19/11/10

53

20 NOVEMBRE: Giornata mondiale dell'infanzia


Il 20 novembre 1989 è una data di grande importanza per i bambini di tutto il mondo:
quel giorno l’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) approvò, dopo vari anni di lavoro, la Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia.

Si tratta di un documento che stabilisce quali sono i diritti dei bambini e che cosa si deve fare per rispettarli e attuarli; ma, più in generale, riguarda il rispetto e la salvaguardia di tutti i minori, dal momento che, come precisa il suo art. 1, «S’intende per fanciullo ogni essere umano avente età inferiore a diciott’anni».

DIRITTI

Secondo la definizione della Convenzione sono "bambini" (il termine inglese "children", in realtà, andrebbe tradotto in "bambini e adolescenti")

gli individui di età inferiore ai 18 anni (art. 1),

il cui interesse deve essere tenuto in primaria considerazione in ogni circostanza (art. 3).

Tutela il diritto alla vita (art. 6),

nonché il diritto alla salute e alla possibilità di beneficiare del servizio sanitario (art. 24),

il diritto di esprimere la propria opinione (art. 12)

e ad essere informati (art. 13).

I bambini hanno diritto al nome, tramite la registrazione all'anagrafe subito dopo la nascita,

nonché alla nazionalità (art.7),

hanno il diritto di avere un'istruzione (art. 28 e 29),

quello di giocare (art. 31)

e quello di essere tutelati da tutte le forme di sfruttamento e di abuso (art. 34).


In un tempo relativamente breve e pur con parecchie incertezze ed assenze di Stati anche importanti, numerosi paesi, compresa l’Italia, hanno aderito alla Convenzione, garantendo, almeno formalmente, l’impegno del loro governo e dei loro cittadini a proteggere i fanciulli: così finalmente essa entrò in vigore il 1° settembre 1990.


Prima di tutto è necessario «vivere» i diritti umani, creare intorno al bambino un clima su sereno da permettere l’instaurarsi di rapporti basati sul rispetto e sull’ascolto reciproci.
Sono fondamentali, perciò, gli atteggiamenti che gli adulti assumono, dal tono della voce alla coerenza tra le loro affermazioni e le loro azioni.
Vivere i diritti umani significa anche creare un ambiente che stimoli la creatività, il senso critico e la partecipazione dei ragazzi, affinché tutti possano esprimere le proprie potenzialità e siano accettati per quello che sono.

E questi obiettivi, se perseguiti, evitano che un bambino diventi un delinquente.

53 commenti:

  1. Già da 20'anni è entrata in vigore...
    Ma quanto sopprusi ancora questi bambini debbano sopportare! preghiamo per il Santo Natale che illumini coloro che possano fare rispettare questa sacrosanti leggi. Buona serata cara Stella!!! tante volte vorrei chiamrti Gianna! ma Stella è più bello, Tomaso

    RispondiElimina
  2. Grazie Stella per ricordarci questo che è tanto importanti. Speriamo che i diritti dei bambini e i diritti umani si avverino, perché fino ad oggi si è riuscito a realizzare molto poco. Un caro saluto

    RispondiElimina
  3. Condivido in pieno, cara Maestra Gianna, le tue riflessioni finali: clima sereno nell'ambiente in cui i ragazzi vivono, senso di responsabilità dell'adulto nei comportamenti e nelle parole, sviluppo armonico dell'autonomia e del senso critico dei ragazzi.

    Purtroppo molti di questi diritti sono violati o non sono tenuti nella dovuta considerazione.

    Bene venga dunque questa giornata di riflessione :-))

    RispondiElimina
  4. E' stato fatto molto per i bambini e adolescenti, ma la strada è ancora lunga...
    Tu come insegnante hai un compito importante per la crescita di questi fanciulli che saranno il nostro futuro!

    RispondiElimina
  5. Dolce Stella, nel nostro paese, in posti meno agiati, esistono ancora ragazzi che vengono impiegati in umili lavori ed a stento frequentano una scuola, ancor oggi vedo appresso a qualche mandria di pecore, dei ragazzini intorno ai dieci anni che devono badare agli animali e purtroppo crescono male con scarsa educazione e cultura, quindi i diritti per molti di loro restano solo sulla carta.
    Ti abbraccio e ti auguro che il tuo impegno per il sociale venga accolto di piu'.
    gaetano

    RispondiElimina
  6. Quoto gaetano e mi auspico che i soliti diritti non siano per i soliti bambini bianchi belli puliti, occidentali......

    RispondiElimina
  7. i bambini e l'educazione -nel senso più ampio del termine- sono il futuro... su questo si dovrebbe investire!

    RispondiElimina
  8. Curiosa está comemorando
    Agradeço a sua companhia e visita. Agora conquistante mais um selinho. 121 mil visitas. Lhe ofereço com muito carinho.
    Amigos são como Você, são para sempre! SÃO ETERNOS.
    muito obrigada por estar junto comigo nesta comemoração.Estou muito feliz.Sei que fazes parte deste Jardim.
    És minha flor mais preciosa. cheia de perfume e cor. Obrigada.
    Carinhosamente,
    Sandra

    RispondiElimina
  9. Michele pianetatempolibero20 novembre 2010 07:53

    grazie Stella che mi ricordi questa data fondamentale!
    W i bambini sono il nostro futuro
    Massimo rispetto ed aiutiamoli a crescere serenamente
    in questo mondo difficile
    ciao
    Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  10. Sono daccordissimo su quanto hai riportato cara Gianna,è vero,nessuno ha la bacchetta magica,ma con piccoli gesti da parte di tutti,possiamo sostenere la lotta per i diritti dei futuri uomini.Un bacione,buon Sabato Gianna!

