28/05/09

50

LE FAVOLE E I BAMBINI


Se leggiamo le fiabe ai bambini, per tutta la vita essi ameranno la lettura.

Al momento di andare a scuola avranno un vocabolario più ricco, una capacità espressiva maggiore, una più accentuata fiducia in loro stessi e pagelle brillanti.

Così, i genitori saranno orgogliosi e felici e loro avranno una marcia in più per il futuro da adulti.

Ho letto che il contatto fisico e la voce del genitore creerebbero quell'atmosfera e quell'emozione che, restando per lungo tempo fissate nella memoria dei piccoli, farebbero identificare l'amore per la lettura con l'amore per i genitori.
Tutto questo produce un effetto strepitoso anche su mamma e papà, inducendoli a leggere ancora di più e diventando così un buon esempio per i bambini.

Per concludere, dobbiamo ricordare che la lettura deve essere un piacere e quindi non imponiamo ai bambini i libri dei nostri tempi, perchè "se il libro che stiamo leggendo non ci colpisce come un soffio di vento nel cranio, perchè annoiarsi a leggerlo?", dice Franz Kafka.

Buona lettura!

50 commenti:

  1. Stella di nome e di fatto.
    Baci!

    RispondiElimina
  2. Amo le favole...me le hanno raccontate, le ho raccontate e le racconterò (ai miei futuri nipoti)! Serena serata, stella

    RispondiElimina
  3. Grazie Lliri...detto da te...
    Baci

    RispondiElimina
  4. Signora in rosso fortunata, a me nessuno le ha mai raccontate ed è per questo motivo che lo suggerisco.

    RispondiElimina
  5. raccontavo, anzi leggevo, sempre la stessa, perchè era la sua preferita, tanto che la sapeva a memoria.... son passati 26 anni, e ricordiamo questo episodio sempre volentieri. buona serata, un abbraccio forte forte.

    RispondiElimina
  6. Me ne hanno raccontate poche di favole, io per recuperare me le sono lette da sola e ne ho lette tante anche a mia figlia.
    notte stella!

    RispondiElimina
  7. Raggio che bello!
    Leggendo sempre la stessa, guai a sbagliare...vero?

    RispondiElimina
  8. Angelo bravissima, buona notte col bacio.

    RispondiElimina
  9. Favole ! Hai ragione, restano nel cuore per sempre e piacciono a qualsiasi età. Complimenti Stella e..buona nanna da renata

    RispondiElimina
  10. Mio papà se ne inventò una,quando ero piccina, ed ogni sera lo costringevo a raccontarla per decine di volte. Poverino, non ce la faceva più^_________^! Serena notte cara Stella!

    RispondiElimina
  11. Nel mio caso è stato vero: quando ero bambina leggermi le favole era l'unico modo per farmi mangiare... solo che non ne avevo mai abbastanza e non vedevo l'ora di imparare a leggerle da sola. ^_^
    Ancora oggi adoro le fiabe e la lettura e non mancherò di tramandare la tradizione. ;)
    Buona notte Stella

    RispondiElimina
  12. Ricordo che quando i miei figli erano piccoli ogni sera dovevo inventare una fiaba per farli dormire. Era molto faticoso però quelli, sono stati i momenti in cui mi sono goduta di più i figli e adesso, un pò mi mancano. Chissà, magari quando, un giorno sarò nonna...
    Un bacione stella!

    RispondiElimina
  13. E' vero, funziona.
    Poichè da piccola non ho avuto questo piacere (per motivi che tu conosci benissimo), ho recuperato da grande.
    L'occasione di leggere favole,mi si è presentata quando è nato mio figlio.
    Abbiamo insieme divorato tantissimi libri e...continuiamo a farlo.
    I libri sono come le ciliege, una tira l'altra

    Bacio
    Rosa

    RispondiElimina
  14. Hi,

    Your site is one of my favorites seen around blog explosion. Keep up the good work.
    I enjoy reading your blog. It is great to find someone who can find the fun things in life!
    I wish you all the best in all years. I look forward to developing a friendship and networking with you.
    Take a look at my websites Aries Network in Europe.

    With Regards,
    Karoly Domonyi
    http://www.twitter.com/aries_hu

    RispondiElimina
  15. Quante ne ho lette a mio figlio e quante anche ai bambini a cui insegnavo....sai che molto spesso i bambini volevano sempre la stessa favola?

