22/04/12

73

IL BENE CHE FAI TI RITORNA


Un giorno, un ragazzo povero, Howard Kelly, che vendeva merci di porta in porta per pagarsi gli studi universitari, si ritrovò con soli dieci centesimi in tasca ...e aveva molta fame!
Decise quindi che alla prossima famiglia visitata, avrebbe chiesto del cibo.
Ma gli aprì la porta una affascinante signora che lo turbò a tal punto che, confuso, non seppe chiedere altro che un bicchiere di acqua, anziché del cibo.
La donna si accorse che  il ragazzo era affamato, ed invece di acqua, gli portò   un grosso bicchiere di latte

. 

 Il ragazzo lo bevve lentamente, e poi chiese alla signora:

" Quanto le devo?"

 Non mi devi niente - rispose lei -  mia madre mi ha insegnato a non pretendere nulla per quello che si dona per amore, ai fratelli

" Allora, la ringrazio di cuore...!" 

Quando Howard Kelly uscì da quella casa, non solo si sentì più forte fisicamente, ma sentì anche che era cresciuta in lui la fiducia negli uomini  e la fede in Dio.

Molti anni dopo, quella donna si ammalò gravemente.

I dottori locali erano confusi sul suo caso e non sapevano trovare rimedio alla sua malattia.
Decisero di inviarla nell'ospedale  della capitale e chiamarono il famoso Dr. Howard Kelly  per un consulto urgente.

Quando questi sentì il nome del paese da cui proveniva la paziente, una strana luce riempì i suoi occhi. Salì immediatamente nella stanza della donna e riconobbe l'anziana signora.
Il suo cuore sussultò di commozione.
Era deciso a fare qualsiasi cosa  pur di salvarle la vita.

 Da quel momento tutte le sue premure erano per l'ammalata, e le sue giornate erano tutte per trovare rimedio a quella terribile malattia che stava per uccidere la signora.
Dopo una lunga lotta,  la paziente, vinse la battaglia..!
Era completamente guarita!

Prima che venisse dimessa, il Dr Kelly chiese all'ufficio amministrativo dell'ospedale che inviasse la fattura totale delle spese a lui, per il visto.

Quando l'ebbe in mano, la firmò  approvandola e  in calce alla stessa scrisse un' annotazione.
 La fece, poi,   recapitare alla signora.

 "Pagata completamente molti anni fa... con un bicchiere di latte"!
 Dr. Howard Kelly.

Gli occhi della donna si gonfiarono di lacrime di gioia, e dal suo cuore sgorgò questa preghiera:

 "Grazie, mio Dio! Il tuo amore si è manifestato nelle mani e nei cuori degli uomini."

73 commenti:

  1. Mi hai fatto venire i lucciconi! Sarebbe bello sentirne tante di storie come questa. Un abbraccio cara Gianna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come afferma Gaetano, tanti sono i "miracoli", ma noi non li conosciamo, cara Paola.

      E tu conosci me...

      Elimina
  2. Favola da brividi! Anche il male che si fa ritorna!
    Oggi è domenica: Il giorno del Sole! Buon sole a te Gianna. Un bacio, Serena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche il male che si fa ritorna, cara Serena.
      Sperimentato...

      Baci, Serena.

      Elimina
  3. Cara Gianna, oltre a ringraziarti per questa toccante storia, ti dico che sono verissime le tue parole e che il bene e' silenzioso, percio' se ne sente parlare poco ma ti assicuro che ne ho vissuti molti di piccoli episodi simili.
    Ti abbraccio tanto da poter spremere queste brutte nuvole che a volte sembrano voler avvolgere gli uomini per non fargli vedere la grazia di Dio che e' piu' luminosa del sole.
    gaetano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Emozionante ciò che hai scritto, Gaetano.

      Il bene si fa a prescindere dalla gratitudine, poi se questa arriva, ben venga...

      Il Signore è con noi.

      Elimina
  4. Nella Vita capita di provare quelle forti sensazioni di gratitudine per una persona o di leggerla nello sguardo, rivolto a noi, da un'altra persona ... non ci sono parole, per descrivere tutto ciò, lo si vive semplicemente, ed è bello e fa stare bene ... tutto questo da senso alla vita rendendola spettacolare:-)

    Ciao Gianna

    RispondiElimina
  5. Ciao Gianna,una storia bellissima,mi sono commosso fino alle lacrime,grazie,buona domenica,ti abbraccio cara amica.

