25/10/08

74

E' FACILE AMMETTERE I PROPRI SBAGLI ?


La locuzione latina errare humanum est, perseverare autem diabolicum, tradotta letteralmente, significa commettere errori è umano, ma perseverare [nell'errore] è diabolico. La frase, ormai entrata nel linguaggio comune, viene attribuita a Lucio Anneo Seneca [senza fonte].

Assioma filosofico con il quale si cerca d’attenuare una colpa, un errore, una caduta morale. Già nella letteratura classica si possono trovare alcuni precedenti in Livio (Storie, VIII, 35): "Venia dignus est humanus error" ("ogni errore umano merita perdono"), e Cicerone: "Cuiusvis est errare: nullius nisi insipientis, in errore perseverare" ("è cosa comune l’errare; è solo dell’ignorante perseverare nell'errore").

Il significato è chiaro: siamo esseri umani, e l'errore capita. Questo, però, non deve essere un'attenuante per giustificare la trascuratezza, ma un invito ad imparare dall'esperienza per ridurre il numero di errori commessi.

DOMANDA

E' facile ammettere i propri sbagli ?

74 commenti:

  1. E' la cosa più difficile che ci sia, ma se si riesce a fare autocritica, ci arrivi e ammetti.
    Odio quando qualcuno mi vuole imporre i mie sbagli.
    Ciao

    RispondiElimina
  2. Assolutamente no, non è facile. Ma è comunque un gesto di umiltà e di umanità, visto che errare è umano.

    RispondiElimina
  3. xpiciox:gesto di umiltà e di umanità.


    Sono i motivi che mi inducono ad ammettere i miei errori.

    RispondiElimina
  4. Ammettere i propri errori è una delle cose più difficili, essendo l'errore una sorta di fallimento piccolo o grande, ma la capacità di ammetterli e di migliorarsi è una manifestazione di coraggio oltre che un grande passo avanti civile e degno di una persona completa e sensibile.
    Io devo dire che ammetto a testa bassa e poi guardo il mio inetrlocitire correttore: purtroppo però speso mi capita di incontrare che usa i miei errori contro la mia poi disponibilotà ad ammetterli e la cosa non è semplice.
    Non tutti apprezzano tale qualità che spesso è presa per forma di debolezza..
    Pazienza: io continuerò a sbagliare ed ammettere di aver sbagliato e sono sicura di non sbagliare.
    Bacioni baresi

    RispondiElimina
  5. Non è debolezza ammettere i propri errori,ma forza ,coraggio, lealtà e umiltà,cara luce;poi c'è chi non lo ammette per perfidia o superbia e questo è un altro discorso che fa proprio male.

    RispondiElimina
  6. Direi che intanto prima bisogna vederli, esserne conscio e quando si tratta di errore, è difficile ma lo si può ammettere.
    Alzando un po l'analisi, nell'essere se stessi ci sono molte azioni che gli altri possono giudicare errate, ma questo non significa che siano necessariamente errate per l'anima che le ispira e sta compiendo il suo cammino.
    Quello che noi vediamo è solo l'aspetto esteriore del percorso e non abbiamo tutte le parti necessarie per giudicarlo.
    :-))))

    RispondiElimina
  7. Dipende dalle circostanze, dall'entità dello sbaglio, dalle conseguenze che produce quello sbaglio, dal carattere e dall'onestà di chi sbaglia,ecc. ERGO... è molto difficile incontrare qualcuno disposto ad ammettere i propri sbagli.
    Speriamo che non si perseveri nello sbaglio;: in questo caso sarebbe ancora più grave e diabolico.

    RispondiElimina
  8. Credo che anche qui, subentri il discorso dell'età...quando si è più sbarbatelli non si ammettono gli sbagli..ne va del proprio orgoglio,
    poi incominci a maturare e il gioco si fa più duro per il proprio io interiore..ti pesa ammettere gli errori ma lo fai lo stesso..
    Poi lo fai, soprattutto perché non ti piace offendere l'intelligenza delle altre persone, acquistando dei punti con chi interagisce con te..
    Bacioni

    RispondiElimina
  9. Non sempre è facile ma... In fondo ce la mettiamo tutta per ammetterli!!

