28/02/10

48

L' ENNESIMA CATASTROFE

TERREMOTO CILE: 300 I MORTI

ULTIMORA:
TERREMOTO CILE: 300 I MORTI
TERREMOTO IN CILE: 300 I MORTI, CENTINAIA DI MIGLIAIA GLI SFOLLATI
TERREMOTO IN CILE: SONO 300 I MORTI E CENTINAIA DI MIGLIAIA GLI SFOLLATI
28/02/2010 – Gli effetti del terremoto si propagano a tutto il pacifico. Oltre 300 morti, il numero dei feriti è imprecisato. Si scava tra le macerie in cerca di sopravvissuti. Lo tsunami ha colpito già le isole Hawaii mentre onde alte tre metri si abbattono sulle coste del Cile. Sono almeno 300 fino a questo momento i morti ufficiali nel catastrofico terremoto che ha devastato il Cile, dopo la prima scossa di terremoto di ieri che ha sfiorato la magnitudo 9 della scala Richter.
Centinaia di migliaia sono gli sfollati mentre le tende a disposizione per accogliere gli sventurati senza tetto sono ancora un numero esiguo. Obama si è detto subito pronto ad aiutare la popolazione e le onde di tsunami stanno per arrivare perfino in Giappone.

Ad Honolulu gli abitanti sono invitati a lasciare con alimenti per 5 o 6 giorni l’isola per l’arrivo dello tsunami che potrebbe essere devastante, anche se all’una di notte, ora locale, circa è stato revocato l’allarme e l’emergenza potrebbe rivelarsi solo una grande paura.

Lo tsunami ha già raggiunto le coste del Giappone ma con un impatto al momento considerato debole. Nell'arcipelago di Ogasawara, ad oltre mille chilometri da Tokyo, in pieno Oceano Pacifico, l’onda di tsunami sembra toccare massimo un’altezza di 10 centimetri circa.

Le autorità giapponesi hanno ordinato – tuttavia - l'evacuazione di oltre 11.000 abitazioni lungo la costa nord dell'isola di Honshu. Praticamente a tutti gli abitanti di quell’area a rischio è stato ordinato lo sgombero. La previsione il timore sono che lo tsunami possa produrre onde di oltre 3 metri, nelle prefetture di Aomori, Iwate e Miyagi: 6.400 case nella storica città di Kamaishi (Iwate), 500 ad Aomori e 4.279 lungo la costa vicino a Sendai. Fino ad ora le persone evacuate sono circa 56.000.

E intanto, come ripetiamo, dopo che le prime onde di tsunami hanno colpito le Hawaii con una forza quasi irrisoria rispetto a quella temuta, il Centro di controllo americano ha revocato l’allarme anche se restano le condizioni di allerta e la popolazione è invitata ad informarsi costantemente sull’andamento delle cose.

La Protezione civile cilena ha confermato il numero dei morti, che sono oltre 300 e almeno 2 milioni le persone sinistrate. Lo tsunami previsto ha colpito la costa cilena centrale, abbattendosi con violenza sul porto di Talcahuano. Lo tsunami – invece - ha risparmiato le Hawaii, ed è arrivato sulle coste del Giappone con un impatto debole. Ora lo tsunami è atteso in Russia, dov’è allarme e sono state ordinate evacuazioni. La Banca Mondiale e il Fondo Monetario Internazionale hanno offerto il loro aiuto al governo cileno.

Dopo la prima scossa di magnitudo 8.8 Richter alle 3.34 locali, altre 45 scosse telluriche si sono abbattute sul Cile nelle 11 ore successive. Nella mappa pubblicata da Usgs, sei scosse sono state registrate in mare aperto. La maggior parte hanno colpito le zone di Maule (nei pressi di Concepcion), Bio-Bio, Valparaiso, Aracaunia. Alle 12.09 locali una scossa di magnitudo 5.2, la 37/a della serie, e' stata registrata nella 'Regione Metropolitana' di Santiago, a 75 chilometri a sudovest della capitale.

Nebrodi e dintorni


Un'altra catastrofe, ma che sta succedendo?
Sono profondamente addolorata.
Si sta avvicinando davvero la fine del mondo?

