23/10/10

38

L' ATEO E L' ORSO



Un ateo stava facendo una passeggiata nella foresta.
"Che alberi maestosi! Che fiumi impetuosi! Che animali belli!" si diceva.

Mentre camminava lungo il fiume sentì un movimento tra i cespugli dietro di sé.
Si voltò per dare un'occhiata e vide un orso di 3 metri che lo caricava.
Si mise a correre più velocemente che poteva su per il sentiero.
Guardò sopra la sua spalla e vedeva che l'orso si avvicinava sempre più.
Guardò ancora e vide che l'orso era sempre più vicino.
Il suo cuore pompava freneticamente e cercava di correre ancora più veloce.
Inciampò e cadde a terra.
Rotolò per cercare di tirarsi su ma vide che l'orso era proprio sopra di lui, avendolo raggiunto con la sua zampa sinistra e alzando la destra per colpirlo.
In quell' istante l'ateo gridò:
"Mio Dio!"

Il tempo si fermò. L'orso si congelò. La foresta era silenziosa.

Mentre una luce abbagliante brillava sull'uomo, una voce venne fuori dal cielo:
"Hai negato la mia esistenza per tutti questi anni, insegnato ad altri che non esisto e addirittura attribuito il creato ad un incidente cosmico. Ti aspetti che ti aiuti in questa circostanza? Devo considerarti un credente?"

L'ateo guardò diritto verso la luce:
"Sarebbe ipocrita da parte mia chiederti all'improvviso di considerarmi cristiano ora, ma forse puoi rendere cristiano l'ORSO?"

"Molto bene", rispose la voce.
La luce se ne andò.
I suoni della foresta ricominciarono.
L'orso abbassò la sua zampa destra, accostò insieme entrambe le zampe, abbassò il capo e disse:
"Signore, benedici questo cibo che sto per ricevere e per il quale sono molto grato."

38 commenti:

  1. Un finale che non ti aspetti, assolutamente fantastico e divertente!

    RispondiElimina
  2. Hi Stella,

    Deep in his heart, an atheist in fact could admit the existence of God indeed... especially in a state threatened in front of a bear, he immediately thought of the Almighty..

    Wonderful story, my friend!
    Thanks for sharing.

    hugs,
    nensa

    RispondiElimina
  3. Fantastico,credo che sia l'articolo perfetto per poterti lasciare il mio messaggio...attenta...tieniti forte....
    Pongo è stato adottatoooo!!!!Sono tanto felice Gianna,ti invio una montagna di baci!!!Buon Sabato!!!! :))

    RispondiElimina
  4. Che finale...grazie per gli auguri!!!
    Un abbraccio
    CInzia

    RispondiElimina
  5. una bella riflessione: Dio non aspetta altro che il sì di tutti noi per agire nel nostro spirito. sentirselo accanto vuol dire non essere soli... buon pomeriggio, carissima!

    RispondiElimina
  6. Ciao Stella, che straordinario talento hai nel saper donare un sorriso alle persone e nel capire che è di questo che abbiamo bisogno!
    Un bacio e allegra domenica!

    RispondiElimina
  7. Ambra il bello è proprio lì!

    RispondiElimina
  8. Nensa, mi fa piacere che hai capito la morale del raccontino.
    Baci

    RispondiElimina
  9. Shiri, l'orso ha portato bene.
    Sono felicissima per Pongo...
    Bella notizia da festeggiare, tesorino bello!

    RispondiElimina
  10. Raggio, il Signore lascia liberi d'agire... e beato chi si affida a Lui!

    RispondiElimina
  11. Sciarada ti ringrazio di questa gratificazione.
    Hai capito...

    RispondiElimina
  12. Troppo bella !!!!Davvero fantastica!!!Anch'io sono molto felice per Pongo...queste belle notizie scaldano il cuore!!!Ciao Stella,BUONA DOMENICA..un bacione,Liza.

    RispondiElimina
  13. Ciaoi Liza, vedi che esistono anche giorni belli?
    Buona domenica a te!

