24/01/09

48

ALLORA PARTIAMO...

CONCORSO DI POESIE SULLA SOLIDARIETA' ... E

Pubblicate i vostri versi e... IN BOCCA AL LUPO !

48 commenti:

  1. Tutti potrete votare da 6 a 10 compreso i concorrenti i quali,naturalmente ,non potranno votare per se stessi.

    Vi darò il via per votare e, nel frattempo, apprestiamoci a gustare i bei versi che ci attendono...

    RispondiElimina
  2. Non piangere piccino se non hai un pezzo di pane...
    non piangere piccino se non hai amore
    Non piangere piccino per i dolori delle tue frustrazioni...
    non piangere perchè il tuo pianto nessun ascolta...
    non piangere...
    prendi la mia mano piccino mio...
    abbracciami e riscaldati a me...
    dormi tranquillo tra le mie braccia...
    e vedrai che domani sarà un mondo nuovo per te.
    Frufrupina

    RispondiElimina
  3. Grazie Pierre,sei carinissimo.

    Il prossimo concorso sarà a tema libero,se questo avrà successo!

    RispondiElimina
  4. Mamma mia stella,ritorno dalla prova del lunedì e...sul tuo blog trovo praticamente un concorso in pieno svolgimento!!
    Complimenti a te per l'iniziativa e a tutti coloro che l'hanno accettata.
    Se si trattasse di comporre musica forse ci proverei,purtroppo la poesia non è il mio forte...ma di sicuro le leggerò tutte!

    Ciao carissima,un abbraccione.

    RispondiElimina
  5. Sirio il mio motto è : chi ha tempo,non aspetti tempo!

    RispondiElimina
  6. angelo mio
    chiudi gli occhi piano piano
    e come s’affonda nell’acqua
    immergiti nel sonno
    vestito di bianco
    il più bello dei sogni
    ti accoglierà

    angelo mio
    chiudi gli occhi piano piano
    abbandonati nell’arco delle mie braccia
    nel tuo sonno ricordami
    chiudi gli occhi pian piano
    i tuoi occhi marroni
    dove una fiamma verde brucia

    RispondiElimina
  7. "TACITA SIA L'OFFERTA"

    Lieve, come ali di farfalla,
    sia il sorriso offerto a chi patisce
    Soave, come carezza di bambino,
    sia la parola che conforto reca.
    Delicato, come petalo di rosa,
    sia il gesto di chi prodigo soccorre

    Possa, un girotondo di speranza,
    riunire tutti i bimbi della terra;
    possa, un amore tanto grande,
    far rivivere chi la sorte ha inaridito.

    Che la fiducia possa trionfare,
    ed il perdono vinca sul rancore...
    e mai ci sia indifferenza,
    mai abbandono, mai oblio:
    e che una mano,con doveroso affetto,
    sempre si tenda a chi ne ha bisogno.
    °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

    Ecco cara Stella, il mio contributo a questo tuo invito a poetare....ti abbraccio affettuosamente e ti auguro buona giornata.

    RispondiElimina
  8. "Tu sei ancora lì, passerotto"

    Hai un cuore di lacrime, hai un cuore di sole
    che si riposa quietamente da anni, nel nido tiepido
    che ti sei costruito volenterosamente.
    Ci distendi le tue speranze abbastanza comodamente,
    le coccoli sotto le tue piume morbide di cuscino.

    Il tempo scorre, il mare non si arresta,
    il mondo si rivolta su se stesso, la notte carezza il giorno,
    le piante si affaccendano nella fotosintesi clorofilliana,
    gli animali fanno letargo: si appisolano e si svegliano.
    Tu sei ancora lì.

    Il tuo sguardo di passerotto smarrito racconta le tue tribolazioni,
    sorridi e dissimuli, cambi discorso… sospiri.
    E sei sempre lì.
    T’immagino come un’antica statua a guardia della tua Città Dorata:
    che puoi ammirare da lontano, ma che non mancheresti mai di proteggere.
    Per questo sei sempre lì.

    Meriti che la luminosità della tua anima sia pace,
    ma passando gli anni… la notte, seppur fredda, diventa gradita abitudine,
    quantomeno terra conosciuta, alleata affidabile.
    Premi la mano sul petto come una ferita:
    lì, dove sopporti il dolore del solco, batte un germoglio di cuore da salvare!
    Premi la mano sul petto e senti i tuoi battiti…
    loro sanno cosa c’è da sapere e cureranno la tua piaga millenaria
    che si trascina, imperturbabile degli anni.

