25/10/12

137

A Betty e a tutte le mamme speciali come lei...




...dedico il brano intenso ed emozionante della scrittrice Erma Bombeck:
La madre speciale

Vi è mai capitato di chiedervi come vengano scelte le madri di figli disabili?
In qualche maniera riesco a raffigurarmi Dio che dà istruzioni agli angeli,
che prendono nota in un registro gigantesco.

"Armstrong, Beth, figlio. Santo patrono Matteo".

"Forest, Marjorie, figlia. Santa patrona, Cecilia".

"Rutledge, Carne, gemelli. Santo patrono... diamo Gerardo.

 E' abituato alla scarsa religiosità".

Finalmente, passa un nome a un angelo e sorride:

"A questa, diamole un figlio handicappato".

L'angelo è curioso. "Perché a questa qui, Dio. E' così felice".

"Esattamente", risponde Dio sorridendo.

 "Potrei mai dare un figlio disabile a una donna che non conosce l'allegria?
 Sarebbe una cosa crudele".

"Ma ha pazienza?", chiede l'angelo.

"Non voglio che abbia troppa pazienza, altrimenti affogherà in un mare di autocommiserazione e pena.
 Una volta superati lo shock e il risentimento, di sicuro ce la farà".

"Ma, Signore, penso che quella donna non creda nemmeno in Te".

Dio sorride. "Non importa. Posso provvedere.
 Quella donna è perfetta. E' dotata del giusto egoismo".

L'angelo resta senza fiato. "Egoismo? E' una virtù?"

Dio annuisce. "Se non sarà capace di separarsi ogni tanto dal figlio,
non sopravvivrà mai.
 Sì, ecco la donna cui darò la benedizione di un figlio meno che perfetto.
Ancora non se ne rende conto, ma sarà da invidiare.
Non darà mai per certa una parola.
Non considererà mai che un passo sia un fatto comune.
Quando il bambino dirà 'mamma' per la prima volta,
lei sarà testimone di un miracolo e ne sarà consapevole.
Quando descriverà un albero o un tramonto al suo bambino cieco,
lo vedrà come poche persone sanno vedere le mie creazioni.
Le consentirò di vedere chiaramente le cose che vedo io - ignoranza, crudeltà, pregiudizio -,
le concederò di levarsi al di sopra di esse.
Non sarà mai sola. Io sarò al suo fianco ogni minuto di ogni giorno della sua vita,
poiché starà facendo il mio lavoro infallibilmente come se fosse al mio fianco".

"E per il santo patrono?", chiede l'angelo
tenendo la penna sollevata a mezz'aria.

Dio sorride. "Basterà uno specchio".



Testimonianza di una mamma speciale:


Per me le mamme sono tutte speciali, io mi ritengo solo un po' più fortunata delle altre, questo sì… perché penso che i sentimenti che provo io, prendendomi cura del mio Matteo, siano riservati solo alle mamme come me, non c'è gioia più grande che essere abbracciati da persone "speciali".
Il solo fatto di guardarlo negli occhi, di tenere il suo viso fra le mie mani… e provare la sensazione di carezzare un Angelo, non è da tutti.
Sì, perché per me è un Angelo, anche se senza ali; in lui non c'è malizia, cattiveria, gelosia, per lui le persone sono tutte buone, non esiste la malvagità e il pericolo; si fida di tutti e ama tutti, anche le persone che vede per la strada… la sua ingenuità è commovente!
 Non parla, sono i suoi occhi ad esprimersi per lui; sul suo viso gli si legge apertamente ciò che sta provando in ogni momento… e il sorriso non lo abbandona mai.
Quando sta male,non si lamenta mai, io riesco a capirlo perché le sue manine diventano gelide e umide... è così tenero...
Lui adesso ha 19 anni, ma per me e mio marito resterà sempre un eterno "bambino", bisognoso di cure, coccole e affetto… il suo modo di fare, di pensare, le sue movenze goffe e infantili lo accompagneranno per sempre.
Molto spesso penso a quando io o mio marito non ci saremo più ad accudirlo, e allora il terrore mi assale, passo giornate in una tristezza infinita, questo è il mio dolore più grande!



Ma confido in Dio, altrimenti impazzirei.
Si parla tanto di "diversità", molto spesso queste persone vengono emarginate, perché ritenute "diverse" , ma chi lo dice che sono loro i diversi?
Ma secondo voi come sarebbe il mondo con persone buone, sensibili, dolci, ingenue e con il sorriso sempre sulle labbra come il mio Matteo?
Sicuramente un mondo migliore!
Spero di essere riuscita a farvi capire cosa significhi avere un figlio disabile.

