27/08/09

36

BAMBOLA DA ALLATTARE


Arriva dalla Spagna un pupattolo choc : ma serve a favorire la cultura del nutrimento al seno

Piangono, mangiano, fanno pipì e cacca. Quando poi è il momento sorridono, gattonano e muovono i loro primi passi. Se si ammalano spesso o sono più soggetti alle allergie non è dato sapere: eppure i bambolotti di oggi, come quelli di ieri del resto, crescono a biberon di latte artificiale. Tutti meno uno, che sarà in commercio dal primo di ottobre in Spagna.

Si chiama Bebé Glotón ed è prodotto da un'azienda iberica specializzata in giocattoli, è sul mercato da più di 30 anni. La sua caratteristica - decisamente rivoluzionaria - è che va allattato al seno. Un momento: ma quale seno? Non è un bambolotto per bambine?
Già: e infatti il prodotto è completo di una sorta di reggiseno che la piccola deve indossare al momento della poppata. Avvicinando al petto il bambolotto - lungo 50 centimetri come un neonato vero -, quest'ultimo comincerà a succhiare emettendo anche il tipico rumore da suzione dei neonati affamati.
Ed è subito polemica...

Donna

Onestamente io non sono favorevole a questo gioco, se non altro per il motivo che alcune neo-mamme vorrebbero allattare e non possono...

36 commenti:

  1. Stella... estoy de acuerdo contigo.
    Los niños tienen que jugar... ya serán grande algún día.

    Las fotos son libres. Por mi parte puedes disponer de ellas cuando gustes.
    Feliz día te deseo.

    RispondiElimina
  2. mmmmhhhh Stella,
    penso che le bambine abbiano già troppi stimoli a livello ormonale visto che il loro "sviluppo" ormai è anticipato a 8-9 anni quindi voto contro.....lasciamole bambine ancora un po'...avranno tempo per crescere e fare le mamme senza bisogno di fare certe "prove".

    un abbraccio

    RispondiElimina
  3. e che cavolo.... L'educazione e l'informazione dovrebbero darla alle donne che aspettano un bambino, non alle bambine. Ci sono troppe neo mamme lasciate sole che fanno gesti inconsulti... queste dovrebbero essere tutelate e seguite.

    RispondiElimina
  4. Non hanno niente da fare di meglio...........

    RispondiElimina
  5. Stella, non ci sono parole o sono io che non le trovo, quelle che trovo non si possono scrivere...
    La vita cammina tra il buono è il male, certamente le scelte toccano a noi.
    Non comprare, sarebbe la risposta più idonea.

    RispondiElimina
  6. Victory brava, i bambini devono giocare con la loro creatività, senza dover imitare gli adulti.

    Grazie per le foto.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  7. Pasticcino sono pienamente d'accordo con te!

    RispondiElimina
  8. Sir per i soldi dove arriviamo...!

    RispondiElimina
  9. Romano non sanno più cosa inventare...

    RispondiElimina
  10. Rosy esatto!
    Devi sapere che ci sono mamme favorevoli a questo tipo di bambole, ed è questo il problema, poi ci lamentiamo che la ragazzina rimane incinta.

    Bisognerebbe educare prima i genitori!

    RispondiElimina
  11. Fra poco magari usciranno anche bambolotti con cui si potrà anche avere rapporti sessuali!!! Sai, per gioco! Intanto però le bambine si allenano per quando arriveranno a 12-13 anni che saranno già esperte.
    Roba da pazzi!!!
    Io vorrei dire una cosa ai genitori: ribellatevi contro queste cose, non comprate alle vostre figlie giocattoli del genere. Difendete l'infanzia perché essa è sacra e non va sporcata!
    Grazie Stella.
    Un bacio!!!

    RispondiElimina
  12. Marina, mi associo al tuo appello rivolto ai genitori.

    RispondiElimina
  13. Che orroreeeee!!!
    Mamme, non fatevi ingannare dalla pubblicità, comprate alle vostre bambine la PIGOTTA, bambola simbolo dell'UNICEF, sono belle e fantasiose, create da noi Volontarie con affetto:così aiutate bambini sfortunati e le vostre bambine non subiscono la stoltezza di commercianti senza scrupoli!
    Ciao Stella, bel post.

    RispondiElimina
  14. Sara grazie dell'invito all'alternativa...
    Stiamo proprio impazzendo, senza più etica, nè morale.
    Baci

    RispondiElimina
  15. Sono sorpresa e istintivamente infastidita... ma preferisco non giudicare negativamente qualcosa che non conosco...

    RispondiElimina
  16. Anna, provare per credere : tette finte in un reggiseno finto e allattare fingendo... mah!

    RispondiElimina
  17. Non mi piace......ogni giorno vedo bambine che si atteggiano a donne sempre più precocemente, non mi piace bruciare le tappe!!!

