19/01/10

51

Lettura anche per chi non crede in Dio

JANE CLAYSON

Proprio ora ho ricevuto questa mail che desidero condividere con voi.

E' da da leggere molto attentamente, tra l'altro si riallaccia al post precedente...

Buone riflessioni a tutti!



UNA INTERVISTA DELLA TV AMERICANA

Jane Clayson ha chiesto ad una ragazza orfana la causa della tragedia delle Twin Towers:

" Dio come ha potuto permettere che avvenisse una sciagura del genere? "

La risposta...

che ha dato è estremamente profonda ed intelligente: "Io credo che Dio sia profondamente rattristato da questo, proprio come lo siamo noi, ma per anni noi gli abbiamo detto di andarsene dalle nostre scuole, di andarsene dal nostro governo, di andarsene dalle nostre vite. Ed essendo Lui quel gentiluomo che è, io credo, che Egli con calma si sia fatto da parte. Come possiamo sperare di notare che Dio ci dona ogni giorno la Sua benedizione e la Sua protezione se Gli diciamo:"lasciaci soli!" Considerando i recenti avvenimenti... attacchi terroristici, sparatorie nelle scuole... ecc. penso che tutto sia cominciato quando 15 anni fa Madeline Murray O'Hare ha ottenuto che non fosse più consentita alcuna preghiera nelle nostre scuole americane e le abbiamo detto OK.

Poi qualcuno ha detto: "E' meglio non leggere la Bibbia nelle scuole"... (la stessa Bibbia che dice: Tu non ucciderai, Tu non ruberai, ama il tuo prossimo come te stesso) e noi gli abbiamo detto OK.

Poi, il dottor Benjamin Spock ha detto che noi non dovremmo sculacciare i nostri figli se si comportano male perché la loro personalità viene deviata e potremmo arrecare danno alla loro auto-stima, e noi abbiamo detto "Un esperto sa di cosa sta parlando" e così abbiamo detto OK.

Poi, qualcuno ha detto che sarebbe opportuno che gli insegnanti e i presidi non puniscano i nostri figli quando si comportano male, e noi abbiamo detto OK.

Poi alcuni politici hanno detto: "Non è importante ciò che facciamo in privato purché facciamo il nostro lavoro" e d'accordo con loro, noi abbiamo detto OK.

Poi qualcuno ha detto: "Il presepe non deve offendere le minoranze", così nel famoso museo Madame Tussaud di Londra al posto di Maria e Giuseppe hanno messo la Spice Girl Victoria e Backam e noi abbiamo detto OK.

E poi qualcuno ha detto: "Stampiamo riviste con fotografie di donne nude e chiamiamo tutto ciò "salutare apprezzamento per la bellezza del corpo femminile"". E noi gli abbiamo detto OK.

Ora ci chiediamo come mai i nostri figli non hanno coscienza e non sanno distinguere ciò che è giusto da ciò che è sbagliato. Probabilmente, se ci pensiamo bene noi raccogliamo cio che abbiamo seminato.

Buffo come è semplice per la gente gettare Dio nell'immondizia e meravigliarsi perché il mondo sta andando all'inferno.

Buffo come crediamo a quello che dicono i giornali, ma contestiamo ciò che dice la Bibbia.

Buffo come tutti vogliono andare in Paradiso, ma al tempo stesso non vogliono credere, pensare e fare niente di ciò che dice la Bibbia.

Buffo come si mandino migliaia di barzellette via e-mail che si propagano come un incendio, ma quando si incomincia a mandare messaggi che riguardano il Signore, le persone ci pensano due volte a scambiarseli. Buffo come tutto ciò che è indecente, scabroso, volgare e osceno circoli liberamente nel cyberspazio, mentre le discussioni pubblicate su Dio siano state soppresse a scuola o sul posto di lavoro.

Buffo come a Natale nelle scuole la recita per i genitori non possa più essere sulla natività ed al suo posto venga proposta una favola di WaltDisney.

Buffo come si stia a casa dal lavoro per una festività religiosa, e non si conosca nemmeno quale sia la ricorrenza.

Buffo come qualcuno possa infervorarsi tanto per Cristo la domenica, mentre è di fatto un cristiano invisibile durante il resto della settimana.

Buffo che quando inoltri questo messaggio tu non ne dia una copia a molti di quelli che sono nella tua lista degli indirizzi perché non sei sicuro del loro credo o di cosa penseranno di te per il fatto di averglielo mandato.

