29/12/08

107

CHIESA STANZIA UN MILIONE DI EURO. . .

107 commenti:

  1. Se passi da me...un riconoscimento per te, cara Stella.

    RispondiElimina
  2. spero che questo possa essere di esempio. Mi è capitato di leggere questa frase poco prima di Natale, la trovo utile per riflettere in questi momenti di difficoltà per i più

    "se tutti ci contentassimo del necessario e dessimo il superfluo ai bisognosi non ci sarebbe più nè il ricco nè il povero"
    Basilio di Cesarea

    ciao A

    RispondiElimina
  3. Grazie il viandante,passerò.

    RispondiElimina
  4. Cara Aliza, la massima di Basilio di Cesarea esprime benissimo la triste realtà in cui si trova il mondo contemporaneo.
    Se tutti seguissero questo esempio,ci sarebbe meno disparità sociali.

    Un abbraccio solidale!

    RispondiElimina
  5. Modo concreto di vivere i problimi della gente, altrimenti e' solo teoria.
    Buona serata
    Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  6. Stella mi scuso per l'errore dovuto alla fretta 'innata e stupida' no problimi ma PROBLEMI

    RispondiElimina
  7. Michele,era chiaro errore di battitura.

    Bene,si aiuta concretamente e non a parole,predicando...

    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  8. ciao stella, grazie del passaggio, ricambio con piacere la visita e giricchio un po' per il tuo blog, col tuo permesso. Intanto ne approfitto per farti gli Auguri di buon 2009.
    Fabio

    RispondiElimina
  9. ciao carissima
    quassu' tutto bene, domani sera torno a casa per l'ultimo dell'anno ma il 2 salgo di nuovo........ scusami se non riesco a seguire come sempre i blog....la linea lenta mi ferma.....un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Ecco una buona notizia, di quelle buone davvero.
    Che poi, se è la Chiesa che "scende in campo" occupandosi concretamente dei problemi economici della comunità dell'arcidiocesi milanese, direi che non ci sta per niente male (con tutti i fondi che hanno, si, anche loro) Se quest'atto di generosità si propagasse a macchia d'olio anche nelle altre regioni...

    E cmq un atto di genereosità dovrebbe diventare "gesto quitidiano" di tutti. Basta un piccolo e semplice gesto, ognuno di noi a seconda delle proprie disonibilità ed ecco che... magari non si risolve la crisi, ma da qualche parte bisogna pur iniziare.

    Questo Natale il regalo più bello che ho fatto (bello nel senso di UTILE e GIUSTO) l'ho fatto alla Comunità di S. Egidio... è stato un minuscolo sforzo che però per chi l'ha ricevuto forse ha significato tanto.

    Insomma,ci vuole solidarietà ed unione per risolvere le cose, no?

    RispondiElimina
  11. ti leggo spesso, il tuo blog mi piace, è come stare a casa.....
    un caro saluto Giusy

    RispondiElimina
  12. In questo momento dove la politica non fa il suo dovere è giusto che sia la chiesa ad aiutare chi è in difficoltà.
    Un saluto

    RispondiElimina
  13. Fabio r. che piacere se giricchi...è un onore per me!

    Ti auguro tutto quanto desideri per il prossimo anno...

    Un carissimo saluto.

    RispondiElimina
  14. Bruno l'importante è che tu stia bene! A -16 figuriamoci.

    Un abbraccio caldo!

    RispondiElimina
  15. Annagì è un primo passo che mi lascia sperare in bene...

    Gesù vede e provvede...

    RispondiElimina
  16. Molti vescovi dovrebbero farlo!

    RispondiElimina
  17. Giusy grazie,mi piacerebbe conoscerti!

    RispondiElimina
  18. La Chiesa dovrebbe essere soprattutto questo, Solidarietà!
    Ciao Stella

    RispondiElimina
  19. Luciano hai perfettamente ragione...

    Era ora,aggiungo io...

    RispondiElimina
  20. Gturs, infatti!