    RispondiElimina
  14. Ciao Stella,
    ... beh coerente fino all'ultimo tanto da suscitare rispetto ... ma Dio è proprio dispettosetto:-)

    RispondiElimina
  15. Quest' altra volta impara ad essere meno orgoglioso.
    Buona domenica Stella.

    RispondiElimina
  16. Sicuramente implorare pietà solo nella classica opportunità,rende il quadretto molto misero,ed è purtroppo una situazione molto frequente,idem e di pari passo con le varie sfumature e concezioni di cattolicesimo da parte di chi si professa religioso in questo paese e non solo,quasi come se fosse una religione da comporre come i mobili "Ikea",sperando che nessuno si offenda per l'accostamento.

    Al contrario non frequento e non sono credente convinto,e ben difficilmente cambierò idea.

    La risposta che s'è fatta attendere sul salone del gusto.

    Sperando che questa realtà non emigri a Milano o Bologna,come si è verificato in passato.

    Il salone del gusto e quello del libro rimangano a Torino,basti pensare che la città capitale storica dell'auto non ha più il suo salone.

    Buona domenica a te,Stella

    && S.I. &&

    RispondiElimina
  17. Bella, bellissima. :)))
    Buona domenica Stella.

    RispondiElimina
  18. Cara Stella, la storiella e' molto bella,pero' leggendo un po' i commenti resto un po' perplesso su alcune parole di Ivo, innanzitutto sono molti a credere in Dio Creatore, non solo i Cattolici, perche' tutti se la prendono solo con i Cattolici? Anche i Mussulmani credono in un unico Dio anche se e' un dio della Shiadd cioe' della cultura della guerra santa.
    Chi crede in Buddha o Krishna o con qualsiasi nome lo si voglia chiamare, comunque e quantunque credono al proprio Dio! Ma chi non crede sono affari suoi, ma non venga in primis ad attaccare sempre i cattolici, che la storiella da te raccontata menziona solo la frase;
    Mio Dio!
    Ti saluto cara Stella e ti auguro una buona domenica.
    gaetano

    RispondiElimina
  19. Grazie di averci proposto questa nuova storiella.Ti auguro una serena domenica,saluti a presto

    RispondiElimina
  20. Paolo, non è che siamo noi dispettosi?

    RispondiElimina
  21. Ivo e accade molto frequentemente...
    Ci si rivolge a Dio, quando si è disperati...

    Sì, quella del Salone dell'auto è stata una grossa perdita...

    Comunque vedo che Torino sta migliorando notevolmente, promuovendo manifestazioni varie...

    RispondiElimina
  22. Gaetano rileggi attentamente il commento di Ivo, forse l'hai frainteso...

    RispondiElimina
  23. Cavaliere, buona domenica a te!

    RispondiElimina
  24. Hahahaah, Stella..... avevo priprio bisogno di questa sorprendende risata hahahaha che fine da maiale che ha fatto l`ateo... Spero che tutti habbiano colto il segnale che tramanda questo tuo ( anche se messo sul comico ) raccontino. :) mi é piaciuto davvero... Buona domenica. Ciao :)

    RispondiElimina
  25. Grazie Rosa, Buona domenica a te!

    RispondiElimina
  26. Finale inatteso e strepitoso!!!Che ridere!!
    Bellissima storiella-la realtà ha davvero più di una lettura.

    RispondiElimina
  27. Ciao Stella... Io sono ateo lo sai , ma per mio dio scapa anche a me essendo cresciuto in una famiglia di super cristiani e non ho avuto nessuna luce e sono sempre stato mangiato da orsi che al massimo hanno ringraziato il diavolo....

    RispondiElimina
  28. Cuoco, in grave pericolo, sai come reagiresti?

    RispondiElimina
  29. FORMIDÁVEL!!! Como estás amiga querida! SAUDADE! Bj da Mel

    RispondiElimina
  30. Ciao Maria Emilia, che piacere averti qui.
    Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
  31. Non poteva concludersi meglio :D

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...