14/03/09

82

GLI ARTISTI



Chi sono gli artisti?

Gli artisti sono particolari!
Sono degli attori lontani dalle platee
ma osservano tutto ciò che li circonda con attenzione
avendo cura di imprimersi nella mente ogni particolare, ogni sfumatura di colore…
Ognuno ha un estro che lo rende caratteristico ed ogni sensazione, per poi esprimerla
a tutti quelli che non riescono a percepirle di persona…

A volte la gente ha bisogno di un narratore di un sognatore di un innamorato della natura
Ma gli artisti spesso sono soli...e quindi si rifugiano nei loro mille pensieri
si pongono in un angolino e stanno ad ascoltare.
Potrebbero stare per ore ad ammirare il mare trovandolo sempre diverso, nello sciabordio
delle sue onde che si frangono sugli scogli.
La solitudine però a volte fa riflettere e nel mio caso porta nuove note e strofe!
Si, ci vuole il silenzio ed il pensiero che diventa meditazione profonda
solo così puoi immaginare la condizione umana in tutte le sue sfaccettature...

Occorre vivere un clima di condivisione seppur, di tanto in tanto, ci si allontana ponendo una
barriera tra l'individuo ed il suo prossimo
Occorre anche saper ascoltare...spesso...in silenzio
anche se l'interlocutore appare sfasato, non conduce il discorso in un filo logico;
esso racchiude un mistero come misteriose sono le storie dei bimbi
racchiuse nelle loro tenere testoline .

Di essi t'innamori quando, piano piano, con un sorriso ti tendono la mano
aspettano un gesto d'affetto da uno che non appartiene alla loro famiglia
ma ne capiscono lo sguardo, ebbro di dolcezza, di buoni propositi è un bimbo come loro
che li farà giocare, li farà amare l'arte della musica, della poesia della fede in un Bimbo come loro:
GESU'…
Se si riesce in questo percorso il bimbo diventerà un adolescente con lo sguardo rivolto ad un futuro
ricco di speranza in un mondo migliore in un mondo ricco di persone capaci di camminare,
piano, verso altre nazioni verso orizzonti di missione senza essere missionari consacrati
ma laici fieri di conoscere e coniugare il verbo "condividere"
"Non solo a Voi ma ad altri viene donato...!"

Questo dovrebbe pensarlo ogni nostro politico, ogni nostro professore scolastico

Paolo Olivari (pensieri nella notte…dicembre 2008)

82 commenti:

  1. "Occorre vivere un clima di condivisione seppur, di tanto in tanto, ci si allontana ponendo una
    barriera tra l'individuo ed il suo prossimo
    Occorre anche saper ascoltare...spesso...in silenzio
    anche se l'interlocutore appare sfasato, non conduce il discorso in un filo logico;
    esso racchiude un mistero come misteriose sono le storie dei bimbi
    racchiuse nelle loro tenere testoline ."
    Ciao Stella, trovo significative queste parole. Occorre saper ascoltare. Oggi in pochi sanno farlo ancora, io in qualità di volontaria mi ci ritrovo in questo ruolo ed è molto gratificante!
    Un bacio

    RispondiElimina
  2. C'èun abisso tra il frastuono quotidiano e la notte...in essa il mondo pare svuotarsi e la terra trasformarsi in un oasi su cui regna incontrastato il silenzio...Ed è allora che la poesia sublima la sua fantasia e i voli pindarici si rincorrono come quelle rondini che s'apprestano a costruire nuovi nidi, nuove storie d'amore...