    Chissà che pian pianino la Chiesa non apra gli occhi...

    RispondiElimina
  21. Scusami Stella, ma... non sono in grado di commentare con obiettività. Ci sarebbe troppo da discutere, tanto da scrivere un'enciclopedia intera...

    RispondiElimina
  22. Ciao stella,spero tanto pure io che la goccia lasciata cadere faccia partire i cerchi concentrici come avviene in natura... trattandosi di persone con seri problemi!

    RispondiElimina
  23. Cesco scrivi pure il tuo pensiero,siamo qui per confrontarci...

    RispondiElimina
  24. Sirio hai ragione,comunque era ora che qualcuno cominciasse a svegliarsi!

    RispondiElimina
  25. Questa l'è la chiesa che mi piace ^__^

    RispondiElimina
  26. credo sia giusto porre in essere queste iniziative. la chiesa eve pensare anche a queste cose, Cristo faceva anche opere materiali, non predicava solo! bravo Tettamanzi!!

    RispondiElimina
  27. Davide ricambio.

    Non ti esprimi neanche tu sul post?

    Vi metto in soggezione?

    Non mi piace essere unilaterale!

    RispondiElimina
  28. brava Stella, amplifichiamo la speranza...grazie per esserci!

    RispondiElimina
  29. Grazie a te Angela.

    Sei un tesoro!

    RispondiElimina
  30. Stella, non mi metti in soggezione è che ho una visione diversa della chiesa..,,posso dire di amare la chiesa, solamente quando TUTTI, MA PROPRIO TUTTI QUELLI CHE NE FANNO PARTE saranno POVERI!!!..e i poveri avranno un pochino di benessere aiutati dai soldi della chiesa...
    Altrimenti sono TUTTI COME I NOSTRI POLITICI...MA CON CHE CAZZO DI FACCIA PREDICANO CON TUTTO QUELLO CHE HANNO?..
    Lo sai che il vaticano sapeva già del casino delle banche e ha convertito un sacco di carta-straccia, IN ORO!!!..
    A momenti non sanno neanche loro quanti soldi hanno..guarda è meglio che non vado oltre, CREDIMI NON MI METTI IN SOGGEZIONE..
    Un bacione

    RispondiElimina
  31. Il tuo post mi riempie di gioia è una bella Notizia.

    L'Industria sarda chiude, 30.000famiglie senza stipendio, la nostra chiesa fà un convegno, non è la stessa cosa, ma ci siamo abituati.

    Chi vive questo dramma, si vergogna e non và a chiedere, spero che non capiti come qua da noi, ci sono persone, vergognose, che vanno alla caritas ecc.ecc., si fanno dare la spesa e se la rivendono, chi ha bisogno non esce di casa. questo mi preocupa, l'esistenza di persone che non hanno cuore, che cercano denaro sulla povertà, si passano per poveri e poi li vedi al bar giokare alle makinette....sò che tutto questo non ha a che fare con il tuo post, ma spero vivamente che lo stato apra gli occhi sulla nuova ondata di povertà che si stà abbbatttendo nel nostro paese.
    TUTTO Questo mi fà PAURA.
    Baci Cinzia

    RispondiElimina
  32. Questa notizia è molto bella e sono davvero felice, perchè per una volta si sa che fine fanno i soldi dell'otto per mille...
    Forse è un piccolo passo avanti, però è già qualcosa!

    RispondiElimina
  33. Con i tesori del Vaticano si sfamerebbe il mondo intero.

    Un bacione cara Stella e buona fine di questo 2008.

    RispondiElimina
  34. ''ritorno ad una ''santa sobrieta'''.
    La Chiesa dovrebbe lei dare il buon esempio di una ''santa sobrieta'' ...
    Quoto il commento di Kylie.
    Vale

    RispondiElimina
  35. Buon 2009 da Pupottina, rapita dalle feste...

    RispondiElimina
  36. Caro Davide ho usato il termine soggezione per farti parlare...so come la pensi...