    RispondiElimina
  16. Già la lettura stmola l'immaginazione ed i bambini sono i maghetti dell'immaginazione... e poi, le favole sono così cariche di simbolismi ed i simboli sono contenuti nell'inconscio, ecco che si attivano le metafore: il linguaggio di Anima e poiché come diceva Oscar Wilde "Non sono abbastanza piccolo per sapere tutto" nel bambino mnemosyne la madre di tutte le muse prende forma insieme all'esperienza quotidiana nel gioco simbolico.
    baci e buonagiornata.

    RispondiElimina
  17. Renata...piacciono a qualsiasi età, vero.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  18. Anto ci credo che non ce la faceva più.
    Un conto è leggere una favola e non ci si può sbagliare, un altro è ricordarla tutta per bene...

    RispondiElimina
  19. Molto bene, Memole, non avevo dubbi.

    RispondiElimina
  20. Marina hai dei bimbi...mi sembri così giovane...
    E' vero, i figli ce li godiamo da piccoli, a pochi mesi al mio cantavo le canzoncine, figurati.

    RispondiElimina
  21. Dear, thanks for the beautiful words. Also to me ago pleasure your friendship. You always come to find me and insert you in my guestbook.
    Hi. To presto.I

    RispondiElimina
  22. Suysan verissimo, probabilmente i bambini si sentono rassicurati ad ascoltare le stesse favole.

    RispondiElimina
  23. Cara Marina, non ho niente da aggiungere al tuo brillante commento.

    RispondiElimina
  24. Non ricordo di aver ascoltato fiabe raccontate...com invece ho molto presenti le canzoncine che mi cantava mia mamma.
    Sarà per questo che preferisco la musica alla lettura?

    Ciao stellina!

    RispondiElimina
  25. Bellissimo post... grazie Stella... Sicuramente se un giorno saro' mamma mettero in pratica questi bellissimi consigli...
    un bacione e un abbraccio Chiara

    RispondiElimina
  26. Chiara, sei stupenda, grazie a te!

    RispondiElimina
  27. Buon giorno "mia" Stellina....(quel "mia" dovrebbe rassicurarti uhauhauhaua in quanto "femmina gelosa sei"^_^)

    Ma sai che nella mia infanzia non c'è stata una sola lettura che mi sia stata offerta dai miei "cari" genitori? Mi ci ha fatto pensare il tuo post....
    In compenso ho avuto la bis nonna (ce l'ho ancora,86 anni...ma non ragiona) che tenendomi uahauhauahau il polso stretto per non farmi scappare uhauahauha mi ha in-trattenuto con le storie di tutti i Santi!!! Era preparatissima con S.AGATA e S.LUCIA in particolare....(io non ricordo nulla...ho rimosso,sarà perchè il mio non era un ascolto spontaneo?) Effettivamente c'era anche il contatto fisico....(il polso trattenuto)
    uhauahuahauahau
    Ma che salto nella memoria!!!!

    un abbraccio...."mia" gelosissima Stellina!
    ^_-

    RispondiElimina
  28. Dark... e quando cambi nome?
    Ieri sera la tua sorellina ha ubbidito subito!
    E tu?
    Va da lei.
    Quando qualcuno mi fa le coccole...non mi pare vero e allora temo di perderlo...la psicologia docet!

    RispondiElimina
  29. Allora,il sondaggio si chiude sabato a mezzanotte,dopo tirerò le somme ed all'alba della domenica seguente...avrò un altro nome.
    ^_^
    Poi....
    MA IO LO SOOOO!!!!!!!!
    E siccome anche in questo sono identica a te...allora sorrido e ci scherzo sù!
    e poi..tesoro...io ho un grande ma grande,ma grande terribile difetto.....non riesco ad ubbidire nemmeno a me stessa!ehehehehh
    Già solo la parola "ubbidire" mi fa venire l'orticaria e le palpitazioni...non ti sembra abbastanza "dover ubbidire" alla vita? A me pare pure troppo....
    Ricordi il mio profilo?
    (libera,indomabile e leader)
    un bacioneeee!!!!
    Adesso vado....."ho dei doveri da compiere"

    RispondiElimina
  30. Forse è per questo che io sono libro-dipendente!:)
    O è cosa innata...
    In ogni caso non mi dispiace per niente!
    Buona giornata Stella!!!

