03/04/09

37

PRIVACY ?

Legge email della moglie, adesso rischia tre mesi.

Emilio Randacio

Galeotta fu una email e quanto c'era scritto. E' proprio attravero la lettera di un messaggio di posta elettronica che un signore milanese, molto religioso e benestante, ha scoperto il tradimento della moglie. Ma non un tradimento qualsiasi,bensì un sentimento vero per un'altra donna.
Il caso scoppiato nel 2003, era finito davanti alla Sacra Rota e sembrava destinato a concludersi all´interno di quelle che erano state le mura domestiche. Separazione per «vizio del consenso». I guai, però, sono iniziati quando la moglie, tra le carte della separazione ha trovato una relazione della psichiatra che, apertamente, parlava della sua omosessualità. E il caso, da ieri, è diventato di dominio pubblico. Il marito, infatti, si vede imputato per una sfilza di reati: dalla violazione della privacy, alla violazione della corrispondenza, dal mancato adempimento degli obblighi famigliari per finire alla diffamazione. Per lo psichiatra, invece, c´è da rispondere di violazione del segreto professionale.
Ieri il processo davanti al giudice della terza sezione penale del Tribunale di Milano Giuseppe Cernuto, ha registrato la requisitoria del pm, che ha chiesto la condanna a tre mesi del marito per il solo reato di violazione della privacy poiché, per quanto riguarda la diffamazione e gli altri reati, è intervenuta una remissione di querela in seguito a un accordo tra le parti. Il magistrato ha invece sollecitato l´assoluzione dello psichiatra per mancanza del dolo. Il 23 la sentenza, grazie alla quale si scoprirà se in questa storia qualcuno ha commesso dei reati.


la Repubblica MILANO
03 aprile 2009

37 commenti:

  1. Mamma mia quanti squallori!
    Volevo ringraziarti per aver pubblicato la mia poesia. Un bacio.
    PS: Ci credi se ti dico che stamattina mi sono vegliata con la canzone di Giovanotti nelle orecchie?
    Sincronicità.

    RispondiElimina
  2. Grazie a te Marina, sei splendida.

    RispondiElimina
  3. MA?
    MA DOVE STIAMO ANDANDO A FINIRE?

    RispondiElimina
  4. Credo che non abbia bisogno di altre parole l'articolo si commenta da solo a parte il mio continuo sgomento personale per l'epoca in cui stiamo vivendo.

    Un saluto Stella e sereno fine settimana!

    RispondiElimina
  5. Ciao, vicenda molto intricata e contorta, purtroppo queste cose succedono.

    Grazie per le Tue belle parole, Ti auguro uno splendido weekend a Te e Famiglia!

    RispondiElimina
  6. che tristezza però.....

    buon fine settimana Stella cara!

    RispondiElimina
  7. Che desolazione...credo che la privacy non esesta più,o quanto meno ce n'è molto poca. Per esempio, tutte quelle telecamere piazzate in ogni dove che ti inquadrano; mi risulta che esiste ancora una legge che vieta di riprendere le persone senza il loro esplicito consenso!

    Ciao stella,buona serata!

    RispondiElimina
  8. Adamus, parole scaturite dal cuore.

    Buona fine settimana anche a voi.

    RispondiElimina
  9. Sirio, pure io penso che la privacy sia inesistente, nostante le varie firme che ci fanno apporre...

    RispondiElimina
  10. Aglaia, il tuo mondo è certamente superiore...

    RispondiElimina
  11. La penso esattamente come Sirio, e a quanto pare come te: c'è molto meno riservatezza ora di quando non c'era una legge che la faceva osservare, anzi non ce n'è proprio più...quello che scriveva Orwell nel suo "1984"si è avverato!
    Ciao cara, dolce notte e buon fine settimana.

    RispondiElimina
  12. povera italia avrebbe detto mio nonno in queste circostanze...

    RispondiElimina
  13. Cara Paola, dolce notte a te con un bacio.

