02/06/11

36

RIVEDIAMO L' ITALIANO


Mi sono consolata un po', leggendo questo decalogo...con la mia "pecca" della sintesi



Decalogo Diabolico
Da “L’italiano. Lezioni semiserie” di Beppe Severgnini


I
Usate dieci parole quando tre bastano.

II
Usate parole lunghe invece di parole brevi,
sigle incomprensibili e termini specialistici.

III
Considerate la punteggiatura una forma di acne:
se non c’è, meglio.

IV
Fate sentire in inferiorità il lettore:
bombardatelo di citazioni.

V
Nauseatelo con metafore stantie.

VI
Costringetelo all’apnea: nascondete la reggente
dietro una siepe di subordinate, e cambiate il soggetto
per dispetto.

VII
Infilate due o più che in una frase.

VIII
Non scrivete “Il discorso era noioso, e i relatori aspettavano
l’intervallo” ma “Lo speech era low-quality e il panel s’era messo
in hold per il coffee-break”.

IX
Usate espressioni come in riferimento alla Sua del...,
il latore della presente, in attesa di favorevole riscontro...

X
Siate noiosi.

Seguite queste regole e cadrete così in basso che, a quel punto, potete solo risalire.


Ho scoperto con piacere lo scrittore e giornalista Beppe Severgnini, grazie alla segnalazione di Adriana nel suo ultimo post.

36 commenti:

  1. Arguto, vivave e tagliente. Si legge volentieri. Un caro saluto, Fabio

    RispondiElimina
  2. uh vedo che anche qui si parla di libri!! troppo forte Severgnini ;)

    P.S. Ti piace leggere? Allora il mio ultimo post è fatto a posta per te!!
    Non ti piace leggere? Beh, passa lo stesso per un saluto, se ti va ^_^

    RispondiElimina
  3. Uh, per carità...
    ...benvenuta la tua "pecca",
    ah ah ah !!!!!

    (Non conoscevo Severgnini, troppo forte...)

    Buonissima giornata, gioia!

    Maddy

    RispondiElimina
  4. Cara Gianna, io di solito riesco a leggere di tutto...però quando proprio non ce la faccio e lascio un libro a metà...mi perdono pensando a questa frase di Giosuè Carducci:
    "chi riesce a dire con venti parole ciò che può essere detto in dieci, è capace pure di tutte le altre cattiverie" un abbraccio e buona domenica :)

    RispondiElimina
  5. Cara Gianna ogni giorno vedo qualcosa interessante.
    Buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  6. Ottimi consigli da... evitare ;-)

    Grazie, Gianna :))

    RispondiElimina
  7. Fabio, sono rimasta affascinata dai suoi scritti.

    RispondiElimina
  8. Maddy, devo tenermela per forza...
    Buon pomeriggio a te,cara.

    RispondiElimina
  9. Rita, condivido la frase citata, e, appena letta, chissà perchè, mi è venuta in mente una persona cattiva...Grazie di cuore d'averla riportata.
    Baci

    P. S. Il tuo post sull'abbraccio non c'è più.

    RispondiElimina
  10. Tomaso, posto ciò che mi ispira.
    Bacio

    RispondiElimina
  11. Antonio caro, tu proprio non hai bisogno di consigli, anzi ne puoi dare e sai che io li accetto volentieri...
    Un abbraccio affettuoso

    RispondiElimina
  12. Severgnini è proprio forte,si legge con piacere,un bacio

    RispondiElimina
  13. Conosco Beppe Severgnini dal 1992 quando acquistai il suo libro: L'Inglese.
    Grazie del decalogo.
    Buona serata

    RispondiElimina
  14. Cara Graziella, davvero!
    Me ne sono accorta.
    Buon pomeriggio.

    RispondiElimina
  15. Beh, meglio essere stringati che noiosi! Per te un premio da me
    premi-mondodipaola.blogspot.com
    Un abbraccio e tanti baci

    RispondiElimina
  16. Cara Erika, per me è stata una piacevole scoperta.
    Buona serata.

    RispondiElimina
  17. Grazie Paola, arrivo subito.

    RispondiElimina
  18. Gianna,non c'è che dire, sei mitica!!!
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
  19. Grazie Zicin,sei gentilissima!
    Felice fine settimana a te!

    RispondiElimina
  20. simpaticissimo questo post!!!
    buon 2 giugno ^___^

    RispondiElimina
  21. Quasi un Totò dei nostri giorni!

    RispondiElimina
  22. Beppe Severgnini ha un blog "Italians" sul sito di Corriere.it.

    RispondiElimina
  23. Pupottina grazie delle visite, nonostante io non riesca a commentare da te.
    Buona serata!

    RispondiElimina
  24. Sergio, grazie dell'informazione.

    RispondiElimina
  25. Quisquigli e pinzellacchere diceva Toto' cara Gianna, e' bello scoprire autori che non conosciamo, come al solito ci fai partecipi di tue divertenti scoperte e te ne sono grato, a me piace leggere.
    Ti abbraccio Gianna.
    gaetano

    RispondiElimina
  26. Allora meglio evitare tanti giri di parole... talune volte ne basta una... hehehehehehe
    Gianna cara le scovi tutte tu... sei forte!!!
    Un abbraccio per una dolce notte... baciotti!!!

    RispondiElimina
  27. Buongiorno cara Gianna e...... buona giornata!

    RispondiElimina
  28. In effetti il decalogo è un po' bislacco... meglio semplicità e misura.

    Un bacione cara e buon venerdì!

    RispondiElimina
  29. E' molto importante leggere Gaetano, ci arricchisce molto.

    RispondiElimina
  30. Paola, posso farlo perchè sono in pensione.
    Lieta giornata.

    RispondiElimina
  31. Kylie, hai letto attentamente il post?

    RispondiElimina
  32. Severgnini è uno dei pochi, tra i giornalisti noti, che si salva ;)

    RispondiElimina
  33. Me ne sono accorta, Romano.

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...