29/07/10

29

MA COSA MANGIAMO ?

Prima le mozzarelle blu, ora la ricotta rossa...

Di questi alimenti dannosi, tardi, ma ce ne accorgiamo perchè cambiano colore,

ma quanti altri, incolori e non sotto accusa, danneggiano la nostra salute?


Ricotta rossa: 2 confezioni sequestrate
Scoperte in discount in Sardegna dopo acquisto di una cliente

(ANSA) - CAGLIARI, 28 LUG - Sono 5 finora le confezioni di ricotta sequestrate in Sardegna dopo la scoperta che il prodotto di una di queste era di colore rosso. Il blitz e' scattato stamattina in un discount nei pressi dell'aeroporto di Olbia - fanno sapere i carabinieri del Nas - dove l'altro giorno una donna aveva acquistato la ricotta rivelatasi poi sospetta. Tutta la partita presente nel discount e' stata quindi ritirata dal mercato e il prodotto sotto accusa inviato all'Istituto zooprofilattico di Sassari.

29 commenti:

  1. ciao,Stellina^;^ buon giovedi!!mamma mia...bisogna stare con gli occhi spalancati...fra poco,andremo a far la spesa,con un maresciallo dei NAS...bacioni

    RispondiElimina
  2. il pensiero di quante cose dannose ci sono in giro mi spaventa ... è vero non sappiamo più cosa mangiare con sicurezza....
    ricotta e mozzarella sono i tipici piatti freschi estivi e l'allarme non è da sottovalutare...
    dalle mie parti succede che le angurie scoppiano da sole e tolgono una strana schiuma, ma ancora nessuno ne ha parlato in tv ...
    dalla mia alimentazione sto togliendo tutto ... non so più coa mangiare ...

    RispondiElimina
  3. certo, c'è da essere preoccupati per la totale incoscienza di chi produce o confeziona gli alimenti. noi consumiamo frutta e verdura, olio e vino prodotti da noi, ma il resto... lo compro come tutti... cerco di acquistare marche conosciute, ma non è detto... speriamo bene!!! buona giornata!

    RispondiElimina
  4. Le sofisticazioni alimentari esistono da sempre, quello che ci può consolare è che adesso ci sono più controlli, regole e anche informazione............
    Sapete quante schifezze abbiamo mangiato negli anni 70' 80' e neanche lo sappiamo?

    RispondiElimina
  5. Occorre tenere gli occhi aperti, specialmente su prodotti che costano troppo poco (i discount li offrono a prezzi imbattibili...) ;-)

    Mi è capitato di vedere una bottiglia di olio di oliva (750 g) a due euro.

    Ma cosa ci sarà stato di oliva, lì dentro, a quel prezzo? :-(

    Ciao!

    RispondiElimina
  6. Ma cosa mangiamo davvero! Ricotta rossa!? O.O
    Mai sentita una cosa del genere.
    Grazie Stella per questo post!! Dopo questa notizia starò doppiamente attenta a cosa compro!!! :D
    Un grande abbraccio,

    Izzy

    RispondiElimina
  7. Buongiorno Stellina...x essere sicuri che nn ci capiti più na cosa simile e meglio che torniamo indietro nel tempo e farci il tutto in casa....nn sarebbe male ma il giorno d'oggi nn ci sn più persone che abbiano voglia di queste cose...buona giornata ed 1 forte abbraccio

    RispondiElimina
  8. Hai proprio ragione ,al giorno d'oggi non si sa cosa si mette nel piatto!!!Anche se si sta attente a fare la spesa le insidie si trovano sempre e c'è anche la paura di mangiare delle porcherie!E per noi consumatori è molto difficile capire se un prodotto è veramente buono o no!!!Grazie per i tuoi interventi...ti mando un bacione e BUONA e DOLCE giornata!Liza.

    RispondiElimina
  9. NON SO DOVE ANDREMO A FENIRE CON QUESTI ALIMENTI AVARIATI...
    MI DOMANDO MA QUELLI CHE LI PRODUCONO NON HANNO UN CUORE???
    CREDO CHE LORO GUARDANO SOLO I PROPRI INTERESSI E NIENTE ALTRO.
    È TROPPO POCO PAGERE DELLE MULTE ALCHE SE SONO MILIONI, LA GALERA A VITA CI VORREBBE...
    UN ABBRACCIO FORTE CARA STELLA,
    TI AUGURO UNA BUONA GIORNATA,
    TOMASO

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Negli ultimi anni troppo spesso,il cibo va in primo piano.Bisogna intensificare i controlli dalla radice e cercare di creare leggi severe soprattutto sull'alimentazione.Ti auguro una serena giornata,saluti a presto

    RispondiElimina
  12. Elisabetta, è veramente un problema serio da non sottovalutare.