Non voglio appesantire troppo questo post sul blog della cara Gianna, ma se volete sapere qualcosa in più vi invito a leggere le mie interviste a questi link:



137 commenti:

  1. Un post speciale, su un blog speciale dedicato ad una mamma speciale da una maestra speciale, .......
    Mi sono commossa, non c'è molto da aggiungere a quello che avete già detto, e avete detto delle cose bellissime.
    Tutte le mamme con figli diversamente abili dovrebbero leggerlo per rendersi conto che sono state scelte per le loro qualità.
    Un abbraccio a tutt'e due Grandi Donne
    :)
    Rita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rita carissima, tu sei una persona molto dolce e sensibile, io l'ho notato subito… grazie di cuore!
      Un abbraccio anche a te cara.

      Elimina
    2. Un abbraccio forte anche a te, Rita.

      Elimina
  2. ...no amica mia, non ci hai annoiato...ci hai regalato un'occasione in più per riflettere!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Upupa, grazie a te per esserti fermata a leggere

      Elimina
  3. Grazie per questo post .Ho sempre pensato che le mamme di questi Angeli siano specialissime e ne ho avuto la piena conferma anzi ce l'ho ogni giorno.
    Un abbraccio cara Gianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Pinuccia

      Elimina
    2. Un abbraccio a te Pinuccia e Buon compleanno!

      Elimina
  4. Ho avuto modo di leggere nel blog di Betty alcune Sue riflessioni e ne sono uscita ricca ed appagata e le Sue riflessioni le ho sentite profondamente dentro di Me. Betty non è una mamma speciale, Betty è semplicemente specialissima nella sua naturalezza appunto di madre e per tutto ciò che fa per i bimbi disabili non solo per il suo Matteo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Carla, io non so se merito queste belle parole che hai scritto, ma le prendo con avidità, mi serviranno nei momenti bui, e sicuramente mi saranno di grande conforto.
      Grazie carissima, un abbraccio.

      Elimina
  5. Ma quale noia cara Betty...pur avendo già letto queste tue parole l'ho rilette e le rileggerei ancora...
    Chiedi come sarebbe il mondo con persone come il tuo Matteo e io non posso che confermare la tua supposizione...MIGLIORE...
    Già...chiedi "chi lo dice che sono loro i diversi"...Dal punto di vista, di pensare, di essere di ognuno...l'altro è sempre diverso...o per come pensa, parla, ride, gioca, piange...pensiamo se ognuno non fosse diverso dall'altro...sarebbe un mondo di automi!
    Scrivi ancora "...non c'è gioia più grande che essere abbracciati da persone "speciali"..." ma per una mamma (e aggiungo per un papà) il proprio figlio o figlia non è una persona speciale? ...non è un angelo? Certo proprio come il tuo Matteo Betty...ed è bello e importante che ogni mamma lo ricordi sempre...che i propri figli sono eccezionali, speciali, sono degli angeli mandati da Dio per farci apprezzare il dono della vita.
    Con questo, non fraintendermi, non voglio dire che Matteo non è speciale, anzi voglio dire il contrario...che è giusto e sono felice che lo sia...e che sarebbe strano, inaccettabile il contrario! Spero di non essere frainteso come a volte capita tra la "fredda rete"...
    Continuate, tu e tuo marito (Mauro vero?), a coccolarlo e amarlo come state facendo e per quando non ci sarete più voi...non preoccuparti...Dio sicuramente avrà o troverà altri due angeli per lui!
    Ciao Betty...
    Gianna è stato un gesto davvero bello questo post per Betty...proprio recentissimo commento le ho scritto che mi stavo "affezionando a loro"...beh spero che dopo questo post qualcun'altro possa magari non affezionarsi (per il momento) ma almeno apprezzare...questa MAMMA SPECIALE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti io l'ho scritto Pino… "Per me le mamme SONO TUTTE SPECIALI, io mi ritengo solo un po' più FORTUNATA", non volevo fare assolutamente distinzione, così come ogni figlio è speciale per i propri genitori, solo volevo fare notare la distinzione tra una persona normale e una come Matteo.
      Tutti i bambini con l'età acquisiscono la malizia, la furbizia, ma è giusto che sia così, altrimenti non riuscirebbero a superare i problemi che la vita gli metterà davanti.
      Matteo invece è esente da questo, e così tutti quelli come lui, e per questo sono fragili e indifesi.
      Hai ragione Pino, quando dici che nel web molto spesso si è fraintesi, non si possono sentire nè il tono, nè la voce del messaggio, e quindi si equivoca, ma non ti preoccupare, ho capito il senso del tuo discorso.
      Grazie di cuore per le belle parole che rivolgi sempre a me e alla mia famiglia, e anche per l'interessamento che evidenzi. Ciao