Buffo come posso essere più preoccupato di ciò che pensa la gente di me piuttosto che di ciò che Dio pensa di me.

51 commenti:

  1. Cara Stella vedo che sono il primo che cammenta questo post, difficile dare una risposta, se anche sembra facile, la mio opinione è che dio ci a fatto nascere in un posto sulla terra! posti sicuri e posti meno sicuri.... dopo è l'uomo che ha sbagliato tutto! per il suo egoismo, un abbraccio,
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Tomaso sei il primo, questa volta non hai fatto la coda...

    Caro amico, hai pure ragione.

    RispondiElimina
  3. Ci sarebbe da scrivere un libro su questi argomenti, io da credente ho dato semplicemente una mia opinione.
    Un abbracio ca ra Stella io ti voglio bene come un'amica del cuore, e sai il cuore ha tanto posto dire infinito,credimi, se qualche volta ho delle piccole contrarietà sono
    semplici opinioni pesonali.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Buon giorno Stellina,
    Commentare impossibile.
    Riflettere tanto!
    Molto veriterio....
    Ho letto con vero interesse!

    [ e vero, se penso, e vorrei essere sincera, anche io, dopo la morte di mio merito, era molto ma molto arrabbiata con Dio][...]
    ma vorrei lasciare questi pensieri, dal mio diario...

    **
    Sono una persona adulta.
    Devo accettare la realtà.
    Non sono adulta.
    Non riesco ad accettarla.
    Non ho voglia di vivere..
    Dove sei, Dio? Mi stai ascoltando? Aiutami. Ti prego aiutami.Guardami, Dio.
    Siamo tutti parte del tuo universo e, se moriamo, una parte del tuo universo muore con te.
    I giorni passavano lentamente, nel buio, poi la luce e come una vortice senza fondo...
    il vuoto...e ritorno nel nulla.
    Lui era dappertutto.
    Era nel canzoni che sentivamo, era nel letto accanto a me, quando l'alba mi trovava ancora sveglia. "ho dovuto alzarmi presto stamattina tesoro"
    La sua voce mi arrivava nitida.Cominciò a parlare con lui. Lui poteva sentire? Non lo sapevo.C'era un Dio? C'era un dopo?
    O era solo una favola?

    Qualche parte ho letto una frase, che mi si era rimasto impressa; "Senza un Dio, l'uomo non è neppure molto interessante."
    La notte piangevo ciò cha avevo perso per sempre. Ma non ne ricavavo alcun conforto.Tu non sei qua pensavo.
    Dimmi dove sei. Ti prègo. Non ce la faccio piu qua senza di te, tesoro.
    Mi cercavano di consolarmi, "lui è in pace" mi dicevano. E centinaia di altre frasi fatte.
    Le facili parole di conforto, solo che non c'era conforto. Non adesso. Mai piu!
    Tutti moriremo.
    La gente camminava tranquilla per le strade. Ridono, gli idioti... e stanno tutti morendo.
    Le loro ore erano contate e sprecavano il tempo a giocare e a discutere di cose futili. Svegliatevi! volevo urlare.
    La terra e il mattatoio di dio e noi siamo il suo bestiame.
    Non sanno ciò che accadrà a loro e a quelli che amano?

    La risposta mi arrivo lentamente, dolorosamente, attraverso i pesanti veli neri del mio dolore.
    Certo che lo sapevano.
    Ma il loro giochi erano una forma di sfida, che nasceva dalla consapevolezza che la vita era limitata, che tutti dovevano affrontare lo stesso destino;
    e piano piano la paura e la rabbia si fusero e si trasformarono in stupore davanti al coraggio degli essere umani oggi...

    **
    ecco, ...oggi entrando qua, volevo solo lasciarti un abbraccio, ma poi...
    si, oggi uscendo da questa scatoletta, lo so gia, continuerò a pensare ...

    un caro abbraccio, vi auguro una serena giornata,
    lisa

    RispondiElimina
  5. Stella potrebbe avere ragione
    pero' e' difficile, difficilissimo
    noi, o meglio io sono un umano no un 'divino', un ?angelo' solo un piccolo umano
    quindi ragiono come un umano: e' difficile, difficilissimo
    Pero' speriamo che abbia ragione lei
    buona giornata
    Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  6. Saggi spunti di riflessione!

