24/09/13

56

Triste e amara realtà


56 commenti:

  1. Gianna, chissà dove andremo a finire, a me manca forse più di un decennio per andare in pensione, e non sò se ci sarà ancora la pensione, ma il tutto e subito lo stà facendo lo stato con i suoi Cittadini purtroppo.
    Ti saluto con un dolce abbraccio come questi dolci giorni di Settembre che mi stò godendo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Gaetano, se ci dobbiamo adeguare all'Europa, chissà come finirà...

      Abbraccio ricambiato.

      Elimina
  2. i duei fumetti rendono molto l'idea. Poveri noi, cos'altro ancora dovrà capitare.
    L'unica è non farsi piegare dalla crisi ma reagire e cercare il lato positivo della cosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto, cara Betty.
      Reagire sempre, in ogni circostanza.

      Elimina
  3. Cara Gianna, mai titolo fu più azzeccato: spesso l'umorismo è solo l'altra faccia del dramma.
    Profitto per in inviarti un cordiale saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo aver letto le vignette, il titolo mi è venuto subito spontaneo.

      Un abbraccio.

      Elimina
  4. è un momento drammatico,soprattutto per i giovani che non hanno prospettive
    buon pomeriggio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Graziella, non a caso i nostri giovani sono costretti a cercare lavoro all'estero...

      Buon pomeriggio.

      Elimina
  5. eh, se continua cosi le nostre vite saranno delle vignette satiriche, ridiamoci su che è meglio ;)
    buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non vogliamo piangere, cara Audrey...

      Buona serata.

      Elimina
  6. ciao gianna..... hahaha che ridere pero'..... per andare in pensione io ci vogliono almeno 20 anni o piu'.....ahahah!! chissa' come sara' il mondo tra 20 anni e chi lo governera'.....

    meglio non pensarci..... ciao buona giornata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Nan, ti auguro uno splendido futuro.

      Bacione.

      Elimina
  7. Si tratta di barzellette, ma mica tanto :-( La prima è micidiale ;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero caro Antonio.

      Si trtatta di ironia sulla realtà.

      Abbraccio.

      Elimina
  8. purtroppo!!!!!!! la situazione è davvero critica!!!!! Lory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo che qualcosa si sblocchi, cara Lory.

      Buon pomeriggio.

      Elimina
  9. Cara Gianna, credo che Gaetano abbia ragione, siamo entrando in un buco oscuro senza fine!!! E nessuno sa quando si troverà l'uscita.
    Pensando alla pensione mi dico fortunato! Già io sono in Svizzera, ma credimi anche qui non è tutto oro quello che luccica!!! comunque posso assicurare che credo che qui vada meglio dell'Italia.
    Buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Tomaso, conosco molte persone che sono state per lavoro in Svizzera e che ora sono ritornati per godersi la pensione nel loro paese d'origine e raccontano un po del rigore svizzero, ma ora tutte queste diciamo crisi pilotate(hanno ammesso che in Grecia è stato voluto, ma gli è sfuggita di mano) stanno vanificando tutto ciò che avete conquistato voi Partigiani e con le lotte politiche, oggi si stà ritornando indietro di molto, l'uomo stà perdendo dignità e diritti sul lavoro, sottopagati, con pochi contributi e facendo anche quindici ore al giorno, forse i Cinesi siamo noi, e quei poveretti che lavorando in Svizzera si sono guadagnati una modesta pensione, se non fosse per una casetta di loro proprietà ed un po di terreno da coltivare come orto di necessità,(e ne vedevo di anziani anche a Torino che coltivavano un po di orto), la pensione non basterebbe a causa dei rincari.
      Ti abbraccio caro tommaso.