      Elimina
    2. Sono felice che quanto volevo dire sia stato (magari non tutto) ben recepito....per quanto riguarda quel "normale"...ci sarebbe molto da parlare e non è il caso ovviamente di farlo qui...
      Io dico solo che la normalità è tutto l'amore che c'è tra un genitore e un figlio e nella vostra famiglia si "respira" e percepisce anche attraverso le parole che si leggono da un "freddo" schermo!
      Ciao e buona giornata A voi Betty
      P.S. i "tuoi uomini" saranno contenti per la partita di ieri sera!

      Elimina
    3. Siiiiii Pino... hai proprio indovinato!! ahahahaha!!!

      Elimina
    4. Per me è stato un piacere grande presentare Betty, caro Pino!

      Elimina
  6. intenso questo brano., di lei della scrittrice avevo letto quel libro "se la vita è un piatto di ciliegie perchè a me solo i noccioli???"

    le tue mamme sono davvero speciali

    RispondiElimina
  7. Speciale questo post cara Gianna..
    Non ci si può annoiare a leggere parole di amore puro!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Cara Gianna, e cara Betty, solo chi ha qualcuno in famiglia con le condizioni del tuo Matteo può capire i sacrifici di una mamma speciale, ho mia nipote, figlia di mio fratello, che ora ha quindici anni, so quante corse fino a Siena si è fatto,(perchè solo li c'è un centro specializzato per assistere tali malati) quando aveva le convulsioni o stava male a causa di farmaci sbagliati ed altre vicende, man mano che cresceva insorgevano nuovi problemi, ora la vedo grande e non ci penso più a tutte quelle volte che i genitori facevano i capelli bianchi dallo spavento, poi il tema più cruciale lo avete menzionato, ed io negli anni addietro ci riflettevo senza una buona risposta se non (Dio provvederà a tempo debito) e sarebbe quando i genitori o non ci saranno più o avranno loro bisogno di essere assistiti, e ad ogni casa c'è sempre una croce da portare, anche mia moglie ha una madre malata mentale da anni, ed il brutto è che lei ha sacrificato la sua gioventù appresso a lei e sta per giungere il problema che è lei ora ad aver bisogno di aiuto, sua madre ha settantatre anni e riesce ancora a camminare con le sue gambe sempre guidata da qualcuno, mentre mia moglie fra poco compie cinquantadue anni e stà male con il femore ed un ginocchio, in più l'altra sera ha fatto la MOC in ospedale ed è affetta da osteoporosi, i due figli maschi o le nuore verranno ad accudire lei quando starà male?
    Una volta trovai una specie di definizione su un calendario Mariano,il titolo è L'inseparabile compagno della vita! Ve la voglio scrivere.
    Il dolore presto o tardi lo incontri nella vita.
    Esso non è un assurdo ma un mistero.
    Si soffre quando si nasce, si soffre quando si muore.
    Si soffre da grandi, si soffre da piccoli.
    Nessuno vive senza soffrire e nulla nasce senza morire.
    Cammini per la strada e nessuno ti considera, vuoi parlare
    con qualcuno e non c'è chi ti ascolta, cerchi un amico
    e non è facile trovarlo.
    L'uomo soffre quando è solo e soffre quando è malato,
    soffre quando è ricco e soffre quando è povero.
    soffre in città e soffre in campagna,
    soffre in tutti i luoghi, soffre in tanti modi.
    Il dolore è compagno di vita!
    Nessuno lo vuole e pochi lo capiscono.
    Eppure solo nel dolore nasce il vero amore,
    solo nel dolore si rafforza l'amore.
    Il dolore non si spiega: O lo si prova e
    gli si da un senso o rimane un grido senza speranza.
    Esso a volte è motivo per dubitare di Dio,
    ma spesso è un modo per incontrarlo!
    Se lo incontrerai in Gesù godrai la pace!!!
    Vi lascio un grosso abbraccio per consolare i cuori in pena.
    gaetano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Gaetano, la vita è fatta di gioie e di dolori, ma penso che quest'ultimo giochi un ruolo importante nella vita di ciascuno di noi.
      Tutti abbiamo la nostra croce, chi più pesante, chi più leggera… ma l'importante è saperla accettare e andare avanti.
      Penso che il dolore rende l'uomo più forte, più sensibile e più umano.
      Ti ringrazio Gaetano per il tuo bellissimo commento.