    RispondiElimina
  11. Buongiorno Stella, è curioso per non dire triste che gli esseri umani abbiano bisogno di regole scritte per trattare in modo adeguato i bambini,dovrebbe essere istintivo, ma tanti questo istinto sembra l'abbiano perso. Mi auguro che questa impalcatura di sostegno abbia dei risultati proficui!
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  12. Ciao Stella..il Tuo impegno sociale in cose nobili, Ti contraddistingue da sempre. Un grande abbraccio a tutti i Bambini del mondo e un baciotto a Stellina.

    RispondiElimina
  13. Grazie per la sensibilità che riponi nel ricordare a tutti noi una data così importante... un augurio per l'avvenire dei nostri bimbi!!!
    Ciao Stella carissima un abbraccione per augurarti un felice fine settimana!!!

    RispondiElimina
  14. Grazie Stella di ricordarci queste cose, e ancora complimenti per il tuo blog, vivace e colorato, tenero e profondo...una gioia per gli occhi e per il cuore.
    Buon Weekend!!!

    RispondiElimina
  15. speriamo che queste giornate non rimangano solo carta straccia

    RispondiElimina
  16. Cara Stella, oggi posterò la poesia di Natale e spero che ti piaccia e che vorrai pubblicarla.
    Ora devo scappare, ma ripasso dopo, che mi sono persa gli ultimi tuoi due post!
    Bacioni
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  17. Tomaso purtroppo è vero ciò che affermi...

    RispondiElimina
  18. Antonio, riflessione...per rimboccarsi veramente le maniche...

    RispondiElimina
  19. Ciononostante, quanti diritti vengono ancora disattesi ...! :(

    RispondiElimina
  20. Purtroppo girandomi da ogni parte ho l'impressione di scorgere diverse "belle carte" ma di diritti realmente tutelati, almeno per i più deboli, ne vedo pochini :(
    Così come penso che una civiltà "veramente" evoluta non abbia bisogno di carte che rivendichino i diritti dei bambini... quelli dovrebbero essere impressi a fuoco nel dna di tutti... ma visto il nostro grado di civiltà è di certo una bellissima cosa averne una!
    Buon fine settimana Stella :)

    RispondiElimina
  21. Stella, abbiamo postato la poesia per la tua vetrina! Bacioni e a più tardi, oggi sto correndo!
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  22. Elisa, alla base dell'insegnamento è fondamentale l'obiettivo della crescita dei bambini...

    RispondiElimina
  23. Gaetano, soprattutto per i bambini da te descritti, bisogna lottare...

    RispondiElimina
  24. Mara i diritti dovrebbero essere per tutti i bimbi del mondo, certamente!

    RispondiElimina
  25. Cara Stella il tuo post mi ha fatto riflettere su temi che avevo letto nei giornali, e perciò ho pubblicato un post anch'io sul tema. Se vuoi leggerlo in http://lucenelcuore.blogspot.com/ Un caro saluto

    RispondiElimina
  26. specificherei che hanno diritto ad avere una "buona istruzione",con una organizzazione tale da poter permettere a noi docenti di attivare ampliamenti e approfondimenti dell'offerta formativa.
    Ma forse chi ha scritto questi diritti non sa cosa ha fatto la Gelmini!!!!!!
    kiss
    Lella

    RispondiElimina
  27. Quante belle parole in questi giorni.......però mi piacerebbe che tutti i bambini fossero rispettati e amati ogni giorno dell'anno in ogni angolo della terra.......e non solo perchè è scritto in una convenzione........

    RispondiElimina
  28. Federica, perchè non viene recepito questo messaggio importantissimo?

    RispondiElimina
  29. Complimenti Sandra!
    Buona domenica con un bacio.

    RispondiElimina
  30. Michele, mi associo al tuo appello.
    Buona domenica.

    RispondiElimina
  31. Alla mia sensibile Shiri sorrisi e coccole...

    RispondiElimina
  32. Sciarada, ma neanche nero su bianco... aiuta a riflettere, magari.

    RispondiElimina
  33. Paola grazie, altrettanto a te con un abbraccio caldo.

    RispondiElimina
  34. Annamaria, mi rispecchia.

    Grazie!

    RispondiElimina
  35. GM, non ho niente da aggiungere al tuo commento...
    Baci

    RispondiElimina
  36. non sempre sono rispettati...troppi bambini soffrono ancora per le indifferenze e l'egoismo degli adulti, purtroppo!

    RispondiElimina
  37. Mirta, il tuo post è molto completo.
    L'ho letto.

    RispondiElimina
  38. Raggio...chi è a contatto direttamente con i bimbi si rende conto meglio...della situazione dei non diritti.

    RispondiElimina
  39. Ancora troppi bambini soffrono al mondo,speriamo che questi diritti vengono rispettati e non rimangono solo sulla carta.Serena notte a presto

    RispondiElimina
  40. Concordo con Tomaso,da 20 anni è in vigore cavoli vedo che è servita a molto! Se ne sentono ogni giorno di tutti i colori! Quanta ipocrisia in tutto!
    Auguri ai bambini ne hanno bisogno non solo a Natale! Baci Stella( sempre d'accordo con Tomaso,stella è un vezzeggiativo affettuoso!) Ciao!

    RispondiElimina
  41. Lavoriamo tutti per un mondo in cui questi diritti non abbiano più bisogno d'essere enunciati perchè realmente garantiti. E per fare questo cominciamo giorno per giorno nel nostro quotidiano con costanza e coerenza.
    Grazie Giannina.

    RispondiElimina
  42. Grazie Rita. Sei molto gentile.

    RispondiElimina
  43. E da una Giornata che l'impegno sia di tutti i giorni!

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...