18/04/11

50

OSPITI TRA GLI ESCREMENTI


Blitz in una casa di riposo

Anziani non auto-sufficienti abbandonati a se stessi, in mezzo agli escrementi e alla sporcizia. È la scena di fronte alla quale si sarebbero trovati i poliziotti che, la scorsa notte, hanno eseguito un sopralluogo nella casa di riposo La Zagara di Via San Bartolomeo degli Armeni di Genova. Una struttura convenzionata con la Asl.

A dare l’allarme sarebbe stata una donna che ha dichiarato al 113 di essere una dipendente della struttura e di essere preoccupata per le gravi condizioni in cui versavano i degenti, una settantina. Sul posto sono intervenuti gli agenti delle volanti, che hanno compilato un rapporto. Rapporto che è poi finito sui tavoli della Asl. Gli ispettori dell’azienda sanitaria, ieri pomeriggio, hanno eseguito, insieme alla polizia, un altro sopralluogo per approfondire gli accertamenti. I responsabili del centro assistenziale potrebbero essere sanzionati.

Il responsabile legale della casa di riposo, David Bernardi, assicura che nella struttura non esiste alcun problema igienico sanitario e che le criticità individuate dalla polizia si sarebbero verificate nell’intervallo tra un giro di controllo e un altro. L’assistenza, infatti, secondo la direzione del centro, sarebbe continua. Anche di notte.

http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2011/04/17

50 commenti:

  1. Io ogni tanto mi permetto di fare volontariato pur non essendo nessuno, ma quando sento queste cose mi verrebbe sul serio da urlare .
    E' veramente una VERGOGNA!!!

    RispondiElimina
  2. Per fortuna una signora dipendente ha denunciato, Marianna.
    Esistono ancora persone buone...

    RispondiElimina
  3. Mi associo a Marianna...E' veramente una vergogna!
    Buon giorno zia Gianna e buon inizio settimana :X

    RispondiElimina
  4. Ciao nipotina, buon inizio settimana a te!
    Baci

    E l"ascolta"fa sempre le bizze, lo togliamo?

    RispondiElimina
  5. Io ho passato questi ultimi anni tra una casa di riposo e l'altra, e se avessi visto cose del genere durante le mie visite le avrei denunciate sicuramente. Non tutte le case di riposo per fortuna sono così!
    Le mele marcie purtroppo esistono dappertutto e bisogna portarle alla luce di tutti!

    RispondiElimina
  6. Mi domando se oggi con tutto quel denaro che viene
    buttato al vento non ci sia la possibilità di controlli quotidiani su queste case per anziani gestite da veri criminali.
    Posso solo gridare!!! VERGOGNA.
    Tomaso

    RispondiElimina
  7. Cara Gianna, mi unisco al coro: "VERGOGNA"
    Ti auguro una buona settimana
    Un bacio ed un sorriso

    RispondiElimina
  8. Se è tutto vero, dovrebbero legare ai letti i responsabili della struttura e lasciarceli per un mesetto.... poi possono sbatterli in galera!

    RispondiElimina
  9. Carla, mi è venuto spontaneo questo titolo!

    RispondiElimina
  10. Buongiorno Stella e buona settimana....sei sempre attenta e hai fatto benissimo a fare questo post. Queste situazioni vergognose devono finire.

    Ti abbraccio con l'affetto di sempre

    RispondiElimina
  11. Mary, evidentemente saranno state scarse le visite dei parenti...se no avrebbero denunciato loro...e poi di notte è ancora peggio, ne so qualcosa io.

    RispondiElimina
  12. Tomaso, quotidiani e all'improvviso...

    RispondiElimina
  13. Grazie zicin, sei sempre carina.

    RispondiElimina
  14. D'accordo Enri, altro che
    "I responsabili del centro assistenziale POTREBBERO essere sanzionati".
    Mi fa una rabbia quando ci si accanisce con i più deboli che non possono difendersi...

    RispondiElimina
  15. Rita, l'indifferenza uccide...

    Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
  16. Carissima Stella hai fatto bene a mettere questo articolo... Mio nonno era ricoverato in una casa di riposo: non era così male, ma le terapie non venivano date, la responsabile era diplomata, ma i dipendenti no. Parlo di 20 anni fa, però credo sia sempre peggio.
    Buona settimana.

    RispondiElimina
  17. Una sola parola Vergogna.
    Queste notizie mi fanno arrabbiare.

    RispondiElimina
  18. buona settimana Santa,Gianna :)per fortuna,ci sono ancora persone capaci di non restare indifferenti,davanti a tali nefandezze...bacioni,cara :-*

    RispondiElimina
  19. Non c'è altro da dire se non "VERGOGNA"..