    Ti lascio un saluto... Arrivo dal blog di Peppe Bovino. Se ti va passa da me! CIAO!

    RispondiElimina
  10. Non sempre anche se di solito quando mi succede, riesco spesso ad ammetterlo e non solo a me stesso.

    RispondiElimina
  11. Io lo ammetto sempre.ma sbaglio ugualmente
    un sorriso
    Holden

    RispondiElimina
  12. non sempre.... ma se lo fecissom più spesso non guasterebbe!

    buon weekend

    RispondiElimina
  13. Penso che sia una delle più grandi qualità che possa esistere in una persona, e poi chiedere scusa lo rende ancora più nobile. Il nostro mondo è stato rovvinato dalle persone che sbagliando, cercano sempre di trasformare in ragioni i loro sbagli...

    RispondiElimina
  14. io non gli ammetto mai ...sono gli altri che non mi capiscono (si sono presuntuoso)comunque una buona domenica alla nostra stella

    RispondiElimina
  15. Caro blessi, mi è capitato di chiedere scusa anche ai miei alunni,quando per distrazione mi capitava di rimproverare uno piuttosto che l'altro.

    E' anche questione di correttezza e davo l'esempio.

    RispondiElimina
  16. Aste ah ah ah!

    La presunzione non è mia amica.

    Buona fine settimana.

    RispondiElimina
  17. Acqua il tuo commento non fa una grinza, però non mi convince il " può".

    Potere non è volere.

    Per quanto riguarda l'aspetto del giudicare dall'esterno mi trovi completamente d'accordo.
    Nessuno ha il diritto di giudicare chicchessia!

    RispondiElimina
  18. Pino sono rare,ma esistono persone che ammettono di aver sbagliato.

    Secondo me dimostrano maturità.

    RispondiElimina
  19. Davide l'ignoranza e l'orgoglio, a volte, impediscono di chiarire i propri errori.

    RispondiElimina
  20. Marco R benvenuto e grazie.

    A presto.

    RispondiElimina
  21. Daniele non è facile,infatti.

    RispondiElimina
  22. Pupottina allora sforziamoci.

    Buona fine settimana.

    RispondiElimina
  23. Holden,perpetui negli errori?

    Però li ammetti.Ho capito giusto?

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  24. "E' facile ammettere i propri sbagli ?"

    Dipende dagli sbagli!

    RispondiElimina
  25. Dipende, quelli di tutti i giorni si, quelli che ti cambiano la vita un pò meno. E detto da una persona che nella sua vita ha collezionato più sbagli che figurine fidati che non è poco....

    RispondiElimina
  26. Sergio e se te li fanno notare?

    RispondiElimina
  27. Russo,se prima o poi ti smascherano,come la mettiamo? Non perderesti credibilità?

    RispondiElimina
  28. non è semplic ammettere i propri errori. Prima di tutto bisogna riconoscerli, poi ACCETTARLI e solo dopo si può dire di averli ammessi. Dopo di che, una volta ammessi, sideve cercare di imparare da essi per non commetterne altri.
    Non mi piace quando qualcuno cerca di far accelerare quasto processo. Va bene che mi venga fatto notare, ma poi il processo di "interiorizzazione" del'errore è talmente personale...

    RispondiElimina
  29. Per fare errori non ci vuole molto coraggio, per ammetterli si'.
    Devo confessare che ammettere di avere sbagliato mi secca molto, ma sempre lo ammetto, magari il giorno dopo, ma lo faccio sempre. Non perche' sia forte o coraggioso ma perche' ritengo giusto comportarmi in maniera corretta, soprattutto con me stesso.
    Nel mio lavoro sono molto esigente. Capisco gli errori e sono sempre disponibile alla giustificazione, ma non ammetto gli errori commessi per superficialita', e mi danno fastidio le persone che inventano mille scuse e poi cercano di scaricare sugli altri i propri errori.
    Buona fine settimana.
    Vale

    RispondiElimina
  30. Annagi,riconoscere i propri errori è già una gran cosa,ammetterli è più difficile.
    Posso capire che ti dia fastidio l'insistenza prolungata.

