03/06/11

12

DIGIUNO PER SALVARE L' ACQUA



padre Alex Zanotelli

Il 9 giugno: religiosi a pane e acqua

Un giorno di digiuno per salvare l’acqua.

L’appuntamento è a Roma in Piazza San Pietro:

sono chiamati ad aderire sacerdoti, suore, missionari.

Carissimi sacerdoti, missionari(e) e religiosi(e).

Ci stanno rubando l'acqua!

Come possiamo permettere che l'acqua, nostra madre, sia violentata e fatta diventare mera merce per il mercato? Per noi cristiani, l'acqua è un grande dono di Dio, che fa parte della sua straordinaria creazione e non può mai essere trasformata in merce.

Continua a leggere qui.


12 commenti:

  1. Buon giorno Gianna. Un bacino freschissimo. Che tempo fa a Torino? Perchè non ci fai un bel post su come trascorre una domenica 'tipo' alla Ferri?

    RispondiElimina
  2. ciao Stella
    buon venerdì anche a te
    tranquillissima che sei riuscita a commentare ;-)
    il 9 giugno un po' di digiuno non farebbe male... ^___^

    RispondiElimina
  3. Cara Ele...qui piove.
    Le domeniche le trascorro quasi come gli altri giorni, a meno che non vada in gita...
    A più tardi con la tua vocina.

    RispondiElimina
  4. Pupottina, ho dovuto ripetere e insistere per commentare...ma ce l'ho fatta!

    RispondiElimina
  5. non possiamo permettere che l'acqua,bene di tutti e fonte di vita,cada in mano a speculatori,caso mai dovremmo impegnarci a consumarla con più oculatezza,buon fine settimana Gianna

    RispondiElimina
  6. Ciao cara!!!

    Grazie...queste parole sono davvero SANE!!!

    Speriamo vengano lette da tutto il WEB!

    Un bacio e splendido WE! NI

    RispondiElimina
  7. Un Padre Zanotelli che io ammiro molto e non credo di essere solo.
    Grazie Gianna-Stella per averci fatto conoscere questa iniziativa.

    RispondiElimina
  8. Graziella, felice settimana a te!
    Baci

    RispondiElimina
  9. Nì, qualcosa si sta muovendo.

    RispondiElimina
  10. E' interessante che protestino anche i religiosi, caro Aldo.

    RispondiElimina
  11. Cara Gianna, se potessero per soldi ci venderebbero persino l'aria,purtroppo da quand'ero ragazzo ad oggi ho assistito a tanto inquinamento, da ragazzo nel fiume che passa da me, mi ci facevo il bagno, ora non ti dico com'e' l'acqua, quindi non solo dobbiamo lottare per non farla privatizzare ma anche tramandarla ai nostri eredi nelle condizioni migliori.
    Ti lascio un dolce saluto.
    gaetano

    RispondiElimina
  12. Caro Gaetano, ci stiamo autodistruggendo...

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...