22/03/13

66

Ci hai lasciati il primo giorno di primavera




Ciao Jean, rimarrai sempre nei miei pensieri.

Sei stato un vero Amico, sempre caro, premuroso e disponibile.

E fino alla fine m'hai detto che andava tutto bene

 e ancora ora sono sicura che condividerai lo scritto di 

Sant'Agostino:


LA MORTE NON È NIENTE

La morte non è niente.
Sono solamente passato dall'altra parte:
è come fossi nascosto nella stanza accanto.
Io sono sempre io e tu sei sempre tu.
Quello che eravamo prima l'uno per l'altro lo siamo ancora.
Chiamami con il nome che mi hai sempre dato, che ti è familiare;
parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato.
Non cambiare tono di voce, non assumere un'aria solenne o triste.
Continua a ridere di quello che ci faceva ridere,
di quelle piccole cose che tanto ci piacevano
quando eravamo insieme.
Prega, sorridi, pensami!
Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima:
pronuncialo senza la minima traccia d'ombra o di tristezza.
La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto:
è la stessa di prima, c'è una continuità che non si spezza.
Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perché sono fuori dalla tua vista?
Non sono lontano, sono dall'altra parte, proprio dietro l'angolo.
Rassicurati, va tutto bene.
Ritroverai il mio cuore,
ne ritroverai la tenerezza purificata.
Asciuga le tue lacrime e non piangere, se mi ami:
il tuo sorriso è la mia pace.

66 commenti:

  1. Meraviglioso lo scritta di Sant'Agostino Giannina.....io non conoscevo Jean ma sono sicura che vive nel tuo cuore
    Bacio Rita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non potevi conoscerlo, Rita.

      Non era un blogger.

      Grazie e bacio.

      Elimina
  2. Cara Gianna, in una circostanza dolorosa hai saputo comunicare , attraverso queste semplici e profonde parole, la grande verità che la morte fa patre della vita. Un caro saluto
    Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parole venute di getto, Marilena.

      Grazie e bacio.

      Elimina
  3. Veramente belle le parole di Sant'Agostino...non conoscevo questo scritto...
    E' però certamente difficile non piangere quando viene a mancare chi si ama o si vuole bene!
    Mi spiace per la perdita del tuo Amico Jean
    ...e fai scivolare discretamente le tue lacrime Gianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stranissimo, ma non riesco a piangere, quando mai...

      Avverto, però, tanta angoscia.

      Grazie e bacio.

      Elimina
  4. Cara Gianna, non conoscevo Jean, ma sicuramente lui ti sta guardando dal celo e ti sorriderà pensando a te.
    La scritto di Sant'Agostino è veramente chiaro!!! la vita non finisce con la morte ma incomincia un'altra ancora più bella...
    Grazie di questo bellissimo post. Buon fine settimana cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, Tomaso, ma il distacco fisico è sempre traumatico.

      Grazie e bacio.

      Elimina
  5. Gianna,mi dispiace per Jean.Lo porterai sempre nel cuore!Amo quella poesia di Sant'Agostino,ci fa sentire uniti con chi ha cambiato solo casa.Bacioni e un grande abbraccio!Rosetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era un Amico insostituibile...

      Grazie e bacio.

      Elimina
  6. Ciao Gianna mi dispiace per la perdita del tuo amico Jean, la poesia che hai messo e' bellissima, ci da un po' di consolazione, nei momenti tristi come questi, un abbraccio rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non voleva vedermi piangere...

      Grazie e bacio.

      Elimina
  7. la vita è un attimo che vola via .....anche se usciranno lacrime non smettiamo di sorridere a lui come a tutti i nostri cari e non ....perchè il sorriso e l'essere noi stessi felice non è senso di mancanza di rispetto per loro ma è dare il sorriso anche a loro ......loro sono felici solo quando siamo felici noi stessi perchè loro non smettono di vivere vivranno sempre in una parte di noi ....nel nostro cuore ......ti abbraccio gianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Barbarella.

      Mi hai fatto ricordare che a un funerale,la figlia della defunta, molto credente, accoglieva le condoglianze col sorriso... la sua mamma era andata a star bene.

      Grazie e bacio.

