17/10/12

71

RISPETTARE I BAMBINI



"Lettera al bambino

Gentile signor bambino, le chiedo scusa se le do del lei, ma il lei per me è una questione di rispetto, e qui a rispettare i bambini pare siano rimasti in pochi. Vi usano, vi strattonano, vi spremono, vi viziano magari, ma sempre come se foste proprietà loro, degli adulti; penso alla vicenda di Padova dove tutti, genitori, nonni, giudici, poliziotti, opinionisti televisivi, sono convinti di aver agito per il suo bene, signor bambino, mentre invece le hanno fatto solo del male, appoggiandosi ai suoi sentimenti hanno giocato una partita di ripicche, precedenze, indignazioni, e l’hanno chiamata amore. Penso alla vicenda di Padova certo, ma non solo a quella, abbiamo costruito un mondo dove l’unica cosa all’altezza di bambino sono i tubi di scappamento, anch’io sono stato piccolo e ogni tanto ho il sospetto fondato di esserlo ancora, perciò la guardo dritto negli occhi, signor bambino, tutti adesso le dicono di dimenticare, io invece la scongiuro di ricordare. Mi creda nulla è irreparabile, neanche il trauma infantile più atroce, può diventare un ottimo alibi per diventare un adulto insicuro, possessivo e cinico, come tanti altri; oppure una grande occasione per essere un adulto diverso, un adulto che non dimentica il bambino che è stato e che in ogni bambino rispetta l’adulto che sarà."

Massimo Gramellini, “Che tempo che fa”, Rai 3, 15 ottobre 2012

Lunedì sera ho condiviso in pieno queste parole accorate, lette da Gramellini e mi sono pure commossa. 

Quanti bimbi subiscono violenze di ogni tipo...

E questo fa male, molto male.


71 commenti:

  1. Fà troppo male pensare ai bambini usati!L'adulto diventa sempre piu' egoista e dimostra di essere immaturo,poco intelligente!i Specialmente i genitori che usano i propri figli come pacchi postali e per sfogare il loro nervoso e come di impiccio ai propri divertimenti,dovrebbero pensare che non l'hanno chiesto loro di venire al mondo e vanno rispettati!un figlio è un dono ,il tempo passa veloce e in un attimo diventano grandi!cosa questi genitori ricorderanno del tempo passato insieme ai loro piccoli?Chi semina raccoglie!Nel mio privato io sono felice di essermi cresciuta e goduta i miei figli piccoli facendo anche delle rinunce per me stessa ed oggi che sono grandi ne sono fiera!Gianna mi sono sfogata anch'io perchè in giro ne vedo tanti di questi bambini,i genitori dicono che fanno i capricci!Fanno i capricci solo per attirare l'attenzione e perchè no si sentono amati!Un bacione,Rosetta

    RispondiElimina
  2. Rosetta, analisi perfetta del comportamento di alcuni genitori...

    Complimenti.

    RispondiElimina
  3. E' vero, ogni bambino meriterebbe di più; più rispetto, più attenzione, più considerazione, più amore sano... un abbraccio a te e se fosse possibile a tutti i piccoli:)

    RispondiElimina
  4. Eh già...Gianna...violenza psicologica, fisica, e...
    Tutto questo fa male... hai ragione!
    Io dico che i figli sbagliano se soprattutto sono i genitori ad aver sbagliato con loro...o comunque gli adulti! ...e sbagliare significa anche dire sempre SI'(...non è sempre buona cosa!) o quando si dice "NO" senza nessun motivo, ma solo per un senso di "potere"...La giusta misura, il raziocinio, la pazienza, la positività, l'educazione nei loro confronti, l'onestà in assoluto...il "rispetto"...dosiamo tutto ciò (a anche di più) nel rapporto con i nostri figli (e con quelli degli altri) e credo che insegneremo loro dignità, sicurezza, e per l'appunto...onestà e rispetto.
    ...sfogato anch'io...Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il miglior dono che si piossa fare a un bambino è il tempo dedicato a lui.

