09/04/12

44

PRIMA DI CRITICARE ...

  facciamo attenzione.


Una giovane coppia di sposi novelli andò ad abitare in una zona molto tranquilla della città.
Una mattina, mentre bevevano il caffè, la moglie si accorse, guardando attraverso la finestra, che una vicina stendeva il bucato sullo stendibiancheria.

“Guarda che sporche le lenzuola di quella vicina!
Forse ha bisogno di un altro tipo di detersivo…
Magari un giorno le farò vedere come si lavano le lenzuola!”.

Il marito guardò e rimase zitto.

La stessa scena e lo stesso commento si ripeterono varie volte, mentre la vicina stendeva il suo bucato al sole e al vento.

Dopo un mese, la donna si meravigliò nel vedere che la vicina stendeva le sue lenzuola pulitissime, e disse al marito:

“Guarda, la nostra vicina ha imparato a fare il bucato! Chi le avrà  insegnato come si fa?”.

Il marito le rispose:

“Nessuno le ha fatto vedere; semplicemente questa mattina, io mi sono alzato più presto e, mentre tu ti truccavi, ho pulito i vetri della nostra finestra!”.

Così è nella vita.

Tutto dipende dalla pulizia della finestra attraverso cui osserviamo i fatti.
Prima di criticare, probabilmente sarà necessario osservare se abbiamo pulito a fondo il nostro cuore per poter vedere meglio.
Allora vedremo più nitidamente la pulizia del cuore del vicino…

Allora...puliamo finestre, occhi e cuore...prima di esprimerci.

44 commenti:

  1. Bello!!! Prima pensare sempre a se stessi, alla propria pulizia personale (in ogni senso), poi...
    Buona Pasquetta

    RispondiElimina
  2. Carissima Gianna, ho gustato moltissimo questa storiella così saggia. che mi trova perfettamente d'accordo. Troppo spesso. la gente, parla e sparla soltanto perchè ha la voce, senza rendersi conto che se ognuno si facesse gli affari propri, saremmo tutti più sereni e felici.

    Buona Pasquetta anche a te ed un abbraccio
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuno ha il diritto di giudicare...nessuno conosce l'intimo di una persona...

      Elimina
  3. ciao
    una storia veramente saggia.
    Buona pasquetta.

    RispondiElimina
  4. Cara Gianna questa me la metto assieme di tutti le tue cose sagge che hai spesso pubblicato, grazie di cuore cara amica, buona serata stellina!!!
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Ciao Gianna buona Pasquetta anche a te

    RispondiElimina
  6. Una storia che insegna,auguri di buona Pasquetta cara Gianna.

    RispondiElimina
  7. Gianna, quanta saggezza in questo racconto
    Buona serata

    RispondiElimina
  8. Una parabola da fare intendera per prima a certi potenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I potenti non vogliono intendere...

      Elimina
  9. E puliamo soprattutto la lingua prima ancor di criticare, giudicare e condannare.....e chi più ne ha più ne metta :)
    Pasquetta gelata.....quasi quasi accendo il caminetto :)

    RispondiElimina
  10. Sagge parole!!!

    Baciii
    Cri&Anna

    RispondiElimina
  11. Cara Gianna, la tua parabola è raccontata con la delicatezza e sensibilità che ti è propria.
    E' simile ad un'altra parabola del vangelo:
    - Perché guardi la pagliuzza che è nell’occhio del tuo fratello, e non ti accorgi della trave che è nel tuo occhio?
    "Non giudicate, per non essere giudicati, perché con il giudizio con il quale giudicate sarete giudicati voi e con la misura con la quale misurate sarà misurato a voi."
    Grazie Gianna per la visita.
    Un abbraccio, Serena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Serena, grazie del tuo commento molto appropriato.
      Benvenuta e a risentirci, spero.

      Abbraccio ricambiato.