    Cara Giò - stella, Grazie per aver inserito la mia composizione...spero che la condivisione sia nuovo motivo d'impegno per quanti ancora ne sconoscono la preziosa opera!
    baci by Paolo olivari

    RispondiElimina
  3. E' una disamina lucidissima del percorso che porta all'osservazione del mondo (interiore ed esterno), prima, al tentativo di descriverlo in maniera 'metaforica', quindi attraverso l'espressione artistica, poi.
    Ma la cosa che mi trova più d'accordo è quel senso di 'missione' insito nell'arte. L'artista spesso è solo, è vero, ma non deve mai perdere il contatto coi propri simili, e dovrebbe, se possibile, sempre cercare di indicare 'avanti', cioè scrivere qualcosa di bello. Anche se, per arrivarci, ha dovuto scandagliare abissi, di qualunque tipo.
    Dante è passato necessariamente per l'Inferno e il Purgatorio, per poter scrivere il Paradiso, che era quello che aveva in mente dall'inizio, penso.

    Un saluto, e complimenti anche per questo tuo Blog personale, Stella.

    RispondiElimina
  4. Verissimo Stella... che aggiungere di più? Un bacione, buona serata ;-)

    RispondiElimina
  5. Ogni artista ha sempre qualcosa da farci imparare.

    RispondiElimina
  6. Sono passata per leggerti e per dirti che ti ho custodita nel mio cuore...a doppia mandata.
    Tua Marina

    RispondiElimina
  7. Stella, dubito fortemente che un politico riesca anche solo lontanamente a "Pensare!!!"..e bada che intendo "Pensare a 360°"....
    Ho più speranza in un professore (ma neanche tanto)...
    Un bacione e buon sabato e domenica..

    RispondiElimina
  8. Le persone che non amano mettersi in luce solitamente sono quelle che guardano, ascoltano, capiscono e offrono il loro aiuto.

    Ot, missione compiuta!
    Ciao stella e buona serata, roberta.

    RispondiElimina
  9. Roberta non ti capisco...o forse ti capisco troppo.

    Io non sono un'artista,non sono curiosa e mi fanno piacere i complimenti SINCERI.

    RispondiElimina
  10. Oltre i stupendi versi abilmente "modellati" su lettere e parole, tanti spunti per riflettere...sarebbe troppo bello che tutto questo fosse veramente importante e preso in considerazione dai politici, a me basterebbe che lo facessero i genitori...già questo cambierebbe e di molto la società ma anche il mondo, un abbraccio e buona serata :)

    RispondiElimina
  11. Saper ascoltare, condividere, amare sono verbi che pochi sanno coniugare con la propria vita.
    Ci vogliono bravi maestri come te ,per infondere nei cuori questi nobili sentimenti

    Buona domenica
    Rosa

    RispondiElimina
  12. Rosa detto da te ci credo... perchè mi fido ciecamente e ti ringrazio infinitamente!
    Buona fine settimana!

    RispondiElimina
  13. Paolo grazie a te,è un onore averti nel mio blog.

    RispondiElimina
  14. Complimenti per il tuo nobile ruolo, Angelo!

    RispondiElimina
  15. Dekker, mi rendi felice.
    A presto!

    RispondiElimina
  16. Tarkan buon sabato sera e...a domani!!

    RispondiElimina
  17. Peppe, io desidero imparare...!

    RispondiElimina
  18. Davide...dipende dai professori.

    RispondiElimina
  19. IS, i genitori hanno un ruolo fondamentale nell'educazione dei figli.

    RispondiElimina
  20. L'arte del saper ascoltare credo che non sia facile,ma è senz'altro indispensabile.
    Se non si ascolta non si impara,quindi non si progredisce.
    Per capire e interpretare un grande compositore,per esempio,bisogna prima ascoltarlo e, potendo,con una guida all'ascolto è ancora meglio!

    Ciao stella,buon sabato sera!

    RispondiElimina
  21. Veramente toccante questo pensiero nella notte!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  22. Lliri spero che tu stia bene.
    Buona domenica!

    RispondiElimina
  23. Gli artisti sono fortunati
    hanno qualcosa in piu' dei comuni umani


    ciao
    Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  24. Michele è vero,ma per alcuni con sensibilità eccessiva c'è anche sofferenza: parlo dei geni.