    RispondiElimina
  6. Sempre belle e commoventi le tue storie. Ciao buona giornata, un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  7. Mi scendono le lacrime!E' bellissimo che quel ragazzo diventato uomo e medico nella sua anima era rimasto semplice e il successo non l'aveva cambiato!Nella vita è questione di tempo...ma ogni cosa ritorna....lo dico per esperienza!Baci e buona domenica,un bacio alla tua bella nipotina!Rosetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosetta, mi ritrovo in te.

      Sara ringrazia.

      Elimina
  8. Una gran bella storia. Anch'io credo al fatto che il bene fatto poi ritorna. Credo sia una legge dell'universo.

    RispondiElimina
  9. I miei genitori mi hanno insegnato sin da piccola che chi fa il bene troverà il bene....
    Buona domenica Gianna!

    RispondiElimina
  10. Sempre fonte di impostanti insegnamenti , questi racconti!!!

    RispondiElimina
  11. Che bella storia ! Anche io credo che tutto torna, in altre forme, quando meno te lo aspetti ma torna:)) buona domenica Gianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo Viola, quando meno te lo aspetti.

      Elimina
  12. ciao, bella storia ma non sempre è così.... non ritorna nulla, l'anima non ne ha beneficio riceve solo tormento. è l'esatto contrario degli insegnamenti ricevuti. ma forse io non sono stato al passo con i tempi e, la fiducia nel prossimo, mi ha fatto abbassare la guardia. ora, per rimediare, sto lottando per diventare egoista ....chissà se vinco. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grog, devi avere pazienza e aspettare...io ho aspettato decenni e il bene che avevo fatto mi è ritornato, proprio perchè non ero e non sono egoista...

      Elimina
  13. Ma che storia meravigliosa! Diceva Marziale: "Avrai sempre quelle sole ricchezze che avrai donate."

    RispondiElimina
  14. Ciao mio dolce sorriso, questa storia è una goccia di dolcezza che ravviva il battito del cuore!
    Un abbraccio e un bacio a te e a Sara!

    P.S. sono molto contenta che tu abbia trovato un rimedio alla disidrosi! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre gradita la tua visita, carissima amica!

      Elimina
  15. Che bella, mi scendono le lacrime... A volte basterebbe molto poco. Purtroppo stiamo attraversando un periodo non facile... Bisognerebbe inviarla ai nostri politici!!!Un grande abbraccio Gianna. Buona serata.
    Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stiamo vivendo davvero un brutto periodo, cara Ale, ma la speranza in un futuro migliore non ci deve abbandonare...

      Un abbraccio infinito!

      Elimina
  16. A volte il destino può determinare piacevoli sorprese,quant'anche non fosse così,l'attenzione per chi non è momentaneamente fortunato dev'essere interpretata.

    Su l'ingombrante giornalista

    Come ha scritto Travaglio,potrebbero inserire qualsiasi cosa al suo posto,aspettando i pacchi non se ne accorgerebbero!

    Ciao

    RispondiElimina
  17. Ciao Gianna fai del bene e riceverai bene
    speriamo che la gente specialmente la gioventù
    riesca a mettere in pratica questo proverbio
    ne abbiamo tanto bisogno.

    RispondiElimina
  18. Emozionante questo racconto e quanta verità nel dire che il bene fatto ci viene restituito e anche con gli interessi.
    Magari non ce ne accorgiamo subito.....ma è così.
    Un abbraccio per una buona serata
    Pinuccia

    RispondiElimina
  19. Conoscevo questo bel racconto!Lo spero davvero che il bene fatto torni...ma il mondo è pieno d'ingiustizie, purtroppo!

    RispondiElimina
  20. Una storia degna per un film del grande Frank Capra!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, grande regista e grande psicologo.

      Elimina
  21. Un bel racconto che aiuta a sperare anche se vediamo tante ingiustizie ed egoismi.
    Una umanità diversa è possibile!
    Ciao Gianna

    RispondiElimina
  22. Bellissimo racconto, e per fortuna c'è ancora chi si ricorda del bene ricevuto... ;-)

    Grazie, carissima Gianna :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Antonio, crediamoci!

      Abbraccio

      Elimina
  23. bel racconto anche se è utopia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti garantisco che non è utopia ricevere il bene che si è donato, cara Adriana.

