conquistare...
    Un bacio Stella, anche se un po' nostalgico.
    Miryam

    RispondiElimina
  7. Bellissimo questo post..hai aperto un tema importante mamma Gianna..sarebbe bello svegliarsi una mattina e sentire nell'aria,tra le persone,la vera magia del Natale,il vero significato del messaggio di questa ricorrenza che è la più importante dal punto di vista della fede,dei valori,della gestualità,delle parole,del cuore..insomma racchiude tutte le cose più importanti della vita.In questa festa ci siamo noi e Dio..se si vede questa in tale ottica non parleremmo di consumismo e povertà di sentimenti,ma vedremmo questa festa con la gioia e l'emozione che merita..proprio come riesce a fare un bambino.Un bacino per te mamma Gianna,una dolce sera. :)

    RispondiElimina
  8. vero!!! Mangiare, bere, divertimento, relax...e...! Qualcuno addirittura riesce a dire "non vedo l'ora che passino queste feste" e non devo andare molto lontano... Mah! Ormai tutto è rivolto al consumismo e vedo sempre meno altruismo e condivisione, poca voglia di aiutare e fare del bene.
    Ogni volta che uno fà qualcosa "vorrebbe" avere qualcosa in cambio. Non esiste più il voler fare e basta senza secondi fini?
    Oppure fanno e sembra che lo facciano volentieri, salvo poi scoprire che "parlano dietro", meglio non fare se hai da "mugugnare no?". Perchè fare le cose controvoglia?
    Poi ci sono le eccezzioni...!
    Bello questo clima natalizio quì da te.
    Un abbraccio grande, grande, grande.
    Giuliana.
    P.S. Bella la collana, vedi che a volte ci sono delle persone dolci? Forse a volte ci sono molto vicine e non ce ne rendiamo conto oppure sono molto lontane, ma sanno essere più vicine di quelle che sono realmente vicine (non so se sono riuscita a spiegarmi).

    RispondiElimina
  9. quante verità contiene questo brano! siamo soliti solo a far parole, è vero...i fatti costano tanto sacrificio e spesso vengono rimandati. cercherò di far tesoro di queste riflessioni... un saluto affettuoso!

    RispondiElimina
  10. Cara Stella bisognerebbe che questo richiamo fosse così forte che entrassi in tutti i cuori, solo pace e pace ancora, e cancellare dal vocabolario la parola GUERRA... forse così cambierebbe il mondo.
    Un abbraccio forte forte,
    Tomaso

    RispondiElimina
  11. Ciao Stellina!!!

    Bellissimo il post...

    SONO TORNATA!...gli eventi, sobbete!

    Tu che sei una Stellina...vai a vedere il mio post su Velden, la Città degli Angeli...tu li conoscerai UNO ad UNO! ;o)

    Kisses a lot! NI

    RispondiElimina
  12. Ciao ti volevo salutare, è un pò che non passo sono stato molto impegnato. Comunque è bello sapere che comunque ci siamo anche solo per un saluto.
    ti abbraccio Sisifo

    RispondiElimina
  13. belle parole...tanti auguri :-))

    RispondiElimina
  14. Buon giorno Stella.

    Un abbraccio grande :)

    Tonino

    RispondiElimina
  15. Ciao Eli, il Natale è la festa di Gesù, infatti.
    I nostri "divertimenti" proprio non centrano...
    Baci

    RispondiElimina
  16. Lella, siamo sulla stessa lunghezza d'onda!

    RispondiElimina
  17. Che bei ricordi i tuoi, cara Idea.

    puoi sempre provare a ricreare quell'atmosfera natalizia, che hai molto presente e viva...
    Il tuo bambino te ne sarà grato.

    RispondiElimina
  18. Cara Shirina, per svegliarsi con questi dolci sentimenti,è necessario addormentarcisi...vero bambina bella?

    RispondiElimina
  19. Cara Giuliana, sei stata chiarissima a esporre il Natale come dovrebbe essere,non come viene presentato...

    Sì, in Shiri ho trovato un'amica lontana fisicamente,ma molto vicina affettivamente.

    RispondiElimina
  20. Cara raggio,per come ti conosco, non hai da fare molte riflessioni...
    Baci

    RispondiElimina
  21. Caro Tomaso, la guerra non dovrebbe esistere proprio, perchè a muoverla sono sempre e solo gli interessi economici, soprattutto...
    Un abbraccio senza guerra.

    RispondiElimina
  22. Cara Nì, splendido quel post.

    Gli Angeli li ho riconosciuti uno ad uno...e mi hanno fatto pure una grande festa!
    Baci

    RispondiElimina
  23. Sisifo, bentrovatooooooooo!
    Che bello rileggerti.
    A risentirci con un abbraccio.

    RispondiElimina
  24. Adriano, se seguissero anche i fatti...

    RispondiElimina
  25. apaolal, carissimi auguri anche a te!

    RispondiElimina
  26. Tonino, ricambio con affetto.

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...