19/01/09

85

LA BARZELLETTA DELL'INFORMATICO

Un pastore stava pascolando il suo gregge di pecore, in un pascolo decisamente lontano e isolato, quando all'improvviso vede avvicinarsi una BMW nuova fiammante che avanza lasciandosi dietro una nuvola di polvere.

Il guidatore, un giovane in un elegante abito di Versace, scarpe Gucci, occhiali Ray Ban e cravatta Yves Saint Laurent rallenta, si sporge dal finestrino dell'auto e dice al pastore : "Se ti dico esattamente quante pecore hai nel tuo gregge, me ne regali una ?"

Il pastore guarda l'uomo, evidentemente uno yuppie, poi si volta verso il suo gregge e risponde con calma :"Certo,perchè no?"

A questo punto lo yuppie posteggia l'auto,tira fuori il suo computer portatile della Del e lo collega al suo cellulare della A T&T .

Si collega a internet, naviga in una pagina della NASA, seleziona un sistema di navigazione satellitare GPS per avere un'esatta posizione di dove si trova e invia questi dati ad un altro satellite NASA che scansiona l'area e ne fa una foto in risoluzione ultradefinita.
Apre quindi un programma di foto digitale della Adobe Photoshop ed esporta l'immagine a un laboratorio di Amburgo in Germania che dopo pochi secondi gli spedisce una e-mail sul suo palmare Palm Pilot confermando che l'immagine è stata elaborata e i dati sono stati completamente memorizzati.
Tramite una connessione ODBC accede a un database MS-SQL e su un foglio di lavoro Excel con centinaia di formule complesse, carica tutti i dati tramite e-mail con il suo Blackberry.
Dopo pochi minuti riceve una risposta e alla fine stampa una relazione completa di 150 pagine, a colori, sulla sua nuovissima stampante HP Laserjet iper-tecnologica e miniaturizzata. e rivolgendosi al pastore esclama:

"Tu possiedi esattamente 1586 pecore".

"Esatto. Bene, immagino che puoi prenderti la tua pecora a questo punto" dice il pastore e guarda il giovane scegliere un animale che si appresta poi a mettere nel baule dell'auto.

Il pastore quindi aggiunge:" Ehi, se indovino che mestiere fai, mi restituisci la pecora ?".

Lo yuppie ci pensa su un attimo e dice: "Okay, perchè no ?"

"Sei un informatico" dice il pastore.

"Caspita, è vero - dice il giovane - come hai fatto a indovinare?"

"Beh non c'è molto da indovinare, mi pare piuttosto evidente - dice il pastore - sei comparso con un sacco di aggeggi elettronici, vuoi essere pagato per una risposta che io già conosco, impiegandoci il doppio del tempo e non capisci niente del mio lavoro...

Ora per favore restituiscimi il cane!"


IL CONCORSO DI POESIE CONTINUA...

85 commenti:

  1. Ah ah ah...!!!
    Bellissima!!!

    Grazie Stellina, bell'inizio di giornata!

    Mò la giro subito a chi so io!
    Ah ah ah...!!!

    RispondiElimina
  2. ah!ah!ah! già la conoscevo ma me la sono riletta volentierissimo è sempre troppo divertente...poi per me che in questo periodo stò "lottanto" con u informatico per comprermi un notebook ah!ah!ah! protrei girargliela ah!ah!ah! non riesco a smettere di ridere ahahahah ciao buon fine settimanaaaa ;-) Maffy

    RispondiElimina
  3. Bellissima davvero, ah ah ah!!!
    Ciao Stella, buona giornata :)

    RispondiElimina
  4. l'avevo gia' sentita ma è sempre bella

    RispondiElimina
  5. Carissima Stella è veramente bella.
    Sai anch'io sono un informatico, ma di quelli vecchi che usa ancora la testa, l'intuito e soprattutto il cuore.