48 commenti:

  1. Sono anch'io triste e addolorata per quest'altra catastrofe.

    RispondiElimina
  2. non abbiamo ancora finito,di avere il cuore affranto, per i morti di Haiti,che gia'la natura si ribella ancora...c'è veramente da aver paura,care...

    RispondiElimina
  3. Le catastrofi sono sempre avvenute: non vedrei in esse un segnale escatologico. Basti pensare che il terremoto più forte mai registrato colpì proprio il Cile il 22 maggio 1960 (9,5 gradi sulla scala Richter). Questo che di nuovo ha colpito il Cile è meno devastante di quello di Haiti, pur essendo più forte, perché molto profondo (35 km anziché 10) e ciò genera effetti meno devastanti.

    RispondiElimina
  4. Eeehh...questi americani giocherelloni...come si divertono con questo HAARP..uffa ci voglio giocare anche io un pochettino...ho giusto qualche stato degli Usa da affondare...eh..eh..

    RispondiElimina
  5. E' vero sprellina, l'ennesima catastrofe...e la domanda che molti si fanno è che forse si sta avvicinando la fine del mondo!
    Nessuno può dire se si tratta di questo! E' chiaro che più tempo passa e più ci si avvicina a quel momento. L'unico segno che siamo chiamati a cogliere da questi tragici eventi è che per ognuno di noi ogni giorno potrebbe essere l'ultimo come lo è stato per tanti fratelli e sorelle dell'Aquila,di Haiti del Cile e chissà di quanti ancora...dunque non paura ma prudenza e vigilanza per cercare di non essere colti impreparati all'incontro con il Signore...
    Santa domenica cara!

    RispondiElimina
  6. Per alcuni studiosi di profezie, antichi testi e civiltà, pare che l'anno duemiladodici non possa considerarsi da un punto di vista cronometrico, ma che questo evento sia già in corso. Non si sa quando si possa considerare conclusa la fase di cambiamento catastrofico del notro pianeta, insomma il tempo geologico e diverso dal tempo cronologico e pare che la terra non scomparirà, ma che sarà ferita di tante apocalissi, come quelle che stiamo osservando e che purtroppo una parte dell'umanità sta subendo.
    Sembra un'analisi ragionevole e anche convincente questa fatta da studiosi, e che io ho riassunto con le mie parole, come meglio ho potuto.
    Certo è terribile assistere a tanta devastazione.

    RispondiElimina
  7. Penso che le catastrofiche notizie che sentiamo così fresche appena accadute ci fanno più male di quando non sapevano subito, e lo sapevano dopo mesi e nesi, le notizie di cataclisma di questo genere, oggi con il web, TV ecc.ecc. lo abbiamo davanti ai nistri occhi subito.
    Ora nei nostri tempi sappiamo che succedono più frequentemente di una volta, la natura si sta ribellando ha quello che fa l'uomo...
    Buona domenica a tutti/e,
    Tomaso

    RispondiElimina
  8. Dobbiamo riamanere vicini, col cuore e con la mente, alle persone colpite da questa ultima tragedia. E' la cosa più grande e importante che potremo fare, nel nostro piccolo.
    Non devono sentirsi abbandonati dal resto del mondo...

    (Stella, da poco seguo il tuo blog e volevo farti i miei complimenti per la sensiblità e la semplicità che dimostri ogni giorno coi tuoi post)

    RispondiElimina
  9. I terremoti, come ben noto nel mondo scientifico, sono eventi disastrosi ai quali l'uomo, con calma e raziocinio, si deve abituare. Specialmente in alcune aree poste in corrispondenza delle cosidette linee di faglia (Di rottura). Nel Mediterraneo, per esempio, l'Italia del Sud e la Turchia, sono aree di elevatissima pericolosità sismica. La stessa nostra penisola subisce, anche, dei movimenti che la vedono, periodicamente, con l'estrema punta abbassarsi e sollevarsi. Cosa fare? Per prima cosa quando costruimo case ed altre opere dobbiano evitare di commettere errori (Scelta del progettista, dell'impresa, ecc...) di non facile soluzione... Poi, bisognerebbe fare in modo che ogni comunità locale possa disporre di una propria struttura di protezione civile al fine di intervenire adeguatamente all'occorrenza. Sarebbe, infine, necessario che, periodicamente, nelle scuole e nella società civile si tengano (come si fa in California o in Giappone) dei corsi per spiegare ai cittadini cosa bisogna fare in caso di terremoto. Solidarietà al Cile. Ciao. DOMUS

    RispondiElimina
  10. Cara Paola, è terribile.
    Preghiera e solidarietà.