    RispondiElimina
  31. Pierluì,rasenti la perfezione.
    Non posso che condividere ciò che affermi.

    Bravo!

    RispondiElimina
  32. Di solito gli sbagli si pagano, anche a caro prezzo ma ammetterli è già uno sconto della pena per l'anima e la coscienza.
    Io mi sento male se non ammetto di aver sbagliato perchè è come se prendessi in giro me stessa, oltre che gli altri e siccome siamo umani, umanamente chiedere scusa è fondamentale per tutti, sia per chi sbaglia sia che per chi lo sbaglio lo ha subito.
    Buon fine settimana Stella

    RispondiElimina
  33. Non sono perfetto e neanche la rasento. Cerco solo di essere corretto, di essere in pace soprattutto con me stesso. Tengo molto al mio giudizio.

    RispondiElimina
  34. Pierluì, ho detto la verità circa il tuo commento su questo post.

    RispondiElimina
  35. Calliope mi ritrovo in te e penso che questa affermazione possa interessare i miei lettori.

    Permettimi un bacio e buon sabato sera!

    RispondiElimina
  36. Ho sbagliato troppo volte nella vita, soprattutto l'orgoglio mi ha fatto perseverare in certe situazioni(familiari). Sono comunque pentito.

    RispondiElimina
  37. Più difficile ancora quando si è soggetti fragili come quelli che ha costruito questa società.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  38. Peppe hai ragione,l'orgoglio brutto sentimento può cambiare una vita.

    Hai riconosciuto alla grande il tuo grave errore,pertanto non persevererai.

    RispondiElimina
  39. Marco: I palloni gonfiati servono solo a far divertire i bambini.

    RispondiElimina
  40. Non so se è facile ammettere i propri errori, ma sicuramente ci fa bene... e ci aiuta a crescere...
    Buon week end...
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  41. Bisogna ammetterli eccome maurizio, per la nostra coscienza.

    Buona fine settimana a te !

    RispondiElimina
  42. ciao zietta ti auguro un buon fine settimana. tuo nipotino :):):)

    RispondiElimina
  43. Con il carattere che mi ritrovo,non ammetto gli errori e pretendo pure di aver ragione. Per riconoscerli,capire e chiedere scusa passa pure del tempo...!

    Ciao stella,buona serata!

    RispondiElimina
  44. so da sempre che ammettere gli errori subito e senza drammi,favorisce il consolidamento della stima che c'è già o un avvio di stima se non c'è!
    ciao Stella
    Buona Domenica
    angela

    RispondiElimina
  45. ...a tal fine io non perdo tempo...
    così tronco sul nascere ogni questione...come si dice taglio la testa al toro...è molto più semplice e ha risvolti sempre positivi...
    ciaociao

    RispondiElimina
  46. Ciao carlo,amore.

    Buona fine settimana pure a te!

    RispondiElimina
  47. @stella, non ho capito la tua risposta.

    RispondiElimina
  48. Sirio ne so qualcosa,però così facendo rischi di perdere le amicizie!

    RispondiElimina
  49. Cara Angela,sempre saggia.

    Buona domenica a te!

    RispondiElimina
  50. Ho messo in evidenza che suggerivi di fare autocritica,gturs.E' esatto,no?

    RispondiElimina
  51. Giusto, non riuscivo a capire se lo dicevi a me o a tutti.
    Buna serata.

    RispondiElimina
  52. Sono molto simile a Pier Luigi per quanto riguarda il commettere e il riconoscere i propri errori e non mi resta che quotarlo in toto.

