19/01/13

54

Ora diamo la parola ad un bambino disabile


Desidero ringraziare la signora Sandra Tosi, autrice di diverse splendide pps dalle quali ho estratto spesso delle foto che ho pubblicato.
Questa volta è lei stessa che, tramite e-mail, mi ha inviato queste immagini, dimostrando una grande gentilezza nei miei confronti e tanta sensibilità nei confronti dei bambini.

 Questo post si potrebbe considerare la naturale continuazione del precedente.

54 commenti:

  1. Brava Gianna, molto commuovente e toccante. Ecco, speriamo riesca a giungere in qualche modo dove deve e che tocchi anche certi cuori inariditi...
    Ciao, buona domenica.
    Antonella

    RispondiElimina
  2. Cara Gianna, ogni giorno che passa scopro in te qualcosa di grande, che è impossibile misurare.
    Grazie di questo che spero che qualche politico lo legga e non lo dimentichi mai più. Un abbraccio forte e infinito con la buona domenica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono da parte dei deboli, caro Tomaso.

      Elimina
  3. ciao gianna grazie, una testimonianza che commuove, come tante altre, mi domando se non si vergognano davanti a tutti questi casi umani e pensare solo al loro tornaconto, quelli appunto che ci vanno di mezzo quando le cose non vanno bene, sono sempre i piu' deboli, speriamo che abbiano un briciolo di cuore non solo a parole...ciao buona serata rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hanno cuore solo per se stessi, purtroppo.

      Elimina
  4. Grazie Gianna per questa commovente lettera, e spero che sandra abbia mandato un'E-mail anche al presidente e a tutta la mangiatoia
    ciao buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le notizie arrivano, almeno lo spero...caro Tiziano.

      Elimina
  5. Bella testimonianza Gianna, grazie per averla postata, e grazie anche alla signora Sandra Tosi, che l'ha creata.
    Un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche Sandra è una persona splendida e speciale, cara Betty.

      Bacioni a Matteo.

      Elimina
  6. Gianna...bravissia! UN contributo non indifferente per questo nostro sistema così "esageratamente spreconeo" e poco accorto ai problemi reali.
    ciaiiio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanti bambini soffrono...e se fossero figli loro?...

      Elimina
  7. E' veo uno Stato dovrebbe essere d'aiuto a tutte le persone più fragili, non aumentare la loro fragilità.
    Bellissime queste parole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uno Stato autorevole penserebbe ai più deboli...

      Elimina
  8. Non ci sono parole per descrivere lo schifo in cui è precipitata la nostra Italia; purtroppo nutro seri dubbi che con le prossime elezioni cambi qualcosa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualcosina potremmo cambiarla, Lellina.

      Votiamo per il male minore...

      Elimina
  9. Bella questa letterina, giusta e commovente. Purtroppo si trovano soldi per rinnovare parco macchine, acquistare nuovi caccia e ora anche per i sottomarini. Si possono rubare soldi chiamandoli "rimborso spese", si possono fare porcate di ogni tipo ma ai cittadini non pensa nessuno e più sono deboli più sono bastonati.
    Ciao Gianna buona domenica, un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  10. Cara Gianna e Sandra, le vostre bellissime, vere e legittime frasi toccano il cuore di tutti, specie delle persone oneste, noi siamo pecoroni che devono solo andare al macello, siamo allevati per questo, noi dobbiamo solo pagare il debito fatto da altri, io ho una colpa di ereditare una casa fatta dai nonni, ed un pezzo di terra acquistata da mio padre nel dopoguerra dallo stato, ed inondato da un fiume ed anche su quello da più di dieci anni mi stanno facendo pagare, ora se non avessi niente sarebbe meno oneroso vivere, mi domando quale altra colpa abbiamo se Dio ci dona dei figli disabili?
    Forse se saremmo rimasti sotto una Monarchia tanto schifo non lo vedevamo.
    gaetano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tassare la casa in cui si abita è...una cosa dell'altro mondo...

      Elimina
  11. bellissima iniziativa Gianna: credo sia il modo più efficace per sensibilizzare le coscienze!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non tutti hanno una coscienza, caro Luigi.

      Elimina
  12. Trovi sempre i modi migliori per far sentire la voce dei più deboli;peccato che la nostra Italia è sorda
    complimenti Gianna.

    RispondiElimina
  13. bisognerebbe fargliela laggere ....ma non solo al presidente della repubblica ....ma usciranno solo altre parole ??????????.......a volte basterebbe davvero cosi poco per rimettere a posto le cose come dovrebbero essere.....buona domenica gianna ...un sorriso sperando che riscaldi il cuore dopo questo tuo post.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fanno largo uso di parole, in effetti...

      Elimina
  14. ci sono tante cose che potrebbero essere fatte,tagliando ai "ricchi politici"qualche piccolo extra...invece ma tutto male e le cose non cambieranno molto,neanche il prossimo governo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mancano persone umane e consapevoli...