    Tu sei ancora lì, a guardia, condottiero ferito,
    volgi lo sguardo al ricordo che rende belli i tuoi occhi,
    ti affama e ti dà sostentamento, riempie gli spazi, ogni cosa,
    rende i tuoi occhi più bagnati e più asciutti.
    Accetti la tua sorte con sensibilità e con sforzo,
    ma mai senza quel coraggio che ha reso forti le tue braccia
    e immortale la tua anima.

    Passerotto ferito! Hai un cuore di lacrime di sole assieme a te,
    è l’eredità dell’amore, è l’eredità che la Terra lascia da nutrire.
    Io ti chiedo la ragione e tu sorridi dolcissimo,
    non dici una parola, non dici una parola,
    sei sempre lì.
    E questo ti basta, questo assicura un altro battito ancora alla tua ferita.

    Ricordati di respirare ogni notte.
    Ricordati di sognare ogni notte.
    Ricordati di ciò che sei.
    Ricordati che i ricordi fanno bene e fanno male:
    ma sta a te dire basta… quando diventano pena e supplizio.
    Ricordati dei bei ricordi.

    Ricorda che una notte non dura mai tutta la notte:
    è ciò che mi hai insegnato,
    fa’ che gli insegnamenti che hai dato a me siano buoni anche per te!

    Addormentati nel tuo nido, forse la ferita sarà meno dolorosa,
    addormenta le lacrime: hai un cuore di sole.
    Gira lo sguardo verso la luce che nutre i tuoi ricordi,
    tu sei sempre lì, tu sei ancora lì.
    Rimani tutto il necessario:
    ma permetti alle tue ali di muoversi ancora, un giorno…

    ***

    Spero che vada bene questa poesia!

    ;-)

    RispondiElimina
  9. Messaggi d'amore.
    Alle donne sole,
    alle donne senza amore
    a quelle che l'hanno perso,
    oppure mai trovato
    alle donne di sentimento e passione
    a quelle con gli occhi tristi
    alle donne che hanno capito
    e a quelle che cercano di farlo
    alle donne comprensive e dolci
    che sanno perdonare e dire scusa.
    Messaggi d'amore, messaggi di cuore
    alle donne ammalate dopo un'amore sbagliato
    e all'amore negato a chi meritava
    alle donne diverse anche a quelle più perse
    senza figli e lavoro, senza un chiaro futuro
    a quelle che hanno lottato per un posto al sole
    a quelle che lottano ancora sui sogni
    Messaggi d'amore fra testa e cuore
    messaggi d'amore pe' i campi, e pe' i fiori
    nei boschi di muschi e letti di foglie
    dove puoi innamorarti a guardare i colori
    e sentire il vento fra gli alberi in fila
    ed un raggio di sole che passa tra i rami
    che colora le foglie e dipinge scenari
    d'amore, di gioia e di sogni
    Messaggi d'amore alle mamme
    che piangono un figlio e che hanno la forza
    di continuare ad amare
    Messaggio di solidarietà a tutte le donne
    da una donna.
    Rosy.

    RispondiElimina
  10. Ciao Stella, ti mando il mio contributo alla tua culturalissima iniziativa:


    RICORDATI DI ME

    Ricordati di me
    Quando ti può sembrare che tutto il mondo ti ha abbandonato
    Quando ti sentirai ugualmente solo in mezzo a tantissima gente
    Quando farai fatica a spiegarti e la gente faticherà a comprenderti
    Quando la tua malinconia tenterà di portarti lontano dal mondo reale.

    Ricordati di me
    Quando avrai bisogno di un'altra mano ma non sai a chi chiederla
    Quella volta in cui le tue gambe non saranno più in grado di sorreggerti
    Quella volta in cui i parenti e gli amici cercheranno di sbarazzarsi di te
    Quando cercherai di mandare un SOS ma nessuno ti verrà in mente.

    Ricordati di me
    Quando l'alcol e la droga possono sembrarti le uniche alternative
    Quando avrai cibo ma non avrai né la fame né la voglia di mangiare
    Quando il senso della tua vita spesso sparirà dalla tua mente
    Quando comincerai a dubitare se valga la penna continuare a vivere.

    Ricordati di me
    Il giorno che avrai lo champagne ma non hai chi con cui brindare
    Il giorno che avrai qualcosa da dire ma nessuno ti vorrà ascoltare
    Il giorno in cui avrai bisogno dello specchio per parlare con qualcuno
    Ricordati di me perché io ci sarò sempre per te!

    Blessing Sunday Osuchukwu

    RispondiElimina
  11. Grazie a tutti.

    Riporterò le vostre poesie e quelle che ancora giungeranno in una pagina ,come ho fatto per IL TRAMONTO.

    RispondiElimina
  12. Scusa, Stella. Mi sto perdendo un po'. Oggi è una giornata più frenetica del solito. Qui si postano le poesie a tema libero?

