01/07/09

41

VITTIME SENZA NOMI

PER I BAMBINI




L' Inferno a Viareggio

Le terribili ustioni hanno reso irriconoscibili molte vittime. I riconoscimenti sono complicati.

Alcune persone risultano ancora disperse. Il bilancio provvisorio dei deceduti è salito a 16.

In giro si vedono volti tirati, occhi ormai privi di lacrime. Per parenti e amici delle vittime di Viareggio è stata un'altra giornata di dolore, attesa, sconforto. Perchè c'è chi piange i propri morti e teme per le condizioni dei propri cari, alcuni ustionati in maniera gravissima. Ma c'è anche il doloroso limbo in cui vive chi non ha più notizie di un amico o del marito i cui nomi non compaiono in alcun elenco. Morti e feriti ancora senza nome, irriconoscibili, devastati dalle fiamme, sono ancora molti. Per parenti, anche venuti da lontano, amici, vicini di casa, è proseguito così il triste pellegrinaggio nei reparti ospedalieri, davanti all'obitorio dell'ospedale della Versilia, dove oggi sono state trasferite le salme che ieri erano state spostate a Lucca e a Pisa. In alcuni casi l'identificazione dei cadaveri è avvenuta grazie a un oggetto sopravvissuto al furore del fuoco.

Non si può morire in questo modo atroce, urliamolo in coro...

VEGLIA DI PREGHIERA

(ASCA) - Viareggio, 1 lug - Veglia di preghiera, questa sera a Viareggio per le vittime e i feriti del disastro ferroviario.

La veglia, che si terra' dalle 21 a San Paolino, sara' presieduta dall'arcivescovo di Lucca monsignor Italo Castellani.

L'arcivescovo ricordera', spiega una nota, ''il mistero del dolore e della morte, la compagnia che Gesu' Cristo ha scelto di fare a tutti gli uomini con il suo mistero di morte e resurrezione, nonche' la solidarieta' che nasce dal sentirsi tutti quanti partecipi con chi soffre a causa di questa tragedia''.

A Viareggio, tra l'altro, il sindaco Luca Lunardini ha proclamato ieri tre giorni di lutto cittadino, cioe' fino a domani.

41 commenti:

  1. Quello che è successo è una tragedia! spero che chi ha sbagliato paghi e nello stesso tempo prego per una rapida guarigione dei feriti.

    RispondiElimina
  2. è stato proprio un inferno! non avrei mai immaginato una tragedia di questo tipo... di fronte a tanto dolore, non rimane altro che pregare...anche se la ragione continua a dirmi "perchè..?"

    RispondiElimina
  3. credo che Tu abbia proprio ragione
    non si puo' morire in questo modo
    e' assurdo
    buona serata
    ciao Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  4. Grazie, Stella, per questo post...ti ringrazio dal profondo del cuore.
    La situazione è sempre tesa, ma piano piano torniamo alla normalità. Purtroppo ho saputo che la mia amica non ce l'ha fatta a salvarsi, è stata investita dalle fiamme ed è deceduta all'Ospedale di Pisa. Sua mamma oltre alle ustioni è gravemente ferita dal crollo della casa, e i medici non hanno dato speranza.Suo papà è gravissimo, e suo marito è ricoverato a Genova ma dovrebbe salvarsi...Che dire, preghiamo per i miei concittadini che non ci son più, e che si faccia veramente e seriamente qualcosa perchè non accadano più tragedie simili.
    Debora

    RispondiElimina
  5. Debora ti stringo a me e preghiamo...

    RispondiElimina
  6. Luca, non c'è altro da fare per ora...

    RispondiElimina
  7. Raggio, non è possibile, pazzesco!!

    RispondiElimina
  8. Michele dici bene, assurdo!!!

    RispondiElimina
  9. Cara Stella, non ci sono parole per definire ciò che è accaduto!
    Ma tutto ciò ci porta ulteriormente a riflettere sulla precarietà della vita. "Vegliate dunque, perché non conoscete nè il giorno, né l'ora...." dice il Signore!
    Preghiamo per le tante vittime e le loro famiglie sentendoci uniti al loro immenso dolore.

    RispondiElimina
  10. Stella...Belo texto hein! Beijo

    RispondiElimina
  11. ...vim trazer beijinhos
    de saudades e carinho...

    muahhhhhhh, linda!