    Gesù era povero e il tuo pensiero è il Suo e il mio. Nessuna discriminazione tra gli uomini.

    Quante volte ho detto a proposito del Vaticano:quanto lusso,quante ricchezze ,mentre c'è gente che muore di fame...
    Ciò è innegabile.
    I veri eredi di Gesù sono i missionari che si fanno poveri fra i poveri e qualche sacerdote che si comporta come Gesù ha insegnato.
    E' incredibile ,lo dice lo stesso Vangelo " non si possono seguire due padroni Dio e mammona (il denaro)".
    Il Papa e i Vescovi sono solo uomini che non sanno rinunciare ai loro privilegi e ricchezze ,ma dopo 2000 anni d'ingiustizie a partire dal secolo scorso qualcosa sta cominciando a cambiare....vedesi il comportamento di quattro Papi : Giovanni XXIII il Papa del Concilio, Paolo VI che ha abolito la Corona Triregno e la portantina,Giovanni Paolo I che sfidò lo Ior di Marcincus e la sua corruzione, Giovanni Paolo II il Papa pellegrino fra i popoli, ora il gesto di questo vescovo...sì qualcosa sta cambiando !
    Detto questo caro Davide, le nostre idee convergono, mi pare.

    Non sono una bigotta!

    Bacioni

    RispondiElimina
  37. Cinzia,il tuo commento è inerente, eccome!

    La Chiesa la condanniamo,ma dobbiamo condannare ogni singolo individuo che si camuffa per i propri interessi,dal politico all'uomo qualunque...

    Anche noi blateriamo il bene, ma all'atto pratico cosa facciamo concretamente?

    Riflettiamo... Bacioni

    RispondiElimina
  38. Kylie,leggi la mia risposta a Davide.

    Un felice Buon Anno a te con un abbraccio.

    RispondiElimina
  39. Ciao pupottina,sei sparita?

    Auguroni per un fantastico 2009 !

    RispondiElimina
  40. Tettamanzi comincia a piacermi...dovrebbero seguirlo anche gli altri vescovi. Grazie degli auguri che ricambio molto volentieri!!!

    RispondiElimina
  41. Grazie evergreen.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  42. Io non sono d'accordo sul fatto che si accusi il vaticano di conservare i tesori accumulati nei secoli, non è in questo modo che si deve ragionare, abbiamo scelto una società capitalista e per quanto ci possiamo crucciare a noi va bene così, ed accusare gli altri di essere egoisti quando noi stessi ci preoccupiamo del nostro benessere personale, acquistando anche cose che possono apparire superflue e che costano care non è per nulla coerente. Quello che dico sempre è che i poveri ci sono, sono sempre esistiti, bisogna cercare di aiutarli, ma non è certo frustandosi la schiena e soffrendo noi stessi che allevieremo le pene altrui. E questa è sempre stata una mentalità tipicamente cristiana, il flagellarsi unicamente perchè ci sono persone che soffrono, illudendosi così di aiutarle.
    Tuttavia, questa mi sembra la solita operazione da "a Natale siamo tutti più buoni", che non risolve assolutamente nulla, e basta prendere una calcolatrice per capire che un milione diviso 180.000 fa zero. Lo so, è pur sempre uno sforzo apprezzabile, ma come spesso accade per gli aiuti inviati nel terzo mondo, sono solo palliativi che non risolvono proprio nulla. Bisogna agire in altro modo, la carità, per quanto fatta in buona fede seve a poco e avvilisce chi la riceve.
    Sul fatto che gli aiuti non saranno distribuiti a pioggia, disperdendone l'efficacia, purtroppo ho molti, molti dubbi...

    RispondiElimina
  43. Sicuramente una buona notizia, grazie.