      Elimina
    2. sai gianna ora ti racconto un piccolo pezzo del mio cuore ....una mia nonna ..io la chiamavo la nonnna matta ....e tutte le volte che penso a lei ...non riesco a farmi sfuggire una risata ....potrebbero dirmi ...ma che rispetto che hai...ma non riesco a ricordarla in altra maniera .....perchè nelle piccole cose ci faceva venire il sorriso ...come quando ci diceva per farci mangiare i mandarini ...guarda come sono piccoli ..e sai perchè sono cosi? ma non dirlo a nessuno perchè è una brutta parola ....sono le scoresine (puffette o arie da te non so come si chiamano) del lupo .....e noi ..io e un mio cugino ..ridavamo come matti e intato mangiavamo i mandarini.....ecco io mia nonna la ricordo cosi col sorriso sempre ...e so che se mi vede sorridere insieme ai miei genitori ...sorridono anche loro .....

      Elimina
    3. Ma che idee la nonna...simpaticissima e hai fatto sorridere pure me.

      Io le chiamo scorreggine.

      Elimina
  8. ...questo post...che dolore... ;(
    Un abbraccio fortissimo! NI

    RispondiElimina
  9. Conosco il dolore del distacco da persone care (parenti o amici veri) e perciò ti sono vicina col pensiero e la preghiera.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della partecipazione, Maris.

      Bacio.

      Elimina
  10. Ciao Mio Dolce sorriso, tu sai quanto in sono d'accordo con la preghiera di S.Agostino, ad un certo punto possiamo anche non vedere più fisicamente le persone a cui vogliamo bene, ma le sentiamo anche più di prima con il cuore perché sono sempre vicine a noi.
    Un saluto a Jean ed un bacio a te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' come tu dici, mia Diletta.
      Mi è di conforto che Jean abbia finito di soffrire.

      Grazie e bacio.

      Elimina
  11. Molto bello il pensiero di Sant'Agostino, però più facile a dirsi che a farsi.
    Non oso pensare alla perdita di un figlio.
    Un abbraccio.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cris, per carità...non pensiamoci neanche!

      Grazie e bacio.

      Elimina
  12. Si, cara Gianna è come scrivi, come ha detto Sant'Agostino.

    Quando il mio più caro amico è mancato alla mia vista, certo che gli occhi hanno pianto ma lo porto con me in modo nuovo, diverso...

    è che ora sento io, il suo sguardo su di me, in modo nuovo e se qui sulla terra i suoi occhi non potevano vedermi, ora è lui a vedermi. Ci siamo alternati ^_^ nella cecità.

    Ma... porto con me anche qualcosa che scalda il cuore il ricordo della nostra amicizia, la compagnia dell'amore vicendevole con le nostre passeggiate, i nostri discorsi e le risate...

    ti abbraccio tanto, dolcissima Gianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Terry, di Jean ricordo anche la sua sensibilità.
      E' stato lui il primo a farmi vivere il vero senso e l'atmosfera del Natale in famiglia, invitandomi a casa sua intorno all'albero che allestiva la vigilia.

      Grazie e bacio.

      Elimina
  13. Cara Gianna mi spiace per Jean ma purtroppo la vita ci da momenti belli,e alcuni tristi,bello il pensiero di Sant Agostino.un abbraccio nonna di Sara gianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggere e rileggere la poesia di sant'Agostino è un conforto non da poco.

      Grazie e bacio.

      Elimina
  14. Ciao Gianna, mi dispiace davvero tanto, hai trovato il modo più bello per consolarti da questo dolore: le parole di sant'Agostino. Non vi siete persi, semplivemente non riuscite a vedervi ma siete ancora e sempre uno accanto all'altro.
    Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Antonella, certamente il dolore c'è ma la Fede aiuta tantissimo.
      Devo sempre tener presente le frasi di Sant'Agostino:
      "Prega, sorridi, pensami!
      Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima".

      Grazie e bacio.

      Elimina
  15. ciao gianna mi dispiace della perdita del tuo amico, di sicuro lui vede che gli hai dedicato questo scritto bellissimo, ti guarda e ti protegge dal cielo!!
    baci gianna un abbraccio e serena giornata.

    RispondiElimina
  16. salutare un amico con queste bellissime parole è un gran dono che fai alla sua memoria
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Graziella, è il minimo che potessi fare.

      Grazie e bacio.

      Elimina
  17. Non riesco a pensare alla morte come all'entrare in una nuova "vita ma riesco a toccar con mano il tuo immenso dolore per la perdita d'un caro amico che fino all'ultimo ha voluto che tu fossi serena dicendoti che tutto "andava bene"!
    E allora, nella serenità che tu solo sai donare agli altri Gianna, quella serenità pulita, fatta di sincerità e sentito affetto, continua a sorridere pensando che più d'uno dei tuoi sorrisi nasce e continuerà a ripetersi nel pensiero di Jean.
    Tvb

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Elisena, il tuo profondo commento mi ha commossa.
      La presenza di Jean ora non è più fisica, ma continua ad esserci nella mente, nel cuore e nei ricordi.
      Lui e la moglie mi sono stati sempre vicino nei momenti " di burrasca".