    RispondiElimina
  12. nelle tragedie, non c'è solo chi se ne va, ma anche chi resta a soffrire per queste perdite.
    mi associo a questo post
    un abbraccio

    RispondiElimina
  13. una tragedia dovuta alla incuria,alla superficialità di chi permette certe cose,a chi deve vigilare e non lo fa...

    RispondiElimina
  14. Non si dovrebbe morire in questo modo..

    RispondiElimina
  15. che tragedia per viareggio e i suoi cittadini, viareggio è una località dove ho trovato gente splendida e cordiale

    RispondiElimina
  16. Marina, possibile che i governanti non pensino mai alle parole del Signore, da te citate?

    RispondiElimina
  17. Ciao bellissima Vivian!
    Baci

    RispondiElimina
  18. Carmine ed è una località balneare splendida.

    RispondiElimina
  19. Le parole del Signore citate da Marina, dovrebbero far riflettere tutti, soprattutto i nostri governanti... ma si pensa a tutt'altro! Non ci resta altro che pregare per quella povera gente, ma è terribile! Si pensa a fare i treni ad alta velocità ...ma ci si dimentica sempre della sicurezza, della tutela del cittadino...
    Mi unisco alla preghiera.
    Un bacio

    RispondiElimina
  20. Paola giusto...si pensa alla grande, dimenticandosi delle vere priorità!
    Mi associo alle preghiere!

    RispondiElimina
  21. ¡¡¡Que espantoso morir de ese modo!!!
    Desde aquí, también me uno a esa vigilia por todas estas víctimas y afectados.
    Saludos Stella.

    RispondiElimina
  22. Grazie Victory, sei molto cara e gentile.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  23. sono venuta di nuovo a trovarti, ho giocato un po' col gatto che...mi ha fatto le fusa. ma cos'è questo "top commentatori" che l'altro ieri mi dava il n° 13 e ora l'11? per me sono tutte scoperte, sono come una bimba..... che bello!!!! ciao e buona giornata

    RispondiElimina
  24. Raggio, lo sai che non so come funzioni?
    Una cosa è certa...chi commenta di più è tra i primi dieci.
    Sul blog di poesia funziona diversamente!
    Il mio gatto attira!
    Bacione Ines.

    RispondiElimina
  25. E' stato uno strazio.
    Il liceo nel quale ho studiato e' a circa quattro chilometri da Viareggio, citta' dove da ragazzo passavo almeno 15 giorni per fare i bagni insieme alla mia nonna.
    Vale

    RispondiElimina
  26. Che tragedia!!! Non ho parole...
    posso solo unirmi alla Preghiera...
    ciao
    maria rosa

    RispondiElimina
  27. hola,
    piacere di conoscerti.......
    sono d'accordo che non si può morire in questo modo atroce...vorrei urlare la rabbia e l'ingiustizia ma mi unisco a voi in silenzio.....non sono una che prega, ma con la mia anima sono vicina a tutti loro...........
    un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  28. memoria per le vittime
    ciao stella

    RispondiElimina
  29. Beati quelli che riescono a trovare le parole, di fonte a questi drammi

    Dio mio aiutaci!

    RispondiElimina
  30. Di fronte a queste tragedie che colpiscono al cuore, ci si rende conto dela assoluta precarietà dela vita terrena.
    In questo momento ci sono,vivo...e tra un minuto?
    L'unica alternativa valida è la fede,quel Credo che oggi mi fa pregare con te e con tutti per le vittime e per le loro famiglie.

    RispondiElimina
  31. Tristissimo episodio ...
    altre ...tante ..troppe..lacrime...

    x duhangst
    Non si dovrebbe morire in nessun modo ... se non naturalmente!

    Un bacio e un abbraccio
    Ornella

    RispondiElimina
  32. Pierre, quando si conoscono i posti ci si immedesima ancora di più, in queste disgrazie.

    RispondiElimina
  33. Maria Rosa,mi stringo a te.

    RispondiElimina
  34. Ciao Nadia, il piacere è mio.
    La solidarietà la si può esprimere anche con il silenzio.

    Ricambio l'abbraccio, ritorna!

    RispondiElimina
  35. Andrew, certamente: per non domenticare,sperando che simili fatti non si ripetano.

    RispondiElimina
  36. Rosy,la miglior parola in queste circostanze è la Preghiera, e tu l'ha fatto.

    RispondiElimina
  37. Caro Sirio, c'è un Dio per tutti, infatti!

    RispondiElimina
  38. Cara Ornella, purtroppo il destino è sempre in agguato...anche quando si cerca di vivere onestamente!
    Ci sono persone che si fa fatica a identificare, bambini...

    Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...