    Si in effetti il mio nome di battesimo è Giovanni (Gianni), quando ho iniziato a frequentare il web, mi ero iscritto alla comunità di Answers (yahoo), dove bisognava avere un nick, io scelsi adamus, successivamente dato che gli Amici della comunità mi conoscevano come adamus, aprii il blog 360 di yahoo, naturalmente con quel nick, poi ho aperto un'altro blog " Multiply" sempre come adamus, perchè una parte dei vecchi Amici era approdata in questo nuovo blog, ora da qualche anno sono qui in blogger e ho continuato ad usare questo nick, per farmi trovare da tutti quelli che mi conoscevano già come adamus, nel frattempo mi sono affezzionato a questo nome!
    Comunque, chiamami come Vuoi, non è un problema per me!
    Ciao, buona giornata e felice anno nuovo a Te e Famiglia

    RispondiElimina
  44. Ti auguro un buon fine anno ed un grande inizio..Dual!!

    RispondiElimina
  45. Passo per gli auguri, cara..
    un sereno 2009, a presto!

    RispondiElimina
  46. Caro cesco grazie del tuo intervento.I poveri sono sempre esistiti e ne so qualcosa.

    Ho appena sentito al tgi che per il cenone di capodanno a Cortina si spenderà 500 euro a testa...

    Perchè il Vaticano non dovrebbre spogliarsi delle sue ricchezze?

    In che modo bisognerebbe agire?

    RispondiElimina
  47. Ti abbraccio forte, sarò sincera non ho letto il post non ho avuto tempo ma ti prometto che dal prossimo anno seguirò meglio chi più mi sostiene in questo mondo dei blog ...ma volevo troppo scriverti che ti abbraccio forte e ti auguro buon anno di cuore ;-) ciao a presto Maffy

    RispondiElimina
  48. Adamus non eri tenuto a darmi tante spiegazioni, comunque ho chiarito da te.Grazie per gli auguri che contraccambio con tutto il cuore.

    RispondiElimina
  49. Progvolution grazie davvero per gli auguri che ricambio di cuore.

    RispondiElimina
  50. Punzy grazie,un sereno anno a te!

    RispondiElimina
  51. Cia maffy,ti sto contagiando con la mia sincerità?

    Auguroni infiniti a te!

    RispondiElimina
  52. Cara Stella, le stesse persone che accusano il vaticano si guardano bene dallo spogliarsi loro dalle ricchezze. ma pensi forse che se Berlusconi, oppure Murdoch finissero in miseria le persone che soffrono possono riprendersi?
    Gli interventi da fare sono tanti, bisogna creare nuovi mercati per produrre ricchezze, per creare lavoro, per far ripartire quel meccanismo che si è inceppato. In questi anni c'è stato un disavanzo terribile tra chi si arricchiva e chi si impoveriva, e non siamo stati in grado di fermarlo perchè ognuno di noi pensava per se. Quando ognuno pensa per se, ha paura di quello che potrebbe accadergli se aiuta gli altri, in questo modo ha gioco facile chi approfitta di queste situazioni. E' la legge del mercato capitalista, quando noi scendiamo a compromessi pensiamo che sia una cosa che ci tornerà comoda, ma questo è qualcosa che dura poco. Un diritto al quale abbiamo rinunciato perchè in quel momento anzichè preoccuparci della crisi dei lavoratori come noi siamo stati zitti e siamo andati avanti, è un serpente che si morde la coda. In economia nulla accade per caso, ha tutta una sua logica.

