12/05/10

32

UN PICCOLO GESTO DI NON INDIFFERENZA

Opera di Guttuso

IL COPRILETTO

Ieri pomeriggio non pioveva, perciò ho fatto arieggiare un po' di coperte, stendendole all'aria aperta.

Ho lasciato, però, un copriletto sottile sul davanzale della finestra aperta della camera da letto e l'ho dimenticato lì fino a sera.

Quando me ne sono ricordata e sono andata a ritirarlo, non c'era più. Era volato giù in strada, ma affacciandomi non l'ho visto , quindi qualcuno lo aveva preso e portato via (così ho pensato) , ma poi per scrupolo sono scesa a dare un'occhiata in strada.
Grande sorpresa...
Uscita dall'ascensore a piano terra, il copriletto piegato si trovava deposto sul primo gradino della scala....a disposizione di chi l'aveva smarrito.

Questo gesto garbato e civile mi ha fatto riflettere molto: esistono ancora persone oneste e di buon cuore.

Grazie sconosciuto/a!!!

32 commenti:

  1. gia'... c'e' ancora qualche "buono" di cuore...

    RispondiElimina
  2. Certo che esistono e spero che siano anche la maggioranza.

    RispondiElimina
  3. Per fortuna si, cara Stella, esistono ancora persone gentili ed oneste e speriamo che questi pregi, oggi di pochi, purtroppo, possano tornare ad essere i pregi di molti. C'è tanto bisogno di sentire la solidarietà. l'amicizia e l'amore degli altri, proprio come abbiamo biosgno dell'aria per respirare.

    Un caro saluto ed un bacino

    Cri

    RispondiElimina
  4. La cosa che fa pensare,purtoppo, è che ormai un ovvio gesto gentile sia motivo di stupore.

    RispondiElimina
  5. Si Stellina, esistono esistono, solo al giorno d'oggi non fanno più scalpore.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  6. e per fortuna aggiungo io, sono questi piccoli gesti che ti riconciliano con il mondo

    RispondiElimina
  7. E' bello sorprenderci che esistono!
    Un abbraccio :O)

    RispondiElimina
  8. Peccato meravigliarci per cose che dovrebbero essere la normalità!!

    RispondiElimina
  9. Apaolal, mi sono stupita anch'io.

    RispondiElimina
  10. Du mi fa piacere il tuo ottimismo.

    RispondiElimina
  11. Cristina, sono d'accordo con te.
    Questi non dovrebbero essere pregi di pochi, ma il modo di vivere più naturale.
    Un abbraccio grande!

    RispondiElimina
  12. Eh sì cara Mirella!
    Chi ha trovato il copriletto, non solo l'ha raccolto ma l'ha pure piegato e si è preso la briga di portarlo dentro l'androne di casa mia.
    Oggigiorno, per me una notizia così fa ben sperare.

    RispondiElimina
  13. Mary, è proprio per questo che ho pubblicato questo post.

    RispondiElimina
  14. Cara Zefirina, tanti piccoli gesti dovrebbero essere pubblicizzati insieme ai fattacci, questi ultimi invece sono all'ordine del giorno.

    RispondiElimina
  15. Folletto, però vuol dire che sono in minoranza...

    RispondiElimina
  16. Ok Lu, buona serata e bacioni.

    RispondiElimina
  17. Suysan, c'è indifferenza per cose importanti, figurati se pensavo ad un atto gentile...

    RispondiElimina
  18. sono quelli 'sommersi' che non fanno can can
    non si mettono in mostra
    per fortuna esistono
    ciao
    Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  19. Ne sisto tantissime di persone oneste... l?importante è non cercarlenei TG.
    Ciao

    RispondiElimina
  20. Michele hai ragione, avrei anche voluto trovare un biglietto per ringraziare lo sconosciuto/a, ma lui/lei ha agito in silenzio.

    RispondiElimina
  21. Speranza sempre, stregadiportobello...

    RispondiElimina
  22. Carissima, e' una notizia interessante, non e' ancora morta l'onesta' e ne sono contento, e visto che ti fa piacere ridere su questo episodio ti racconto una barzelletta.
    In un paese rurale dove c'era la tradizione che ogni anno ogni famiglia si ammazzava il maiale per fare i salumi in casa e quant'altro, e c'era l'usanza di fare la gelatina con delle parti del maiale, in dialetto la coagulazione viene detta "quagliare", anche il sacerdote del paese si allevava il maiale e poi lo ammazzava per fare il salame, fece anche la gelatina e la mise sul davanzale della finestra, ma quando ando' a ritirarla non c'era, la domenica successiva durante l'omelia domando': Cari fedeli avete ammazzato il maiale? Siii rispose la gente, e Lui: Avete fatto la gelatina? Siii di nuovo, E' quagliata? Siii A me e' squagliata ( Che vuol dire svignata!
    Quindi a te il copriletto non e' squagliato, allora fatti una doppia risata.
    Un saluto da gaetano

    RispondiElimina
  23. Sto ridendo, grazie Gaetano.
    Certo che con te non ci si annoia e si sta bene, sei sempre di ottimo umore...

    RispondiElimina
  24. sei stata fortunata! io, una volta, avevo steso un tappeto di lana da salotto sulla ringhiera della cinta. una mia nipote ha visto che era caduto nella cunetta della strada e mi ha avvisato telefonicamente. il tempo di uscire e, cosa vedo? un mio conoscente e suo figlio, lo caricavano sul cassone del loro camioncino. naturalmente, quando li ho chiamati, l'hanno gettato a terra imprecando e dicendo che non sapevano fosse mio! se tardavo, addio...

    RispondiElimina
  25. Raggio questo è il motivo per cui sono rimasta stupita e sorpresa...

    RispondiElimina
  26. Gesti che fanno sentire bene. Chi li fa e chi li riceve.

    RispondiElimina
  27. Per fortuna sì!sono rare ma ci sono.

    RispondiElimina
  28. Paola, un sorriso di complicità!

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...