      Elimina
    2. E' davvero appropriato questo scritto Gaetano...e leggendolo attentamente si focalizza quanta verità c'è in esso...e come dice Betty il dolore (sotto i vari aspetti...fisici e psichici) ha davvero un ruolo importante nella nostra vita! La nostra croce bisogna solamente alleggerirla...non accorciarla...vero Betty?
      Ciao Gaetano.

      Elimina
    3. Sei troppo forte Pino... ahahahha ti rcordi la storiella?!

      Elimina
    4. Grazie Gaetano per il tuo "nutrito" post.

      Un grande abbraccio a te.

      Elimina
  9. Un post ricco di sentimenti puri, veri che ci deve far riflette

    RispondiElimina
  10. Credo che mamme speciali come Betty non ce ne siano molte.
    Possedere amore, forza e disponibilità oltre che competenza vanno decisamente "oltre", tra lei e il suo Matteo sono sufficienti uno sguardo e un sorriso...per coltivare quel feeling unico che esiste tra madre e figlio, in una situazione che, come è già stato scritto, bisogna viverla per capirla in profondità.

    Betty, lascia che te lo dica : sei una Forza !!

    Cara Gianna, con questo post hai rivelato ulteriormente - caso mai ce ne fosse bisogno - la tua profonda umanità. Sei una donna speciale pure tu !

    Un bacione ad entrambe, buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sirio, tu mi emozioni molto con i tuoi commenti, sento che vengono dal cuore e ti ringrazio molto, devi essere una bella persona.

      Elimina
  11. anch'io ho fatto soffrire mia madre per delle incapacità non evidenti, e neanche lei si è mostrata mai triste o infelice, ma mi ha sempre posto su un piedistallo non facendomi mancare ne cose nè amore

    RispondiElimina
  12. Penso che ogni mamma metta il proprio figlio su un piedistallo, semplicemente perchè sono meravigliose, e lo amano infinitamente.

    Voglio dedicare questa poesia trovata nel web, alla tua mamma, a quelle che sono intervenute qua e a tutte le mamme del mondo.

    Figlio,
    sai tu cos'è una mamma?
    Una mamma è,
    un cuore grande come il mare,
    pien d'amore e tenerezza.
    Due braccia immense,
    sempre pronte ad accoglierti,
    quando credi di cadere,
    lei riesce a consolarti,
    con gioia e con amore.
    Le proprie pene, nasconde sempre
    in un sorriso quando ci sei.
    Quando a volte sei triste e stanco,
    e non sai più andare, dove?
    Lei è sempre lì per te,
    quantunque...
    che ti aspetta, che ti ascolta,
    ti parla e ti consola.
    Se tu soffri,
    anche lei soffre con te.
    lei ti ama,
    e piange quando piangi tu.
    La sua gioia è il tuo sorriso,
    vive solo per il tuo bene.
    Per te ha sempre tempo,
    qualsiasi ora.
    Tutto ti dona con tanto amore
    e niente mai chiede per sè,
    forse,
    solo un bacio o una carezza...
    Tutto lei può perdonarti.
    Se le dai un colpo di telefono,
    un: "Ciao Momma, come stai?"
    e lei sarà felice assai.
    Ecco, figlio,
    questa è una Mamma!
    Ricco sei,
    se tu ancora una ne hai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Bellissima Betty...ho pensato alla mia di mamma...
      e per "farla anche mia" questa poesia aggiungerei una frase al finale

      "...anche se solamente,
      ormai...nel cuore e nella mente"

      Elimina
    3. Si, adesso direi che è completa, con il tuo tocco poetico ;-)

      Elimina
    4. Bellissimi versi, Betty.

      Elimina
  13. Una mamma davvero speciale e una donna da ammirare e da portare ad esempio. Matteo ha avuto il dono di avere una mamma speciale, e anche il padre , da quanto posso vedere, non è da meno!
    Capisco perfettamente l'angosci di Betty, al pensiero di quando lei e suo marito non ci saranno più... ma sono certa che il Signore l'aiuterà.
    Un post eccezionale mia cara Gianna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola, tu hai un cuore grande e una dolcezza infinita :)

      Elimina
    2. Ha emozionato anche me, Paola.