    RispondiElimina
  25. "La solitudine però a volte fa riflettere e nel mio caso porta nuove note e strofe!
    Si, ci vuole il silenzio ed il pensiero che diventa meditazione profonda
    solo così puoi immaginare la condizione umana in tutte le sue sfaccettature"...

    @@@@@@@
    Solo nel silenzio della mente tacciano anche i giudizi...
    La solitudine molto spesso è l'unica vera compagna del nostro tragitto terreno.

    @@@@@@@@@

    Per solitudine non si intende stare lontano dagli altri...la solitudine è la vivace parola dell'anima.
    (almeno per me)
    Chi molto spesso ha paura delle pause di solitudine è perchè non ha nulla da raccontarsi...non ha nulla da rivedere...
    @@@@@@
    Buona Domenica cara Stella.

    RispondiElimina
  26. Cara Rosy, molto interessante il tuo commento...
    Torna presto.
    Bacioni oni oni.

    RispondiElimina
  27. se si continua con questa politica suicida di depauperamento di scuola e cultura, mi sa che i professori avranno sempre più tempo di pensare...ad altri lavori!

    RispondiElimina
  28. Fabio penso che, nonostante tutto, il "vero"professore,pur frustrato e messo da parte...rimarrà tale!
    E noi abbiamo bisogno di persone meravigliose, così!

    RispondiElimina
  29. nel nostro piccolo siamo anche noi degli artisti.. :-D
    ciaooo buona domenica
    un bacio

    RispondiElimina
  30. ricco di speranza in un mondo migliore in un mondo ricco di persone capaci di camminare,.....è da tanto che aspettiamo un mondo migliore quando riuscirà ad attuarsi, oggi ho l' impressione che si stia andando indietro invece che in avanti. Baci.

    RispondiElimina
  31. Bruno siete degli artisti certamente,senza ombra di dubbio!
    Lieta domenica a te e a...

    RispondiElimina
  32. Teodo,grande artista, non posso darti torto. Però stringiamo i denti e non molliamo...

    RispondiElimina
  33. Ogni cuore umano diventa artista quando contempla se stesso e ritrova quel sentiero che conduce alla dolce ispirazione dettata dal vero cuore, e dall'immenso amore del vero essere interiore, dall’essere illimitato che in sinergica armoniosa unione vive nei piani superiori, che guida i nostri incerti passi in questo vivere la vita.

    RispondiElimina
  34. esato! ogni prof e ogni politico! anche se oggi sembra utopia!

    RispondiElimina
  35. Ho sempre pensato esista una solitudine costruttiva...chi non sa stare da solo o ha paura , o non ha vuoti da riempire ed è un peccato...bello leggerti.

    RispondiElimina
  36. sono convinto che tutti siamo Artisti, in quanto creatori del mondo che ci circonda,forse in molti non riusciamo a vedere il potere che e' in noi,ma noi creiamo realta' in ogni istante,e in ogni istante cambiamo, e siamo anche di piu'.. siamo anche le stesse opere che creiamo e siamo l'energia e il sentimento che abbiamo....un tutt'uno

    RispondiElimina
  37. Ogni notte ci porta la speranza di un risveglio in un mondo migliore.

    Non potendo migliorare il mondo sarebbe una grande vittoria migliorare noi stessi.

    Grazie stella. un abbraccio. muccina.

    RispondiElimina
  38. Sono bellissime parole, e hai ragione... ognuno di noi dovrebbe pensarlo...

    RispondiElimina
  39. Mi hai commossa, stella.
    Sei stata ( finora) l'unica persona sul web a credere in me "ciecamente"...eppure non ci siamo mai incontrate, ne mai ho dovuto dimostrarti nulla di me.
    Mi hai accettata, mi hai creduta.
    Questo dimostra ancora una volta che sai leggere tra le righe e soprattutto nel cuore della gente.
    Grazie infinitamente

    Rosa

    RispondiElimina
  40. cara stella come non liberare l'artista che sta dentro di noi...come non coltivarlo...magari osservando i grandi artisti e provando sempre!un bacione

    RispondiElimina
  41. Il tuo blog da' serenita'!!!!!!!!!!
    hai sempre dei post interessantissimi un abbraccio cara

    RispondiElimina
  42. Raffaele grazie, mi fai sentire artista...

