18/11/10

51

Dodici regole per allevare un delinquente


Dal blog di Zefirina

1 Date al bambino fin da piccolo tutto ciò che desidera. Così crescerà convinto che il mondo gli sia debitore di tutto il necessario per vivere.

2 Sorridete divertiti quando ripete le "parolacce" imparate. Così si convincerà di essere molto spiritoso e aumenterà la dose.

3 Non insistete con la formazione morale: onestà, solidarietà, laboriosità, mansuetudine, sono caratteristiche per persone deboli

4 Lodatelo in presenza di amici e conoscenti; così si convincerà di essere il più intelligente dei suoi coetanei.

5 Evitate l’uso del termine "male": potrebbe sviluppare nel bambino un "complesso di colpa". Così, da grande, quando sarà giustamente punito per le sue colpe, crederà che la società è contro di lui e che lo perseguita.

6 Raccogliete tutto ciò che lascia in disordine: scarpe, libri, vestiti. Fate per lui ogni cosa, in modo da abituarlo a scaricare sugli altri tutti i propri pesi.

7 Lasciategli infastidire gli animali, vessare i compagni più deboli, deridere gli anziani e danneggiare la roba altrui riprendendo tutto con l'apposito cellulare; crederà fortemente in Dio, poiché penserà che Dio e lui sono la stessa persona

8 Litigate spesso in sua presenza. Così farà anch’egli nella sua futura famiglia.

9 Dategli pure tutto il denaro che chiede; quando si accorgerà, in futuro, che per averlo bisogna lavorare, rimarrà di stucco

10 Fategli guardare la televisione quanto vuole, senza limiti; crescerà pensando che la vita, le persone, le cose e gli eventi possono essere regolati col suo telecomando

11 Non fategli praticare attività motorie e sportive, intanto perché suda e ci si può far male; poi, imparare a stare insieme agli altri, imparare a saper vincere, a saper perdere a saper combattere, a sapersi sacrificare è prerogativa delle persone insicure. Meglio fare lo sportivo col “sedere”: seduto in tribuna

12 Difendetelo ovunque e sempre rendendogli chiaro il concetto che sono gli altri (compagni di scuola, insegnanti, amici eccetera) a non “capirlo”. Cercate di fargli ben comprendere che a scuola si deve studiare soltanto per non essere rimandati


Quando poi da grande il bambino si comporterà male veramente, vi difenderete dicendo:

«Con lui non siamo mai riusciti a ottenere nulla».

51 commenti:

  1. Ciao Stellina, è proprio vero|||
    Baciotti

    RispondiElimina
  2. Quanto hai ragione...in alcune cose tipo TV mi ci rivedo, ma non per volontà, ma per necessità...! Ciao.

    RispondiElimina
  3. Molto argute queste 12 regole.
    Credo che alcuni che conosco le abbiano applicate ottenendo ottimi risultati ...

    RispondiElimina
  4. Ciao Stella,
    ottimo questo elenco di cose da non fare.

    Un caro saluto
    Gabriella

    RispondiElimina
  5. O_O
    è vero bisogna fare attenzione a come si cresce un figlio per non farne un futuro delinquente!!!

    RispondiElimina
  6. Buon pomeriggio e complimenti per il tuo blog.
    Molto interessante.
    Hai ragione e condivido anch'io.:)
    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  7. ogni giorno incontro il prodotto di questo modo di fare...che fatica provare a cambiare un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Da un po' di tempo in qua qualcuno sta facendo del proprio meglio , considerando la realtà che cicirconda. Ma altri "anche-no". Puntiamo su questi ultimi.

    RispondiElimina
  9. Spero vivamente che molti genitori leggano il tuo post !!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  10. dovrei attaccarle all'ingresso della scuola perchè le leggessero alcuni genitori, ma mi esporrei troppo... mi accuserebbero di offendere l'ingenuità dei bambini... quando si accorgeranno dei loro errori, saranno guai seri.
    sono contenta, invece, di non averli fatti come mamma.
    buon pomeriggio!

    RispondiElimina
  11. Ciao Stellina..sono d'accordissimo con Te,sono comportamenti veramente deleteri. Conosco qualcuno che è stato educato con questo metodo, non è cresciuto molto di statura, ma è arrivato al Governo.
    Baciotti.

    RispondiElimina
  12. Diciamo che le "dritte" ci sono tutte... difficilmente un bambino "educato" in questo modo potrà sviluppare amore, rispetto, autocritica, responsabilità, etc... e non sarà "colpa" sua... dovrà essere tanto fortunato da trovare fuori casa e per tempo tutti quegli stimoli e quegli esempi che la famiglia non gli ha saputo dare, altrimenti sarà difficile non diventarlo!
    Ti abbraccio forte Stella

    RispondiElimina
  13. Giuliana, ci sono anche i libri da leggere.