    RispondiElimina
  13. Ho fatto l' aggiornamento.

    Leggi il post, annarita.

    RispondiElimina
  14. Passo davanti a te
    e non ti vedo
    passo davanti alla tua mano tesa
    e volto il viso
    poi vado a casa
    e ipocrita parlo dei mali del mondo
    mi indigno
    piango perfino
    scandalizzata scrivo
    dei bimbi, dei poveri,
    dei malati e degli storpi
    ma poi...
    passo davanti a te
    e non ti vedo
    passo davanti alla tua mano tesa
    e volto il viso.

    Francesca

    RispondiElimina
  15. Ne avrei due da presentare. E' possibile? In ogni caso le posto. Poi se ne occorresse soltanto una, ti indicherò quale non considerare.

    GIORNO

    Lame
    di sole
    feriscono
    la penombra calda
    a levante.
    Quel che resta
    di una notte segreta
    toni
    ombre
    silenzi,
    si perde
    e si congiunge
    a poco a poco
    al vago e ancora sfuggente
    promettersi di una luce
    volubile e vincente
    Lascia vicino al mio
    il tuo sguardo
    e non dire.


    -------------------------------
    QUANDO IL BUIO VERRA'
    Ogni ora è un lento
    incedere verticale
    verso l'oro liquido del tramonto,
    dentro aloni di luce
    che abbagliano il pensiero.
    Quando il buio verrà
    avrò ricordi chiari
    e parole lucide
    per raccontare il giorno
    e dare un senso
    al succedersi dei passi,
    in un percorso dove
    ogni attesa
    non è che un attimo
    fra la simmetrica realtà
    e ciò che non è stato.

    RispondiElimina
  16. Annarita per ora una,grazie!

    RispondiElimina
  17. OK! Allora considera la seconda: QUANDO IL BUIO VERRA'

    RispondiElimina
  18. Ecco la mia, scritta un po' di anni fa:

    Angelo mio,
    come raggio di sole
    hai illuminato le nostre vite
    e con calore
    hai riscaldato i nostri cuori.
    Con gioia e intensità hai vissuto i tuoi giorni qui, insieme a noi,
    ed hai imparato ad amare gli altri,
    profondamente.

    Il tuo sorriso:
    energia vitale.
    I tuoi occhi:
    fuoco ardente.
    Il tuo corpo:
    forte roccia.

    Tutto questo sei tu,
    anche ora che il tuo volo è stato interrotto,
    anche ora che tu,
    piccolo angelo,
    sembri così lontano.

    Le tue ali spezzate
    permettono ad altri di volare alto:
    i tuoi occhi guarderanno ancora il mondo,
    il tuo cuore batterà con gioia.
    E ogni volta che sul mio cammino incontrerò gente felice, generosa....
    ....quello sarai TU e allora non ti lascerò più andare.

    Non è propriamente una poesia, ma va bene così:)
    Con affetto.

    RispondiElimina
  19. Mi piace questa iniziativa, ma non ci riesco! Ho provato a metter giù qualcosa ma non va... mi assumi come "giudice di gara"???

    E se indici un nuovo concorso ci riproverò di nuovo, sperando in meglio

    Bacio grande!

    RispondiElimina
  20. Annagi,se non partecipi al concorso potresti essere il terzo membro della giuria.

    RispondiElimina
  21. grazie dell'iniziativa ecco il mio contributo Domenico,

    SARAI DIVERSA NEI MIEI SOGNI

    Mi abbandoni o dolce spirito d’amore,
    mi lasci il tuo pensiero che col tempo svanirà.

    È il tempo che guarisce ogni ferita,
    è il tempo che ti fa sentire solo.

    Forse, ti incontrerò nei miei sogni, e proprio là
    sarai diversa, la stessa che desideravo amare.

    Insoddisfatto senza gioia sarà il mio tempo,
    geloso del mio sogno sarà il mio tempo,
    ma dolce e appassionato sarà il mio sogno.

    RispondiElimina
  22. Io sono semplicemente una specie di cantastòrie a volte buffe altre meno. Tu sei grande e molto più seria di me.

    RispondiElimina
  23. Monticiano non mi piace essere troppo seria!

