05/10/11

15

IL CANE FURBO


La storia si svolge in Africa. Un abitante di un piccolo villaggio si dirige verso la cittadina più vicina con il suo cane.
Durante il cammino, il cane si divincola, spezza il guinzaglio e scappa nella jungla.
Mentre sta cercando il suo padrone, vede un leopardo che si avvicina con il chiaro intento di mangiarselo. Il cane va in panico, ma in una frazione di secondo vede a terra delle ossa.
Allora si mette di schiena al leopardo e comincia a succhiare un osso mentre attende l'arrivo del felino. Quando il leopardo è a portata di orecchio, il cane dice:

" Mamma mia quanto era buono questo leopardo! Chissà se qua intorno ce ne saranno altri..."

Il leopardo impaurito si dà alla fuga e scappa nel bosco.

Da un albero lì vicino una scimmia aveva assistito alla scena e decide di sfruttare questa informazione a suo vantaggio nei confronti del leopardo.
Si reca alla tana del leopardo e gli racconta tutto sperando che lui diventi il suo protettore.

Il leopardo dice:

"Portami da questo cane! Mi ha ridicolizzato sul mio territorio! Monta sulla mia schiena e conducimi da lui e ti renderò questo servizio".

Il leopardo e la scimmia si dirigono verso il cane. Il cane, però, aveva intuito qualcosa, quindi si mette di nuovo con la schiena verso i due animali che stavano arrivando ed esclama:

"Vedi a fidarsi delle scimmie...Lo sapevo che non le dovevo dire niente! E' mezz'ora che l'ho inviata a cercare un altro leopardo e non è ancora ritornata!!"

15 commenti:

  1. Autentici colori di Africa Nera!

    RispondiElimina
  2. Gianna, questa storia mi è piaciuta molto, a volere sfruttare la situazione alle spese altrui il risultato dovrebbe essere questo sempre.
    Un bacione da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  3. Come sempre i tuoi racconto mi affascinano sempre, brava cara Gianna. Un abbraccio forte.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Bellissima storia!!
    C'è sempre da imparare!
    Grazie!
    :-)

    RispondiElimina
  5. he he he bella questa storiella mi piace molto la racconterò ai miei nipotini

    RispondiElimina
  6. Magari la vita fosse così semplice .......grazie per questo sorriso
    Buona giornata

    RispondiElimina
  7. che bella storia !!
    un abbraccio a presto!

    RispondiElimina
  8. Ciao cara Gianna,bella storiella.
    un abbraccio nonna gianna

    RispondiElimina
  9. Molto simpatica.
    Grazie di averla condivisa.
    Un bacio ed un sorriso

    RispondiElimina
  10. Ciao Gianna, questa storia rappresenta benissimo la differenza tra la genialità e l'idiozia!
    Serena serata e un bacio!

    P.S. Ti ho mandato una mail con allegato il volantino!

    RispondiElimina
  11. Ogni tuo racconto ha una buona morale, in questo sussiste la tua bravura, di proporci sempre cose istruttive e divertenti.
    Ciao dolce Gianna.
    gaetano

    RispondiElimina
  12. ottimo insegnamento! prendo e metto nel mio archivio, grazie!ciao

    RispondiElimina
  13. in questo sussiste la tua bravura, di proporci sempre cose istruttive e divertenti, ottimo insegnamento! prendo e metto nel mio archivio, grazie!

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...