    RispondiElimina
  14. Quello di genitore è il mestiere più difficile del mondo.Ma sin da piccoli dobbiamo imparere a mettere i famosi paletti oltre i quali è assolutamente vietato andare.Ho cercato di insegnare loro il senso del denaro e del rispetto mettendomi contro tante persone che mi ripetevano : ma sono ragazzini lascia stare!. Con la mia cocciutaggine ho insistito per la mia strada, oggi che sono ormai uomini vedo i risultai di questo duro lavoro. Peccato che come genitori non si possa mai andare in pensione!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  15. Veramente difficile fare il genitore.Condivido molte regole che cerco di farle capire anche a mia figlia.Salutoni a presto

    RispondiElimina
  16. Vero, dovrebbero leggerle un po' tutte queste regole, a volte i no sono molto educativi, specie se spiegati!
    Bacioni da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  17. Dai sempre ottimi consigli, cara Stella!
    Buona serata
    erika

    RispondiElimina
  18. Ciao Gabriella, buona serata.

    RispondiElimina
  19. Pupottina, tu sei ancora in tempo...

    RispondiElimina
  20. Cosimo, benvenuto nel mio spazio.
    A presto.

    RispondiElimina
  21. Lo, gli educatori da soli, sono limitati.

    RispondiElimina
  22. Vallo a dire atutti quie genitori per bene che si credono dei superman solo perchè ricoprono i loro bimbi di sciocchezze! Un bacio, mmi è piaciuto molto il post, e anche il blog è luccicoso1 Bello! Un saluto! ♥

    RispondiElimina
  23. Cara Stella, quando si pianta un albero, se non gli si mette un sostegno cresce storto, se non lo si cura non cresce bene e non portera' frutto, quindi si raccoglie cio' che si semina, cosi' anche per i figli.
    Ti auguro una buona notte e sogni d'oro.
    gaetano

    RispondiElimina
  24. Sandra, che tutto vada per il meglio...

    RispondiElimina
  25. E sarà troppo tardi, Raggio.

    RispondiElimina
  26. GM, è difficile trovare fuori casa il meglio, anzi...

    Bacioni

    RispondiElimina
  27. Erika, sono contenta per il nipotino...

    RispondiElimina
  28. Benvenuta goccia di neve.
    A presto.

    RispondiElimina
  29. Gaetano, è proprio come dici tu...

    RispondiElimina
  30. Ciao Stella, il compito dei genitori è uno tra i più difficili ..anzi direi che è il più difficile !!! Malgrado tutti gli sforzi e l'impegno che uno ci mette, si sbaglia spesso.Io cerco di educarli ad avere un comportamento corretto e li preparo al sacrificio... facendogli capire che nella vita si ottiene tutto con la fatica e l'impegno...speriamo che recepiscano il concetto!!!Anche noi genitori ...commettiamo tanti errori ...perchè siamo noi, i primi, ad avere delle lacune.Ciao cara Gianna,bacione,Liza.

    RispondiElimina
  31. Liza giusto ciò che affermi, ma cerchiamo di fare il meglio possibile...nessuno è perfetto!

    RispondiElimina
  32. anzi diranno : abbiamo fatto di tutto!!ma è stato inutile!
    ciao Gianna un abbraccio!

    RispondiElimina
  33. Direi che è davvero perfetto,non manca nulla,basta seguire queste semplici regole per allevare un poveraccio.E dire che son tanti che seguono queste regole in modo scrupoloso,pare che lo facciano a posta,incredibile.Tra l'altro viste così,elencate in modo dettagliato sembra quasi sia un compito difficile,non sarebbe più semplice seguire la linea del cuore e allevare una creatura nel rispetto di se stessi e del prossimo?Eh già,per molti è davvero difficile. -.-' Un bacino e coccola serali,per te Gianna. <3

    RispondiElimina
  34. Peccato siano ormai regole comunemente applicate ...:-(
    Ciao Stellina!

    RispondiElimina
  35. Mirella e i risultati li abbiamo sotto gli occhi!

    RispondiElimina
  36. Di quanti errori dovremo rispondere noi genitori!!!

    RispondiElimina
  37. Da sempre, credo, odio questi comportamenti elencati nelle 12 regole... mi viene il dubbio che tutto quello che sta passando L'Italia sia dovuto ad una mamma che invece di queste regole ha fatto il suo Vangelo... o no?

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...