01/11/08

54

SE MI AMI NON PIANGERE



2 Novembre 2008
SE MI AMI NON PIANGERE

Se mi ami non piangere!

Se tu conoscessi il mistero immenso del cielo dove ora vivo,

se tu potessi vedere e sentire quello che io vedo e sento

in questi orizzonti senza fine,

e in questa luce che tutto investe e penetra,

tu non piangeresti se mi ami.

Qui si è ormai assorbiti dall’incanto di Dio,

dalle sue espressioni di infinità bontà e dai riflessi della sua sconfinata bellezza.

Le cose di un tempo sono così piccole e fuggevoli

al confronto.Mi è rimasto l’affetto per te:

una tenerezza che non ho mai conosciuto.

Sono felice di averti incontrato nel tempo,

anche se tutto era allora così fugace e limitato.

Ora l’amore che mi stringe profondamente a te,

è gioia pura e senza tramonto.

Mentre io vivo nella serena ed esaltante attesa del tuo arrivo tra noi

tu pensami così!

Nelle tue battaglie,

nei tuoi momenti di sconforto e di solitudine,

pensa a questa meravigliosa casa,

dove non esiste la morte, dove ci disseteremo insieme,


nel trasporto più intenso alla fonte inesauribile dell’amore e della felicità.


Non piangere più, se veramente mi ami!


Sant'Agostino


54 commenti:

  1. Un giorno mio figlio mi disse di aver paura della morte.
    Come fai a spiegare a un bambino di nove anni questo ultimo passaggio della nostra esistenza?
    L'ho fatto parlandogli della casa di Dio dove tutti noi poi ci rincontreremo un giorno per stare insieme felicemente.
    Non sono una credente praticante ma quando gli spiegavo queste cose ci credevo proprio e da quel giorno anche lui è ritornato sereno!!!
    Forse in tutti noi c'è questa speranza che un giorno ci ritroveremo per stare insieme per sempre.

    Un abbraccio stella

    RispondiElimina
  2. purtroppo è più facile a dirsi che da mettere in pratica...
    quando è morto mio padre, è stata una costa talmente improvvisa che ha lasciato un dolore così immenso che ancora, a distanza di anni, non si è estinto... e spesso le lacrime al solo pensiero fuoriescono dagli occhi senza aver chiesto permesso...
    l'anima non si rassegna e non vuole comprendere che qualcosa è cambiato.
    spesso lo sogno e quando mi sveglio è come se non fosse mai morto perché nel sogno è questa la sensazione che avevo avuto...
    poi... la razionalità infrange il sogno...
    insomma questa non è una festa facile da trascorrere!
    ciao e buon weekend

    RispondiElimina
  3. Gturs, mio figlio alla stessa età del tuo, mi pose la stessa domanda ed io gli diedi la stessa risposta. Non so ancora oggi,come la prese...

    Penso pure io che ci ritroveremo nell'aldilà.

    RispondiElimina
  4. Cara pupottina ti capisco,capita pure a me.

    Il tuo papà è con te e vigila su di te.

    Domani sarà la commemorazione dei defunti,si ricorderanno in modo particolare!

    RispondiElimina
  5. Bellissima e incoraggiante.
    Queste parole potrebbero accompagnarci e sorreggerci nei momenti di sconforto.
    Sai a chi ho pensato?
    Alla mamma di Niki.
    Povera madre,in questo momento ne ha proprio bisogno.
    Io da quando ne sono venuta a conoscenza, non riesco a togliermela dalla mente.
    Perchè non la metti nel suo blog, magari le farà piacere.

    Ciao
    Rosa

    RispondiElimina
  6. Rosa ho pensato alla stessa cosa!! Sai che mi hai dato un' ottima idea?

    Faccio subito,grazie!

    RispondiElimina
  7. ciao stella bei versi qulli di agostino.che dire? io sono abbastanza materialista, se succede e quando succede e' perche' deve succedere.....poi se e quando succedera' ci porremo il problema del dopo

    RispondiElimina
  8. Asterix quando capiterà(il + tardi possibile), pensa al dolore dei tuoi CARI...

    RispondiElimina
  9. Non si muore!si abbandona solo un involucro...fastidioso pure che tiene prigioniera l'anima,la mette a dura prova, per cui essa credo che aneli alla libertà...ma l'anima ha fatto la sua scelta e deve stare al gioco.
    Il dolore per una perdita fisica di una persona cara non ha senso,la sua anima non ci abbandona,se si è convinti di ciò,non si piange e non si rimpiange...il fatto è che siamo troppo legati alla materialità!alla fisicità! se i nostri sensi non possono più percepire la presenza fisica di una persona cara,ecco che ci sentiamo perduti,in realtà inizia un rapporto bellissimo ed esclusivo.
    La Morte unisce,non divide!non si perde nessuno ma...si acquista!l'anima del defunto,il suo spirito può essere sempre con noi!
    ho condiviso l'affetto di alcune persone a me carissime...alla loro morte sono state mie...soddisfazione immensa!
    un abbraccio Stella!
    ciao angela

    RispondiElimina
  10. Grazie Stella di aver proposto questa bella preghiera che ho letto pensando al mio babbo e al babbo di Gabriele e mi ha dato tanto conforto

    RispondiElimina
  11. Grazie luigina,è una preghiera che aiuta.