    RispondiElimina
  13. Pupottina, della angurie che scoppiano non ne sapevo niente.
    Bisogna parlare di queste anomalie,sperando che vengano presi provvedimenti seri.

    RispondiElimina
  14. Raggio tu sei ultrafortunata, avendo la possibilità di mangiare ciò che produci, e si tratta di alimenti indispensabili!
    Se tu riuscissi anche a fare il pane in casa sarebbe il massimo.
    D'estate mangiare frutta e verdura è consigliabile.

    RispondiElimina
  15. Andreina, la mia preoccupazione è proprio questa: fin tanto che la mozzarella e la ricotta cambiano colore si vede; Altri alimenti che subiscono manipolazioni o sofisticazioni noi non li vediamo, però ne subiamo le conseguenze.

    RispondiElimina
  16. Amicus, sono i meno abbienti che si servono nei discount, certamente non vanno alla ricerca del prodotto di qualità perchè non se lo possono permettere.
    Ancora una volta sono i poveri a farne le spese, e non è giusto!

    RispondiElimina
  17. Izzy, bisogna guardare attentamente anche la scadenza dei prodotti: non sempre quelli in scadenza vengono ritirati, anzi, vengono messi in offerta!

    RispondiElimina
  18. Magari, Novelina! Se si potesse produrre in casa come un tempo,si starebbe certamente tutti meglio e si spenderebbe meno.

    RispondiElimina
  19. Cara Liza, i sospetti che mangiamo cibi "avariati" aumentano soprattutto quando i NAS scoprono e sequestrano quantità ingenti di alimenti non più commerciabili perchè andati a male.

    RispondiElimina
  20. Caro Tomaso non hai mica tutti i torti!
    Non si può e non si deve speculare sulla salute in generale.
    E' gente senza coscienza,non credo proprio che loro mangino di questi alimenti contraffatti...

    RispondiElimina
  21. Caro Cavaliere hai pienamente ragione.
    Si attaccano alla nutella, prodotto più che genuino e controllato invece di intensificare i controlli ad ampio raggio.
    A presto.

    RispondiElimina
  22. Cara Stella,
    dissento per un attimo dal tuo post per salutarti e scusarmi: per motivi vari ultimamente ho dovuto trascurare il mio e i vostri blog con estremo dispiacere ... ma ora sono di nuovo qui e spero di recuperare il tempo perduto!!!!

    Bacini .. Zoe.

    RispondiElimina
  23. Ciao carissssima!!!

    Che dire?

    SENZA PAROLE!!!

    Post che ci fa riflettere!!!

    ...a te però un grande bacio! NI

    RispondiElimina
  24. mangiamo schifo!!! sono anni che inghiottiamo di tutto. Invidio i genitori dei nostri genitori che, mangiando solo cose genuine e respirando aria pulita, sono tutti vicini ai 90 anni. mente la nostra generazione, nata in mezzo allo skifo tra radiazioni, gas e chimica morirà, quando sarà, NON DI VECCHIAIA.

    RispondiElimina
  25. Zoè, ho sentito molto la tua mancanza.
    Ora ci sei e questo è importante!

    RispondiElimina
  26. Nì, ricambiato alla grande!

    RispondiElimina
  27. Tonino sei allarmista, ma che posso dirti?
    Speriamo in bene!

    RispondiElimina
  28. Stellina cara un uomo in punto di morte disse al figlio; Ricordati che come facciamo il vino non e' naturale, di solito si fa con l'uva!
    Questa e' una battuta che si fa' da noi per dire che la sofisticazione di alcuni prodotti e' vecchia come il mondo, so solo che lavorando in alcune aziende ho imparato che le norme di igiene spesso sono solo scritte e non osservate, poi se abbiamo la fortuna di avere un po' di terreno per coltivarci qualcosa, non risolve il problema per quelli meno fortunati, bisogna spronare lo stato a tutelare tutti i consumatori, chi non e' onesto deve essere eliminato dal mercato, bisogna sensibilizzare l'opinione pubblica affinche' aprano gli occhi e sappiano boicottare i produttori di schifezze.
    Ti saluto Stellina.
    gaetano

    RispondiElimina
  29. Gaetano, non se ne può più...
    è veramente ora che qualcuno intervenga seriamente e definitivamente sui produttori, per la salvaguardia della nostra salute.

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...