05/08/09

34

LO SAPEVATE CHE...?





04/08/2009


Il vino rosso esalta gli amorosi sensi femminili

Il dubbio forse è stato svelato: le donne non perdono occasione per lamentarsi della loro vita sessuale perché bevono il vino sbagliato, preferendo quello bianco al rosso. E invece, uno o al massimo due bicchieri al giorno color rubino riescono a stimolare la libido delle donne più delle raffinate bollicine di champagne o di altri drink alcolici.

A rivelarlo è uno studio tutto italiano, che per la prima volta ha esaminato gli effetti del vino rosso sulla sessualità femminile. La ricerca, pubblicata dal team di Nicola Mondaini dell'Università di Firenze sul Journal of Sexual Medicine, ha coinvolto 800 donne tra i 18 e i 50 anni. Nessuna delle rappresentanti del gentil sesso aveva sofferto di problemi sessuali, spiegano i ricercatori, che hanno escluso anche le fumatrici. Il campione è stato diviso in tre gruppi: il primo era formato da persone che consumavano abitualmente uno o due bicchieri di vino rosso al giorno, il secondo si limitava a meno di un bicchiere di qualsiasi alcolico ogni giorno, e l'ultimo era formato da astemie.

Un mistero, ma funziona - Indagando sulla qualità della vita sessuale delle partecipanti, è saltato fuori che, in media, le componenti del primo gruppo totalizzavano un punteggio migliore di tutte le altre. E questo anche se - in media - erano un po’ più anziane delle coetanee, e l'età è notoriamente associata a un declino del desiderio. Insomma, in che modo il vino rosso accenda la libido non è chiarissimo, "ma in ogni caso lo studio, che deve essere interpretato con alcune cautele, suggerisce - scrivono i ricercatori - una potenziale relazione tra il consumo di vino rosso e una migliore sessualità femminile".

Gli scienziati toscani sospettano comunque che i composti chimici presenti in Chianti, Brunello e Negramaro possano migliorare la vita sessuale aumentando l'afflusso di sangue in aree chiave dell'organismo. Per la prossima vendemmia, i maschietti sono avvisati.




http://www.libero-news.it/pills/view/17539

Anteprima allegati:

34 commenti:

  1. una barzelletta
    da IL PARTITO DI PIPPI CALZELUNGHE

    Una donna entra in una farmacia:- Per favore, vorrei dell'arsenico.-
    Trattandosi di un veleno letale, il farmacista chiede informazioni prima di accontentarla.
    -E a che le serve, signora?-
    -Per ammazzare mio marito.
    - Ah! capisco... però in questo caso purtroppo non posso darglielo....-
    La donna senza dire una parola estrae dalla borsetta una foto di suo marito a letto con la moglie del farmacista.
    - Le chiedo scusa! bastava dirlo che aveva la ricetta
    Ciao Stella! un pò di umorismo ogni tanto ci vuole!!!

    RispondiElimina
  2. Cara stella, se il vino rosso fa l'effetto che dici, è meglio che bevo il bianco!!! Tu capisci il perché!
    bacioni!!!

    RispondiElimina
  3. Marina grazie della barzelletta!

    Ai pasti ho sempre bevuto vino rosso e sto bene.
    Il vino bianco non è consigliabile, bevi il rosso che aiuta anche durante la menopausa e poi...mai dire mai nella vita. Ok?

    RispondiElimina
  4. Ciao Stella,
    sono passata a salutarti e a ringraziarti per il commento che hai lasciato sul mio blog.
    Sei una delle pochissime persone che mi ringrazia per il lavoro che faccio.
    Mi sono anche iscritta tra i tuoi lettori e ora che ti ho "scoperta" ti seguirò.
    ^_^

    RispondiElimina
  5. Grazie Iole, sei gentilissima.
    Ho fatto un post sulla gratitudine, se ti interssa.
    Un bacio e a presto.

    RispondiElimina
  6. ahahahhaha adesso mi sono chiare parecchie cose .. ;) tutto torna ... e mi riferisco alla mia vita privata ehh ..
    Baci Stella :)

    RispondiElimina
  7. Zoè sono contenta di esserti stata utile.