    RispondiElimina
  11. Elisabetta siamo in una valle di lacrime...
    Bacioni

    RispondiElimina
  12. Daniele grazie per il tuo commento tranquillizzante.

    RispondiElimina
  13. Big, qui c'è poco da ironizzare...

    RispondiElimina
  14. Marina io sono pronta, ma ho paura al pensiero di stare viva sotto le macerie...preferirei morire subito.

    RispondiElimina
  15. Noun, apprezzo il tuo commento e lo condivido.
    Non a caso non ho citato il 2012.
    Vedo distruzioni continue ed inesorabili...
    Che tristezza!

    RispondiElimina
  16. Tomaso hai ragione, di tante tragedie una volta non sapevamo, come è vero che la natura è stufa e si sta ribellando...

    RispondiElimina
  17. Cara Cea benvenuta e grazie dei complimenti.
    Sono venuta da te, ma non c'è verso di commentare .
    Ti avevo scritto :

    Grazie della visita e del commento lusinghiero.

    Hai ragione, si studia in modo superficiale, in vista dell'interrogazione e non per se stessi.
    L'ignoranza sta imperando tra i giovani.
    Buon pomeriggio.

    RispondiElimina
  18. Domus, ottimi consigli a chi ci governa...a chi, di dovere, dovrebbe seguire...
    Grazie!

    RispondiElimina
  19. Grazie Stella per avermi fatto notare il problema, ho provato a risolverlo.

    Grazie per la visita

    RispondiElimina
  20. Cea continua il problema sull'inserimento della parola di verifica.

    RispondiElimina
  21. Cara Stella...forse c'è molta più umanità e verità nella mia ironia che in tante parole ruffiane e banali di alcune persone che scrivono nel tuo blog..la loro pseudo-compassione mentre sono con il culo al calduccio non credo risolverà nessun problema in questo mondo...non più della mia ironia..ma magari invece di versare finte lacrime inutili vado alla ricerca della verità...uscendo dal gregge per poter costruire qualcosa di concreto...
    Quanta superbia odono(quasi quanto la mia..eh..eh..) le mie orecchie...il mondo certo non cesserà di esistere per noi..quello che spero magari cesserà di esstere...sarà la razza umana che lo sta distruggendo..il virus del pianeta terra...fate qualcosa di utile...vedetevi il documentario "Home"..magari ne esce qualcosa di utile...

    RispondiElimina
  22. Big, sono rimasta traumatizzata a sentir ridere i due imprenditori la notte del terremoto a L'Aquila...non posso ancora crederci...

    RispondiElimina
  23. Stella...cosa c'entra la tua risposta con il mio commento..??? Boh...forse perchè sei donna e hai una logica a volte dispersiva..eh..eh...
    La gente che ha riso per il disastro a L'Aquila è la stessa che continuerà a ridere per le disgrazie altrui..ma non lo farà di certo per mera ironia..bensì per secondi fini perlopiù economici..
    Con tutto il rispetto...ma cosa vuol dire "non posso ancora crederci"..??
    Ma dove vivi..???
    Sei scesa per caso sulla Terra il mese scorso..??
    Nel caso mi presento e ti do il benvenuto sul pianeta del menefreghismo...
    Questo è nulla a tante azoni che l'essere umano compie ogni giorno contro i propri simili..e se Dio veramente esiste...è il peggior vigliacco di cui abbia mai sentito parlare...
    La peggior arma di distruzione al mondo è l'essere umano...ma quello senza coscienza...