      Elimina
  14. Ciao Gianna grande post per una MAMMA verramente speciale.

    RispondiElimina
  15. Parole da incorniciare. Il mio pensiero va ora anche a tanti volontari. Ne conosco molti della mia zona, cui va tutto il mio sincero apprezzamento per quanto di buono fanno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, Adriano, un grandissimo enorme GRAZIE va a queste persone, ricche di grande umanità! Grazie per il tuo commento

      Elimina
  16. molto commovente ............
    e' senz'altro una mamma speciale piena di forza e di amore!!

    ciao gianna serena giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nanussa, un caro saluto a te e grazie mille! :-)

      Elimina
    2. Buona serata a te, Nan.

      Elimina
  17. Scusa Gianna se mi sono permesso, ma il post mi ha coinvolto e questa mattina leggendo la risposta di Betty ho voluto leggere gli altri interventi e mi è venuto "spontaneo" rispondere ad alcuni che mi hanno emozionato...come se si stesse dialogando tra noi...in armonia...
    Scusami ancora, ma non volevo essere invadente!
    Ciao e buona giornata a tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa non è invadenza, ma partecipazione, caro Pino.

      E ti ringrazio per i tuoi interventi pertinenti.

      Elimina
    2. Il buon dialogo è sempre costruttivo! Grazie Pino, sei un buon oratore... hai mai pensato alla politica?? Ahahaha!!! Io ti seguirei ciecamente ;-)

      Elimina
  18. Mi è capitato altre volte di leggere lettere di genitori che hanno figli con qualche handicap e ho sempre scoperto che sono persone veramente speciali con una sensibilità ed un amore che travalicano tutto.
    Ciao Gianna buona giornata, un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio di cuore Enrico, ma solo loro a cambiarci, giorno dopo giorno, ci rendono persone diverse, lo dico per esperienza personale... io prima che nascesse mio figlio, ero un'altra persona.
      Ciao Enrico ;-)

      Elimina
    2. Buona serata a te, Enrico.

      Abbraccio.

      Elimina
    3. Betty ho visto il tuo blog, anche li si legge amore in ogni post.
      buona giornata

      Elimina
    4. Grazie Enrico, mi ha fatto un grandissimo piacere la tua visita.

      Elimina
  19. Che bell'incontro ci hai fatto fare, Gianna!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Adriana, un sorriso per te ;-)

      Elimina
    2. Mi fa piacere sentirtelo dire, Adriana.

      Elimina
  20. Già Adriana...ho pensato anch'io la stessa cosa questa mattina...davvero un bell'incontro...ho pensato al post che ho scritto da me l'altro giorno..."che sono molto orgoglioso delle amiche e amici della rete!...ecc...ecc..e questi interventi aumentano ancora di più la mia consapevolezza!
    Ciao...e scusate, ma quando qualcosa mi interessa particolarmente...continuo a seguirne l'evolversi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io devo ringraziare la mia carissima amica Gianna, perchè senza di lei non avrei potuto conoscere persone come voi, ricche di valori e di buoni sentimenti; molto sensibili ai problemi dei più sfortunati, ma soprattutto... dotate di una carica umana non indifferente.
      Grazie anche per aver usato questo tuo spazio cara Gianna, facendomi conoscere ai tuoi amici, oggi mi sento ancora più ricca e privilegiata!
      Ti abbraccio forte!

      Elimina
    2. Betty, io sono orgogliosa d'aver conosciuto te e Matteo.
      Vi abbraccio forte.

      Elimina
  21. straordinarie ed uniche queste mamme,cara Gianna!!grazie,per queste bellissime e profonde testimonianze!felice weekend,cara ;0))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Come al mio solito avevo sbagliato a scrivere il nome... sorry :-(

      Grazie Elisabetta, un caro saluto anche a te ;-)

      Elimina
    3. Felice w. e. a te, Eli.

      Bacioni.