    RispondiElimina
  6. Grazie per la visita, è un vero piacere averla tra le mie pagine...
    le lascio un caro saluto augurandole buona giornata..
    A presto Kalos

    RispondiElimina
  7. una bella risata fà sempre molto bene, grazie Stella

    RispondiElimina
  8. ahh ahhhhhhahhhhhhhhhhhh che risata , non la conoscevo. Cara Stella per il concorso di poesia volevo chiederti quando si vota e se posso dare più di una preferenza. Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Rita,mi fa immensamente piacere sapere che hai idea a chi mandarla...

    RispondiElimina
  10. Raffaele,occorrono informatici come te!

    RispondiElimina
  11. Caro Kalos,potresti darmi del tu ?
    Benvenuto da me,grazie!

    A presto.

    RispondiElimina
  12. Aliza,grazie e buona giornata.

    RispondiElimina
  13. Ciao Teo,un po' di buonumore non guasta.
    Le poesie sono TUTTE da votare,partendo da Lunedì prossimo.

    Il punteggio va da 6 a 10.

    Ti aspetto,mi raccomando.

    RispondiElimina
  14. ahahaha grande stellina ne avevo proprio bisogno leggere una cosa così^^.. bacioniiiiiiiii

    RispondiElimina
  15. Stella ........ sei proprio grande e illuminante!

    RispondiElimina
  16. Brava Stella
    far ridere e' difficile in particolare di questi periodi
    tu ci sei riuscita
    complimenti
    ciao
    Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  17. Formidabile! cara Stella ci siamo fatti due sane risate Saverio ed io...davvero gustosa. Oltretutto ha anche una sua morale...
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  18. hahahahahah!!!! bellissima!!!!
    Ciao, buon wekend!

    RispondiElimina
  19. AHAHAHAHAHA!!!!...
    Il pastore = 1 FORZA
    L'informatico = 1 PIRLA
    Grande Stella...un bacione enorme

    RispondiElimina
  20. Haha! Sei riuscita a strapparmi la prima risata della giornata ( e contando che siamo già nel pomeriggio, non è poco te lo assicuro!)
    Ciao

    RispondiElimina
  21. Ciao stella,ti dirò che prima di leggere la barzelletta mi sono incantato ad ascoltare la base sonora che hai adesso "aggiungi un posto a tavola",con quel preludio d'organo che conosco bene...e poi mi sono spanciato dalle risate quando ho finito di leggerla!
    Ma poveri informatici...meglio fare i pastori,sempre a contatto con la natura.

    Buon pomeriggio,ti saluto caramente.

    RispondiElimina
  22. Vane, ti sei decisa per il concorso?

    RispondiElimina
  23. Cara Stella, io ho lavorato alla Fiat
    e in tutta la mia vita lavorativa, sai quanti Dirigenti ho visto prendere il cane al posto della pecora....è una bellissima barzelletta che fa molto ridere ma nel finale rivela una grande verità di vita : non è il lavoro che si esercita a fare intelligente un uomo.
    Giorgio

    RispondiElimina
  24. Paola sono contenta,certamente c'è una morale...

    Saverio è tuo marito? Che bella coppia!

    RispondiElimina
  25. Adamus partecipi al concorso di poesie?

    E' da un po' che non ci sentiamo...

    Buon w. e.

    RispondiElimina
  26. Sirio,sono stata colpita anch'io dalla musica...

    Beh, a contatto con la natura metterei la firma pure io!

    RispondiElimina
  27. Giorgio hai rivelato la morale,per cui gli informatici non se la prendano...

    La barzelletta me l'ha passata un docente di Informatica !

    RispondiElimina
  28. io l'ho sentita con protagonisti i nostri amati e bistrattati carabinieri. non era così tecnologica ma il finale era lo stesso e la morale... è però più divertente con l'informatico!

    RispondiElimina
  29. sono passao da te per darti un saluto

    RispondiElimina
  30. Sto ridendo come una matta da sola!!
    ahahahahahah

    RispondiElimina
  31. Che forte, Stella! Rido ancora......
    ...la racconterò a mio marito, ingegnere informatico!:D
    Baci!

