16/01/14

57

...io sono stato il derubato


Il professor Matthew Henry stava rincasando dall'Università, 
quando a pochi metri dacasa sua si trovò davanti una canna di pistola puntata contro gli occhi. 
Dietro la pistola
c'era un rapinatore con il volto coperto che gli intimò di consegnargli borsa e portafoglio.
 Lo fece e il rapinatore si dileguò rapidamente nell'oscurità.

Ancora spaventato dalla spiacevole esperienza, quella sera si sedette alla scrivania 
e scrisse questa preghiera:

«Signore, oggi sono stato derubato.
So che devo ringraziarti per molte cose.

Per prima cosa ti ringrazio di non essere mai stato rapinato prima, e in un mondo
come questo è quasi un miracolo.

In secondo luogo voglio dirti grazie perché mi hanno
portato via solo il portafoglio che, come sempre, conteneva solo pochi soldi, e una
vecchia borsa piena di carta.

Ti voglio ringraziare anche, Signore, perché non c'erano con me mia moglie e mia figlia,
 che si sarebbero spaventate molto e anche per il fatto che ora non devono piangere per me.

Infine, Signore, voglio ringraziarti in modo particolare, perché io sono stato il derubato
 e non il ladro».
Il modo più semplice ed efficace per lottare contro la sofferenza consiste nel non essere noi
 causa di sofferenza

dal libro che sto leggendo : " dieci motivi per essere cristiani" - Bruno Ferrero

57 commenti:

  1. Grandissimo messaggio, cara Gianna, il tuo di oggi.
    Grazie, buona giornata.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Antonella, appena ho letto il brano ho subito pensato di condividerlo.

      Buon fine settimana.

      Elimina
  2. .... è difficile, ma non impossibile!!!
    buon pomeriggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Ines, non sempre si riesce a portare a termine degli obiettivi prefissati.
      La scuola insegna...

      Bacioni e buona domenica.

      Elimina
  3. Bisogna pensare sempre che poteva andare peggio!Ciao,Gianna,buon pomeriggio!Rosetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa, infatti, se il rapinatore avesse sparato...
      Anche per questo, oltre che per i suoi cari, il professore si è messo a pregare.

      Buona domenica con un bacio.

      Elimina
  4. bellissimo questo spazio che ci dedichi attraverso il tuo blog, ci sono sempre citazioni che fanno riflettere
    buona lettura cara Gianna e penso che lo cercherò anche io in biblioteca
    ciao Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu mi conosci da poco Valeria, ma cerco di inviare sempre messaggi positivi...

      Bacio e a presto.

      Elimina
  5. Ciao Gianna,
    Ferrero racconta qualcosa di vero e anche importante. Certo guardare il lato positivo delle cose aiuta perchè il soffermarci sulle negatività ci affossa sempre più, però non è facile farlo.
    Un abbraccio ciao ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' così, cara Audrey, reagire, bisogna reagire sempre !

      Buona domenica con un abbraccio.

      Elimina
  6. Sapere di essere causa di sofferenza è devastante, mi auguro di non dovere provare questa sensazione.
    Buon fine settimana
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordo Sabry.

      Bacioni e buona domenica!

      Elimina
  7. una bella, bellissima riflessione!!! grazie Lory

    RispondiElimina
  8. ciao Gianna, sempre belle le tue storie, complimenti, bisogna guardare il lato positivo delle cose anche non piacevoli, un altro modo di vedere le cose sicuramente piu' cristiano, diciamo infatti spesso, nella disgrazia e' andata bene, dobbiamo ringraziare qualcuno che ha guardato giu', ciao baci rosa a presto, buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appunto !

      Guardare il lato positivo in ogni avvenimento...e sai quante volte mi sono detta: non tutti i mali vengono per nuocere?

      Baci Rosa e a presto.

      Elimina
  9. molto molto bello!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Grande uomo e grande spiritualità..da povera anima , non avrei fatto le stesse giuste osservazioni..
    Bacio dolce Giannina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però, si può riflettere, Nellina...

      Bacio.

      Elimina
  11. Senza offesa, ma è un pò troppo fuori dalla realtà: per quanti sforzi facciamo, è impossibile non soffrire nè essere colti da un momento d'ira. Non siamo Dio nè Buddha nè Allah: perchè non proporre una storia più umana, con sentimenti veri?
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Soffriamo e ci adiriamo, chi lo nega?

      Tutto sta a non soccombere...

      Proporre altro?

      Non ne sono capace, non sono alla tua altezza.

      Un abbraccio.

      Elimina
  12. Parole sagge e riflessione da uomo molto moderato, cara Gianna, sai ti confesso che a volte sono stato raggirato e non me la sono presa più di tanto, però mi è servito da insegnamento, ma dove più ringrazio Dio è quando vedo degli incidenti mortali, ho detto sempre; Signore fa che non sia mai causa di morte per nessuno, e ti dirò che nel passato viaggiavo molto.
    Ti abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente, ti è chiaro e lo vivi il messaggio di questo post.

      Buona domenica con un bacio, Gaetano.

      Elimina
  13. Quando è successo a me ...non ho pensato esattamente questo e credo sia molto difficele se non impossibile pensarlo, anche perchè, secondo me, non è giusto scusare le cattive azioni altrui. Ma questa è solo la mia oppinione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusare le cattive azioni no, ma pensare che poteva andare peggio, questo sì, Adry.