      Elimina
  22. solo un amore immenso dà tanta forza! non disperare, Betty, niente avviene per caso, il tuo Matteo sarà sempre accudito ed amato!!!
    un abbraccio affettuoso a tutti voi! Ines

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Passa oh l'Angelo e dici Amen!"
      Questa è una frase che dice sempre mia suocera... vuol dire "Speriamo che così sia!"
      Hai ragione Ines, mai niente arriva per caso, qualsiasi cosa accade nella nostra vita, è perchè deve insegnarci qualcosa.
      Grazie Ines, un abbraccio anche a te

      Elimina
  23. Gianna, non riesco a commentare con parole "povere" frasi che esprimono la grandezza di questa madre e di tutte quelle il cui coraggio è messo continuamente alla prova. Stamane Betty m'ha lasciato un commento sul mio blog ed io, che riesco ad esprimermi solo attraverso le mie "non poesie" le ho voluto dedicare un post!
    Un bacio Gianna ed un abbraccio grande di stima a Betty ed a Matteo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Post stupendo Eli, Betty ne sarà felicissima.

      Elimina
    2. Cara Elisena, non sai quanto io mi senta onorata di aver fatto la tua conoscenza.
      Hai scritto per me una poesia bellissima, commovente, mi hai emozionata e colpita moltissimo per la tua grande sensibilità.
      Grazie di cuore, ti mando un forte abbraccio :-)

      Elimina
    3. Ma io quel tuo abbraccio me lo prendo tutto Betty, con la gioia di dividerlo con Gianna, una grande donna che sa capire, amare e soprattutto unire così tanti animi in questo mondo "virtuale" che attraverso lei diventa più che mai VERO!
      Buona notte ad entrambe!

      Elimina
  24. Grazie infinite per questa meravigliosa finestra aperta e da cui ho potuto vedere come la luce, la gioia, la freschezza e la vivacità di un bellissimo giardino. La luce è di Dio, è vero... ma a volte troviamo dei cuori che la riflettono, illuminando "luoghi" o ancora più semplicemente facendoci vedere a tratti già da ora n pezzetto di Paradiso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Terry del tuo commento emozionante e ccommovente.

      Elimina
    2. Ma che belle parole Terry, ti ringrazio moltissimo di vero cuore.

      Elimina
  25. Io sono mamma di tre figli, come oramai sai amica mia..ma non so se riuscirei mai ad arrivare a questi livelli di magnificenza materna...Senza ipocrisia..lo sai... Un abbraccio a tutte le mamme..ma come siano, ma sinceramente mamme, per le loro creature! Natasha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei troppo buona Nat, grazie infinite per le belle parole, penso che tu sia una mamma stupenda!

      Elimina
  26. Scorrendo questo post mi sono trovata a rabbrividire di commozione.
    Grazie Gianna e grazie Betty.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco la tua sensibilità, Krilù.

      Elimina
    2. Grazie a te Krilù per aver dedicato un po' del tuo tempo a leggere questo post ;-)

      Elimina
  27. ...e così vado a letto con un gran nodo in gola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna Marina, salutami tanto i tuoi simpatici folletti, fate davvero tante cose belle, vi leggo con piacere.
      Grazie per esserti fermata.

      Elimina
  28. Credo fermamente che i "diversamente abili" siano le persone migliori del mondo, di qualunque età.
    Un caro saluto ai genitori di Matteo e grazie a te Gianna,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo penso anch'io, Aldo.

      Buona domenica.

      Elimina
    2. Hai detto una cosa bella e VERA!!
      Grazie Aldo, un caro saluto anche a te

      Elimina
  29. Mi scuso del ritardo... Un post commovente Gianna. Questi genitori sono delle persone speciali. Vado a trovare Betty. Buon fine settimana (freddo?). Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vai Ale...merita tantissimo.

      Per il freddo dicono di sì. Bacioni

      Elimina
  30. Una storia che tocca il cuore,grazie Gianna per averla proposta,un saluto a Betty.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai letto ciò che ti ho scritto sul blog di poesia?

      Elimina
    2. Ciao Achab, un saluto e un grazie di cuore a te.

      Elimina
  31. Sono tornata per rileggere i vari commenti; un post davvero coinvolgente. Grazie Gianna per averci dato modo di conoscere Matteo e la sua dolce mamma... In Poesie in vetrina, quando ho letto la poesia a lui dedicata, avevo capito che si trattava di una mamma particolare : ora so che è una persona eccezionale! Un abbraccio a te Gianna da St. Andrea e uno a Betty e Matteo. Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I blog...quante belle persone fanno incontrare, vero Paola?

      Buon relax e senti le mie coccole.

      Elimina
    2. E io sono felice di aver conosciuta te Paola, la tua dolcezza e la tua grande sensibiltà mi hanno commossa.
      Ti mando un abbraccio.

      Gianna, è grazie a te che ho potuto conoscere tutte queste belle persone.
      Grazie di tutto!

      Elimina
  32. Annoiare? Tutt'altro: allarga il cuore!