    Buona fine settimana e baciotti, Stella:)

    RispondiElimina
  53. Baci8 annarita e buon lavoro prof !!

    RispondiElimina
  54. Grazie Stella per avermi linkato...
    se vai nel mio blog vedi la mia risposta..
    Baci

    RispondiElimina
  55. Come in tante altre cose, è questione di allenamento e/o convinzione.

    Lo sbagliare (e l'essere "sgamati") è una perdita secca, ed io ho ben presente l'insegnamento del saggio nonno:

    "Figlio mio, non mi preoccupo tanto quando perdi, ma quando cerchi di rifarti! "

    Lucio Musto

    RispondiElimina
  56. PS -
    E di conseguenza mi sono imposto questa norma:

    "Se sbagli, innanzi tutto chiedi scusa. Subito dopo cerca di riparare il danno."

    (così domani ti perdoneranno, quando sbaglierai di nuovo)

    Lucio Musto

    RispondiElimina
  57. Caro musto, la tua è lezione di vita.

    RispondiElimina
  58. Lucio,involontariamente ho scritto il tuo cognome.

    Scusami.

    RispondiElimina
  59. Non è facile ma a volte è necessario, forse più per noi stessi che per gli altri.

    RispondiElimina
  60. Certo prima per noi stessi e poi per gli altri.

    Buona domenica caro wilson.

    RispondiElimina
  61. Spesso non è facile ammettere noi stessi l'errore...io, per la mia esperienza, ammetto senza difficoltà l'errore evidente perchè mi giustifico con l'umanità. Per il resto, se posso salvarmi, sono capace di acrobazie. Ma ho anche visto che riconoscere il mio errore, per es...tanto per stare sul generico, con mio marito, mi ha fatto molto bene perchè mi sono resa conto che era l'amore per lui che mi rendeva autentica...ed è bello quando capita. Ciao Stella, bel post A.

    RispondiElimina
  62. Aliza,bisogna essere autentici e trasparenti con se stessi e con gli altri.Così io mi sono trovata sempre bene.

    Un abbraccio e buona domenica.

    RispondiElimina
  63. La persona orgogliosa non ammette mai i suoi sbagli.

    Comunque si spera sempre che possa cambiare....

    Un caro saluto

    RispondiElimina
  64. Non siamo macchine; è possibile sbagliare. Ripetutamente, salvo distrazioni patologiche, è irritante però, almeno per chi subisce gli effetti dell'errore. Ammettere lo sbaglio è d'obbligo ma bisogna fare i conti con l'orgoglio: non è semplice. Un caloroso abbraccio a te e a tutti i frequentatori del blog. ^_*

    RispondiElimina
  65. Caro romano, essere orgogliosi fa male, oltre che agli altri, anche a se stessi! E si rimane soli!

    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  66. Sì andrew hai ragione,proprio perchè sbagliare è umano!

    RispondiElimina
  67. Antonello,l'orgoglio è una brutta bestia come l'invidia.

    Dobbiamo migliorare ed essere meno superbi e boriosi.

    Un caloroso abbraccio a te!

    RispondiElimina
  68. No soprattutto se sei convinto che non siano degli sbagli!
    Comunque per quanto mi riguarda, quando accade chiedo scusa perchè è giusto che sia cosi.
    Un saluto dal Salento

    RispondiElimina
  69. Non è affatto facile ma farlo è un atto non solo di grande umilità ma anche di maturità, io lo faccio quando mi accorgo di aver sbagliato e chiedo anche scusa, certe cose andrebbero insegnate ai figli...
    Io faccio anche una cosa che mia madre agli inizi trovava strana, pensava la stessi prendendo in giro, io la ringrazio se lei cucina per noi, nulla è dovuto...
    Ciao

    RispondiElimina
  70. Pino,così si fa. In che bel posto vivi...

    RispondiElimina
  71. Brava IS?

    Ricordi una volta cosa ti dissi?

    RispondiElimina



Grazie del tuo gradito commento.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...