      Buona domenica con un abbraccio.

      Elimina
  14. Io a mente fredda potrei pensare che avrebbe potuto anche andare peggio. Però non lo so se riuscirei a pregare e ringraziare perché non mi ha sparato.
    Sembra quasi un invito a porgere l'altra guancia.
    Io ho solo due guance da porgere, dopo mi posso incazzare? :-)
    Buona giornata cara Gianna un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Enri, da un po' che non eri più spiritoso o mi sbaglio?

      Col sorriso ti abbraccio.

      Elimina
  15. Neppure io sarei così brava a scusare questi comportamenti.

    Buon venerdì cara.

    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusarli no, Kylie; ma pensare che poteva andare peggio, questo sì.

      Baci e buon fine settimana-

      Elimina
  16. Cara Gianna, questo è un insegnamento per riuscire a vedere sempre il bicchiere mezzo pieno.
    Spesso ci demoralizziamo anche per le piccole sciocchezze, ma da un po’ di tempo sto imparando a vedere il lato positivo, perchè penso che tutto ciò che ci accade non è mai per caso… non sempre ci riesco, ma almeno ci provo… solo alla cattiveria umana, credo che non mi adeguerò MAI!!
    Un forte abbraccio e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Betty, pure io cerco di vedere il bicchiere mezzo pieno.
      Quando succede qualcosa di molto spiacevole, sul momento ci resto male e poi capisco che non tutto il male vien per nuocere.
      Comprendo e perdono gli errori altrui, ma detesto anch'io la cattiveria.

      Abbraccio grande e buona serata.

      Elimina
  17. ciao gianna sai e' un messaggio forte che lanci oggi e molto profondo! sai anche a me e' capitata una storia simile anche se peggiore di quella che hai raccontato e sono viva per miracolo.....un vero miracolo....
    sono scampata ad una violenza-rapina ..........ma Dio mi ha assistita e ne uscii senza neanche un graffio solo tantissima paura!!

    baci buon pomeriggio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Nan, che brutta esperienza!
      E dopo lo scampato pericolo, penso che una preghierina di ringraziamento tu l'abbia rivolta al Signore.

      Ti abbraccio forte.

      Elimina
    2. si Gianna ringrazio sempre Dio per quel pericolo scampato...... e' stato un vero miracolo!!
      un abbraccio serena domenica!! :)

      Elimina
  18. Cara Gianna, ci vuole molto coraggio per recitare una preghiera simile in certe circostanze....certo non è impossibile. Questo tuo post ci insegna a meditare. Grazie e buon fine settimana Rita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Rita, forse per noi non è facile però il professore c'è riuscito.

      Dolce fine settimana a te con un abbraccio.

      Elimina
  19. e io ti ringrazio perchè mi lasci riflettere! un abbraccio

    RispondiElimina
  20. Mi fa piacere, cara Lo.

    Abbraccio ricambiato.

    RispondiElimina
  21. un bell'insegnamento positivo,che aiuta a non avere traumi .Anch'io son molto positiva ed in tante situazioni negative vedo invece come me la sono cavata. Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok Cettina, concordo.

      Bacione e buona domenica.

      Elimina
  22. Grazie, Gianna. Mi sono venuti gli occhi lucidi, credimi. E' bello leggere cose così profonde e delicate, che edificano l'anima.
    Sereno fine settimana, carissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La sensibilità fa parte di te, Maris.

      Abbraccio e buona domenica!

      Elimina
  23. Chi è positivo vive senz'altro meglio, sa accettare e, forse, soffre meno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente.

      Buona domenica con un bacio, Anna-Marina.

      Elimina
  24. Che bella storia, Gianna, fa riflettere molto.
    Grazie per la tua visita, sei sempre tanto gentile.

    Un abbraccio
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu sei sempre molto brava, Cri.

      Bacio e buona domenica !

      Elimina
  25. Grande messaggio e grande riflessione dentro questo tuo post!
    Carissima Gianna sempre profonda, delicata e sai farci emozionare!
    Un abbraccio e buona giornata da Beatris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le tue parole mi rendono felice, Beatris.

      Buona domenica con un abbraccio.

      Elimina
  26. Ci sono ferite inferte inconsapevolmente ed altre meno inconsapevolmente che colpiscono i meandri dell'anima e la cui guarigione dura anni se si possiede la capacità di accettare e perdonare, unico mezzo per essere e sentirsi guariti. Raggiungere livelli di tale padronanza di sé e giusta comprensione del senso delle cose è certamente arduo e quasi impossibile nella realtà di tutti i giorni. Ma la speranza che si possa verificare .... è dura a morire!
    Grazie per il tuo passaggio da me e benvenuta!

    Uomo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il tuo commento molto adeguato.

      A presto e buona domenica.

      Elimina
  27. bel messaggio positivo che ti fa senza dubbio riflettere. buon sabato, ciao Andrea

    RispondiElimina
  28. e' difficile riuscire a vedere le cose con questa saggezza, ma può essere l'unica forma di vivere e non solo sopravvivere arrabbiati e delusi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fel, poteva certamente andare peggio al professore...la vita gli è stata salvata...
      Vivere con un po' di ottimismo si può.

      Bacione

      Elimina
  29. Saper esprimere una simile preghiera denota un'anima grande.

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...