06/05/10

32

UNA MIA CONSIDERAZIONE


Una bambina chiede alla mamma:

mamma come nacque la razza umana?

La mamma risponde:

Dio creò Adamo ed Eva e loro ebbero dei figli.

Così nacque la razza umana.


Due giorni dopo, la bambina fa la stessa domanda al papà.

Il padre risponde :

molti secoli fa esistevano le scimmie.

Con il passare degli anni si svilupparono e si

trasformarono in uomini.

E' così nacque la razza umana.


Molto confusa, la piccolina, si rivolge alla mamma e le chiede :

Mamma, come mai tu mi dici che la razza umana fu creata da Dio

e papà mi dice che proveniamo dalla scimmia?

Tesoro, le risponde la mamma,

io ti ho parlato della mia famiglia e papà della sua.

Questa barzelletta mi offre lo spunto per fare una mia considerazione personale.

Ad un figlio mai dare risposte contrastanti...perchè rimane confuso e disorientato.

I bimbi hanno bisogno di punti di riferimento saldi e certi, per crescere sicuri, autonomi e senza tentennamenti.

32 commenti:

  1. Con i figli è bene essere genitori concordi e chiari, perciò i genitori si dovrebbero spesso chiarire tra di loro.
    La barzelletta è molto divertente.
    Ciao Stella e buona giornata. Nounours

    RispondiElimina
  2. A parte il sorriso che mi ha suscitato la storiellina però ove la domanda fosse stata rivolta a me non avrei saputo con quale risposta avrei soddisfatto la curiosità della bambina.

    RispondiElimina
  3. Condivido appieno ciò che dici.
    Per quanto possibile e compatibilmente con la sua età ho cercato fino all'esasperazione di essere sincera con mio figlio e di raccontargli le cose come stanno.

    Quando ero piccola ed ero affetta dai reumatismi nel sangue i miei mi raccontarono che tutte quelle punture e prelievi erano per riuscire a risucchiare un vermetto che avevo nel sangue....pensate che incubi avevo.
    Poi ho saputo la verità e mi sono ripromessa di non raccontare verità storpiate a mio figlio piuttosto tacevo ed aspettavo il tempo che ritenevo giusto per dire come stavano realmente le cose.

    Così come non arriva il lupo a mangiarlo se fa il cattivo...per anni ho vissuto con lo spauracchio del buio e del lupo.....

    Grazie delle tue parole Stella....
    Un bacio Robi :O)

    RispondiElimina
  4. sono passata per un saluto veloce,cara Stella!!bacioni e felice giornata^;^

    RispondiElimina
  5. CIao Stella.
    Sono pienamente d'accordo con il tuo pensiero.
    Pensa che se dicono a me due cose diverse mi trovo in difficoltà!^_^
    Tornando seri: questo è uno dei punti fermi che abbiamo raggiunto insieme io e mio marito.
    Mai mentire,se proprio non si può dire la verità almeno raccontare solo quello che un bimbo può capire e accettare.
    Mai contraddirsi e essere sempre chiari nella posizione che da una parte o dall'altra deve essere confermata.
    Sicuramente se non si parte dall'inzio con questi propositi può sembrare difficile, ma in realtà non lo è.
    La sincerità rende tutto più facile.
    Baci.
    Nunzia

    RispondiElimina
  6. Aldo, esattamente con il tuo punto di vista, condiviso dalla moglie, almeno in presenza della bambina.

    RispondiElimina
  7. Vedo che anche tu sei contraria al relativismo tout-court...comunque mon esistono verità assolute e incontrastate...forse è bene educare i figli ad una visione del mondo che li aiuti ad affrontare anche gli inevitabili ossimori della vita senza eccessivo sconforti.

    RispondiElimina
  8. Robi mi congratulo per la tua opera educativa...ed aggiungo che è fondamentale anche la coerenza...

    RispondiElimina
  9. Meglio essere chiari con i figli ,tanto i modi ci sono per spiegare le cose.Ti auguro un buon pomeriggio ,saluti a presto

    RispondiElimina
  10. Elisabetta spero che tu stia bene, sempre di corsa ultimamente.
    Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
  11. verità sacrosanta! coi bambini bisogna essere sempre sinceri, lineari e dare risposte a seconda dell'età. i bambini si accontentano anche di poche parole, ma dette con sicurezza! buon pomeriggio!

    RispondiElimina
  12. Nunzia esatto!
    I bimbi tentano d'incastrare uno dei genitori o insegnanti...
    Se io li mandavo in bagno perchè andati da poco, essi si rivolgevano al mio collega...il quale rispondeva esattamente come me e viceversa.
    E' un esempio banale, ma rende l'idea...

    RispondiElimina
  13. Non son mamma, ma da figlia posso dirti, niente di più vero fu scritto!
    Un abbraccione zia Stellina,
    bacio,
    Ele

    RispondiElimina
  14. Come possiamo insegnare la coerenza ai bambini se i genitori o chi sta loro intorno non sono coerenti per primi con le loro parole? Sono perfettamente d'accordo con te Stella, ma turbare un bambino che sta iniziando a crescere.
    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  15. Ever, tu vai oltre...e va bene.
    Per prima cosa intendevo dire che i genitori devono essere concordi nelle risposte ai figli...quali risposte dare, poi, dipende dal loro credo ed ideali.
    Grazie della visita.

    RispondiElimina
  16. Grazie amicusplato!
    Abbraccio

    RispondiElimina
  17. Cavaliere infatti, perchè ne dipende il loro equilibrio futuro.

    RispondiElimina
  18. Ale, saresti una mamma premurosa e attenta.
    Baci

    RispondiElimina
  19. Cea questo post è dedicato appunto a chi non ha ancora gli occhi aperti...e magari predica bene e razzola male.

    RispondiElimina
  20. la coerenza nell'educazione è fondamentale. Buona serata Stella

    RispondiElimina
  21. S.i.r. bentornata!
    D'accordissimo!

    RispondiElimina
  22. Semplicità, sincerità, coerenza. Non facile...ma doveroso provarci. Ciao.
    Divertente la barzelletta.

    RispondiElimina
  23. E' come nel tiro alla fune, ognuno tende a tirare dalla propria parte non curandosi che si rischia di spezzargli
    (metaforicamente) le braccina .
    Mi sono accorta che questo succede soprattutto quando la coppia non vive un rapporto sereno.

    RispondiElimina
  24. molto carina la storiella...molto vere le tue parole ...essere genitori non è facile ...e molto spesso lo si diventa senza la maturità sufficiente ...ma un bambino ha il diritto di avere punti di riferimento sicuri...non ci si deve mai dimenticare che il bambino di oggi è l'uomo di domani ...e se un uomo non è "uomo"..che mondo sarà?
    un abbraccio.....kissssssssss

    RispondiElimina
  25. ciao Stella^;^ ho letto il post..ieri avevo fretta..sono d'accordo,i bambini assorbono tutto,dai nostri comportamenti,alle nosrte affermazioni,quindi ti do' pinamente ragione!!felice giornata,cara!!un bacio:-*

    RispondiElimina
  26. Sandra, almeno con i bambini, è doveroso.

    RispondiElimina
  27. Rosa questo è davvero un altro problema vero e spinoso...
    E' preferibile, per il bene dei minori,che i coniugi si separino piuttosto che litigare e urlare in loro presenza.

    RispondiElimina
  28. Elisabetta, lietissima giornata a te!

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...