13/11/12

66

L'affetto si può manifestare in tanti modi...







Mondopps

Bellissimo esempio: anche noi possiamo trovare un qualsiasi modo per far  
sentire la nostra presenza e il nostro affetto ...

Voi avete qualche suggerimento?

66 commenti:

  1. L'importante è trovare sempre il modo giusto per comunicare il nostro affetto, qualsiasi cosa può andar bene…
    I gesti carichi d'amore, hanno il loro effetto anche a distanza di tempo.
    Buona giornata cara Gianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Betty, i gesti d'amore fortificano chi li riceve e restano duraturi nel tempo.
      Bacione.

      Elimina
  2. bellissima storia .....non avrei mai pensato al nodo al lenzuolo .....ho sempre pensato che l'amore per i figli non dipenda da quanto si da ma come si da.....a volte basterebbe un sorriso ...ma non è per questo caso ..dove non si riesce a vederlo neanche un secondo ....se non al w.e.....allora li magari trascurare tutto il resto e stare con lui ....ma quando c'è amore ...si sente anche nell'aria ....perchè anche solo il passaggio nella camera del figlio lui lo percepisce perchè sente il tuo odore ..il profumo che si porta ....non servono grandi gesti ...anche piccoli ..perchè se è dentro il tuo cuore lo si riconosce indipendentemente da come lo fai.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Barbara, voglio ribadire un concetto già noto: i bambini hanno bisogno più di tempo a loro dedicato piuttosto che di giocattoli...

      Buona serata.

      Elimina
    2. infatti questo si ..ma mi riferivo al post sopra dove un genitore per motivi di lavoro (e coi tempi che corrono meglio tenerseli tutti) non riesce a stare con lui...pensavo che potesse donare lui un sorriso ma non vedendolo non gli servirebbe e ...dicevo che l'amore per i figli quando c'è si sente nell'aria ..non serve altro ...tantomeno giocattoli ,,,,non è la quantità ma la qualità che dai ad un figlio ...

      Elimina
    3. Eri stata chiara Barbara,avevi commentato questo post; sono io che sono andata oltre e ho scritto qualcosa in più sul rapporto genitori-figli.

      Grazie e bacione.

      Elimina
  3. Una storia bellissima, credo che ogni amore e ogni grande affetto abbia i suoi gesti piccoli e particolari che per il mondo non significano nulla ma che all'interno di quell'amore parlano con un linguaggio segreto e tenero.
    Ciao, buona giornata.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace...linguaggio segreto.

      Buona giornata a te, Antonella.

      Elimina
  4. non esiste, come hai dimostrato una legge, poi coi bambini bisogna essere schitti, con la schiettezza del cuore

    RispondiElimina
  5. una storia veramente bellissima...ciao gianna buona giornata :)

    RispondiElimina
  6. Cara Gianna so no storie che ci fa capire quanto bella è la vita quando si vive dando sempre amore.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato gratificante incontrarci a Torino, caro Tomaso.

      Elimina
  7. ho sempre difficoltà a manifestare a parole ed a voce, allora cerco altri modi che solo chi è simbiosi con me sa comprendere. ciaooo Gianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io avevo difficoltà...solo da alcuni anni manifesto pubblicamente i miei sentimenti, soprattutto dopo aver lettoil belliissimo libro di Leo Buscaglia" Vivere Amare Capirsi".

      Buona giornata, Carla.

      Elimina
  8. gesti accompagnati da parole,anche se i figli sono grandi io continuo a dire loro parole di cui conoscono il significato reale,per non parlare dei nipotini....

    RispondiElimina
  9. Meglio peccare di troppo amore.....perché non fa ma male!
    Un bacio dolce Gianna

    RispondiElimina
  10. una storia bellissima....l'amore si esprime anche con uno sguardo speciale e una carezza...quando è amore si vede, si sente!!!!!!! Lory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E anche magari solo con un trillo telefonico.

      Elimina
  11. si dovrebbe trovare il modo di manifestarlo sempre ^____^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho sempre problemi a commentare da te, Pupottina.

      Elimina
  12. non importa come.....basta poco per far sentire il proprio amore......
    bel post!!!!!

    RispondiElimina
  13. Che storia commovente!Dal cielo dovrebbe cadere una polverina magica sopra la testa di chi non riesce a capire quanto è importante dar retta ai figli,farli sentire amati.Quanti bambini purtroppo elemosinano un po' d'amore!Eppure basta poco!Quanto mi arrabbio quando vedo i genitori che i figli li mettono all'ultimo posto!Non l'hanno mica chiesto loro di venire al mondo!Ciao Gianna,intanto tu sei oltre che mamma una nonna fantastica!baci,Rosetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Rosetta, a mio figlio ho sempre detto che Sara ha bisogno principalmente d'amore. Tutto il resto passa in second'ordine.
      Grazie dei complimenti.
      Con affetto.

      Elimina
  14. chi ama davvero,riesce a trovare una soluzione anche alle difficoltà più grandi.
    Lu

    RispondiElimina
  15. Mi ha commosso questa storia! E' vero che l'amore e l'affetto non è mai troppo e sono tante le forme che si possono usare...io con i miei figli quando non c'ero avevo l'abitudine di lasciare dei biglietti in evidenza in cui oltre il resto affidavo un "ti voglio bene" alla penna ed ora continua con mia figlia che è in GB con gli sms (sono diventata più tecnologica).
    Però credo che non solo i figli abbiano bisogno di "sentire" l'amore ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Adriana, anche le mamme...
      Buona l'idea dei bigliettini!