    RispondiElimina
  24. Cara Stella , Lina mi ha segnalato questa simpatica iniziativa , dandomi così l'opportunità di conoscerti : è un vero piacere . Se posso giocare anch'io ti mando questa mia composizione :

    A un’illusione

    Travolta dalla voraggine del tempo
    ti sei perduta nel mare degli abissi ;
    con una forza immensa e misteriosa
    io vago tra i tormenti ed i sospiri.
    All ‘improvviso sento il tuo respiro…..
    Che mi turba e lascia il suo tepore ...
    Solo un minuto , ma va diritto al cuore .
    Non sei tornata per darmi una carezza ,
    ma riaffiori dalla trama di un racconto
    così reale che mi sembri vera .
    Una brezza scompiglia i miei pensieri ....
    come sei bella così muta e dolce …
    sei la speranza quando vien la sera !!!!!

    Grazie e a presto
    Un caro saluto
    Paola

    RispondiElimina
  25. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  26. Chiedo scusa , c'è un errore di distrazione dovuto all'ora tarda e alla stanchezza :una "g"di troppo in voragine .grazie

    RispondiElimina
  27. Cara Paola benvenuta e grazie della partecipazione al concorso.

    Errore corretto.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  28. "ali"

    sono lacrime asciugate
    accarezzate dalle ali di un angelo
    piume bianche
    soffici e vaporose
    per aria, per strada
    colte come viene preso un segno.
    col sorriso dell’anima

    soffici e avviluppate
    come il tulle della ballerina
    il bianco cigno colto in sogno
    sono ali incolori, trasparenti
    cristalline
    o azzurre acquemarine
    sotto il vetro del pavimento

    labbra secche, senza baci
    pelle di seta, con l’olio
    passi nudi sul palco sopra il
    legno che si ammorbidisce.
    angelo dagli occhi di giada,
    tu, fata della tristezza,
    a meno che tu non sparisca
    non sparirò io per prima

    RispondiElimina
  29. grazie

    grazie per avermi insegnato a rialzarmi quando cado
    grazie per regalarmi un sorriso quando sono triste
    grazie per la tua sincerita'
    grazie per non sapere cos'e' il rancore
    grazie perche' mi chiedi di giocare
    grazie perche' vuoi un abbraccio e non me lo nascondi
    grazie perche' mi chiedi tante cose
    grazie perche' mi ricordi che c'e' un bimbo dentro tutti noi
    grazie perche' non pensi ne al passato ne al futuro,ma vivi il presente
    grazie perche' di diverti con le cose semplici
    grazie quando mi dai la manina
    grazie quando ti fidi di me...
    e scusa se crescendo sono cambiato e a volte non ti penso
    e scusa se ho pensato che ti devo cambiare o insegnare qualcosa
    e grazie perche' mi dai sempre un'altra possibilita'

    grazie,bambino mio

    RispondiElimina
  30. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  31. DESERTO NELL'ANIMA
    Sterpaglie aride
    rovi voraci
    viottoli cancellati dalla memoria
    solchi impietosi sul passato
    ruvide ferite della terra
    rami di alberi graffiati dal tempo
    muri desolati e stanchi.

    Oggi la mia anima distilla gemme amare
    e piange l'ombra delle estati lontane
    il fresco ristoro del pozzo antico
    la gioia settembrina dei ciclamini in festa
    la casa bianca odorosa di pane
    le joniche lontananze marine
    l'incanto delle tenere notti d'agosto.

    RispondiElimina
  32. ASCOLTA

    A volte gli occhi non riescono a vedere
    la tristezza che si cela in uno sguardo
    il cuore non riesce a sentire
    le urla silenziose di chi nell’ombra vive.

    Occorre fermarsi un istante….
    ascoltare quello che il cuore ha da dire
    E guardare il mondo.. con un po’ d’umiltà.

    La possediamo tutti questa grande umanità
    Anche se a volte non la troviamo
    Si chiama solidarietà.

    Una carezza regalata a chi si sente triste
    Un piccolo gesto in cambio di un sorriso.. vero
    Una mano tesa a chi aiuto chiede e
    proseguire il viaggio con la speranza di non
    esser solo….

    Ciao cara Stella questo è quello che sono riuscita a tirar fuori, non sono una poetessa però mi piace pensarlo :-) Un abbraccio

    p.s.
    l'avevo salvata centrata ma facendo copia e incolla l'ha ricopiata così, sicuramente ci pensi tu!

    RispondiElimina
  33. Grazie albachiara,un bacione!

    RispondiElimina
  34. Dolce Stella, io che scrivo... non saprei cosa donare...
    Cmunque è stata una bella idea ho letto cose molto belle.
    ci penso su qualche minuto...
    un bacione
    Elsa

    RispondiElimina
  35. Oltre il mare... i bambini di
    Gaza
    Oltre un perchè... i bambini di Gaza
    Oltre il pianto... i bambini di Gaza
    Oltre la vita... i bambini di
    Gaza. Elsa

    ( la sento terribilmente vicina e crudelmente vera)
    un beso Stella.

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...