    Se te la senti,porta un po' di conforto ad Ornella,ha perso il figlio in modo assurdo.

    RispondiElimina
  12. Triste passaggio per colui che la teme
    Dolce liberazione per colui che conosce
    Presupposto di un ritorno in veste migliore
    Anelito di un evento nei dolori della vita
    Silenziosa compagna sul cammino nell'infinito
    Sorella di mille battaglie,
    Madre suprema della vita

    ac
    ----------
    grazie per la visita
    Dalle mie parti quando l'acqua si scalda finisce per bollire :-)

    RispondiElimina
  13. Cara Stella quanta saggezza nel dottore della chiesa Sant'Agostino, ti ringrazio per avermi consolato.

    RispondiElimina
  14. Il 2 novembre per chi ama i suoi cari che non ci sono più è tutto l'anno, l'unico modo per non dimenticarli.

    RispondiElimina
  15. Concordo con il russo!

    @ stella : ti ho inserita tra i miei blog amici.
    Grazie!
    Rosa

    RispondiElimina
  16. Non so cosa succederà dopo la morte. Si piange perché non vedrai più la persona cara che muore...
    Le parole di Sant'Agostino sono, a dir poco, bellissime

    RispondiElimina
  17. E' la perdita delle persone a me care a spaventarmi

    Per quanto riguarda me, vorrei provare a realizzare i miei sogni poi vorrei, il più tardi possibile, non dover soffirire....

    RispondiElimina
  18. Knoss hai scritto dei versi bellissimi!

    Grazie.

    RispondiElimina
  19. Peppe ci siamo consolati insieme.

    RispondiElimina
  20. From the world - On the road - from Toscana country

    Non pensomai alla morte, se non avessiletto questo post e i suoi commenti non ricordavo neppure che oggi e' il due novembre.
    Buona e felice domenica
    Vale

    RispondiElimina
  21. Russo: d'accordissimo,così pure per il Natale...

    RispondiElimina
  22. Rosa e tu sei già tra i miei.

    Fatto tutto.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  23. Pino non le vediamo,però penso che siano tra noi e non vogliono vederci soffrire.

    RispondiElimina
  24. Daniele due bei desideri che faccio miei!

    RispondiElimina
  25. Pierluì non pensi alle tue persone care che non ci sono più?

    RispondiElimina
  26. E' vero ... ma io a distanza di anni piango ancora per la morte di persone care.

    Ti auguro una buona domenica!!!

    RispondiElimina
  27. Nella ti capisco,eccome!

    Buona domenica a te.

    RispondiElimina
  28. Mi dispiace che tanti lo fanno solo per facciata o per bisness, anche lì il fiore più costoso, più bello poi per 364 giorni il vuoto totale.
    A me non piace fare la passeggiata per far salotto nel cimitero. Vado quando c'è poca gente un po in religioso silenzio perchè penso solo ai miei cari.
    Ciao buona settimana Sisifo

    RispondiElimina
  29. Ciao sisifo,idem!

    Buona settimana e grazie della visita.

    RispondiElimina
  30. Il mio problema non è come affrontare la morte o cosa ci sarà dopo, è invece quello di vivere il tempo rimastomi in grazia di Dio e nella massima serenità (per quanto possibile) in attesa di quel momento. Non so se sono riuscita a spiegarmi. Io ho un grande problema di fronte ad un grande argomento, di non riuscire a farmi comprendere. Ciao, buona domenica anche cara amica, giò

    RispondiElimina
  31. felice domenica a te Stella.
    grazie per il saluto
    Elsa

    RispondiElimina
  32. Giò in parte ho capito.Tutti abbiamo bisogno di serenità.

    Non sappiamo per quanto tempo vivremo,l'importante è non fare del male a nessuno.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  33. dolce Stella...
    il fatto che una persona creda in Dio , non la rende talmente forte nel momento del distacco...perchè infondo noi tutti siamo uomini.
    Non vorremmo e non accettiamo...ci rassegniamo...poi chi vuole elaborare...Ma nessuno e neppure all'amico più caro in quel momento è vietato accedere in NOi perchè siamo tutti diversi.

    Ps scusa lo sfogo.

    RispondiElimina
  34. Elsa hai pienamente ragione!Ho conosciuto una sola persona che sorrideva in chiesa al funerale della mamma.