    Grazie Stella :O)

    RispondiElimina
  7. Una lettera stupenda, che mi ha fatto molto riflettere.

    Grazie di averla postata :-)

    RispondiElimina
  8. TI RISPONDO CON UN PASSO DEL MIO RACCONTO AUTOBIOGRAFICO...
    ....Mi chiedo perchè si è creato questo circolo vizioso in cui uno è costretto a stare al passo con la società, poi, quando ormai crede in quei "valori", critica a sua volta chi non fa come vuole lui… La società siamo noi, le famiglie, o un gruppo di persone che non hanno legami stretti tra loro, che comunque si giudica, spesso ingiustamente, così come spesso, ahimè, devo ammettere, ho fatto anche io con i miei figli o parenti, o con gli estranei. Mi sono fermata alle apparenze, ho visto solo la superficie. Perchè l’ho fatto? Forse anche io sono entrata a far parte di quello stupido meccanismo che crede alle cose materiali. Eppure mi sembra di no, mi sembra di crede ancora in quei valori dei nostri nonni, credo nell'aiuto reciproco, nella fedeltà.
    Mi domando spesso dove andrà a finire il mondo… come si metteranno le cose. La mia risposta è immagino non troppo bene. Tutta questa tecnologia che da una parte ci ha fatto evolvere con passi da gigante, inventando la televisione per prima, ha avuto un grande ruolo in tutto questo processo degenerativo. I nostri figli crescono pensando di avere il mondo in pugno, eppure sono così sprovveduti e ingenui…Sono cresciuti davanti alla scatola quadrata, in cui credevano di vedere il mondo vero, la realtà, ma non era altro che un appannaggio. Dentro, non c’era il vero mondo, e tuttora c’è ancora qualcuno che crede a quello che dicono i giornalisti, i critici, i vip, i politici, ama i gossip, il voyeurismo in diretta, non sapendo, per quanto riguarda i giornalisti e i politici, che quello che stanno sentendo non sono i fatti, ma solo una loro interpretazione, una realtà alterata dal potere e dalla celebrità che noi per primi abbiamo concesso loro. Per alcuni giovani i libri di scuola, non servono più, poiché imparano cose meno utili che danno meno dispendio di energie, come la nuova storia d'amore tra due vip o un nuovo stile dell'alta moda. Nessuno muove un dito per far cambiare le cose, sembra quasi che le incentivino...anzi...le incentivano.
    I bambini continuano a crescere nell'epoca della tv spazzatura, dove tutto quello che si dice è vangelo e i genitori li lasciano soli a fantasticare, a volte soli con le loro stese paure perché presi dallo stress della giornata e non sentono più il bisogno di dialogare o di raccontargli una fiaba. Io spesso l’ho fatto coi miei figli, e ancora, alcune volte M... mi chiede di sdraiarmi sul suo letto e di inventarle qualche fiaba. Le cose importanti della vita, quelle si vivono, si devono vivere, si deve sperimentare, così come abbiamo fatto noi da bambine, nonostante i nostri genitori, non stessero sempre accanto a noi a spiegarci tutti i perché e i per come della vita.
    C..., per esempio, è un ragazzo di quasi diciannove anni, bravo a scuola, con dei valori, crede nell'amore eterno, nella fedeltà, e stato visto come uno sfigato, solo perchè non vestiva alla moda. Spesso in passato, si è sentito un diverso, frustrato e poco apprezzato. Questo a fattosi che si chiudesse in se stesso e gli altri non riescono ad aiutarlo perchè lui non crede, e non vuole essere aiutato da una società così.
    Io ai miei figli, oltre a farli divertire, ho cercato di educarli. Ho cercato di creare dei sogni per la loro vita. Non un sogno materialista...ma un qualcosa che potesse restargli per sempre: il segreto dell’amore e il valore della famiglia, così come i miei genitori hanno fatto con me.