      Elimina
    2. Grazie Gaetano che hai voluto rispondere a quanto affermavo, ora io definitivamente sono qui, e a dirti il vero non mi sono pentito!!! avevo una piccola casa in Italia, avuto dalla eredità dei miei genitori, dato che i miei fratelli ne hanno costruita una di nuova, io ho sempre pensato di far star bene io miei vecchi, così la vecchia casa l'avevo rinnovata con tutti i comfort, ora dopo tanti anni che la occupavo solo per pochi periodi, e vedendo che l'interesse dei miei figli era poco, 4 anni fa l'abbiamo venduta come era già ammobiliata, e per fortuna subito venduta...
      Ora in questo momento sarebbe stato un grosso problema! Ma già ho avuto fortuna.
      Ciao e ti auguro una buona serata, spera che speriamo che le cose cambino...
      Tomaso

      Elimina
    3. Caro Tomaso, anch'io mi reputo fortunata ad aver raggiunto la pensione.
      Dopo aver lavorato una vita, per fortuna ho il giusto riconoscimento.

      Abbraccio.

      Elimina
  10. Che amara realtà cara Gianna...
    Buona settimana, un bacio

    RispondiElimina
  11. Triste ironia di una realtà drammatica! Hai colto nel segno. Speriamo in tempi migliori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La crisi, prima o poi, dovrà pure finire, no?

      Bacione, cara Cettina.

      Elimina
  12. carina, soprattutto la prima e....purtroppo te lo dice uno psicologo ;)
    ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fantastica la prima vignetta ma ancora di più questo commento così ad hoc !

      Elimina
    2. Se lo dici tu caro dtdc...

      A presto.

      Elimina
    3. Cara Grazia, con poco si dice veramente tanto.

      A presto.

      Elimina
  13. ciao Gianna, si cerca di ironizzare, ma la realta' e' questa purtroppo, la mancanza di speranze per il futuro , specialmente per i giovani, non ci fanno stare sereni e tranqulli come vorremmo, viviamo male,ciao grazie baci rosa a presto.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per i giovani soprattutto è preoccupante...

      Combinazione ho letto su FB che proprio una psicologa è pronta per andare all'estero.

      Speriamo che qualcosa cambi...

      Baci

      Elimina
  14. è un'amara realtà davvero!
    buona serata!

    RispondiElimina
  15. Situazione comune a tantissime persone... che tristezza!
    un abbraccio :)

    RispondiElimina
  16. Tutto troppo vero Gianna...
    Un bacione :-)

    RispondiElimina
  17. Lasciamo perdere che è meglio. Da noi in Veneto va male male... e pensare che fino a 5 anni fa eravamo la locomotiva d'Italia! E adesso chi lo tira sto treno?

    RispondiElimina
  18. E' una risata amara...perchè purtroppo è tutto vero...

    Buon mercoledì!
    Cri&Anna

    RispondiElimina
  19. Ecco il ritratto del nostro paese: senza lavoro e senza futuro. Che vergogna!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  20. Vignette tragicamente attuali. Le cose vanno male e i nostri politici più che del Paese si preoccupano di stare continuamente in televisione a discutere se è giusto mettere in galera chi non rispetta le regole.
    Buona giornata Gianna un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciò è veramente inaudito, Enri.

      Abbraccio.

      Elimina
  21. Vignette. Si sorride ma in modo davvero amaro.

    RispondiElimina
  22. Continuo a non ricevere l'avviso dei tuoi post. Peccato!
    Cristiana

    RispondiElimina
  23. La riprova del mio commento sul post precedente. Tra questo e le massime di Confucio si resta con il sorriso sulle labbra mentre si legge. Buon proseguimento di settimana.

    RispondiElimina
  24. ciao Sandra...bisogna far cadere il teatro marcio con tutti i burattinai,all'interno...e forse,magari,qualcosa cambierebbe...serena giornata ed un bacione,cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eliiiii, sono Gianna e non Sandra.

      Bacio

      Elimina
    2. scusami,Gianna... :( certo che lo so,che ti chiami Gianna... :) è stato un lapsus... ^;*
      buona giornata ed un bacione,cara ;0))

      Elimina
    3. E' la seconda volta, forse vuoi tanto bene alla tua Sandra.

      Bacio

      Elimina
  25. tristissime realtà Gianna!
    è una situazione d'allarme continuo

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...