      Elimina
  16. Che bella storia!

    Un abbraccione
    Cri&Anna

    RispondiElimina
  17. Sono sempre belle e spesso commuoventi le storie che pubblichi. Io non so se sono riuscita mai a trasmettere tutto il mio amore ai miei tre figli, che certamente è infinito!

    RispondiElimina
  18. i gesti che scaturiscono dal cuore sono sempre i migliori.
    i bambini sanno capire il motivo per cui i genitori non sono presenti e sanno discernere quando la lontananza è causata da problemi veri o invece è data da futili motivi,che nascono, quasi sempre, dall'egoismo...
    bacioni per farti sentire tutto l'affetto e la stima che provo per te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo, Raggio.
      Stima ed affetto reciproci.

      Elimina
  19. l'importante è esserci...e non avere paura di dirlo...poi ognuno avrà il suo stupendo modo per dire che ama

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara,quando l'osservo mentre dorme, si sveglia, perchè avverte la mia presenza...o quella dei genitori.

      Elimina
  20. Ho avuto l'onore di conoscere diversi padri con la stessa tempra di quello di questoracconto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna ci sono tanti padri attenti...

      Elimina
  21. Nella mia famiglia non ci sono mai stati problemi di presenza per fortuna.

    Buona giornata cara

    RispondiElimina
  22. L'affetto si può manifestare in molti modi, quello che conta è dimostrarlo!

    RispondiElimina
  23. Bellissimi questi post Gianna cara... Tutti abbiamo bisogno d'affetto, da quando veniamo al mondo fino alla fine dei nostri giorni. Spero di saperlo dimostrare...
    Un abbraccio pieno di calore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfettamente d'accordo con te.

      Tu lo dimostri con la tua presenza qui, cara Ale.

      Bacioni

      Elimina
  24. sono i piccoli gesti che detonano un grnde affetto non quelli roboanti

    RispondiElimina
  25. Questa nodo, Gianna, stringe con l'affetto paterno il bimbo e allarga il cuore di chi ascolta.
    Venendo a cose di blog, desidero comunicarti che il blog di Fata Confetto si è trasferito a questo indirizzo:
    http://schiaccianoci1.blogspot.it/
    e adesso si chiama "Lo schiaccianoci".Ci si arriva anche dalla home page di Fata Confetto.
    Il malfunzionamento dei feedback e la conseguente mancanza di visibilità degli aggiornamenti ( penalizzazione non indifferente per un blog) sono stati la causa di questo trasloco e speriamo bene.
    Spero vivamente che anche "Lo schiaccianoci" abbia il piacere di ospitare visite e commenti e ringrazio tutti coloro che si uniranno ai lettori del nuovo blog e che continueranno, mi auguro, questa amicizia online, che in questi mesi è diventata sempre più gratificante e significativa.
    Ti aspetto con vero piacere e ti mando un grande saluto:)
    Marilena

    RispondiElimina
  26. Mi ha fatto venire in mente mio marito che aveva pochissimo tempo, solo la domenica pomeriggio e ci ha sofferto molto. Quel poco tempo che aveva ci giocava coi suoi bimbi. Io ero a casa a prendermi cura di loro e lui faceva tante ore di lavoro per darmi la possibilità di crescerli. Questo, i bimbi, lo hanno apprezzato, gli e lo abbiamo spiegato. Loro amano tanto il padre nonostante il poco tempo trascorso con lui, La qualità è meglio della quantità, che dici?
    Un bacio grande, Gianna, il post è bellissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordissimo, Giglio.

      E i bambini avvertono l'amore che aleggia in casa, seppur con qualche difficoltà economica.

      Gran bella famiglia.

      Bacioni

      Elimina
  27. Bellissimo Gianna..
    L'affetto si può manifestare in tanti modi e non bisogna mai perdere occasione per farlo, anche con quei piccoli gesti che però son grandi nel significato..
    Un abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e mai perdere l'occasione per farlo...bravissima!

      Bacio

      Elimina
  28. Molto bello.
    Un abbraccio cara Gianna.
    Miky

    RispondiElimina
  29. è una storia bella e commovente..fa riflettere soprattutto
    spesso pensiamo che servano grandi gesti per dimostrare a qualcuno il nostro affetto, ma non ci rendiamo conto che sono le piccole cose che fanno la differenza, che sia una parola, un gesto, anche un regalo...ma non è il gesto eclatante che dichiara il nostro affetto, quanto la nostra presenza, il nostro calore, sono le piccole cose che fanno la differenza
    un caro saluto Gianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanta verità nelle tue parole, Sidus.

      Lieta giornata.

      Elimina
  30. Guarda Gianna, mi sono commossa anch'io, non possiamo giudicare il tipo di vicinanza che i genitori osservano con i propri figli, l'esempio di questo papà ne è la prova...una splendida trovata per far capire al suo bambino quanto lui ci sia, anche quando lui non lo vede, e quindi in ogni momento della giornata quel bambino sa che suo padre lo pensa e sta facendo quel che fa per lui.
    No, non avrei suggerimenti più validi dopo questo! Un bacio, Magu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magu, che piacere averti ancora qui.
      Sì, il gesto amorevole del papà accompagna il bambino tutto il giorno.

      Baci

      Elimina
  31. Bastano piccole cose, una carezza in più, un sorriso, uno sguardo ....e i nostri figli percepiscono il nostro amore, la nostra vicinanza anche quando, per un motivo o un altro , non possiamo dar loro tutto il nostro tempo.
    Questa storia è eccezionale. Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi due siamo insieme...sempre!

      Bacio

      Elimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...