    RispondiElimina
  43. fratello : mai dire mai...!

    RispondiElimina
  44. Andrea, a pensarci bene hai ragione pure tu.

    RispondiElimina
  45. Renata dovremmo migliorare noi stessi... è importante!

    RispondiElimina
  46. Veggie grazie della visita. Era da un po' che mancavi...

    RispondiElimina
  47. Cara Rosa nel mio profilo mi ero autodefinita sincera,aggiungendo: il resto lo scoprirete voi.
    Ebbene, sono lieta di dirti che hai intuito che ho doti innate di intuizione ed introspezione...
    Ho subito creduto in te, persona degna di ogni rispetto e di stima,perchè ti dedichi a chi è in difficoltà non solo a parole...
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  48. Lo, ti penso... A che punto siamo?

    RispondiElimina
  49. Ely sono contenta delle tue dolci parole.
    Vieni a trovarmi più spesso.
    Buona serata!

    RispondiElimina
  50. Arte come espressione dei conflitti interiori, non sempre si riesce ad esternare ciò che si ha dentro.
    Rivelarsi l’anima e proiettare all’esterno i segnali delle nostre angosce.
    Molto spesso quello che non riusciamo a dire con le parole, lo esterniamo nella pittura, nella poesia.
    Ciao Salvo
    Le nostre proiezioni mentali sono come tentacoli che cercano di afferrare all’esterno ciò che può soddisfare i nostri bisogni.
    Ma spesso restiamo delusi ed ecco quindi che le nostre sofferenze aumentano.
    Allora è necessario cercare una connessione con noi stessi, dialogare con noi stessi e chiederci cosa vogliamo? Cosa cerchiamo?

    RispondiElimina
  51. Ciao Stella, passo per un saluto...
    Che bel post, lo manderei a tutti coloro che prima ragionano con la bocca e poi parlano la mente; quelli che in un appuntamento a buio tendono a prendere in giro gli altri...sotto valutando la loro intelligenza e la loro sensibilità.
    Buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  52. Salvo, cosa vogliamo? Un mondo di pace e d'amore,purtroppo sappiamo anche che non è possibile, perchè non siamo tutti uguali e non la pensiamo tutti allo stesso modo e allora subentrano i conflitti interiori...
    Tu scrivi e dipingi,arti che ti aiutano tanto.

    RispondiElimina
  53. Blessing finalmente ti fai vivo,ero perfino preoccupata.
    Buon inizio settimana a te!

    RispondiElimina
  54. Non è così semplice, almeno per me sebbene sia un profondo credente.
    P.S. Mi fa piacere che hai acquisito il mio "Contesoccorritore" Ed il popolo facebookkaro è poco incline a frequentare i blog.
    Ciao.

    RispondiElimina
  55. Me ne sono accorta Massimo!
    Il conte è entrato nel mio cuore,grazie a te!

    RispondiElimina
  56. Ciao Stella, un passaggio veloce per un saluto affettuoso.
    Tornerò a leggerti con calma.
    A presto

    RispondiElimina
  57. I politici purtroppo mi pare abbiano la mente troppo annebbiata per poter pensare tutto questo.. Diciamo che gli interessi personali, i soldi ed il potere non lasciano molto spazio alla "nobiltà" d'animo.
    Buona notte Stella!:)

    RispondiElimina
  58. Nella mezzanotte i rintocchi delle campane trovano la gente assopita dopo aver ben trascorso la giornata di festa...Ognuno inizierà la settimana con non poca nostalgia e con desiderio d'energia...Il poeta rilegge i pensieri custoditi in questo blog "Stellato" e ringrazia quanti hanno dedicato alla lettura qualche minuto! Ogni blog è un diario segreto o confidato a pochi intimi, pagine da seguire e da amare in istanti sconosciuti ad altri ma non alla piacevole essenza di bontà conservata in un angolino dell'animo umano!
    Domattina, con l'alba, un buon inizio di settimana a tutti Voi !
    Paolo Olivari

    RispondiElimina
  59. Caro Paolo, hai un animo nobile e disponibile...
    Sei incredibilmente umano e poetico.
    Buon inizio settimana a te,con un abbraccio.

