13/05/10

24

MI HAI INSEGNATO ...


Mi hai insegnato
che anche il dolore ti concede una sosta,
che le lacrime mutano al nascere di un sogno,
che ogni tormento può trovare pace,
che anche se il tempo nulla cancella,
tutto può mutare tutto può evolvere,
tutto può essere, tutto può
miracolosamente compiersi e "diventare".

Mi hai insegnato
che il male si può celare dietro un sorriso
ma che dietro uno sguardo traspare solo la verità
dove ogni male si spoglia si veste di sé.


Mi hai insegnato
che il silenzio può essere un dono
o una freccia avvelenata
pronta a uccidere e togliere il respiro.

Ed ho imparato ascoltando
la tua anima, perché l'ho sentita
guardandoti negli occhi,
perché ti ho guardato
e ho sentito che ogni silenzio ha una sua verità.
Ho imparato che ogni verità è un dono
che facciamo a chi crede in noi
e che tutte le anime si nutrono di verità.

Silvana Stremiz

Quanti spunti di riflessione offre questa poesia di Silvana.

Penso che ce ne siano per tutti...

"Tutto può mutare, tutto può evolvere"...

"
anche se il tempo nulla cancella"...

verissimo, l'ho sperimentato personalmente.



24 commenti:

  1. condivido per il mio vissuto la poesia di Silvana
    ciao Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  2. Bellissima poesia, ricca di saggezza e verità.

    Cri

    RispondiElimina
  3. Come non condividere, il tempo sembra cancellare ma non è così!
    Un caro saluto, Roberta.

    RispondiElimina
  4. Ciao Stella.
    Bellissima poesia.
    La frase che mi ha colpito di più, in questo momento è " il silenzio può essere un dono o una freccia che uccide...": un concetto incredibilmente reale.
    Non solo le parole hanno significato per gli altri e col silenzio si può comunque comunicare tutto.
    Anche il resto è pieno di spunti di riflessione.
    Devo fare i miei più sinceri complimenti a Silvana.
    Baci a te.
    Nunzia

    RispondiElimina
  5. molto bella, apprezzo sempre le poesie. di qualunque natura esse siano

    RispondiElimina
  6. MIchele, allora siamo nella stessa barca...

    RispondiElimina
  7. Cristina,penso proprio che la poetessa l'abbia scritta in seguito ad esperienze vissute...

    RispondiElimina
  8. Roberta,certi ricordi si possono accantonare, ma non cancellare.

    RispondiElimina
  9. Nunzia, sono d'accordo anche con te.
    Quante riflessioni ancora si potrebbero fare!
    Baci.

    RispondiElimina
  10. Caro sR, chi ama la poesia ha un animo sensibile.

    RispondiElimina
  11. complimenti all'autrice per il senso profondo dei versi... un ciao piovoso!

    RispondiElimina
  12. Raggio qui il cielo è nero nero, chissà cosa sta per venire giù...

    RispondiElimina
  13. veramente bella.
    Io mi ritrovo più nella prima strofa.Fantastica!
    kiss
    Lella

    RispondiElimina
  14. Lella penso che in tanti ci ritroviamo in questi versi profondi...

    RispondiElimina
  15. Quale poesia più vera di questa.Ti auguro una serena notte,saluti a presto

    RispondiElimina
  16. Una vita vissuta ti porta a scrivere frasi del genere, sopratutto se a scrivere e' una donna, che riflette di piu' di noi uomini, ed e' vero che anche il dolore ti concede una pausa ma non gli uomini scoccianti, questa e' una mia riflessione.
    Un buon fine settimana a tutti, gaetano

    RispondiElimina
  17. Buona notte Cavaliere, a presto.

    RispondiElimina
  18. Sono versi da cui traspaiono esperienze passate di vera sofferenza. Molto bella questa poesia e induce a riflettere.

    RispondiElimina
  19. Ciao Stella,
    in questa poesia io trovo la speranza.

    Gabriella

    RispondiElimina
  20. Gabriella, dopo esperienze negative, ci s'irrobustisce...

    RispondiElimina
  21. Per fortuna anche il dolore più cocente si può stemperare nel tempo,è la speranza di chi soffre,per non lasciarsi andare.Ciao Stella un bacio

    RispondiElimina
  22. Gabe, buona giornata con bacini.

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...