    RispondiElimina
  33. avevo letto e commentato la bella poesia che Elisena aveva dedicato a Betty,ora leggendo questo post mi sono commossa fino alle lacrime,non mi resta che abbracciare Betty e il suo Matteo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un abbraccio anche a te cara e dolce Gabe, da parte mia, e di Matteo.

      Elimina
  34. Sono persone veramente speciali,
    hanno accettato serenamente e si godono tutto l'affetto che questo figlio sa dare.
    E' normale avere preoccupazioni per "un domani" ma hanno fede quindi andrà tutto per il meglio.
    Bel post Gianna, altro che annoiare....
    Buon fine settimana
    Marj

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Marj, hai detto giusto, l'accettazione è il segreto della felicità.
      Grazie, un abbraccio.

      Elimina
  35. La forza dell'amore...
    Cinzia

    RispondiElimina
  36. Hai fatto un post bellissimo Gianna, quanto amore!!!
    Ciaoo un abbraccio e serena settimana!!
    Magda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magda, con la preziosa collaborazione di Betty.

      Abbraccio e buona settimana a te.

      Elimina
    2. Il merito è tutto tuo Gianna, credimi... ;-)

      Elimina
    3. So anche arrossire, cara Betty troppo buona.

      Elimina
  37. Buonasera Gianna, in questo post hai fatto saltare fuori tutto il meglio di voi madri, io prima di ogni cosa sono stato figlio ed ho sempre pensato che ogni mamma meriterebbe un gran premio per la missione che compie al mondo, oltre a dare la vita, sacrifica tutta se stessa per i figli senza ricevere che poco, e Betty ha avuto tanta forza da mutare le avversità, a dominare le tempeste della vita.
    Buona vita a Betty ed a tutte le mamme e le nonne.
    gaetano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che abbiate apprezzato questo post Gaetano, ed è bello, perchè vuol dire che ci sono ancora tante persone sensibili e solidali, nonostante tutto...

      Elimina
    2. Grazie Gaetano, è stato bellissimo leggerti.
      Buona vita anche a te :-)

      Elimina
  38. Ciao mio Dolce Sorriso, Matteo è una persona speciale perché ha una grande abilità che vale più di tutte le altre messe insieme, conosce, sa donare e accoglie l'amore puro e incondizionato; il vero handicap invece appartiene a coloro che questo amore non lo riconoscono e non possono viverlo!
    Auguro a te, a Matteo, a Betty e a suo marito una splendida domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie delle tue belle parole, dolcissima.

      Radiosa domenica a te!

      Elimina
    2. Ciao Sciarada, hai saputo esprime meravigliosamente il tutto, in poche parole, un grazie di cuore da parte mia e di Matteo.
      Un abbraccio, e buona domenica

      Elimina
    3. Ciao Betty, sono io che ringrazio Matteo, te, la tua famiglia ed ovviamente la mia dolce Gianna che è sempre disponibile e accogliente, abbiamo tutti bisogno di vivere in un mondo migliore ed attraverso la vostra testimonianza questo mondo dell'anima possiamo incontrarlo ed apprezzarlo!
      Lieta serata!

      Elimina
  39. ╔═╦═╦╗╔╦═╦═╗╔═╦═╦══╦═╦═╦╦═╦═╗
    ║═╣═╣║║║╠╣═╣║║║║║║║║═╣║║║╠╣╬║
    ║╔╣═╣╚╣║╠╣═╣║║║║║║║║═╣║║║╠╣║║
    ╚╝╚═╩═╩╩═╩═╝╚═╩═╩╩╩╩═╩╩╩╩═╩╩╝
    .(\(\..♥../)/)
    ..( ‘.’)….(‘.’ )
    o(_”)”).(“(“_)o..
    ”˜˜”*°•. ˜”*°••°*”˜ .•°*”˜˜”*°•.
    ♥ ♥ ♥ Un salutone per te!!♥ ♥ ♥