    RispondiElimina
  32. Ciao Stella, da brava informatica questa barzelletta mi fa sempre ridere!!! :D
    Stiamo diventando un po' come i carabinieri...
    Il tuo blog comunque è sempre più bello e pieno di iniziative, bravissima. Mi piace molto l'idea del concorso di poesie, se avessi un po' più di tempo parteciperei anch'io, ma chissà... magari alla fine lo faccio per davvero! ^_^
    Un abbraccio forte

    RispondiElimina
  33. Quasi dimenticavo... c'è un premio per te sul mio blog. ^_^

    RispondiElimina
  34. Ciao Stella,
    con un po' di fatica ho "partorito" questa poesia...

    SENZA TITOLO
    Della felicità vorrei aver la chiave
    e render ogni giorno un pensiero soave
    Rallegrar sorrisi e consolar le menti
    e tutti quei cuori disattenti
    che si confondon tra rumori in sottofondo
    mascherando la vera essenza del mondo
    Distrazioni in ogni via
    rendon la vita un’agonia
    Attrazioni seducenti
    ci vedon tutti sì intenti
    nel lottare ardentemente
    per raggiunger quel che prometton facilmente
    Dimenticando che soddisfazione più grande
    viene offerta in ogni istante
    da quel dono offerto e mai onorato
    e del quale mai abbastanza abbiam ringraziato
    Parlo della vita e di ogni suo perché
    di valore più grande non ce n’è
    Essa porta in dote assai
    gioie, dolori, soddisfazioni e guai
    Il lavoro più arduo per l’uomo
    è quello di saper chiedere perdono
    per gli errori da lui commessi
    e per non saper gestire i compromessi
    e riconoscendo la propria impotenza
    per questa sua pura incompetenza
    Ma qualcosa si può fare:
    lasciar da parte le illusioni ed imparare ad amare!


    Se anche è fuori concorso, se anche fosse una "schifezza", se anche... mi fa cmq piacere aver scritto qualcosa per te

    Bacione
    Anna

    RispondiElimina
  35. Era ora...annagi.

    Ti ringrazio infinitamente!

    RispondiElimina
  36. Raggio non mi piace postare sui carabinieri,infatti!

    RispondiElimina
  37. Memole...ti ordino di partecipare!!

    Grazie del premio.

    RispondiElimina
  38. Bellissima, peccato non conosca informatici a cui girarla!!!
    Buona serata stella.

    RispondiElimina
  39. STELLA
    Il tuo blog con i concorsi di poesie e davvero una bella pensata.
    Ho letto tutte le poesie che hanno partecipato, e devo dirti che sono davvero belle tutte senza nessuno esclusa.
    Come vedi nel nostro piccolo siamo tutti....POESTI.
    Che vinga la più bella!!!

    UN BACIO E UN ABBRACCIO

    LINa

    RispondiElimina
  40. E' finita la settimana e con lei sono finiti i miei impegni lavorativi. Almeno per questo we!!!

    Bacioen e buona serata

    :)

    RispondiElimina
  41. Stella, ti lascio una mia poesia... Un abbraccio...