    Parlo di una ragazza appena sposata che si è trasferita in Brasile col marito per fare la missionaria. Ha 5 figli e ne ha adottati 7. Non riceve fondi da nessuno e vivono alla giornata,sperando nella Provvidenza. Vivono soprattutto d' amore.

    La ragazza in questione, laureata ,a Torino viveva in una famiglia agiata.

    Sorrideva,perchè la mamma avrebbe cominciato a vivere la vera vita.

    Mi inchino davanti a te , C.

    RispondiElimina
  35. Paroel che fanno bene all'anima-
    Buona domenica un abbraccio

    RispondiElimina
  36. Il pensare alle persone care che non ci sono piu' non significa pensare alla morte e non vuol dire assoggettarsi al rito cimiteriale del solo 2 novembre.

    RispondiElimina
  37. Holden un abbraccio e buona domenica a te.

    RispondiElimina
  38. Pierre non farmi fare la polemica.

    Oggi non sono andata al cimitero e neanche ieri, domenica scorsa sì. So che oggi c'è una folla ai cimiteri con crisantemi e lumini,dopo aver lustrato la lapide con la polvere accumulata in un anno.

    Non penso alla morte.

    Infine ho postato una preghiera per tutti i defunti.

    Chiara sono stata?

    RispondiElimina
  39. Ciao stella,lo ricordi don Sergio,vero?
    Lui diceva: Nel momento in cui ricordi i tuoi cari,li fai vivere e loro sono cone te! Perchè piangere?

    E' comunque difficile accettare un distacco.Ero troppo giovane quando mia mama se ne andò,stroncata in otto mesi da un tumore...ma io me la ricordo viva!

    RispondiElimina
  40. Don Sergio e come faccio a dimenticarlo...?

    Mi ha aiutata tantissimo spiritualmente!

    Come si fa ad accettare subito un distacco? Ci vuole tempo...

    RispondiElimina
  41. Ciao Stella, purtroppo no, di Cesco non so nulla.
    ciao, silvano.

    RispondiElimina
  42. Andare al cimitero....è viverlo il cimitero che è straziante...Oggi gli ho portato una confezione di orchidee e gli ho scritto: "piu' forte della morte è l'Amore" e poi rileggevo e piangevo e piangevo e rileggevo e mi dicevo che morte=fine ...la sua sedia vuota a tavola oggi mi ha uccisa ancora, e ancora, come ogni giorno...Come non piangere?? Fragoroso Silenzio...
    Voleva essere un post d'Amore oggi per il mio Niki..ma solo lacrime..
    Un bacio Ornella (la mamma di Niki)

    RispondiElimina
  43. Mi son venuti i brividi.
    Traspare un amore profondo tra queste parole, un amore che noi, qui sulla Terra, forse non conosciamo pienamente...

    Grazie Stella per questo post, mi ha acceso un sorriso nel cuore pensando a quella parte di me che è "lassù"...

    Bacione

    RispondiElimina
  44. conoscevo questa poesia e la condivido appieno, so che chi amo e non è più su questa terra sta bene. Grazie Stella per averla pubblicata. Un abbracio ^_^

    RispondiElimina
  45. Grazie Nadia,vedi che condividiamo le stesse idee!

    Un abbraccio grande.

    RispondiElimina
  46. Grazie Stella,
    mi sono continuata a chiedere in questi quattro mesi: che cosa posso piu' inseegnare al mio piccolo Nathan? A Niki ho insegnato l'Amore, la Fiducia verso gli altri, il cercare Dio in ogni persona, l'essenza dell'uomo..Cosa insegnerò a Nathan dopo tutta questa brutta storia? Spolverato il mio Credo, Dio in quegli Agenti o nelle persone coinvolte in tutto questo?? Impossibile...e allora? Grazie Stella, sei uno spiraglio di Luce in questo buio (che potenza la rete) riesci a farti sentire piu' tu di mille persone che quotidianamente entrano in questa libreria..Sono certa che ci conosceremo...
    Ti voglio bene
    Ornella (la mamma di Niki)

    RispondiElimina
  47. Ornella cara,devi sforzarti di continuare con i tuoi insegnamenti di Fede, perchè sono gli uomini a sbagliare...
    Tu sei una Luce,io sto imparando tanto da te.

    Ti voglio bene.

    Vorrei conoscerti anch'io.

    RispondiElimina
  48. Romano grazie,ricambio il saluto.

    RispondiElimina
  49. Anche se il 2 novembre è passato, l'intensa preghiera di Sant'Agostino è valida tutti i giorni.

    Grazie per averla pubblicata. Leggerla, "costringe" a pensare alle cose importanti della vita.

    RispondiElimina
  50. Sì annarita,pensiamo alle cose importanti e non a quelle futili!

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...