      Costa fatica e sacrificio dedicarsi ai figli, perchè crescano sani e forti!

      Bello sfogo Pino.

      Elimina
  5. Io sono convinto che non esistano bambini difficili o capricciosi, ci sono solo genitori egoisti ed incapaci.
    Ciao buona giornata, un abbraccio.
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo devo darti ragione.

      Abbraccio Enrico.

      Elimina
    2. Bell'intervento Enrico!...Hai incredibilmente sintetizzato tutto il concetto...Hai detto molto di più di quanto detto nel paragrafo scritto su da me... Bravo e concordo con te!
      Ciao.

      Elimina
  6. Cara Gianna condivido con te i bambini vanno rispettati e amati,non usati per ripicche genitoriali egoistiche.un abbraccio nonna di Sara gianna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione cara Gianna, a fare le spese quando i genitori litigano sono sempre e solo i bambini, purtroppo.

      Buona serata, un bacione.

      Elimina
  7. Carissima Gianna, è una lettera accorata e gli adulti delle volte.. posso dirlo??? Mi fanno ribrezzo, perchè i bimbi non si toccano e gli adulti pensano al loro di benessere non a quello dei loro piccoli.
    Triste..ovviamente non tutti..ma certe scene sono strazianti!
    Ciao ziaa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Ariella,queste brutte situazioni le ho vissute anche durante i miei anni di insegnamento.
      I bambini mi parlavano in privato...

      Un abbraccio grande.

      Elimina
  8. ogni bambino ha diritto all'amore......non deve esistere nessun tipo di violenza su di loro....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovrebbe essere così, Andreina.
      I fatti, purtroppo, smentiscono.

      Elimina
  9. io che amo i bambini, e non solo i miei,non riesco a sopportare che venga fatta loro la benchè minima violenza,neppure quella psicologica.
    I bambini sono il nostro sorriso più bello,buon pomeriggio Gianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Graziella, a volte la violenza psicologica è peggiore di quella fisica, può lasciare tracce molto più a lungo.
      Bellissima la tua espressione finale!

      Buona serata a te.

      Elimina
  10. La sottoscrivo anch'io sta lettera senza aggiunger nulla!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma và, Elisena! Davvero?

      Bacioni bacioni.

      Elimina
  11. Il rispetto ai bambini lo si dimostra soprattutto nell'insegnare loro l'importanza dei valori veri.
    I genitori dovrebbero essere un buon esempio per i loro figli.
    Mi rattrista molto il fatto di vedere molto spesso bambini soli, i genitori che lavorano fino a tardi, e non fanno in tempo neanche a dagli la buonanotte prima che vadano a letto la sera.
    Poi magari si sentono in colpa e gli comprano di tutto per rimediare a queste loro mancanze, e il risultato poi si vede…
    La violenza sui bambini poi… è meglio che non mi pronuncio su questo, altrimenti rischierei di apparire molto sgradevole.
    Buona serata Gianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Betty, hai toccato un altro tasto dolente.
      Il bene dei bambini non si conquista con doni vari ed inutili, ma con la vicinanza e l'affetto.
      Per quanto riguarda la violenza, va messa al bando.

      Buona serata con un grande abbraccio.

      Elimina
  12. hai detto bene Gianna,spesso si dimentica che anche loro hanno dei diritti e un cuore,hanno bisogno di rispetto e di amore e di protezione...magari un domani questo cambierà...
    lu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Lu, i bambini con problemi solitamente hanno una famiglia "anomala" alle spalle.

      Baci e buona serata.

      Elimina
  13. Una lettera pienamente condivisibile. I bambini rappresentano il nostro futuro e la nostra speranza; vanno rispettati in quanto persone pensanti ed educati con l'amore e il buon esempio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Krilù, il tuo commento ono fa una grinza.

      Condivido in pieno.

      Bacione.