    RispondiElimina
  24. Io sono io...
    Non posso ancora credere che si pssa ridere per disgrazie altrui, è contrario ad ogni mia logica.
    Se non sei soddisfatto di questo blog o meglio delle risposte che ti offro, ce ne sono tantissimi altri che potrebbero avere il tuo stesso punto di vista.
    Sempre con simpatia

    RispondiElimina
  25. Ma perchè la superficialità deve regnare sulla Terra..??? Ma perchèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèè..?????
    Ho mai detto che devi cambiare per me...od essere a mia immagine e somiglianza..???
    Ho mai detto che sono insoddisfatto del tuo blog...???
    Se continuamente sono qui è proprio perchè penso il contrario..dai su..ragiona..
    Non condivido la tua opinione, ma darei la vita affinchè tu possa esprimerla...dissero una volta...
    Rileggi quello che ci siamo scritti...e capirai che il problema è nel non aver risposto con pertinenza ai miei argomenti...anzi...hai cambiato proprio discorso...
    Non cerco solo blog con il mio stesso punto di vista...non ho la benchè minima utilità nel parlare con persone che la pensano come me...ne loro con me...se non quella di rafforzare la nostra stima..
    Ammetto che amo il confronto razionale...ma...se non vuoi la stessa cosa...questo è il tuo blog...ed in fondo è come se fosse casa tua...se non sono ben accetto..tolgo il disturbo in men che non si dica...
    Quando non ne puoi più di me...fammi un fischio...sempre se sai fischiare...eh..eh...
    Sempre con molta più simpatia della tua.

    RispondiElimina
  26. Big, sei un bravo ragazzo e l'ho capito.
    A volte, però, con i tuoi commenti irriti ed è allora che non rispondo volontariamente in modo pertinente per non creare sterili polemiche, perchè tu hai pure una testa dura...

    RispondiElimina
  27. io la penso come Marina (ma è davvero tua sorella?) bisogna essere pronti... io sarei anche pronta, ma gli altri ai quali voglio bene? questo mi preoccupa molto.... segui i messaggi di Medjugorie? anche da lì arrivano inviti alla conversione, da 29 anni... ma l'uomo è sempre più sordo!

    RispondiElimina
  28. Raggio sorellina virtuale, perchè abbiamo tanto in comune.
    Capita pure questo in rete, non è bello?

    Purtroppo le forti scosse continuano in Cile...
    Un abbraccio amica cara.

    RispondiElimina
  29. Eh..eh..adesso mi piaci..ora che mi dici veramente come la pensi..
    A quanto pare in questo mondo siete in due di natura femminile a sopportarmi ed a spartirvi i miei attacchi di onnipotenza..dunque sei un sollievo per la mia lei..per il detto "mal comune mezzo gaudio"..
    Certo che irrito con i miei commenti...anche se preferisco un altro termine...ovvero stimolo...
    e poi dai...facciamoci un pò di sana guerra..mettendo da parte l'orgoglio..è divertente e costruttivo..
    Fai finta che il tuo blog è la tua classe e tu sei la professoressa...
    Non saresti fiera di avere un alunno che cerca di crescere insieme a te e che si distingue dalla maggior parte degli zombie che la compongono..???...eh..eh..
    Presuntuoso si...ma anche stimolante...eh..eh...
    Te voio bene..

    RispondiElimina
  30. Caro big hai scoperto ciò che rivelai in un commento: vi sento miei alunni...
    Riuscivo a farmi amare dagli alunni più discoli...che ancora oggi si ricordano di me.

    RispondiElimina
  31. Le catastrofi sono imprevedibili, purtroppo... a volte mi sembra come una vendetta della natura sui misfatti degli uomini ...
    I terremoti non si possono prevedere( pur se anche questo è messo in discussione)c'è, tuttavia, una mappatura delle zone ad alto e medio rischio ... invece di speculare su tantissime cose inutili perchè non c'è un continuo monitoraggio di queste zone a rischio e, soprattutto, perchè non si adeguano gli edifici?
    Troppo facile per i potenti, dopo, fare i gradassi sugli aiuti e speculare anche su quelli.
    Purtroppo a pagare sono sempre i più deboli tra cui i bambini.
    Sono costernata ma anche arrabbiata ...ci si accorge solo dopo che le norme non sono state rispettate.
    IN Italia ad es. a parte le zone sismiche, i tre quarti del territorio è a rischio frane ... nessuno si chiede cosa si fa preventivamente per evitare catastrofi?
    No, non se ne parla ... magari si aspetta la prossima "strage" e poi siamo tutti lì a piangere altri morti e a costernarci per i senzatetto.
    Ma in concreto ...i responsabili( almeno in parte) saranno mai individuati? E si arriverà finalmente a mettere i territori e le costruzioni in sicurezza prima delle calamità?