    Ti faccio un piccolo esempio, che pochi hanno saputo osservare.
    Prima del 2000 le attività di commercianti cinesi in Italia era minima, e perlopiù si trattava di ristoranti, un mercato che non concorreva con il reparto italiano, in quanto si tratta di una clientela elitaria, distinta in chi vuole provare per curiosità la cucina cinese e chi si concede il piacere di farlo anche due, tre volte a settimana.
    Quando è stato introdotto l'Euro è accaduto qualcosa di scandaloso al quale il governo di allora non ha saputo porre rimedio, per le sue politiche troppo libertarie dei mercati (Berlusconi, ndr): i commercianti italiani hanno messo in atto una speculazione mai vista prima basata sui ritocchi dei prezzi. Questa tattica "per arricchirsi in fretta" ha prodotto un effetto valanga le cui prime vittime sono state gli speculatori stessi: A causa del tristemente conosciuto effetto euro l'inflazione ha subito un contraccolpo apocalittico, per cui ormai non si poteva più tornare indietro, in quanto i fornitori avevano, per logica conseguenza dei movimenti di mercato, adeguato i prezzi alla grande distribuzione, riportando quindi il livello del guadagno del commerciante a quello originario. In questo ragionamento c'è però un problema di fondo: la ricchezza nazionale non aumenta più da dieci anni. Siamo in stagnazione da troppo tempo, e per questo non possiamo più permetterci quello che prima riuscivamo ad acquistare senza fatica. In questo scenario è apparso il low-cost cinese. Molti ti diranno che i costi di produzione in Cina sono mediamente più bassi dei nostri. Questo è vero, ma solo in parte. A causa degli errori nel mercato interno l'Euro ha raggiunto quote stratosferiche. Chi non sa bene come funziona l'economia pensa "bene", in realtà l'eccessivo apprezzamento di una moneta causa enormi danni nel campo dell'export, come puoi ben immaginare, e dall'altro lato invece permette ai mercati esteri di inserirsi senza fatica per un motivo molto semplice: loro possono farci un prezzo che per noi è ragionevole, ma che per chi ce lo vende è estremamente vantaggioso, in quanto noi li paghiamo in Euro, che hanno un valore di mercato altissimo. E' questa la vera ragione per cui gli esercizi commerciali cinesi e il low cost estero stanno mettendo in grosse difficoltà il nostro mercato interno. Chi si è arricchito, dunque? Le banche, con prestiti e mutui che gli hanno permesso di avere a disposizione una liquidità eccezzionale mai vista prima. Ma qui il serpente si è morso di nuovo la coda, in quanto numerosi titoli basati sui famosi mutui spazzatura si sono rivelati per quello che erano, carta straccia, e gli strascichi li vediamo solo ora, e sono devastanti.

    Ci siamo scavati la fossa da soli, cara Stella, uscirne costerà caro, e costerà anche, purtroppo, vite umane, che in preda alla disperazione decideranno di togliersi di mezzo.
    In questo senso, la semplice carità ti da un tozzo di pane oggi, ma in quel tozzo di pane c'è srcitto a caratteri cubitali che non c'è futuro.

    Scusami se ti ho tediato con questo lungo commento, ma te l'avevo detto, ci si potrebbe scrivere un'intera enciclopedia britannica.
    E perdona il mio pessimismo cronico...

    RispondiElimina
  53. Prima che cesco occupi tutto lo spazio per i commenti (scherzo!) ti faccio i miei più sentiti auguri di un buon 2009. Un saluto
    P.S. se il vaticano devolvesse le proprio ricchezze alla povera gente forse non si risolverebbero tutti i problemi ma sicuramente molti si... E per una religione che professa uguaglianza e povertà sarebbe un gesto doveroso...Mentre il nano di Arcore e murdoch non mi pare abbiano mai professato questi principi caro cisco.. (accidenti mi ritrovo a difendere il berlusca... Aiuto stella...)

    RispondiElimina
  54. Pierprandi, io non difendo affatto Berlusca, io ODIO Berlusconi. E sono anche ATEO, filocomunista e convinto sostenitore del fatto che bisognerebbe bruciare il nano di Arcore, ma se dividessimo tutte le ricchezze del vaticano a tutti gli affamati sai che cosa accadrebbe? Oggi quelli la mangerebbero, ma domani sarebbero allo stesso punto di prima. Con la differenza che ora a morire di fame sarebbero non solo gli abitanti del terzo mondo, ma anche quelli del vaticano. Lo dico e lo ripeto, la carità, da sola, non serve a nulla. Non in una società capitalista come la nostra.