      Elimina
  12. Cara amica mia, sante parole! Quante gente critica, senza guardasi addosso...senza preoccuparsi di risolvere i propri problemi e sporcizie....E più facile criticare gli altri, perchè questo da l'illusione di essere migliori degli altri...Ma poi, quando si rimane con se stessi, tra le proprie mura di casa...beh...la realtà per alcuni è troppo dolorosa,per far si che si rimbocchino le maniche e cerchino di cambiare le cose...Un grande abbraccio. Natasha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che sia troppo comodo e facile criticare...

      Ma con che diritto?

      Ti abbraccio Nat.

      Elimina
  13. Un tempo si diceva che " bisogna lavarsi la bocca con il sapone prima di parlare di qualcuno che merita molto"...

    RispondiElimina
  14. Sai che penso? Che qui, su internet intendo, pecchiamo un pò tutti di ipocrisia perchè ci dipingiamo buoni, bravi, con sani principi, ecc.. e si pensa siano sempre gli altri che sbagliano, criticano, sparlano, giudicano. Ma in fondo chi sono gli altri se non noi? Ognuno ha pregi e difetti e non son sempre gli altri a sbagliare ma, a volte, sbagliamo noi per primi senza rendercene conto (io mi metto in cima alla lista) perchè ci riteniamo sempre migliori. Credo che l'importante è ammetterlo e ridimensionarsi anche se abbiamo uno schermo davanti che ci protegge. Siamo sempre e comunque umani e non c'è niente di male ad ammettere i nostri errori, anzi, è segno di umiltà.

    La tua storia è bellissima Gianna, andrebbe fotocopiata e imparata a memoria..

    Baciotti e spero ti arrivi il mio commento stavolta!!
    Sesè

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciò che hai scritto per me era sottinteso, cominciamo da noi...
      Mi è arrivato finalmente il tuo commento Sesè e mi fa piacere, vuol dire che la mia porta è sempre spalanata...

      Io parlo sempre in prima persona plurale, infatti.

      Baci.

      Elimina
  15. Cara Gianna, vedo che siamo tutti daccordo sia a definire giusto il racconto che ad ammettere i propri errori, quindi due secoli fa', quell'Uomo che diceva; Togli prima la trave dal tuo occhio per poter vedere la pagliuzza nell'occhio del fratello! Aveva ragione e le Sue parole sono sempre attuali, quindi ci hai posto un tema giustissimo e valido, pero' noi uomini ce ne dimentichiamo sempre, per questo continuiamo a sbagliare.
    Ti auguro una buona settimana.
    gaetano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E allora dobbiamo ricordarcelo ogni tanto...questo è il messaggio del post.
      Buona settimana a te, Gaetano.

      Elimina
  16. effettivamente siamo un po' tutti pronti a criticare gli altri prima di guardare dentro di noi, forse perchè è più facile? probabilmente si.
    buona settimana

    RispondiElimina
  17. non potevi fare post migliore.......quante volte mi sono scontrata con persone bravissime a giudicare senza conoscere la verità dei fatti.......
    grazie per questo post!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazia a te per l'intervento, Andreina.

      Elimina
  18. riflessione molto forte, ma veritiera!!! non guardiamo la pagliuzza....è un augurio per questo periodo pasquale! buona settimana...

    RispondiElimina
  19. Auguri in ritardo, carissima Raggio.

    RispondiElimina
  20. ....eh già!!!!!!! Quanta ipocrisia troviamo ogni giorno...!
    Grazie Gianna le tue chicche sono fantastiche!
    Un abbraccio
    Robi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ci capiamo, Robi...

      Abbraccio a te.

      Elimina
  21. ciao cara Gianna,

    bellissima la tua casa... che serenità !
    grazie per la tua visita, come vedi non sono più molto presente..
    colgo quindi l'occasione per augurarti tutto il bene possibile, un saluto, ciao !

    RispondiElimina
  22. E questa è la pulizia che si deve fare ogni giorno, senza mai stancarsi. Ottimo esempio e assai calzante. Un abbraccio

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...