    RispondiElimina
  32. Miryam hai ragione...per quanto riguardala la prevenzione.

    Le calamità naturali, però, ci stanno perseguitando sempre più.

    RispondiElimina
  33. Stella...penso che come per i tuoi alunni...la stessa cosa accada anche a te...ovvero di amare più gli alunni discoli che gli altri conformi alla massa..eh..eh..
    Sei la meioooooooooooooooooooo....eh...eh...però domani non interrogarmi...per seguire il tuo blog non ho avuto tempo per studiare...

    RispondiElimina
  34. Big passi, ma solo per questa volta!

    RispondiElimina
  35. Così per alleggerire, anche se non ce n'è più bisogno vorrei dire che dopo il primo commento di BigCanaglia avevo preso le parti di Stella; dopo la 2°risposta di Stella avevo preso quelle di BigCanaglia; a seguito dei successivi chiarimenti ho simpatizzato per entrambi: che mi sarà successo? Di certo sono capitata in un bel posto...c'è una poltroncina comoda?
    A presto :-)

    RispondiElimina
  36. Noun accomodati e ...continuiamo...a conoscerci.

    RispondiElimina
  37. ciao stella
    passo solo per ringraziarti dei complimenti.....
    Notte

    RispondiElimina
  38. secondo alcuni è proprio così: questi son tutti segni che anticipano la tanto temuta fine del mondo...che disastri immani! quante vite spezzate!...un pensiero per loro ai loro angeli

    RispondiElimina
  39. Lu grazie, buona notte a te con un bacio.

    RispondiElimina
  40. Eli, è tutto terrificante.
    Solidarietà sempre.

    RispondiElimina
  41. Eh..eh...Nonours...in fondo lo so che sei dalla mia parte ma che per solidarietà femminile sei voluta andare verso Stella...tranquilla...tanto io ho le spalle grandi...
    Comunque ti sei condannata lo stesso...d'ora in poi ti seguirò...aspetta non chiamare la polizia...intendevo il tuo blog...così faremo la guerra pure noi due...eh..eh..
    E magari questa volta spetterà a Stella fare da spettatrice...
    Un saluto ad entrambe dal vostro rompiscatole...
    Big.

    RispondiElimina
  42. ciao,Stella^;^ buona settimana e buon inizio di mese!!!!grazie per i complimenmti che mi hai lasciato...un bacione,cara:-*

    RispondiElimina
  43. Ciao Elisabetta, bacini a te.

    RispondiElimina
  44. Raggio,seguo i messaggi di Medjugorie, infatti sono preoccupata...sono ancora poche le preghiere e le conversioni...

    RispondiElimina
  45. ma Stella tutto adesso?
    o prima nessuno comunicava queste cose, oppure c'e' qualcosa di strano
    Perche' succedono tutte adesso? Mistero?

    ciao Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  46. Michele oggi riguarda pure l'Europa...

    Una volta non sapevamo è vero, ma quello che sta succedendo ora è grave, molto grave.

    RispondiElimina
  47. Olá, cara Stella! O Mundo está passando por transformações gigantescas!! É momento de nos apegarmos mais às orações, mostrarmos a verdadeira solidariedade cristã. Hoje são eles, domanni poderá sermos nós?! A Vida é uma grande incerteza! Viver não é preciso, é uma icógnita!! Abraços com carinho, Maria Emília

    RispondiElimina
  48. Cara Maria Emilia,il mondo sta cambiando con le sue catastrofi ci rammenta che molta della colpa è nostra.
    Affidiamoci alla solidarietà Cristiana,ce n'è bisogno!
    Un bacione e buon pomeriggio.

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...