    RispondiElimina
  14. Una storia davvero incredibile... però ritengo sia giusto che la nostra privacy sia tutelata... a proposito di ciò consiglio un libro di Deaver: "La finestra rotta"....
    Un abbraccio, buon fine settimana

    Maria Rosa

    RispondiElimina
  15. Storie incredibile...
    purtroppo esistono, per me la privacy è una cosa giusta solo che la realtà è che non esiste abbiamo le prove quotidianamente che viene sempre non rispettata.
    Voglamo parlare della privacy di copia! questa per me non dovrebbe ersistere, quando una copia si stima a vicenda e ognuno non a motivi di nascondere niente, tutto deve essere chiaro le amicizie esterne debbonbo esistere li si vede la fedeltà reale di una copia sana e duratura.
    Io non ruuscirò mai a capire certe cose che succedono tutti i giorni, i giornali sono sempre pieni di storie che direi incredibili.
    Se come tanti dicono oggi nella vita moderna questo è normale... io rispondo preferisco di non essere normale.
    Scusate il mio gioco di parole ma io la penso così
    Un forte abbraccio cara Stella.
    Tomaso

    RispondiElimina
  16. Non mi stupisco più di nulla.
    Mi chiedo solo...cosa lasceremo ai posteri?
    Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  17. Ciao Stella, grazie per aver partecipato al mio Blog Candy!!!
    Non bisogna fare nulla, solo lasciare un commento!!!
    Alla scadenza verrà sorteggiato un nominativo (tra le persone che hanno laciato un commento e segnalato -se possibile- il blog candy nel proprio blog) che vincerà una mia creazione...
    tutto qui!
    Un bacione, ciao
    Maria Rosa

    RispondiElimina
  18. Perfetto, Stella, tutto perfetto!!
    Grazie ancora e a prsto, ciao
    Maria Rosa

    RispondiElimina
  19. Sono brutti episodi.Meglio non averne

    RispondiElimina
  20. Anch'io sono per il rispetto della privacy. Soprattuto in certe squallide vicende.

    RispondiElimina
  21. Che pena!!!
    Che squallore!!!
    Ormai la privacy non esiste più...

    Grazie Stella dei complimenti... ti auguro una buona giornata un abbraccio

    RispondiElimina
  22. Forse sarebbe meglio che i mèdia si occupassero di cose ben più importanti e non della vita privata delle persone anche se da loro vengono messe in atto azioni disdìcèvoli.

    RispondiElimina
  23. Caro Tomaso, allora siamo in due a non essere normali.

    RispondiElimina
  24. Maria Rosa allora sono contentissima...grazie!
    L'importante è partecipare.

    RispondiElimina
  25. Rosy, sono seriamente preoccupata anch'io per i futuri giovani.

    RispondiElimina
  26. Lello, sarebbe auspicabile.

    RispondiElimina
  27. Angelo e Paola, purtroppo è così!

    RispondiElimina
  28. Carissima Elisabetta, buona fine settimana a te!

    RispondiElimina
  29. Aldo hai ragione,ma, come per certi spettacoli televisivi, ci sono individui ghiotti di questo tipo di "golosità".

    RispondiElimina
  30. Eeee sono un po' triste...perchè più il tempo passa e più mi accorgo che sto smettendo di credere al matrimonio.
    E proprio per storie simili a questa. Bugie, sotterfugi,conoscersi ma non conoscersi...
    Buon sabato Stella!

    RispondiElimina
  31. Guernica, quando si cominciano ad avere dubbi, è meglio aspettare...giustamente.

    RispondiElimina
  32. STELLA TEM UM PRESENTE DE PÁSCOA PARA VOCÊ EM MEU BLOG...
    ESPERO QUE GOSTE , É APENAS UM GESTO SIMPLES DE TE DIZER:
    GOSTO MUITO DE VOCÊ!
    VOCÊ É UMA PESSOA MUITO QUERIDA, SE UM DIA SE TIVER A HONRA DE CONHECE-LA.
    TE DAREI UM ABRAÇO BEM APERTADO, QUE É O QUE SINTO QUANDO VEJO SEU RETRATO.
    VOCÊ É O BRILHO DA VIDA.
    UM BEIJO...
    FIQUE COM DEUS!
    BOA SEMANA...

    RispondiElimina
  33. Carla cara, mi hai fatto veramente una bella sorpresa.
    L'ho apprezzata molto.
    Sono contenta della nostra amicizia.
    Boa semana a te con un abbraccio.

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...