    SE SEI GIOVANE

    A chi ti ripete che questi sono gli anni per te più belli
    rispondi con la verità dei tuoi giorni,
    smaschera questa tradizionale menzogna
    che ti vuole felice e senza pensieri.
    Gravano su spalle fragili le domande essenziali
    sulla tua condizione di piccola donna.
    Parla così dei tuoi primi passi verso la comprensione
    di ciò che è nascosto e che vale,
    parla delle delusioni nel vedere miti appariscenti
    che si disfano sotto la tua mano che cerca appoggio.
    Racconta le tue giornate di solitudine,
    narra le tue timidezze, le difficoltà
    di essere accettata dagli altri,
    l’incapacità di essere te stessa,
    perché non sai chi sei
    e che cosa voglia dire essere se stessi.
    Ricorda quanto è disinteressata la tua amicizia
    e quanto dolorosa ogni delusione.
    Ricorda lo stupore di quando hai capito
    che la vita è un’opera aperta
    e di quante possano essere le “varianti sul tema”.
    Parla di quando hai visto che dietro alla libertà
    c’è una scelta di comodo per non finire a pezzi.
    Parla della fama, ma anche della consolazione che ti ha preso
    quando hai capito che ogni tua azione ha un valore per tutti,
    e del senso di responsabilità che subito dopo ti ha investito.
    Parla del bisogno di amare e della necessità di essere amata;
    parla degli altri e di quanto ansiosa è stata la tua scelta,
    non temere la difficoltà di ogni incontro sotto il peso
    dei tuoi infiniti scrupoli e della tua incredibile incertezza.
    Parla di tutte queste cose mostrando il tuo cammino di inquietudine
    nella ricerca di una ancora non trovata maturità.

    RispondiElimina
  42. Lina ,pensa già, con calma, alle votazioni...

    RispondiElimina
  43. Annagì bacione,so che cmq sei contenta!(fb)

    RispondiElimina
  44. Io ero (sono) un informatico, ma so distinguere una pecora da un cane!!!

    RispondiElimina
  45. Sei coccola!
    Per i tuoi giudizi ...
    Grandi risate oggi, tra poco grandi emozioni per i versi raccolti...
    Ciao Stella
    Bonne nuit

    RispondiElimina
  46. Sergio su di te non ho dubbi...

    RispondiElimina
  47. Ciao Stella dedico questi pochi versi a Nella, non sono molto bravo, ma ci ho provato.

    Potrei rinunciare a tutto,
    ma non rinuncero’ mai
    di veder sul tuo splendido viso
    quel sorriso speciale,
    vedere i tuoi bellissimi occhi
    lucidi e pieni di gioia,
    vederti felice ed innamorata
    farei il possibile per vederti,
    e cercherei di rendere la nostra
    amicizia unica!

    RispondiElimina
  48. Ben levata, Stella. La tua barzelletta mi ha fatto sorridere di gusto. Non sarà per me una gironata acile, ma almeno un sorriso me l'hai strappato. Miracoli del web.

    RispondiElimina
  49. Jan pubblicata,grazie!

    Anch'io vorrei un amico come te,sei vero!

    RispondiElimina
  50. Serenella davvero,miracoli del web...

    Ti auguro una giornata serena!

    RispondiElimina
  51. Ricambio il sorriso che mi hai regalato con la barzelletta.
    Buona giornata Stella.

    RispondiElimina
  52. Bella Stella la barzeletta...Stella cara oggi vorrei dedicare il mio giorno di silenzio...sono passata per un dolce saluto...passa da me e capirai...TI VOGLIO BENE.

    RispondiElimina
  53. Calliope, non partecipi al concorso?

    RispondiElimina
  54. Fru sono passata da te e condivido tutto.

    TVB

    RispondiElimina
  55. Calliope, come non detto,la tua poesia è già pubblicata!

    RispondiElimina
  56. grazie stellina per le pubblicazioni......il tuo staff

    RispondiElimina
  57. Questa mattina "fresca" di sabato, passo di qua semplicemente per salutarti. Un giro tra i miei nuovi amici. Grazie e Buon weekend!
    Un abbraccio
    Saba

    RispondiElimina
  58. Staff, grazie a voi per tutti i consigli che mi avete dato.

    E' stato un piacere!

    RispondiElimina
  59. Grazie Saba.

    Vieni sempre a trovarmi,mi fa piacere. Buon sabato!

    Un caro abbraccio.

    RispondiElimina
  60. Assolutamente deliziosa :-)

    RispondiElimina
  61. Ho letto la barzelletta senza ridere,ma quando sono arrivato all'ultima parola,sono scoppiato.
    ...il cane...ah ah ah.

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...