    CIAO Stella a presto
    Lilly

    RispondiElimina
  9. giorno Stella splendente...come sto oggi?bene!Tranne il fatto che adesso,quando mi chiederanno quanti anni ho,dovrò dire questo numero iniziando con Q........prima invece era T........
    Ma alla fine se ci pensi è solo questione di lettere!
    Sul tuo post,hanno già detto tutto e sono daccordo con Tomaso...l'uomo è l'artefice del suo destino!
    Baci Lucia

    RispondiElimina
  10. Più che buffo è triste Stella, io sto facendo un viaggio a ritroso, lo sai il perchè Stella? Voglio tornare ad essere come quando da bambina mi faceva rabbia S Tommaso, che aveva sempre bisogno di prove e controprove, così faceva ancora male a Gesù infilando il dito nella sua ferita, io amo la scienza, ma sono, anzi siamo anche qualcosa d' altro.
    Il dottor Spock, quanto mi ha fatto vergognare perchè ero "cattiva" con mio figlio, finchè un giorno ho incontrato all' ospedale il Cardinal Ersilio Tonini, allora era vescovo,si fermò e volle sapere perchè mi trovavo all' ospedale con un bambino piccolo, il suo accompagnatore sbuffava, ma Tonini fece conto di non vedere e continuò a parlarmi, poi chiese a mio figlio se io ero una buona mamma, lui rispose......mica tanto mi sgrida sempre e mi da anche gli schiaffi.... io Stella ero diventata rossa, mi sentivo il fuoco per la vergogna, Tonini rispose così....tua madre ti sgrida perchè ti vuole molto bene, se non le importasse niente di te, non le importerebbe che tu ti comportassi male, ma siccome di te le importa molto ecco che lei ti sgrida perchè vuole il tuo bene, hai capito?.....tu credici se vuoi ma anche se è stato un breve è stao un incontro importante.
    Ciao Stella......post bellissimo.

    RispondiElimina
  11. non siamo contenti della società in cui viviamo, quindi ognuno dovrebbe avere il coraggio di ripristinare quei valori che ha perduto nel tempo. da credente, dico che il primo passo da fare è quello di ritrovare l'amore per Dio ed il rispetto per la sua legge. facendo questo, automaticamente rispetteremo gli altri e la natura. incominciamo nella nostra famiglia, nel posto di lavoro, con gli amici...costruiremo una realtà in cui ritorneranno quei valori che riveluteranno nuovamente l'uomo. io ci provo ogni giorno!

    RispondiElimina
  12. Cara Stella premetto che sono credente,anche se laico in varie situazioni .Come credente ti direi che il mondo si allontana da Dio ogni giorno ,non vuol dire niente rispettare i precetti e poi far del male nella vita di tutti i giorni.Come laico,ti rispondo che il mondo ha bisogno di un cambiamento dove tutti ci dobbiamo sentire uguali e liberi,accettando e rispettando il prossimo senza distinzioni di razza,credo e opinione; basterebbe leggere i diritti umani ed inoltre rispettare la natura e la madre Terra.Con questi ingredienti il mondo cambierà in positivo e questo vale anche per chi non crede.
    Grazie dei tuoi post di attualità veramente temi di discussioni di varie opinioni.Ti auguro una serena giornata,saluti a presto.

    RispondiElimina
  13. Buffo e anche tanto terribile! Un mondo senza Dio è un mondo VUOTO...
    Sorellina dobbiamo darci da fare molto per far tornare il Signore ad abitare nei nostri cuori e nelle nostre case....
    Grazie per questo post!
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  14. ciao sono Nika, faccio parte di un gruppo carismatico,nn so se hai mai sentito il rinnovamento nello Spirito, cmq vorrei kiederti se posso postare qesto sul mio blog??? xkè è la risp a tante domande ke mi rivolgono, fammi sapere x favore e vieni a trovarmi sul mo blog!!! http://nikasdreams.blogspot.com/
    un abbraccio nel Signore!!!

    RispondiElimina
  15. Questo è un post efficacissimo cara stella...diciamo troppe volte "OK", esplicitamente o no, anche solo accondiscendendo...purchè non venga turbato il nostro quieto vivere, a volte ergendo palizzate affinchè il nostro orticello non venga coinvolto da ciò che succede fuori, come se non ci riguardasse minimamente. la conseguenza è purtroppo questa, carenza di valori a qualunque livello.
    Come sai io sono ottimista, ma per ricondurre a sani principi uno stile di vita occorre rimboccarsi le maniche, e da subito!

    Ciao, un bacione.

    RispondiElimina
  16. Tomaso caro, ti voglio bene anch'io!