      Buon lunedì.

      Elimina
  24. Chissà se è davvero così... e cmq sia è bellissimo sperare che lo sia ...
    A volte è difficile anche riconoscere certi segnali ...
    Dalle mie parti si dice "fa o male e pensaci, fa o ben e scuordet"
    Ciao carissima, baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordo molto bene il detto, cara Miryam.

      Baci.

      Elimina
  25. Le lacrime di commozione di quella donna sono le stesse mie...

    Cara, AUGURI di buon "complemese" con tutto il cuore al vostro piccolo e dolcissimo angioletto, e una piccola notifica x te...
    ...ho modificato il colore nonchè il carattere del testo del mio blog, x agevolarne la lettura...spero che così vada
    meglio ^_^

    Un forte abbraccio!

    M@ddy

    RispondiElimina
  26. Ciao cara Stella,bellissimo racconto e commovente.un augurio alla tua piccola Sara per i suoi 10 mesi' è sempre piu' bella.ti auguro un buon inizio di settimana un abbraccio nonna gianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gianna, ti abbraccio forte forte.

      Elimina
  27. Bel post! E tantissimi auguri alla piccola Sara!

    RispondiElimina
  28. Evviva tanti auguri a Sara!!! Regalo una carezza sul quel delicato visino....
    Buon inizio di settimana.
    ale

    RispondiElimina
  29. Sara è bellissima e dolce dolce ! auguri e tanti bacini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un amore, Paola.

      Le ho insegnato a battere le manine e lo fa sorridendo.

      Elimina
  30. ciao gianna complimenti per la nipotino bellissima e auguri.))
    sai che a leggere questa storia mi son venuti gli occhi lucidi, molto commovente, grazie speriamo che succeda sempre cosi', ma non bisogna far le cose per avere una ricompensa secondo me, si e' di carattere generosi e quindi viene spontaneo comportarsi in questo modo.) ciao baci rosa a presto buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido Rosa, vale sempre il detto "fai il bene e dimenticalo, fai del male e ricordalo".
      In tanti ci siamo commossi leggendo questo racconto.
      Baci.

      Elimina
  31. Ciao Gianna...

    GRAZIE per la sensibilità e il bellissimo commento che hai lasciato al mio blog, inoltre qui vedo una MERAVIGLIA!!!

    Cosa c'è di più bello???

    FANTASTICA la tua nipotina...bellissima!

    ...toglie il fiato!

    Un bacio GRANDISSIMO! NI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Ni, quando la vedo non capisco più niente...
      Grazie dei complimenti a Sara.
      Un bacio.

      Elimina
  32. buon pomeriggio,cara Gianna!!anche i miei occhi,si sono velati di commozione,leggendo questa bellissima storia!!è proprio vero,il bene che si fa,viene ripagato,sempre,sempre,sempre!!un bacione,cara

    p.s il primo piano di Sara è bellissimo!!!!! ;0))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Eli, sono d'accordo.

      Io la vedo bellissima, perchè sono la nonna... mi fa piacere che voi me lo confermate.

      Elimina
  33. Ma è storia vera? In ogni caso è molto bella, prende alla gola.
    Hai una super nipotina, quanta tenerezza!!!

    RispondiElimina
  34. Sembra di sì.

    Sara mi fa morire...di gioia.

    RispondiElimina
  35. che bello quando si incontrano persone riconoscenti! anche se raro, a volte capita ed il cuore sussulta e si gonfia di "riconoscenza"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ti sono riconoscente, Raggio.

      Baci

      Elimina
  36. bel post. In questo momento e per qualcuno è difficile fare del bene e importante è non fare del male. A volte davanti al supermercato si vedono persone che chiedono la carità e spesso stanno meglio di noi...Poi nel supermercato entrano persone indispettite e io non sono di meno, un ragazzo giovane e forte che si mette seduto a chiedere l'elemosina... A volte ci sono persone che non chiedono e ne avrebbero veramente bisogno e altre che dovrebbero farne a meno e inistono. E' brutto quando devi riportare il carrello e li vedi che ti pregano o ti corrono dietro chiedendoti di riportare il carrello. Chi semina vento raccoglie tempesta e in questo periodo è difficile anche seminare. Offriamo quello che possiamo. Meglio dare che ricevere e aver bisogno di ricevere. Ognuno fà quello che può.

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...