      Elimina
  14. E' l'amore che manca Gianna. Amore e rispetto... Bambini che sono come pacchi postali. Tutto in velocità, perchè i genitori di oggi lavorano in due...
    Povero bambino... Ha subito un trauma che non dimenticherà per tutta la vita.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente quel bambino non dimenticherà il trauma subito, anche perchè tutto è avvenuto davanti ai suoi compagni di scuola...

      Un grande abbraccio a te.

      Elimina
  15. Le parole di Gramellini dicono tutto...i bambini non si toccano!

    RispondiElimina
  16. Sono d'accordo anch'io con questa lettera...
    è una vera vergogna il comportamento di certi adulti!
    baci
    fiore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. EWsatto Fiore, certi adulti non dovrebbero essere genitori...

      Bacioni a te.

      Elimina
  17. ...un adulto che non dimentica il bambino che è stato...
    Totalmente in accordo, con questo passaggio e con tutto il resto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sperando che non faccia ad altri ciò che ha subìto lui.

      Elimina
  18. Cara Gianna ricordi Salomone cosa fece per sapere la verità sul bambino conteso fra due donne? La madre vera rinunciò ad averlo, affinchè restasse in vita, quello gli bastava, invece quel povero diciamo già ragazzo, conteso fra i genitori, sembra un oggetto non una persona, ed a questo ci siamo arrivati purtroppo con delle leggi sbagliate, non voglio giudicare i Politici, quello lo deve fare Dio, ma oggi tra gli esseri umani di umanità non ce n'è.
    Ti abbraccio.
    gaetano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Egoimo e non amore per il fglio...

      Elimina
  19. non ho seguito la trasmissione ma sono d'accordo con Gramellini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho cercato di commentare da te, ma niente da fare.

      Anche io non riesco a vedere il video del bimbo strappato dalla scuola...

      Elimina
  20. i bambini sono oggi diventati uno strumento nelle mani degli adulti, strattonati, viziati, maltrattati o eccessivamente protetti e messi in campane di verto...sono dei pupazzi, o per meglio dire delle marionette nelle mani degli adulti... si pensa che se un bambino cresce male è per via delle cattive compagnie, ma vuoi o non vuoi, la prima educazione la riceve in casa..valgono a poco le buone compagnie, se in casa il clima è quello che è...i bambini spesso oggi sono indisponenti, maleducati, rozzi nel parlare e nell'agire e tutti danno la colpa alla società che li piazza davanti ai media...ma spesso ci dimentichiamo che davanti ai media ce li piazzano i genitori, quando hanno da lavorare o comunque non si possono prendere cura della famiglia... per non parlare poi dei maltrattamenti come nel caso di Padova..tutti che giocano allo scarica-barile...m qualcuno si è degnato di chiedere al bambino la sua opinione? cosa ne pensa di tutto quello che gli hanno fatto?no...chi dice che è plagiato dalla madre, quindi parlerebbe in suo favore, chi altro invece dice che è il padre che ha agito male...e la polizia e la scuola e gli zii...ma nessuno accoglie il bambino sotto una disinteressata ala protettrice e gli chiede cosa lui abbia nella testa e nel cuore...tutti a darsi colpe e a infangarsi l'un l'altro :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite per il tuo commento molto esauriente, Sidus.

      Elimina
  21. Le parole di Gramellini sono più che giuste e appropriate! Ho sentito anch'io di quel bambino di Padova, e ne ho letto anche su un altro blog... Sono rimasta sconcertata. Ci sarà anche un giusto motivo, ma il fatto di averlo portato via in quel modo, da una scuola, dove altri bambini assistevano alla scena è secondo me molto sbagliato. Com'è difficile vivere....
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Paola, è proprio così.
      Sapere che i compagni di scuola lo abbiano visto maltrattato in quel modo lascerà una ferita aperta per molto tempo, se non per tutta la vita.

      Abbraccio grande a te!