      Grazie del tuo affetto, abbraccio grande.

      Elimina
  18. oh..Gianna non conoscevo questo tuo amico..sicuramente era una persona speciale e questa preghiera di S.Agostino che hai scelto,è cosi' bella e carica di significati,che alleviera' un po' del tuo dolore..un bacio e serena festa delle Palme,cara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Eli, dalla poesia di sant'Agostino ho avuto conforto in più di una circostanza, di cui questa è l'ultima in ordine di tempo.

      Buona domenica delle Palme a te, con un abbraccio.

      Elimina
  19. Mi dispiace cara Gianna...ricordo che eri in pensiero per lui, eppure lui quasi ti consolava....le parole di sant'Agostino sono sicuramente adatte a lui è quanto sono belle e confortanti....
    Non posso che esserti vicina col pensiero e stringerti sul mio cuore...sono certa che anche lui è vicino a te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uno dei ricordi belli che ho di Jean è che vedeva sempre il lato positivo delle cose e non si lamentava mai, come invece faceva una persona a me vicina...
      Ti ringrazio della tua vicinanza e partecipazione.

      Un abbraccio infinito.

      Elimina
  20. Cara Gianna,le persone care restano ben custodite nel nostro cuore per sempre!!!!!!!!!!!!!!!un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido Upupa, grazie con un abbraccio.

      Elimina
  21. Cara Gianna, ti abbraccio forte forte e ti sono vicina con tutto il cuore.
    Le parole di Sant'Agostino sono molto belle e confortanti, per chi ha fede.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Krilù.

      Una mia ex collega, non credente, in caso di lutti mi diceva: beata te che hai Fede, puoi avere più conforto rispetto a me.

      Grazie e bacio.

      Elimina
  22. mi spiace molto Gianna.
    Un''abbraccio
    Lu

    RispondiElimina
  23. Mi dispiace per la perdita di questo caro amico... Ti sono vicina e ti abbraccio.

    RispondiElimina
  24. Gianna, la perdita di una persona cara è un grande dolore. Ma se si pensa che un giorno si rincontrerà, piano piano il dolore cede il passo a questa consapevolezza.
    Ti sono vicina, tanto, credimi!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti credo Anna.

      Abbraccio e buona Domenica delle Palme.

      Elimina
  25. Ciao Gianna, ti sono vicino.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  26. Anche per me Jean è passato "nell'altra stanza", come dice sant'Agostino ed io cara Gianna, parafrasando dico che lui è andato "sopra le nuvole", ricordando il suo amore per la montagna.
    E' andato oltre la vetta, e da lassù certamente guarda e sorride a coloro che gli vogliono bene, prima come adesso anche se in modo diverso.

    A te un grandissimo abbraccio, e grazie per la condivisione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voglio pensarlo.

      Abbraccio e buona Domenica delle Palme.

      Elimina
  27. Cara Gianna, il distacco da una persona sia familiare che amico-a è sempre un dolore perchè non lo vediamo con gli occhi, e i santi la sanno lunga sul fatto che i defunti non sono molto lontani da noi, S.Agostino ci ha lasciato belle parole, ma non è il solo ad affermare che i defunti sono molto vicini a noi più di quanto non immaginiamo.
    Ti lascio un abbraccio, e grazie di aver condiviso con noi questo tuo dolore.
    gaetano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della tua partecipazione, Gaetano.

      Abbraccio e buona Domenica delle Palme.

      Elimina
  28. La mancanza di una persona cara è un dolore che rimane nel cuore, ma è anche un ricordo di istanti felici che teniamo nella mente.
    grazie di avere condiviso questi sentimenti e un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Adry.

      Buona Domenica delle Palme , cara amica.

      Elimina
  29. penso sia la persona di cui mi hai parlato domenica, di certo ora sta meglio!
    la fede consola il nostro cuore e rafforza il nostro spirito!
    condivido i tuoi sentimenti e ti abbraccio forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio lui, Ines.

      Buona domenica delle Palme con un grande abbraccio.

      Elimina
  30. Grande forza d'animo! Necessaria, forse, ma ancor più degno, intenso modo per onorare una memoria!

    RispondiElimina
  31. Davvero magnifiche e di gran conforto le parole di questo testo. Son dispiaciuta per la persona a cui hai dovuto dire addio.

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...