02/09/11

16

Storia di settembre

"Storia di Settembre" fu il primo libro che lessi di Romano Battaglia.
Mi piacque a tal punto che ne comprai altri dello stesso autore , vedi per esempio Com'è dolce sapere che esisti


 Cinquant'anni: un'età sempre difficile per ogni essere umano; una tappa obbligata che, dopo mezzo secolo di vita, di sentimenti, di esperienze, di cose fatte e non fatte, di realizzazioni e di omissioni costringe, obbliga ognuno di noi a fare con onestà - in alcuni casi con crudele franchezza - i conti con se stesso. E spesso purtroppo, il bilancio é negativo. E' quanto accade a Giorgiana, una donna che, apparentemente, non avrebbe nulla di cui lamentarsi: un marito, due figli già grandi, una situazione solida e tranquilla. Un bilancio positivo, dunque? No, perchè Giorgiana si sente spenta, vuota, sfinita, non trova più ragioni che la spingano ad andare avanti, a inseguire nuovi traguardi; si vede come una barca in balìa dei venti, con le vele strappate, il timone abbandonato. Allora, complice l'assenza del marito e dei figli, decide di ritagliarsi per la prima volta uno spazio tutto per sé: una vacanza al mare, che si conclude a Settembre, un mese che prelude l'Autunno, ma che ha ancora colori e luci più morbidi e caldi di quelli dell'estate rovente. Ed é proprio qui al mare, a stretto contatto con una natura dolcissima, che Giorgiana riscopre se stessa, conosce l'incanto di una rinascita spirituale. Un tornare alla vita, a riscoprire la vita, aiutato, provocato dallo splendore della luna e delle stelle, dal luccichio della sabbia e del mare, dalla carezza dei venti, dal profumo acre e intenso della resina nella pineta. E allora quell'esistenza che sembrava vuota (vuota come una conchiglia abbandonata dalla marea sulla spiaggia) a poco a poco si riempie, si colma, trabocca. Giorgiana é pronta a ricominciare, ad amare, a donare. Con Storia di Settembre Romano Battaglia, dopo il grande successo di Notte infinita, ci offre l'opportunità di rileggere con occhi diversi la nostra vicenda, le nostre vicissitudini, i nostri giorni. Una magnifica, dolcissima storia che ci ammonisce ad atttribuire il proprio valore a ogni cosa che, per quanto piccola, non é mai trascurabile e insignificante. Non si racconta, forse, che la gente di mare raccoglie i pezzetti di legno che le onde portano a riva perchè forse uno di essi potrebbe essere stato parte della barca di Cristo?


Romano Battaglia
"Storia di Settembre"
Ed. Rizzoli
Prima edizione: maggio 1991

16 commenti:

  1. bella la recensione di questo libro!
    mi piacerebbe leggerlo ... ne ho letto qualcuno di questo autore quando andavo a scuola, ma, è passato troppo tempo, e non ricordo i titoli ...

    RispondiElimina
  2. "i segreti della mente" è molto psicologico e sociologico, però, è comunque un thriller e quindi le vicende saranno portate all'esasperazione...
    anche in "solo per vendetta" sicuramente c'è un lato psicologico, però, ci sarà molta azione e molti effetti speciali... ;-)
    in questo periodo con le belle giornare, dubito che andrò al cinema, ma mi piace essere informata per quando darranno in tv quei film per non farmeli scappare ...
    buon weekend ^_____^

    RispondiElimina
  3. Grazie delle informazioni, Pupottina.

    Condivido che durante la bella stagione non è bello chiudersi in una sala cinematografica...

    Radiosa fine settimana.

    RispondiElimina
  4. Gianna,
    bella la recensione del libro.
    Ma come mai il tuo blog è un'esplosione di finestre pubblicitarie?

    RispondiElimina
  5. Simo, sto impazzendo, per intervenire...

    RispondiElimina
  6. Ciao carissima Stella, è da tanto che non vengo dalle tue parti ma ritrovo sempre lo stesso entusiasmo e la stessa passione per la vita di qualche tempo fa. Un grosso abbraccio.
    Francesco

    RispondiElimina
  7. Ciao Gianna,se hai firefox,ti consiglio di mettere un componente aggiuntivo che si chiama "adblock plus.Io non ho più pubblicità,da quando l'ho installato.Buona giornata

    RispondiElimina
  8. Erborista, l'ho installato, eccome!

    Non so più cosa fare...

    RispondiElimina
  9. Bellissimo Post Gianna, Battaglia era uno scrittore sensibilissimo.
    Un bacione e buon fine settimana

    RispondiElimina
  10. Cara Gianna, dalla descrizione riassuntiva del romanzo mi fai venir voglia di leggerlo, spero che ad ottobre mi sia concesso un po' di tempo libero, perche' circa 12 ore al giorno di lavoro mi massacrano e mi fanno vivere per lavorare e non viceversa.
    Ti auguro un felice settembre.
    gaetano

    RispondiElimina
  11. Ciao Stellina, un piacere ritrovarti.
    Recensione perfetta, la curiosità di scoprire a fondo questo libro è tanta. Ti abbraccio forte Nonnina. Hahahahah! Ciao dolcissima, un bacio alla Tua graziosa Nipotina.

    RispondiElimina
  12. Francesco, che gioia rileggerti!

    Un abbraccio grande a te.

    RispondiElimina
  13. Bellissima la storia di Giorgiana, della sua rinascita e del suo riscoprirsi, riscoprendo la vita. Un post coinvolgente.
    Baci

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...