      Elimina
  22. Una serena giornata Gianna cara! Posso suggerirti di aggiungere una tagboard a questo blog, per i saluti veloci? :) Sarebbe carino secondo me! Baci zia!
    Ariella
    (incantisegreti.altervista.org)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saprei come fare, piccola.

      Elimina
    2. Se hai bisogno di qualcosa, ci sono io Gianna... ;-)

      Elimina
    3. Una tagboard, ma non so come fare Betty, nonostante le spiegazioni di Ariella.

      Grazie della tua disponibilità.

      Elimina
    4. Ariella mi ha adottata come zia virtuale.

      Elimina
    5. Mi piace... è una bella cosa questa!

      Ti ho preparato la tagboard, vuoi che ti spedisco il codice e la inserisci tu dove vuoi, oppure mi mandi la pass e la inserisco io?

      Elimina
    6. Controlla la posta, grazie!

      Elimina
  23. concordo con quanto postato e con tutti i commenti! aggiungo che essere buoni genitori è difficile ma non impossibile! buon pomeriggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Basta non farsi distrarre da altro...

      Buona serata, Raggio.

      Elimina
  24. Guai a chi tocca e fa del male ai bambini!!!
    Buona giornata,
    Cinzia

    RispondiElimina
  25. hai ragione,cara Gianna..fa molto male..un genitore,secondo me,per il bene di un figlio,dovrebbe annullarsi,invece di far prevalere diritti mancati,orgoglio,ragioni..ma cosi' è,purtroppo..un bacione,cara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai usato un verbo che usavo io in passato:" mi sono annullata come donna per la scuola e per educare mio figlio..."

      Siamo in sintonia Eli.

      Baci

      Elimina
  26. Grazie Gianna per aver dato voce al rispetto dei bambino.

    Grazie davvero è una cosa a me molto cara e sono felice che lo sia per tutti noi.

    RispondiElimina
  27. Pubblichi sempre cose molto profonde e che fanno riflettere cara Gianna.
    Un abbraccio da nonna a nonna Rita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I bimbi sono parte di me, Rita.

      Guai a chi li tocca!!!

      Elimina
  28. Sei mitica sorellina cara ...questo è un post bellissimo!!
    Buon fine settimana!!

    Baciotti by Pixia!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon fine settimana a te, carissima Pat.

      Elimina
  29. Ciao Gianna,faccio mio il pensiero di Adriano e mi unisco,sono contento di ritrovarti e non sai quanto,ti abbraccio cara amica.

    RispondiElimina
  30. Bentornato, Achab, quanto ti ho pensato...

    Bentornato, bacioni.

    RispondiElimina
  31. Ciao Gianna, prima di tutto grazie di venire da me molto più spesso di quello che io possa fare con te. Purtroppo in questo periodo la mia parabola per ricevere l'Italia è fuori uso e quindi non posso più seguire la trasmissione che citi e che mi è sempre piaciuta, salvo una volta quando Fabio Fazio ha ricevuto due pro-corrida dei quali non voglio neanche ripetere il nome. Per quanto riguarda chi fa del male ai bambini bisognerebbe fare solo una cosa, rifare a loro quello che fanno subire a degli innocenti. Ma qui finiamo alla legge del taglione che oggi non è più permessa. Il discorso però diventerebbe troppo lungo perché personalmente considero alla stessa stregua anche i matrimoni forzati che avvengono in certi paesi tra bambine o giovani impubere con uomini già in età. E' una vergogna che dovrebbe sollevare lo sdegno di tutto il mondo e di cui si parla solo sottovoce.
    Scusa il lungo commento, ma è una cosa che mi fa imbestialire perché non sopporto la violenza agli indifesi od in ogni caso la violenza in se stessa. Buonanotte.

    RispondiElimina
  32. Bellissimo,condiviso nel mio blog.
    Buona giornata,Olga.

    RispondiElimina
  33. Caro Elio, passa pure quando puoi, per me è un piacere leggerti.

    Quando parlo di violenza sui bambini, includo pure quella da te citata...

    Ti auguro un buon fine settimana.

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...