    RispondiElimina
  18. Roberta non va assolutajente bene, infatti!

    RispondiElimina
  19. Stella, non vi è dubbio che più si va avanti e più i bambini sono vuoti di contenuti reali, purtroppo con la spinta il più delle volte degli stessi genitori. Siamo arrivati ad un consumismo incredibile. Per i bambini e i giovincelli "l'apparire" è di gran lunga meglio che "l'essere.. Sembra non esistere più un limite con il quale si riesca a capire fino a che punto il gioco stesso, riesca ad educare o semplicemente a divertire. Infatti la stragrande maggioranza dei bambini di oggi sono "insoddisfatti", ecco perché molto più spesso, vogliono prendere le sembianze dei grandi, vogliono fare tutte quelle cose che fanno i grandi. Stanno bruciando alla velocità della luce tutte le tappe. I bambini di 8/10 anni hanno già il cellulare ( cazzo, vuoi mettere? e se ti succede qualcosa, almeno puoi chiamare!!!).
    Poi ci sono ragazzine di 13/14 anni che si vestono e preparano come se fossero già "vissute".....( cazzo, vuoi mettere? se non tocchi almeno la mazza a questa età, sei OUT)...
    Guarda, sicuramente mi sono divertito più io che questa generazione "del nulla" di adesso...
    Un bacione grande grande.

    RispondiElimina
  20. Grazie Davide, purtroppo la realtà di oggi è questa!
    Sono lieta che lo affermiate anche voi giovani... se no, si sa, lo dice una matusa...!

    RispondiElimina
  21. Insomma, ormai tanto giovane non più!!!...Sono 40!!!..ma grazie lo stesso, è già da un po che non gioco a "biglie"...
    Smack!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  22. Ciao Stella arrivo per ultimo a congratularmi con te del bellissimo video, e della bella musica proprio adatta alle vacanze al mare.
    Ti auguro una buona serata,
    un abbraccio forte,
    Tomaso

    RispondiElimina
  23. Tomaso, hai visto il video, grazie. Sono contenta che la musica ti sia piaciuta.

    RispondiElimina
  24. Che desolazione cara stella!
    Mi chiedo: se sono state prodotte queste bambole, PRIMA è stata fatta una ricerca di mercato,POI sulla base dei risultati acquisiti hanno pensato bene di mettere in produzione questo aggeggio, il tutto SOLO per il loro guadagno!

    Ma per favore, lasciamo che i nostri figli seguano la loro giusta evoluzione, facciamo i genitori come si deve, senza tagliar loro l'erba sotto i piedi...!!

    Ciao, buona serata!

    RispondiElimina
  25. Contrario e d'accordissimo con Sirio. Spero vendano pochissimo!!!

    RispondiElimina
  26. sì, Stella, sono d'accordo con te e per rimanere nel tema del tuo post successivo, credo aumenterebbe il fenomeno....
    non sanno più cosa inventarsi... il problema è che ormai le bambine non giocano più con le bambole ma con i video giochi.... che anche fa male.... se fatto per troppe ore al giorno.... il mio gioco preferito erano le barbie o le pentoline con cui apparecchiavi, preparavi tutto l'occorrente...se c'erano amiche era divertente....
    ^_______________^

    RispondiElimina
  27. Pupottina, anch'io giocavo con pentoline e cucina. Quando li ebbi in dono, fu una gioia infinita.

    RispondiElimina
  28. mai avrei immaginato un gioco simile! siamo proprio alla deriva, si vuole cancellare la bellezza e la spontaneità dell'infanzia ... pazzesco!!!

    RispondiElimina
  29. Raggio io non ho parole, infatti!

    RispondiElimina
  30. No, è proprio una bambola che mai potrei regalare perchè ritengo che non è questo un buon esempio se si vuole educare una bambina a diventare una buona mamma. Già non mi piaceva la Barbi... figurati quanto potevo sopportare le Braz con quelle labbra tipo wurstel, le zeppe, con l'aria poco raccomandabile...insomma se una bambina doveva edentificarsi con una tale immagine, pensa un po'....
    Di questo passo non so dove andremo a finire perchè si toglie alle bambine quella parte della loro vita che è la fanciullezza ed inoltre s'impedisce loro di sviluppare la fantasia...Del resto trovano tutto pronto...ecco cosa ha preparato la società del consumismo!
    Ciao un abbraccio Bruna

    RispondiElimina
  31. Ciao cara Bruna, ottimo commento!

    RispondiElimina
  32. No! non so fino a che punto è giusto un simile bambolotto!?! in fondo il gioco è bello perchè "si fa finta", "facciamo che...", " io ero la tua mamma e tu..."; ricordo quelle frasi che si usava quando, bambine, facevamo le "mamme" o le "signore"...ed era bello così!
    Dico bene Stella? Ciao ciao.

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...