    RispondiElimina
  60. Anna cara, ti aspetto...
    Buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  61. Dovremmo tutti osservare meglio e contemplare quello che ci circonda forse ci porterebbe a riflettere un pochino in più, che male non farebbe.

    Un saluto Stella e buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  62. Gabry, mi includo sempre anch'io!
    Buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  63. Buongiorno Stella... che aggiungere al tanto già detto?
    Forse che dovremmo cominciare a credere che più consentiamo al nostro sguardo di "allontanarsi" più riusciamo a vedere meglio anche dentro noi stessi.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  64. La poesia diventa impetuosa e docile, maestra e compagna, amica e diario segreto...a noi che sappiamo accoglierla con infinita melodia, come musica che sospinge il cuore a battere più forte, il compito di lasciarci pervadere dalle sue tinte delicate e ammalianti.

    Buona settimana a tutti e tutte!
    by Paolo

    RispondiElimina
  65. Paolo devi amare fortemente la poesia.
    Ho riportato questo tuo commento nel blog appropriato.

    RispondiElimina
  66. buon inizio settimana stella
    eh! mi stanco anche anche io, ma per fortuna il weekend mi ha ritemprata.... ;-)
    certo avrei pvoluto più tempo per stare con mio marito....

    RispondiElimina
  67. Ciao pupottina, trova più tempo per stare con tuo marito...
    Buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  68. ma certo con piacere, anzi..se hai voglia mi piacerebbe associassi tu un'immagine....che dici?

    RispondiElimina
  69. Bruno, per te...questo ed altro...!

    RispondiElimina
  70. Mamma mia Stella, qui da te trovo sempre una lunga fila.
    io ora mi metto in coda per farti un caro saluto...
    Io sono ritornato ieri da una bella settimana passata a Verona la magica città d'arte.
    Un forte e sentito abbraccio,
    Tomaso

    RispondiElimina
  71. Tomaso, sempre molto gradita la tua presenza!
    Ci racconterai...

    RispondiElimina
  72. bellissmo e vero ciò che hai scritto!

    notte stellina :-)

    RispondiElimina
  73. Possiamo sperare che un professore possa pensare tutto ciò, ma che lo possa fare un politico (specialmente nel nostro paese) al presente, ho paura che sia pura utopia.
    A parte questo, condivido quanto ha scritto Paolo Olivari: attraverso le sue parole si riesce a toccare la sua anima, una grande anima!
    Non a tutti è dato di saper guardare, sentire, percepire, ascoltare: forse tutti ne potrebbero avere la capacità ma talvolta la "distrazione" prevale su tutto.
    Guardare un tramonto e assaporare la dolcezza di ogni suo momento, o entrare negli occhi di un bimbo riuscendo a capirne il messaggio, o comunicare le proprie sensazioni anche in un semplice gesto, può essere poesia: non tutti riescono ad esternarla, ma è importante che, almeno latente, la poesia esista.
    "Di essi ti innamori quando, piano piano, con un sorriso ti tendono la mano..." quante volte ho provato questa sensazione ed è una cosa meravigliosa...basterebbe provarla in tanti per avere un mondo migliore.
    Ti abbraccio Stella e ti ringrazio per questo splendido post.

    RispondiElimina
  74. Paola, grazie per questo commento così intenso!

    RispondiElimina
  75. eh, magari fosse così semplice!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  76. Non è semplice infatti,cara Pupottina!

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...