    RispondiElimina
  20. ...i responsabili POTREBBERO essere sanzionati...
    ????!!!!
    Ma diamo proprio i numeri!

    RispondiElimina
  21. Ciao Stella, mi associo al tuo urlo: VERGOGNA e credo che i responsabili meritano una pena più pesante della semplice sanzione!
    VERGOGNA!

    RispondiElimina
  22. Che vergogna! si lavora una vita e poi se sei solo finisci in un ricovero dove accadono queste cose...
    VERGOGNA!
    Ciao, buona giornata

    RispondiElimina
  23. Tutte scuse quelle addotte dai responsabili del centro, non è la prima volta che vengono alla luce scoperte come questa ed è una vergogna a lettere cubitali! Mi auguro che vengano presi provvedimenti esemplari, perchè è ora che finiscano questi orrori e che le persone più indifese vengano rispettate e tutelate.
    Un abbraccio
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  24. la beffa della vita. corri, corri e poi, magari, finisci in una casa di cura di quel tipo
    Da spararsi
    Ma e' assurdo che in Italia succedono cose del genere
    buona serata Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  25. Sempre queste storie con i poveri vecchietti protagonisti. Da non credere,

    Un bacione cara

    RispondiElimina
  26. Per fortuna nn sono tutte così...
    Cinzia

    RispondiElimina
  27. gli anziani e i bambini vanno rispettati sempre perchè sono esseri indifesi. hai ragione, è proprio una vergogna che va sommata ad altre, purtroppo... speriamo che i colpevoli siano puniti!

    RispondiElimina
  28. che vergogna davvero...si confonde il soldo con la cura...
    ti lascio qui i miei auguri per Pasqua
    un abbraccio

    RispondiElimina
  29. una vergogna........
    per fortuna molte strutture funzionano bene....ci vuole più rispetto per gli anziani..

    RispondiElimina
  30. Ale sempre peggio in certe strutture...

    RispondiElimina
  31. Buona settimana a te, carissima Eli.
    Baci

    RispondiElimina
  32. Buona giornata Paoletta, con tanti baci.

    RispondiElimina
  33. Sandra, io ho avuto la medesima reazione...

    RispondiElimina
  34. Giglio, purtroppo succede anche se non si è soli, e anche se si è soli non è detto che ti accettino.

    RispondiElimina
  35. Cara Sabrina, so per esperienza che non sempre il personale addetto è all'altezza del compito che viene chiamato a svolgere...
    Fin tanto che vengono reclutate persone delle cooperative, con poca o nessuna esperienza in merito, cosa ci possiamo aspettare?
    Bacioni.

    RispondiElimina
  36. Michele, in primo luogo dovrebbero essere le Regioni a farsi carico di queste problematiche, sia economicamente,sia con controlli rigorosi da parte delle ASL.

    RispondiElimina
  37. Kylie, è troppo facile prendersela con chi non può difendersi.

    RispondiElimina
  38. Cara Raggio, veramente auguriamooci che la Magistratura possa intervenire adeguatamente...e rapidamente.

    RispondiElimina
  39. Cara Lo, ricambio gli auguri di cuore.

    RispondiElimina
  40. Certo Andreina, più rispetto e più amore.

    RispondiElimina
  41. Già in partenza, ho scritto anche io in proposito, che odio le case di cura e che anche quando funzionano bene... sono luoghi di demenza e solitudine, luoghi da sabotare, la vergogna dei tempi moderni...Perciò vi risparmio i commenti su quelle strutture che fanno "economia".

    RispondiElimina
  42. Mamma che fatica, sono d'accordo con te.
    Grazie della tua visita.

    RispondiElimina
  43. Cara Stella, coloro che sono ammalati non capiscono , ma quelli che sono sani capiscono che chi la fa la aspetti? Molti di quei dirigenti sanitari non sanno che devono diventare vecchi anche loro e possono diventare dementi e si faranno addosso e non ci sara' nessuno che togliera' loro le feci?
    Quando il defunto mio padre a sessantasei anni prese il morbo di Alzeimer, quando mia madre gli diceva; Ma come l'hai fatta a letto? e lui anche se era poco cosciente diceva: Non sono stato io, era aperto il balcone ed e' piovuto!
    Cosi' ha affermato il dirigente sanitario, Si erano appena fatti addosso, ma poi dovevano ancora passare gli inservienti! Non esiste carenza igienica! Che ipocrisia!
    Poveri noi! Io spero di non dover passare una vecchiaia in nessun ospedale, spero che il Signore spenga di colpo l'interruttore.
    Ti abbraccio Stellina.
    gaetano

    RispondiElimina
  44. Gaetano, la penso come te...
    Bacio

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...