    RispondiElimina
  31. Dark, d'accordo su tutto, ma le regole vanno rispettate, secondo me.

    RispondiElimina
  32. Guernica, ottima dipendenza!

    RispondiElimina
  33. Ai figli dei miei amici regalo sempre libri di fiabe, poi non so se i genitori glieli leggono.

    RispondiElimina
  34. Du, ottimo regalo, non sbagli mai.

    RispondiElimina
  35. ehehehehhe e chi dice che non vanno seguite?
    e chi dice che non le seguo?
    e chi ha mai detto che non le abbia....
    ahi!...sfugge qualcosina....
    ^_^

    RispondiElimina
  36. Ubbidire è una regola: si ubbidisce alla mamma e alla maestra, ribelle!

    RispondiElimina
  37. Allora ti soffio un bel sorriso. Lo sai che io scrivo poesie? Magari se te raccontassi una, alla sera t'addormenteresti come cullata. Ciao Diana

    RispondiElimina
  38. ciao alla mia omonima intanto! buongiorno Stellina luminosa e bella, io amo la lettura e non me la impongo, sono certa che i bimbi vadano stimolati soprattutto con l' esempio e la lettura a portata di mano. i miei bimbi hanno libri più o meno impegnativi in cameretta,: fiabe, esperimenti, dinosauri , fumetti.. dico sempre al più grande di leggere , non mi importa cosa, ma di leggere. io sono stata un pò obbligata dai miei, non sempre mi andava, ma essendo figlia unica e anche molto in compagnia di me stessa e basta, la lettura mi ha aperto vite infinite davanti a me.che esperienze, che libertà.. amori splendidi, avventure incredibili, a spasso nella storia e anche i brividi... mi viene voglia di leggere un bel libro, solo a parlarne.. al pari di una vacanza da sogno , che non posso fare.. lo sai Stellina adorata, che quando sono nati i piccoli e allattare impegnava tanto tempoe io non so stare troppo tempo a guardare il vuoto, ho sempre letto.
    per il primo "L' inchiesta di Messer Dieu chirurgo e visionario nel regno di Francia"( spassoso e cruento nelle descrizioni, quando tornavo al mondo reale , avevo qualche difficoltà, soprattutto nell' esprimermi,tendevo all' arcaico..); per il secondo invece mi sono goduta "il signore degli anelli", fantastico e molto interessante da analizzare..
    per i bimbi adoro i fratelli Grimm, penso che loro siano la causa del mio affetto per le letture noir..

    RispondiElimina
  39. Diana ne vorrei leggere alcune, pubblicale sul tuo blog.

    RispondiElimina
  40. Luce bella, sai e capisci tutto!

    RispondiElimina
  41. Ciao Stella, come ti ho già detto, non sono ancora pratica di blog, diciamo che sono un pò imbranata, anzi un pò tanto imbranata. Piano,piano spero di riuscire a pubblicare qualche poesia. Ti ho detto che mi diverto a scrivere poesie, ma quello che credo di sapere fare meglio è scrivere le favole. Ho sbagliato nel dirti che la poesia ti avrebbe fatto da ninna, nanna e invece era la favola che ti avrebbe fatto questo effetto... Saluto l'amica Diana e a te un salutone. Diana (seconda)

    RispondiElimina
  42. Ecco spiegato l'arcano! tornando al post successivo in cui ti ho lasciato un commento riguardo al fatto che i miei figli da grandi hanno iniziato ad amare la lettura, la sera, sia io che, molto più spesso, mio marito, leggevamo loro favole, per tener loro compagnia in attesa che si chiudessero i loro occhietti... era una dolce abitudine, tanto per loro quanto per noi!! talvolta rimpiango quei giorni.
    e ancora ciao..

    RispondiElimina
  43. Paola, vedi quanto importante sia ascoltare la voce dei genitori...

    RispondiElimina
  44. Le favole sono state le mie alleate nell'educazione di mio figlio. Quando non avevo più risorse c'era la favola, ora è cresciuto e la favola continua, ora lui racconta a me, mi raconta la sua realtà ed i suoi dubbi, le sue paure, mi ripaga in un certo senso del tempo che io gli ho dedicato, e mi permette di continuare il dialogo.

    RispondiElimina
  45. B chi semina bene, raccoglie i frutti meritati!

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...