    RispondiElimina
  55. Caro Cesco,grazie per il tuo commento.Anche se è lungo,chiarisce molto bene il tuo pensiero e il mio.
    Che l'euro potesse avere queste conseguenze lo sapevo,i prezzi sono raddoppiati mentre stipendi e pensioni non si sono mossi minimamente,quindi il potere d'acquisto è diminuito drasticamente.
    Ti sono grata per avermi illuminata sulle leggi di mercato.
    Mi piacerebbe che tu fossi un po' meno pessimista perchè ne guadagneresti in salute.
    Sai,faccio la mamma di tutti,anzi,la "mamma dei blog" come sono stata definita da un mio lettore.

    RispondiElimina
  56. Caro Pierpra,ti ha abbondantemente risposto Cesco.
    Ti ringrazio degli Auguri di buon anno che ricambio di cuore.

    RispondiElimina
  57. Cesco premetto che condivido con te il fatto di essere ateo e di avere con te lo stesso desiderio cioè di voler bruciare il nano...Non fraintendermi so benissimo che i problemi povertà e/o terzo mondo sono ben più complessi del semplice "cacciare i soldi...", la mia considerazione era più strettamenta legata al post che a mio avviso dava un pò troppo risalto a un gesto che a mio avviso è un atto dovuto visto i dettami della religione cattolica, anzi era niente rispetto a quello che potrebbe (e dovrebbe) fere il vaticano. Presto verrò a trovarti sul tuo blog perchè mi piacciono le tue idee.Un saluto
    P.S. scusa stella ti abbiamo monopolizzato icommenti...

    RispondiElimina
  58. Tanti auguri Stellina d buon anno!!!un bacio!!!!

    RispondiElimina
  59. stella come mai non riesco ad entrare per la solita strada?? dovrei dire link? hai messo le viole e ti ho persa, per trovarti sono entrata nel blog di un tuo lettore.
    Cosa è capitato?? ciao A

    RispondiElimina
  60. Cara Aliza,prova ora perchè ho sistemato le violette e i premi ricevuti.
    Fammi sapere se ora entri.

    RispondiElimina
  61. Grazie Ilaria sei molto carina.
    Ti auguro di cuore un felice e sereno 2009.

    RispondiElimina
  62. Caro Pierpra,tu mi conosci da poco; Cesco da quando ho aperto il blog: 31 marzo 2008.
    Mi piacciono i confronti quando si svolgono correttamente,senza ricorrere a parolacce,insulti o offese alla sottoscritta e ai suoi lettori.
    Quindi grazie a voi per i commenti.

    RispondiElimina
  63. Ciao carissima Stella scusami per la mia pausa....ma sai ci sono state giornate intense con le bimbe e i miei famigliari...sono riuscitaa rubare un 'attimo per un post e per salutare tutti voi....ti auguro con tutto il mio cuore un buon anno di felicità...ci risentiamo con più calma...bacioni.

    RispondiElimina
  64. Pierprandi, figurati, confrontarci è sempre costruttivo. La sinistra italiana è famosa per avere ognuno la propria visione, che converge nei punti principali, ma diverge in alcune considerazioni. Il mio forse è eccessivo pessimismo, e invidio Stella per avere invece una visione più ottimistica.

    Cara Stella, io spero con tutto il cuore ce il tuo ottimismo sia giustificato :-)
    Ti auguro di passare un buon capodanno, e che possa arrivare per te e le persone vicine un roseo 2009.

    RispondiElimina
  65. Ciao pina,tranquilla...

    Capisco.

    Ti auguro un prospero 2009!

    RispondiElimina
  66. Per ora sospendo il giudizio.
    Un abbraccio e auguri di buon anno.

    RispondiElimina
  67. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  68. Grazie cesco,un roseo anche se pallido 2009!

    RispondiElimina
  69. STELLA
    Che sia questo anno appena iniziato
    un viaggio meraviglioso
    che sia per chi ha un sogno
    l'avverarsi
    o chi ne privo
    il vederlo nascere.
    Che sia per chi si stringe
    ad un amico un anno pieno di affetto.
    Per chi lo cerca la possibilità trovarlo.
    Che sia per tutti un anno magico
    fatto di sogni di speranze e bontà.
    Fatto di momenti pieni di serenità.
    BUON ANNO A TE E FAMIGLIA..LINA

    RispondiElimina
  70. Lina sempre auguri poetici,grazie!