      Elimina
  15. Bella questa letterina,la posto nel mio blog!!!

    RispondiElimina
  16. Diamo la parola ai bambini ed ascoltiamo la loro voce ; ma diamoci un mondo più giusto e più sano a misura d'uomo.Diamo importanza agli affetti, alla condivisione, interrompiamo la guerra fraterna ,non ci affanniamo a difendere solo ciò che ci appartiene.Ciao

    RispondiElimina
  17. aver condiviso questa lettera della signora Tosi,la dice lunga sulla tua sensibilità,ma è una riflessione amara,pensando che chi può fare qualcosa di veramente concreto non la leggerà mai.
    buona giornata domenicale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo fiducia Graziella...non si sa mai...

      Elimina
  18. e' molto commovente questa lettera.
    ciao gianna buona domenica!!

    RispondiElimina
  19. Questo è il commento che aveva scritto Sandra, ma che non è riuscita a pubblicare. Tramite e-mail mi ha scritto:

    "Questo era il testo:


    Gianna carissima grazie a te per avere pubblicato sul tuo sito, bellissimo e che non conoscevo.
    E non chiamarmi "signora Tosi", sono solo Sandra!
    Una persona semplice che ama leggere e scrivere: non ho la presunzione di cambiare il mondo, ma quella di dire quel che penso si
    e con le pps, ho trovato il modo per condividere nel web.


    Penso che questo scritto non arriverà molto "in alto " e se mai qualche parlamentare la leggerà, probabilmente si farà una risata.
    Ma è stata pubblicata da moltissimi siti e sono certa che non riderà, leggendo i commenti di tanta gente stufa, molto stufa!!


    E le auto blu sono solo una briciola, dei tagli che si potrebbero fare E NON SOLO IN POLITICA, perchè di "magna magna", ce n'è che basta.
    Sono disponibile a spiegarlo ai signori "politichesi che sfornano leggi", senza nemmeno mettere il popò sulle loro belle e comode poltrone: lo farei GRATIS.
    Magari mi scapperebbe qualche parola in dialetto e di certo non userei il loro linguaggio spesso incomprensibile, ma perlamiseria come lo capirebbero!!!
    Grazie Gianna, a te e ai tuoi amici felice domenica
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sandra, grazie del tuo contributo forte e chiaro.

      Un abbraccio infinito.

      Elimina
    2. Brava Sandra... parole sante!! Sei grande!!

      Elimina
  20. Davvero le auto blu non sono che una briciola. Ma di briciole così ce ne sono tante da eliminare e riutilizzare in modo onesto.

    RispondiElimina
  21. Ascoltare la voce di un bambino, per di più disabile, dovrebbe essere la prima priorità di qualunque persona pubblica, quei "politichesi" come li chiama Sandra che , da notare, sono stati eletti da noi!
    La lettera è molto bella, descrive egregiamente come ci sia poco o niente interessamento per i più deboli, coloro che hanno problemi come la salute, il lavoro...solo per citarne alcuni.
    Cara Gianna, faccio qui i miei complimenti a Sandra per questo suo testo altamente sociale, a te per aver pubblicato questo prezioso pps.

    Buona serata, un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sandra si spende per una società più equa...

      Grazie a te, Leo.

      Elimina
  22. Un post degno, costruttivo, commovente!

    RispondiElimina
  23. Un bel post. Da noi in Veneto hanno tagliato fondi dell'assistenza, c'è una guerra in corso tra assistiti e regione.

    Buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  24. Zia Gianna, sai, quando vedo i politici che ostentano la loro ricchezza mentre al contrario c'è gente come questo bambino che soffre per motivi economici e quindi non ha possibilità di curarsi come si deve.. mi viene la nausea.. l'ho detto..
    ok buona giornata e grazie di cuore..
    Ariella (incantisegreti.altervista.org)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sai quanti bambini avrebbero bisogno del minimo necessario...

      Elimina
  25. S. Agostino diceva che "la speranza ha due bei figli: la rabbia e il coraggio. La rabbia nel vedere come vanno le cose e il coraggio di intravedere come potrebbero andare”.

    RispondiElimina
  26. A leggere certe cose mi viene da piangere..... Sì con le auto blu ci verrebbero tante cose.... E con un anno di tutti i loro stipendi quante cose si potrebbero risanare ?
    Ma loro continuano a tagliare a spese della povera gente che , per giunta è anche onesta!!!!

    RispondiElimina
  27. quanta amara verità! coloro che ci governano, sapranno mai avere un cuore?
    a loro interessa soddisfare ambizioni, potere ed accumulare ricchezze...
    non conoscono la soddisfazione nel fare azioni corrette e non sanno quanto sia meraviglioso aiutare chi ha bisogno!!!

    RispondiElimina
  28. Cara Ines, non posso che darti ragione.
    Una volta che raggiungono l'obiettivo, per tutta una serie di circostanze concomitanti non possono più agire "da semplici cittadini".

    Bacioni.

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...