    RispondiElimina
  17. Lisa(poeslandia) ti ringrazio infinitamente della tua testimonianza completa, in parte sapevo...
    Capita di essere dubbiosi in determinati momenti, ma poi proprio la forza della Fede ci aiuta a risollevarci.
    Ti ammiro molto, per il calore umano che sai donare a tutti.
    Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
  18. Michele siamo tutti esseri imperfetti, ma forniti di ragione...

    RispondiElimina
  19. Grazie a te amicus.
    Buona serata.

    RispondiElimina
  20. Lilly ho apprezzato molto le tue considerazioni; considerazioni che mi rispecchiano in pieno...
    Costa sacrifici educare i figli e non dire sempre sì, assecondandoli...
    Certamente occorre che tutti collaboriamo, se vogliamo davvero salvare qualcosa.
    Sono felicissima di avere conosciuto una persona vera come te.
    Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
  21. grazie cara per essere diventata una mia sostenitrice!!!! e grazie per questi post
    ciaoooooo
    xoxoxo

    RispondiElimina
  22. Lucia ed io che da c sono passata a s?

    L'importante è stare bene...
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  23. Teo anche un incontro brevissimo può segnare...e ti credo.
    Buffo, naturalmente in senso ironico...

    Crescendo si matura e si rivedono determinate idee.
    Sono felice che abbiate condiviso le vostre esperienze.

    RispondiElimina
  24. Angelo, vedi i risultati, infatti...

    RispondiElimina
  25. Il tuo laicismo è religione, caro Cavaliere.
    Grazie e buona serata.

    RispondiElimina
  26. Marina si può tentare, ma se la consapevolezza che qualcosa non funziona non parte dall'intimo di ciascuno di noi, è difficile costruire...Fatti e non parole, pure da parte del clero.
    Bacioni sorellina.

    RispondiElimina
  27. Nika, certamente.
    Piacere di conoscerti.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  28. Sirio, il tuo commento non fa una piega!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  29. ciao Stella...ritorno per dirti solo che il tuo regalino è pronto,partirà appena avrò un paio di cose da spedire!
    Baci Lucia

    RispondiElimina
  30. Lucia, tesoro, grazie sarò paziente.
    Fai con comodo.
    Bacio.

    RispondiElimina
  31. Raggio, il tuo commento è encomiabile!

    RispondiElimina
  32. a questo porta non saper usare il libero arbitrio....

    RispondiElimina
  33. Ciao Stella,bello il tuo post,per riflettere e guardarsi dentro.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  34. Aglaia, il mondo è malato di materialismo...

    RispondiElimina
  35. Molto discutibili le risposte di questa ragazza , su certe un po' concordo , su altre mi trova decisamente su posizioni diverse . Senza contare che Dio non permette proprio niente , non è nè il vendicatore nè il giustiziere della notte . Semplicemente il male trionfa sul bene , non più che in altri periodi della storia , perchè la sete di potere e di ricchezza è insita nell'essere umano , e per raggiungerli si è disposti a fare di tutto .
    Buona notte Stella e a presto.

    RispondiElimina
  36. Paola, Dio non è vendicativo, nè giustiziere, sono d'accordo.
    Dio è AMORE.

    RispondiElimina
  37. Gli atti dell'uomo sono sempre imputabili all'uomo, che spesso giunge anche a provocare tanto l anatura da vederla rivoltarsi contro. Il nostro libero arbitrio è totale, al di là di ogni credo.
    L'essere umana sempre più si allontana sall'essenza di se, figuriamoci da Dio o spiritualità, con qualunque nome vogliamo dargli.
    Riscoprire i valori essenziali, semplici ci aiuterebbe in un epoca tanto complicata a non perdere di vista ciò che realmente conta.
    Un bacio mia cara

    RispondiElimina
  38. Ciao sorellina, un passaggio veloce per augurarti una buona giornata!

    RispondiElimina
  39. Un post davvero molto interessante e sul quale soffermarci a riflettere...
    Un bacione a te.
    Cinzia

    RispondiElimina
  40. ciao Stella
    eccomi di ritorno dopo una serie di sfortunati eventi ...

    ^_______________^

    RispondiElimina
  41. Fel, ci rimette chi nei veri valori crede!

    RispondiElimina
  42. Pupottina mi dispiace...
    allora in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  43. Tutti noi dovremmo riflettere su questa lettera, a maggior ragione noi che nel ruolo di genitorio lavoriamo inevitabilmente per il futuro del mondo. Mi piacerebbe linkarla nel mio blog ma non so se posso....

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...