    █▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▒▒▒▒▒░▀▀█
    █▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▒▒░░░░▒▒░█
    █▀▒▒▒▒▀▀▒▒▀▒▒▒▓▓▓░░▒░█
    █▒░░░▓▒▒▒░░▒░░░▒▓░▒▒░█
    █▀▒▒▒░░░░░░░░░░░▒▒▒░▀█
    █▀▀▒░░░░░░▄▄░░░░░░▒░▀█
    █▀▀▒░▄▄░░░▐█░░░░░░▒░▀█
    █▀▀▀▒▐█░░░░░░░░░░▒░▀▀█
    ▒▓▒▒░▒░██░░░█░░░░▒░▀▀█
    ▒▓▓▒▒▒▄▄▄▄█▀░░░░▒░▀▀▀█
    ▒▓▓▒░░▒▒▀▀░░░▒░▒░▀▀▀▀█
    █▒▒░░▒▒░▒▒▒▒▒░░░▒▒▒▒▀█
    █▀▒▒▒▒░░░░░░░░░▒░░░░▒█
    █▀▀▀▀▀▒░░░░░░░░░▒░▒▒▀█
    █▀▀▀▀▀▀▒░░░░░░░░░▒░▀▀█
    █▀▀▀▀▀▀▒▒░░░░░░░░▒░▀▀█
    █▀▀▀▀▀▀▒░░░░░░░▒▒▒▒░▀█
    █▀▀▀▀▀▒░▒░░░░░▒░░░▒▒▀█
    █▀▀▀▀▀▒░░▒░░░▒░░░░░▒▀█
    █▀▀▀▀▀▒░░░▒▒░▒░░░░░▒▀█
    █▀▀▀▀▒░░░░▒▒▒▒░░░░░▒▀█
    █▀▀▀▒░░░░░▒▀▀▀▒▒▒░░▒▀█
    █▀▀▀▒▒▒▒▒▒▀▀▀▀▒░░░░▒▀█
    ▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▒▒▒▒▒▒▀▀

    RispondiElimina
  40. Grazie Mirta, hai sempre pensieri gentili per me.

    Radiosa domenica a te!

    RispondiElimina
  41. Che bel post!!!
    Ciao, Gianna, ti lascio un abbraccio e buona Domenica!

    RispondiElimina
  42. Un'esperienza, una testimonianza d'amore che insegna tante cose a tutti noi. Un caro saluto a te e... a tutte le persone che passano da questo bellissimo blog.

    RispondiElimina
  43. Un post molto bello dedicato all'amore, alla sensibilità, alla gentilezza.

    RispondiElimina
  44. Che fantastica famiglia ci hai presentato, Gianna. Leggendo le parole di Betty, stracolme d'amore, ho ritrovato sensazioni, pensieri anche miei. Ho la fortuna di lavorarci con bambini e ragazzi speciali ed è proprio così...l'affetto, la spontaneità, i sorrisi che sanno donare al mondo intero sono impagabili. A volte c'è appunto da chiedersi se non siano più "normali" loro che noi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sapevo, grazie di questa bella testimonianza, Ninfa.

      Ti abbraccio, so che stai vivendo brutti momenti...

      Elimina
    2. Ciao Ninfa, allora anche tu sei un po' privilegiata... queste persone sanno donare tanto amore, facendoti provare emozioni uniche; e poi i loro bellissimi sorrisi... sono così dolci, da farti dimenticare le cose brutte di questo mondo.
      Un abbraccio e grazie!

      Elimina
    3. Sì, lo immagino Gianna...è che di solito nel blog non parlo del mio lavoro. Ricambio il tuo abbraccio, è vero, sono momenti duri per la mia famiglia, però...ho fiducia!

      Piacere di conoscerti, Betty. Sì, non quanto te, ma sono anch'io privilegiata. I sorrisi di queste persone sono bellissimi, perchè anche quando diventano grandi mantengono quella luminosità, quella spontaneità e candore tipico dei bambini. Un abbraccio anche a te!

      Elimina
    4. Si brava Ninfa, è proprio questo che volevo si percepisse… ed è proprio questa la caratteristica che le rende "persone speciali".
      Un grande abbraccio a te, è stato un vero piacere conoscerti, spero che tutti i problemi si dissolvano presto.

      Elimina
  45. Sono felice di vedere che molte persone si sono aggiunte durante il fine settimana ...con testimonianze e riflessioni toccanti
    E' bellissimo Gianna quando un post suscita tutto questo!...vuol proprio dire che il cuore ancora palpita per le emozioni vere e ci si commuove ancora per i valori importanti della vita...che qui sono stati tutti espressi...tutti...e da tutti!
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti sono molro contenta, caro Pino.

      E ancora tante grazie a te per l'assidua partecipazione.

      Elimina
  46. Grazie anche da parte mia, di Matteo e di Mauro, a te Pino, e a tutte le belle persone che hanno partecipato.
    In particolare alla splendida e dolcissima padrona di casa ;-)

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...