06/06/10

18

MASSIMO MI MANCHI ...


Anch'io voglio ricordare Massimo Troisi, attore, regista e sceneggiatore.

Scompare prematuramente a Roma,il 4 giugno, a quarantuno anni, per un fatale attacco cardiaco, conseguente a febbri reumatiche di cui soffriva sin dall'età di dodici anni.

Ha saputo esplorare le tradizioni napoletane seguendo le orme linguistiche ed artistiche di Eduardo De Filippo e Totò, ma rinnovandole con contenuti e capacità recitative del tutto originali.
Alla sua figura e alla sua recitazione è legata una quasi ingenua spontaneità di espressione,quella che acchiappa lo spettatore.

Il primo film, di cui Troisi è regista, sceneggiatore e attore protagonista è"Ricomincio da tre".

Nel film la napoletanità è presente soprattutto nei riti familiari, nelle scaramanzie e nell'inerzia di un mondo immutato e immutabile, al quale il protagonista reagisce cercando nuovi stimoli con un viaggio a FIRENZE dove, seguito da un amico invadente e fastidioso (Lello Arena), Gaetano (Troisi) conosce Marta (Fiorenza Marchegiani), una ragazza presso cui trova ospitalità e con la quale avvia una relazione sentimentale.
Dopo un rientro forzato a Napoli per il matrimonio della sorella, torna a Firenze e riprende il rapporto interrotto con Marta che gli confida di essere incinta, ma di non essere sicura della paternità del nascituro(Ciro), che alla fine Gaetano - pur tormentato da dubbi sia personali che atavici - decide di riconoscere.

"Ricomincio da tre"ottiene due Nastri d'Argento(miglior regista esordiente e miglior soggetto) e due David di Donatello(miglior film e miglior attore) e si piazza al secondo posto nella classifica della stagione cinematografica 1980-1981.

Una mia collega, pur non conoscendo il dialetto napoletano, vide il film più di una volta,perchè la divertiva moltissimo la gestualità del grande Massimo...

Ciao mio grande idolo, ti ho tanto amato e ti ricordo con affetto.




Gaetano dà consigli a Marta sul nome da scegliere per il bambino, troppo forte la motivazione....

18 commenti:

  1. eh si...aveva ancora moltissimo da dare, ci ha lasciati troppo presto il ricordo di lui è la semplicità, l'umanità, la bravura, la spontaneità e il suo dolce sorriso.
    Ciao Massimo.

    RispondiElimina
  2. Ciao Stella, buona domenica...Troisi non mi piaceva molto perchè non riuscivo a capirlo bene quando parlava, però ne riconoscevo la preparazione e la bravura, quella si percepiva...eccome se si percepiva.
    Ciao.

    RispondiElimina
  3. Adoro al geniale Massimo!!!. Ahi come mi piace guardarlo nella tv.
    Bacione forte stellita mia.

    RispondiElimina
  4. buona domenica,Stellina!!grazie,grazie,grazie!!!!ho pianto tanto,quand'è morto..l'eccezionale Massimo Troisi!1è successa la stessa cosa,per il Grande eduardo De Filippo!!mio padre, era di origine napoletana,quindi,oltre che capire benissimo,quando Massimo recitava,o rispondeva ad un'intervista,intervallata a tratti,da qualche accenno dialettale,lo amavo moltissimo come attore,per la sua straordinaria spontaneita' ed innato talento per fare il cinema.I napoletani(e non sono di parte..)hanno una marcia in piu'..sono cosi' veramente..sul set ed anche sulla vita..io l'attore ce l' avevo in casa..si..mio padre mi teneva allegra dal mattino,fino alla sera..davvero!!!bacioni^;^

    RispondiElimina
  5. Ne ho visti film cn lui e mi e rimasto impresso solo "il postino"...era veramente bravo...buona domenica ed 1 forte abbraccio

    RispondiElimina
  6. Bel post, Stella, dedicato ad un Uomo e artista unico!
    Impossibile non amarlo !
    Di lui ho sempre apprezzato l'immensa umanità,la schiettezza e quella nota di umorismo celata sotto un manto di ingenuità e autenticità. Un grande che purtroppo ci ha lasciati troppo presto . Il postino è uno dei miei film preferiti .

    Un bacione, buona domenica !

    RispondiElimina
  7. mi piaceva Troisi per la sua spontanietà,quel suo modo di fare e di pensare(penso in napoletano,quindi mi viene spontaneo parlare napoletano=disse ad un'intervista)....Gianni l'ha sempre adorato!Ha persino una sua dedica sulla foto ,dopo averlo incontrato a Roma nel 1993......
    Baci lu

    RispondiElimina
  8. Grazie per questo ricordo Stella! Quanto ho amato Massimo, fin dai tempi di "Annunciaziòne-annunciazòne"...!

    RispondiElimina
  9. Anche questa sequenza da sola riesce a darci la misura delle doti del grande Troisi.

    Non ci resta che piangere, si potrebbe dire, per la sua morte.

    Grazie invece, Stella, per averci fatto sorridere nel ricordo di Massimo ;-) È il modo più appropriato per ricordare la sua arte.

    RispondiElimina
  10. Anch'io ho amato molto questo grande artista, per la sua intelligente ingenuità.
    Peccato, Stella, che raramente trasmettono quello che lui ci ha lasciato.
    Buona domenica
    abbraccio
    Bruna

    RispondiElimina
  11. Un grande attore, spontaneo, semplice, che nn dimenticheremo tanto facilmente...
    Un bacio
    CInzia

    RispondiElimina
  12. Manca a tutti noi, per la sua simpatia. la sua semplicità e la sua straordinaria bravura !

    Grazie per questo post, cara Stella
    Un abbraccio
    Cri

    RispondiElimina
  13. Lui era un Grande... uno di quelli che si donano generosamente... manca anche a me... confesso che non sono riuscita a vedere "Il postino" più di una volta... proprio non ce la faccio... è come se avesse girato il suo addio a tutti quelli che lo amavamo... insegnandoci ancora qualcosa!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Non pensavo che a tanti di voi piacesse Troisi.
    E' stata una graditissima sorpresa.
    Grazie a tutti con un abbraccio grande♥♥♥

    RispondiElimina
  15. Ci manca l'attore geniale, e ci manca l'uomo ironico e gentile.
    Un bacio Stella

    RispondiElimina
  16. Anche a me piaceva: la sua particolare maniera di proporsi sapeva conquistare simpatie. Un vero peccato che se ne sia andato troppo presto.

    RispondiElimina
  17. Era una persona sensibile e un grande attore. Hai fatto bene a ricordarlo.

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...