    Sei meravigliosa.

    Ti esprimo tutta la mia gratitudine e ti auguro un nuovo anno fantastico...

    RispondiElimina
  71. Stella cara, scusandomi per la mia "assenza" per motivi di lavoro... ti auguro di vero cuore un 2009 sereno e ricco di "ogni" bene!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  72. Mauri anche a te con un abbraccio.

    RispondiElimina
  73. Un grande messaggio di solidarietà...che serva per riflettere...c'è chi ha tantissimo e c'è chi non ha proprio niente...ma purtroppo la giusta misura non è mai esistita, chi è abituato ad andare dal parrucchiere tutte le settimane, considera rinuncia doverci andare solo una volta al mese...chi dal parrucchiere non ci può andare rinuncerebbe anche a quell'unica volta per comprare un po' di carne ai suoi bambini....c'è qualcosa che non mi torna....
    Buon anno stella!!!

    RispondiElimina
  74. Ziorina hai perfettamente ragione.

    In questa occasione rendo pubblico un fatto sconvolgente che mi capitò a Roma qualche anno fa. Era la prima volta che visitavo la capitale e osservavo con interesse le vetrine dei negozi. Ad un certo punto fui attirata da una collanina,la più semplice ed entrai in gioielleria per conoscere il prezzo.Era carina e avrei portato a Torino un souvenir.

    Il commesso cominciò ad aprire un catalogo e mi comunicò il prezzo. Non so come non svenni...

    Indovinate...

    No è impossibile...costava non so quante volte la mia liquidazione di insegnante dopo 40 anni : 240000 euro,avete capito bene duecentoquarantamila euro...

    Risposi flebilmente : grazie,ci penserò. Ancora ora non mi capacito,se si vende è perchè c'è chi acquista. E chi dona quella collanina,la più "misera" che reddito ha?

    Mia nuora era con me e può testimoniare.

    Fuori dal negozio continuavo a ripeterle : ma ho sentito bene? Quanto costa quella collanina,come un alloggio che serve a voi?

    D'accordo, era composta da perline del Giappone,da diamanti e altro,ma era un girocollo...

    RispondiElimina
  75. E' bello leggere di una notizia di questo genere... Anche se queste cose non andrebbero fatte solo a Natale, ma tutti i giorni...

    RispondiElimina
  76. Ciao Stella! Visto? Sulla tua spinta e quella degli altri amici blogger ho realizzato un bannerino da diffondere in maniera capillare tra gli amici di tutto il mondo. Mi affido anche a Te per la buona riuscita di questa iniziativa che spero sia gradita e diffusa da tutti. Ti chiedo, in attesa di altre e più proficue iniziative, solo di copiare ed incollare nel tuo blog il codice del bannerino della Pace affinché ognuno di noi il 12 aprile scriva sul proprio blog qualsiasi cosa che riguardi la Pace.
    Un saluto

    RispondiElimina
  77. Che bella notizia! Direi un motivo in più per i scettici di riscoprire la chiesa che giorno dopo giorno sembra di perdere molti seguaci....
    Buon Anno cara!

    RispondiElimina
  78. Ciao Stella!!!!

    C'è un premio per te! Leggi il mio ultimo topic e lo scoprirai!

    RispondiElimina
  79. Luciano ottima iniziativa.

    Il banner è già mio!

    RispondiElimina
  80. Blessi, certamente la Chiesa deve contribuire nell'aiuto a chi ha bisogno.

    RispondiElimina
  81. Finalmente un opera degna di portare la firma di quella chiesa che dovremo essere noi persone a formare, spero altrettanto che questo sia contaggioso e di esempio per le altre diocesi...almeno potremo dire di aver destinato bene l'8 per mille!
    Ciao cara ogni tanto una buona e concreta buona notizia ci va

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...