    RispondiElimina
  8. Da salentina doc non posso non apprezzare il Negramaro, un vitigno rosso coltivato quasi esclusivamente in Puglia, in modo particolare nel Salento. L'origine del nome non è altro che la ripetizione della parola nero in due lingue: niger in latino e maru in greco antico. È uno dei principali vitigni dell'Italia meridionale.

    Il gruppo musicale dei Negramaro deve il suo nome a questo vitigno.

    In dialetto salentino viene chiamato con il termine "gnurumaru".

    A pranzo (anche se trapiantata in Romagna), in genere, bevo un bicchiere di Salice Salentino, composto per il 90% di Negramaro e per il 10%di Malvasia nera. Un vino doc superbo, tipico delle province di Brindisi e Lecce, ma diffuso sul territorio nazionale e anche all'estero.

    Il vino deve essere poco, ma indiscutibilmente buono;)

    Baci, Stellì

    RispondiElimina
  9. mmmmmmmhhhhhhh...
    buono a sapersi visto che lo preferisco al bianco

    vedrò di fare ancora una capatina nella cantina di Adam ;-))

    bacio bacio Stellinaaaaaa

    RispondiElimina
  10. ....ho letto ora il commento di Annarita (arrivato mentre scrivevo il mio precedente)...confermo che il negramaro è un vino buonissimo del Salento, una zona della Puglia che amo tantissimo essendoci stata per tanti anni in vacanza in quel di Gallipoli ma anche come turista sia sulla costa sia all'interno...bellissimo!!

    bacioooooooo

    RispondiElimina
  11. Annarita, grazie dei ragguagli sui vini doc...soprattutto sul negramaro.

    Come prof,noto che hai già frequentato il corso per imparare il dialetto...non perdi tempo!
    Battuta sarcastica la mia.
    Buona continuazione di vacanza e...cin-cin!

    RispondiElimina
  12. Pasti, Adam è sparito...perchè sapeva...del vino e della cantina.

    Vino rosso poco, ma buono!

    Nessun maschietto si è fatto ancora vivo, chissà perchè.

    RispondiElimina
  13. e io che non ho mai bevuto? mi dà persino noia l'odore del vino, di qualsiasi colore..., ma non per questo.... un bacio!

    RispondiElimina
  14. oh noooooo!
    Io amo il vino bianco e non mi lamento di "nulla"..........
    va bene lo stesso ? ahahahh
    Lella

    RispondiElimina
  15. Lella per ora va bene, al limite cambi vino più in là...

    RispondiElimina
  16. Aiutooooo,sono il primo maschietto a commentare...

    Ma allora brindiamo al rosso, ben venga al di là degli effetti che può provocare al gentil sesso,apprezzabili pure quelli!!

    Ciao stellina, cin cin e...in alto i calici!

    RispondiElimina
  17. lo sapevo
    e probabilmente ordinero' tantissimo vino rosso
    buona serata
    Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  18. Du, fai bene, guai a scordarselo!

    RispondiElimina
  19. Un brindisi a te, Stella, qualunque sia il vino. Miao

    RispondiElimina
  20. Beberemos vino tinto que tambien es buenos para los caballeros.
    Saludos y abrazos.

    RispondiElimina
  21. ...olá querida minha!

    fico feliz quando a encontro
    lá em casa...

    rss

    adoro vinho, por isso
    que sou uma belezura
    de mulher...rss

    baci, amore!

    RispondiElimina
  22. Baci, amore di fanciulla, Vivian.

    RispondiElimina
  23. Stella sto giocando con Pallino, è bellissimo!!!

    RispondiElimina
  24. @Pasticcino: io sono originaria della zona di Gallipoli, trapiantata in Romagna per matrimonio con un romagnolo. Adesso sto scrivendo dal mare di...Gallipoli, dove sono in vacanza.

    @Stella: non ho frequentato alcun corso di dialetto, carissima. Parlo salentino dalla nascita;)

    baci
    annarita

    RispondiElimina
  25. Annarita, ho fatto una battuta.

    RispondiElimina
  26. Tarkan, Pallino è delizioso.

    RispondiElimina
  27. Lo avevo capito, Stella. So che che sei una persona di spirito;)

    Ho voluto precisare ugualmente perché la cosa mi sta sullo stomaco.

    Baci
    annarita

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...